cose da vedere a Salisburgo

Salisburgo è una delle città più belle d’Europa. Situata nell’Austria nord-occidentale, è apprezzata dai turisti sia per la sua architettura storica ben conservata che per il suo magnifico scenario alpino. Questa pittoresca città si estende lungo entrambe le sponde del fiume Salzach, emergendo dalle Alpi salisburghesi in un territorio più basso, dominato dai 1.853 metri dell’Untersberg. Il suo romantico quartiere della Città Vecchia è una visita obbligata, un quartiere compatto di strette strade medievali e cortili porticati che sono divertenti da esplorare. Così come le ampie piazze della zona residenziale tra i quartieri Neutor e Neugebäude. Salisburgo gode di una fama particolare nel mondo della musica in quanto luogo di nascita di Wolfgang Amadeus Mozart. Questo ricco patrimonio musicale si riflette in attrazioni come il museo nella sua casa di famiglia, i vari festival che presentano la sua musica e persino le melodie che risuonano quotidianamente sul famoso Glockenspiel della città. Diverse attrazioni di Salisburgo sono state utilizzate anche per le riprese di “Tutti insieme appassionatamente ” e costituiscono un’attrazione particolare per i turisti. Scoprite tutti i luoghi migliori da visitare durante una vacanza in questo splendido angolo dell’Austria con la nostra lista delle principali attrazioni e cose da fare a Salisburgo. Cosa vedere a Salisburgo: 15 luoghi da non perdere!

Leggi anche: Città più affascinanti in Austria

15 cose da vedere a Salisburgo

Se quindi dovete fare una selezione e scegliere cosa visitare a Salisburgo, vi consiglio di non perdervi la nostra guida di oggi, in cui vi daremo proprio alcune dritte su alcune attrazioni che veramente sarebbe un peccato perdere! Se non sapete cosa fare a Salisburgo, vi consiglio di farvi guidare dai nostri consigli: queste 15 attrazioni sono davvero imperdibili.

1. Esplorare il centro storico di Salisburgo (Altstadt Salzburg). Dalla Piazza dell’Università (Universitätsplatz), una serie di splendidi passaggi noti come “Durchhäuser” si snodano verso nord fino alla Getreidegasse. Questa trafficata area pedonale è stata riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO ed è fiancheggiata da pittoresche case di mercanti risalenti al XV-XVIII secolo. I punti salienti di un tour a piedi di questa zona del centro storico sono le numerose insegne originali in ferro battuto dei negozi e delle locande, oltre ai numerosi e silenziosi cortili antichi. Si tratta di un’area molto vasta, che si estende per circa 580 ettari nel cuore di Salisburgo e che non vede l’ora di essere esplorata. La zona si è molto riqualificata e oggi ospita numerose gallerie d’arte, boutique e laboratori di gioielleria e artigianato. Ci sono anche molti caffè e ristoranti, molti dei quali con patio fronte strada, che sono luoghi piacevoli per rilassarsi e osservare la gente. All’estremità orientale della Getreidegasse si trova il Kranzlmarkt. Qui si trova l’antico Municipio (Rathaus) circondato da case medievali ancora più antiche, alcune alte fino a cinque piani. Nel Mercato Vecchio (Alter Markt) si trova la Farmacia di Corte (Hofapotheke) del XIII secolo, mentre al centro della piazza si trova la Fontana di San Floriano del XVII secolo. Quest’ultima è nota per la sua particolare vasca ottagonale e per una griglia a spirale ancora più antica, risalente al 1583. Altre opportunità di visita della città vecchia sono la Judengasse , con i suoi vicoli stretti e tortuosi, e il Chiemseehof. Costruito nel 1305, quest’ultimo fu la residenza dei principi vescovi del Chiemsee fino al 1806. Merita una visita per il suo cortile porticato decorato con stemmi. Una delle cose da vedere a Salisburgo più affascinanti.

