spiagge di Atene

La riviera ateniese si estende per circa 30 miglia del Golfo Saronico, dal porto della capitale, il Pireo, fino al rinomato Capo Sounion, che ricorda la mitologia greca ed è il punto più meridionale di questa grande penisola. Questo lungo tratto di costa fiancheggiato da palme è costellato di località vicine alla metropoli, ma si apre, oltre i sobborghi ateniesi, in un percorso assolato costellato di piccole insenature e vaste spiagge, tutte baciate dal blu mediterraneo del Mar Egeo. Di norma, più ci si allontana, migliori sono le spiagge Atene, ma minori sono le strutture offerte. Seguite questo viaggio verso sud per trovare le migliori spiagge Atene e troverete sicuramente una striscia di sabbia con il vostro nome.

Leggi anche: Guida turistica dell’isola di Lemnos, Grecia

16 migliori spiagge Atene

1. Kalamaki Beach, Kalamaki. Negli anni ’50, i sobborghi costieri più vicini ad Atene erano villaggi remoti con spiagge tranquille. Man mano che la capitale si espandeva verso l’esterno, il cui progresso era fermato solo dal Mar Egeo, la loro popolarità come luogo di svago in riva al mare cominciò a diminuire. I Giochi Olimpici del 2004 hanno cambiato le cose: questo tratto di costa è stato riqualificato per accogliere atleti e visitatori. Oggi Kalamaki è una delle spiagge più popolari vicino ad Atene, a breve distanza dal centro della città. Ospita spiagge pubbliche e private e dispone di diversi bar sulla spiaggia e di un piccolo parco acquatico. Per gli appassionati di storia militare, il Commonwealth War Graves Cemetery si trova a pochi minuti a piedi.

2. Glyfada Beach, Glyfada. Glyfada, che si estende dalla montagna greca di Hymettus fino alla costa, è il più grande e prospero sobborgo meridionale di Atene. Un lungo tratto di costa con le migliori spiagge Atene divise da diversi porti turistici pieni di yacht e da un tradizionale porto di pesca dove il pescato giornaliero viene ancora sbarcato da barche dai colori vivaci. La sabbia varia da liscia a ciottoli, ma le acque dolcemente ondulate la rendono ideale per i meno esperti in acqua. La vicina piazza della città ospita una serie di caffè, ristoranti e negozi di alta moda per coloro che desiderano abbinare la giornata in spiaggia con un po’ di shopping.

3. Voula Beach, Voula. La spiaggia di Voula si trova a poche centinaia di metri dalla costa di Glyfada, ma a un milione di miglia di distanza dalla sua vicina più sfacciata, grazie al fatto che si tratta di un sobborgo in gran parte residenziale con meno negozi e servizi. Un tempo parte di un campeggio, la spiaggia libera della città ospita oggi lettini e un paio di caffè, oltre a un’eccellente vista su un piccolo isolotto chiamato Ydrousa (conosciuto dai locali anche come “isola degli asini”). Vedrete un affioramento roccioso sul lato ovest della spiaggia. Nuotate intorno ad esso e troverete un’altra piccola insenatura, anche se in questo punto è vietato indossare abiti.

4. Mikro & Megalo Kavouri, Kavouri. Kavouri è un’altra piacevole località della Riviera ateniese che, essendo arretrata rispetto all’autostrada costiera principale, può sembrare più tranquilla di altre in questo tratto. Sullo sfondo di una pineta, su un lato della penisola, si trovano le due migliori spiagge Atene e sono: Mikro (piccola) e Megalo (grande) Kavouri. Entrambe dispongono di ombrelloni e lettini a noleggio, mentre i pini offrono una gradita ombra supplementare in piena estate.Tra le due, Mikro è quella più adatta alle famiglie, con sabbia fine, acque poco profonde e una selezione di caffè e ristoranti. Megalo Kavouri è un po’ più selvaggia, con alcune aree rocciose che sporgono nell’acqua e che permettono di fare snorkeling.