2. Salita alla Fortezza di Hohensalzburg – Fortress Hohensalzburg. Salisburgo è dominata dalla pittoresca Fortezza Hohensalzburg (Festung Hohensalzburg), una splendida fortezza storica che domina lo skyline della città. Situata sulla cima sud-orientale del Mönchsberg, il castello originale fu costruito nel 1077 e gran parte di ciò che si vede oggi risale ai primi anni del 1500. Il castello è raggiungibile con una piacevole passeggiata di 20 minuti dal centro storico o con la funicolare dalla Festungsgasse. L’accesso alla fortezza passa attraverso una serie di imponenti porte difensive ad arco, sotto il Bastione del Fuoco del XVII secolo, fino al Reisszug, un montacarichi unico nel suo genere, risalente al 1504, un tempo utilizzato per il trasporto delle provviste. Si prosegue poi attraverso la Porta dei Cavalli per arrivare all’Haupthof, o recinto esterno, con il suo antico tiglio e una cisterna del 1539. Altri punti di interesse sono il cortile, con la piccola chiesa di San Giorgio (Georgskirche) del 1502, e il famoso Toro di Salisburgo (Salzburger Stier). Una delle cose da vedere a Salisburgo più affascinanti, questo storico organo del 1502 suona ancora tutti i giorni e sembra fare eco al carillon del Neugebäude. Tra gli interni spiccano i sontuosi Appartamenti dei Principi, con le loro decorazioni tardogotiche e le raffinate boiserie dipinte; la Sala d’Oro (Goldene Stube), con i suoi portali in marmo; e la Sala d’Oro, con le decorazioni dorate sul soffitto a cassettoni blu e le colonne in marmo rosso. Da vedere anche il Museo della Fortezza, con armi e strumenti di tortura, e il Museo del Reggimento Rainer, contenente manufatti dell’antico reggimento domestico di Salisburgo. Sono disponibili visite guidate in lingua inglese della fortezza, che includono opzioni orientate alle famiglie e ai bambini. Indirizzo: Mönchsberg 34, 5020 Salisburgo, Austria Sito ufficiale: www.salzburg-burgen.at/en/hohensalzburg-castle/

3. Abbazia di San Pietro – St. Peter’s Abbey. Sul lato occidentale della Kapitelplatz di Salisburgo si trova l’Abbazia benedettina di San Pietro (Erzabtei St. Peter). Fondata da San Ruperto nel 690 d.C., questo imponente complesso di edifici servì come residenza degli arcivescovi fino al 1110. Sebbene gli edifici attuali risalgano principalmente al XVII e XVIII secolo, rimangono un’impressionante testimonianza delle capacità architettoniche dell’ordine. L’esempio migliore è rappresentato dall’alta torre a cipolla dell’edificio, una delle prime del genere in Europa. I punti salienti sono il sagrato della chiesa di San Pietro (Friedhof St. Peter), un imponente sepolcreto circondato su tre lati da arcate e tombe di famiglia risalenti al XVII secolo. A sud, si affaccia sulla parete rocciosa del Mönchsberg, dove si trovano le catacombe paleocristiane e la cappella di San Massimo, scavata nella roccia. Dal sagrato della chiesa si accede al cortile esterno, dove si trova la fontana di San Pietro (Petrusbrunnen), costruita nel 1673. Qui si trova anche il monumento commemorativo di Haydn, che ricorda la vita e l’opera di Johann Michael Haydn, fratello del famoso compositore Joseph Haydn. Un altro importante simbolo di Salisburgo è l’Abbazia di Nonnberg, fondata nel 714 d.C.. L’abbazia è anche la sede del ristorante più antico d’Europa, il St. Peter Stiftskulinarium, fondato prima dell’803 d.C.. Indirizzo: Sankt-Peter-Bezirk 1, 5020 Salisburgo, Austria

4. Visita alla storica chiesa di San Pietro – St. Peter’s Church. Una delle chiese più antiche e affascinanti di Salisburgo, la Chiesa di San Pietro (Stiftskirche St. Peter) ha subito molte trasformazioni nel corso degli anni. Completata nel 1143, fu ampliata e modificata nel 1625 e decorata in stile rococò tra il 1757 e il 1783, quando fu aggiunta la caratteristica torre a timone. La chiesa è nota anche come “Chiesa dell’Abbazia” per la sua posizione all’interno del complesso dell’Abbazia di San Pietro. All’interno del portico sotto la torre si trova il portale romanico occidentale del 1240. All’interno è ancora visibile la pianta della basilica romanica e i monumenti, tra cui la tomba rupestre di San Ruperto con un epitaffio del 1444. Altri monumenti degni di nota sono quelli dedicati a Marianne (Nannerl), sorella di Mozart, morta nel 1829, e a JM Haydn, fratello di Joseph. Altri punti di forza sono le pale d’altare dipinte sui 16 altari di marmo e la Cappella della Signora (Marienkapelle) del 1319, che contiene una figura in pietra della Vergine, insieme ad affreschi del primo gotico e ad affreschi successivi del 1755. Indirizzo: Sankt-Peter-Bezirk 1, 5020 Salisburgo, Austria

5. Visita alla Cattedrale di Salisburgo – Salzburg Cathedral. Edificio di spicco grazie alle sue torri gemelle alte 79 metri, il Duomo di Salisburgo (Salzburger Dom) fu completato nel 1657 ed è famoso per il suo stile italiano e per essere stato il luogo del battesimo di Mozart. La facciata ovest dell’edificio, rivolta verso la Domplatz, presenta quattro colossali statue di marmo, di cui quelle esterne rappresentano San Ruperto e Virgilio, patroni della provincia. Quelle interne raffigurano Pietro e Paolo. Tra le caratteristiche degne di nota vi sono le tre massicce porte in bronzo con i simboli della Fede, dell’Amore e della Speranza, l’altare maggiore con la Resurrezione dipinta nel 1628 e i superbi affreschi della volta. Vale la pena di vedere anche le tombe e i manufatti della cripta. Non mancate di visitare ilMuseo della Cattedrale. Questa importante attrazione culturale presenta una serie di collezioni di oggetti liturgici e d’arte dell’arcidiocesi di Salisburgo. Tra questi, la Croce carolingia di San Ruperto dell’VIII secolo, statue e dipinti gotici e oggetti del Tesoro della Cattedrale. Inoltre, controllate il sito web della cattedrale prima della vostra visita per conoscere i dettagli dei prossimi concerti e recital. Indirizzo: Domplatz 1a, 5020 Salisburgo, Austria

6. Esplorare la Residenzplatz – The Residenzplatz. Nel cuore del centro storico di Salisburgo (Altstadt), sulla riva sinistra del Salzach, si trova la Residenzplatz. Una delle piazze più grandi della città, è il luogo migliore da cui partire per esplorare le numerose attrazioni turistiche che questa splendida città ha da offrire. Il punto focale della Residenzplatz è la splendida Residenzbrunnen. Questo capolavoro di marmo fu realizzato da uno scultore italiano nel 1661 ed è la più grande e più bella fontana barocca al di qua delle Alpi. Alta 15 metri, con splendide figure di audaci cavalli e il dio Atlante che porta i piatti, colpisce anche per i suoi delfini. A coronare il tutto c’è un Tritone con una conchiglia. Da qui è facile rilassarsi nei caffè a schiera e nei negozi delle boutique che si affacciano sulle strade adiacenti. È anche possibile visitare attrazioni importanti come la Cattedrale di Salisburgo e la Residenz, l’antico palazzo dei principi vescovi della città. La piazza è anche spesso utilizzata per concerti e celebrazioni, come le feste pubbliche di Capodanno e l’eccellente Mercatino di Natale di Salisburgo. Indirizzo: Residenzplatz, 5020 Salisburgo, Austria

7. La Residenza di Salisburgo e la Residenzgalerie – The Salzburg Residenz and the Residenzgalerie. Il lato occidentale della Residenzplatz di Salisburgo è dominato dalla Residenz, l’antico palazzo dei principi vescovi della città, un tempo potenti. Costruito tra il 1596 e il 1619, questo enorme palazzo è disposto intorno a tre cortili, con un grande portale di marmo aggiunto nel 1710. I suoi spettacolari Appartamenti di Stato sono sontuosamente decorati in stile tardo barocco e primo neoclassico, con squisiti dipinti alle pareti e sui soffitti, ricchi ornamenti in stucco e splendidi caminetti. Di particolare rilievo sono la Sala dei Cavalieri (Rittersaal), la Sala delle Conferenze (Konferenzsaal) e la splendida Sala delle Udienze (Audienzsaal) che contiene arazzi fiamminghi del 1600 e raffinati mobili parigini. Tra le altre cose, la Sala Bianca (Weisse Saal), con i suoi superbi ornamenti in stucco in stile Luigi XVI del 1776, la Sala delle Funzioni (Gesellschaftszimmer), con tappeti di seta del XVIII secolo, e la Sala Imperiale (Kaisersaal), con i ritratti dei Sacri Romani Imperatori e dei Re della dinastia asburgica. La Residenzgalerie, una galleria d’arte fondata nel 1923, espone opere di pittori europei dal XVI al XIX secolo. La collezione comprende dipinti di Rembrandt, Rubens e Brueghel. Indirizzo: Residenzplatz 1, 5020 Salisburgo, Austria Sito ufficiale: www.salzburg-burgen.at/en/residenz/