5. Vouliagmeni Beach, Vouliagmeni. Dall’altra parte della stessa penisola di Kavouri si trova la località di alto livello di Vouliagmeni, scelta da sempre dai glitterati della capitale e una delle più belle spiagge Atene. Situata sulla propria penisola chiamata Laimos, questa località turistica ospita alcune delle migliori spiagge della Grecia, con lussuosi condomini e ville di lusso. La spiaggia principale si trova su una mezzaluna di sabbia quasi perfetta ed è divisa tra attività private e pubbliche, entrambe fiancheggiate da file e file di ombrelloni e lettini. La spiaggia pubblica offre anche strutture sportive e punti di ristoro, mentre a pochi passi si trovano le rovine del Tempio di Apollo Zoster, risalente al periodo greco arcaico (800-480 a.C.). Quasi al livello del mare ad Atene, le rovine greche possono allagarsi in inverno ma sono facilmente visitabili nei mesi estivi.

Leggi anche: Guida turistica dell’isola di Patmos, Grecia

6. Limanakia, Vouliagmeni. Mentre la strada costiera continua a snodarsi verso Capo Sounion e il centro abitato di Vouliagmeni scompare in lontananza, si curva intorno a una serie di insenature note come Limanakia (piccoli porti), luoghi di balneazione preferiti dai locali e dai visitatori internazionali più informati in Grecia. Nessuna di queste ha una spiaggia vera e propria, ma piuttosto una serie di piattaforme naturali rocciose da cui tuffarsi in acque profonde e verde smeraldo. Vi si accede tramite sentieri situati accanto a due fermate dell’autobus distanti poche centinaia di metri l’una dall’altra. A Limanakia A, il sentiero conduce a Lefteris, un fresco ritrovo sulla spiaggia che si trova qui dagli anni ’60 e che offre piattaforme di legno sopra le rocce per chi cerca un posto più comodo dove stendere gli asciugamani. Limanakia B conduce a un’altra caletta dall’atmosfera più liberale, grazie alla possibilità di indossare indumenti, ed è anche la preferita dalla comunità LGBTQIA+ di Atene.

7. Varkiza Beach, Varkiza. Varkiza è l’ultimo dei veri sobborghi costieri ateniesi, a circa 15 miglia dal centro della città e prima che la strada costiera si apra davvero. La sua spiaggia è un altro piacevole arco di sabbia bianca pallida che si divide in due sezioni principali: una spiaggia pubblica con una piccola taverna sulla spiaggia e un’area privata con ombrelloni, lettini, un parco giochi per bambini e campi sportivi, oltre ad alcune opportunità di shopping di alto livello. Se il tempo lo permette, dopo la nuotata, Varkiza è una deliziosa cittadina da esplorare, che offre ottimi negozi e incantevoli caffè, alcuni con vista sull’oceano.

8. Althea Beach, Agia Marina. Questa bella e piccola spiaggia, appena fuori dall’autostrada costiera che collega Atene a Sounion, si trova dietro a un parcheggio e non dà nell’occhio. I pini mediterranei costeggiano la sabbia soffice per creare un po’ d’ombra, ma a parte questo non ci sono altre strutture, quindi assicuratevi di portare con voi tutto ciò di cui potreste aver bisogno durante la vostra escursione. Una serie di rocce parzialmente sommerse all’estremità settentrionale della spiaggia e un banco di sabbia che esce dalla penisola adiacente consentono di fare snorkeling.

9. Galazia Akti Beach, Agios Dimitrios. La spiaggia del piccolo insediamento di Agios Dimitrios rompe un po’ le convenzioni: i locali la chiamano Galazia Akti (spiaggia azzurra), invece di seguire la strada convenzionale di darle il nome della città. All’uscita della strada costiera, una strada fiancheggiata da palme conduce a questa spiaggia, un lungo tratto di sabbia fine con un paio di bar che offrono lettini e ombrelloni alle due estremità della spiaggia. Nel punto più a nord, la sabbia si trasforma prima in ghiaia, seguita da alcuni piccoli affioramenti rocciosi che vale la pena esplorare sia a terra che in acqua.

10. Lagonisi Beach, Lagonisi. Un tempo tranquillo