8. Vedere Come vivevano i ricchi di un tempo: Il castello di Hellbrunn e le fontane – Hellbrunn Palace and Fountains.  Il castello di Salisburgo: cose da vedere a Salisburgo in un giorno. Markus Sittikus, principe-arcivescovo di Salisburgo, commissionò questo palazzo di piacere nel 1613 come luogo di relax e intrattenimento. Il Palazzo di Hellbrunn (Schloss Hellbrunn), che non fu mai concepito come residenza, è comunque molto grandioso e la visita permette di dare un’occhiata all’interno del mondo di questi governanti immensamente ricchi e potenti, sia della Chiesa che dello Stato. Sittikus ha ideato intrattenimenti insoliti per i suoi ospiti. Tra questi, un giardino di giochi d’acqua e fontane, dove una statua di pavimentazione dall’aspetto innocente può improvvisamente trasformarsi in una doccia, o quelle che sembrano panchine intorno a un tavolo iniziano improvvisamente a spruzzare acqua su tutti gli ospiti. Il tour è spensierato e divertente, soprattutto per i bambini e per chi non ha problemi a bagnarsi un po’ (è bene tenere coperti macchina fotografica e telefono). Oltre alle fontane e ai bellissimi giardini fioriti, il parco è interessante perché ospita il gazebo e il grande viale di alberi utilizzati per le riprese di Tutti insieme appassionatamente. A dicembre, i giardini ospitano un grazioso mercatino di Natale; l’ingresso al vicino museo popolare è incluso nel biglietto d’ingresso. Indirizzo: Fürstenweg 37, Hellbrunn, Salisburgo, Austria Sito ufficiale: www.hellbrunn.at/en/

9. Palazzo e giardini Mirabell – Mirabell Palace and Gardens. Un altro giardino utilizzato per le riprese di Tutti insieme appassionatamente è quello del Palazzo Mirabell (Schloss Mirabell) di Salisburgo. Questo eccellente esempio di architettura paesaggistica barocca fu allestito nel 1690 con numerose terrazze, statue di marmo e fontane. Il palazzo fu ristrutturato in stile barocco tra il 1721 e il 27, prima di essere restaurato nel più semplice stile neoclassico dopo un incendio nel 1818. Tra i punti salienti della visita vi è lo spettacolare scalone d’onore, costruito nel XVIII secolo, con numerose statue di Georg Raphael Donner e dei suoi allievi. Altri elementi interessanti sono la Sala dei Marmi, tuttora utilizzata per concerti e funzioni, e il Museo Barocco dello Schloss Mirabell. Ospitato nell’edificio del giardiniere (il Gärtnergebäude), il museo fa parte dell’aranciera della tenuta ed espone arte europea del XVII e XVIII secolo. Degna di nota è anche l’ex voliera del XVIII secolo, ora utilizzata per le mostre. Interessante anche il piccolo teatro all’aperto situato nell’angolo sud-occidentale dei giardini. Indirizzo: Mirabellplatz 4, Salisburgo, Austria

Leggi anche: Attrazioni turistiche in Austria

10. Visita alla chiesa francescana – The Franciscan Church. A nord della chiesa di San Pietro si trova la chiesa francescana (Franziskanerkirche), chiesa parrocchiale della città fino al 1635. Tra le caratteristiche esterne spiccano l’alto tetto del coro e la torre sul lato sud, risalente al 1498. L’interno è caratterizzato dalla scura navata romanica del XIII secolo, che contrasta con l’alto e luminoso coro gotico del XV secolo. Davanti a un anello di cappelle barocche del 1606 si trova l’altare maggiore, aggiunto nel 1709 e notevole per la sua Madonna scolpita della fine del XV secolo. Nella cappella centrale, dietro l’altare, si trova un altare alato in marmo del 1561 proveniente dalla vecchia cattedrale. Di fronte alla chiesa si trova il convento francescano ancora in funzione. I visitatori sono invitati a partecipare alla messa. Indirizzo: Franziskanergasse 5, 5020 Salzburg, Austria

11. Il luogo di nascita di Mozart – Mozart’s Birthplace.  La casa in cui Wolfgang Amadeus Mozart nacque il 27 gennaio 1756 è uno dei luoghi migliori da visitare a Salisburgo se siete appassionati di musica classica. I punti salienti sono le stanze un tempo occupate dalla famiglia Mozart e un museo che espone numerosi cimeli interessanti, tra cui il violino del giovane Mozart, ritratti e spartiti originali delle sue composizioni. Mostre coinvolgenti presentano i membri della sua famiglia e la loro vita ed esplorano le sue opere liriche, con costumi, scenografie, modelli ed estratti delle sue opere. Una sala è arredata come ai suoi tempi. È possibile organizzare visite guidate in lingua inglese. Indirizzo: Getreidegasse 9, Salisburgo, Austria Sito ufficiale: https://mozarteum.at/en/museums/mozarts-birthplace/

12. I teatri del Festival di Salisburgo – Salzburg Marionette Theater. Salisburgo è stata a lungo famosa per i suoi festival musicali, come dimostrano i numerosi teatri storici e le sale da concerto della città. Conosciuti collettivamente come Teatri del Festival (Festspielhäuser), questi edifici sono costituiti dalla grande Festspielhau, dalla più piccola Haus für Mozart, tra cui si trova un foyer con raffinati affreschi, e dalla Sala Karl-Böhm, utilizzata per mostre e ricevimenti. È in questo edificio, decorato da superbi affreschi del XVII secolo, che dal 1925 si tiene il famoso Festival di Salisburgo. Questo popolare evento estivo, della durata di cinque settimane, presenta il meglio della musica e del teatro europei. Altri importanti festival salisburghesi sono la Settimana Mozartiana, un evento invernale di una settimana incentrato sulle opere del grande compositore austriaco, e le Giornate Culturali Salisburghesi, un festival annuale di due settimane in ottobre che comprende concerti sinfonici e da camera e spettacoli d’opera. Per un’esperienza teatrale completamente diversa, visitate il Teatro delle Marionette di Salisburgo. Fondato nel 1913, è uno dei più antichi teatri di marionette del mondo. Indirizzo: Hofstallgasse 1, A-5010 Salisburgo, Austria Sito ufficiale: www.salzburgerfestspiele.at/summer

13. Neugebäude e il Carillon di Salisburgo – Neugebäude & The Salzburg Carillon. Di fronte alla Residenza di Salisburgo si trova il Palazzo Nuovo (Neugebäude), eretto nel 1602 come foresteria dell’arcivescovo e ampliato nel 1670. Oggi sede degli uffici del governo provinciale e del Museo di Salisburgo, l’edificio è famoso per il suo carillon, il famoso Glockenspiel. Costruita nel 1702, contiene 35 campane che suonano brani del vasto repertorio di Mozart tre volte al giorno (alle 7, alle 11 e alle 18). Sono disponibili visite guidate alla torre che offrono una visione unica del funzionamento di questo impressionante meccanismo. Un momento saliente dell’esperienza è l’ascolto del famoso Toro di Salisburgo, l’organo del vicino palazzo Hohensalzburg, che risponde al carillon con un coro. Inoltre, non dimenticate di visitare la bella chiesa di San Michele (Michaelskirche), risalente al XVIII secolo, sul lato nord della Residenzplatz, all’angolo con Mozartplatz , con il suo monumento a Mozart del 1842. Indirizzo: Mozartpl. 1, 5020 Salisburgo, Austria

14. Chiesa e cimitero di San Sebastiano – St. Sebastian’s Church and Cemetery. Un punto di forza del quartiere più moderno di Salisburgo, sulla riva destra del Salzach, è la Chiesa di San Sebastiano (Sebastianskirche). Costruita nel 1512 e completamente ristrutturata in stile rococò nel 1753, la chiesa presenta una scalinata che conduce al cimitero di San Sebastiano (Friedhof). Al centro del cimitero, fondata nel 1595, si trova la Cappella di San Gabriele (Gabrielskapelle), con le sue decorazioni in ceramica, completata nel 1603 come mausoleo dell’arcivescovo Wolf Dietrich. Sul sentiero che conduce alla cappella si trovano le tombe del padre di Mozart, Leopold, e della sua vedova, Konstanze. A ovest della chiesa si trova un passaggio che conduce al convento di Loreto (Loretokloster) e alla Paris-Lodron-Strasse. Indirizzo: Linzer Gasse 41, 5020 Salisburgo, Austria

Leggi anche: 12 laghi più panoramici in Austria

15. Un giro in auto ad Hallein e al Museo Celtico – Hallein. L’antica città celtica di Hallein sul fiume Salzach, a 10 minuti di auto dal centro di Salisburgo, è uno dei numerosi luoghi interessanti da visitare vicino a Salisburgo. La città è particolarmente apprezzata per le sue pittoresche stradine, i portali e le statue, oltre che per le case storiche costruite nel tipico stile salisburghese. Hallein è la città natale dell’organista Franz Xaver Gruber, compositore di Silent Night. Qui si trova anche il Museo Celtico (Keltenmuseum Hallein), uno dei più grandi e completi musei di arte e storia celtica di tutta Europa. Situata in un ex orfanotrofio del XVII secolo, questa fattoria celtica ricostruita comprende edifici e strumenti utilizzati dai coloni celti, oltre a un’antica camera funeraria. Tra le altre cose, sono esposti reperti dei periodi di Hallstatt e La Tène (età del ferro) dall’800 al 15 a.C.. Vi sono anche mostre che illustrano le usanze locali e la storia delle corporazioni cittadine. Indirizzo: Pflegerplatz 5, Hallein, Austria

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento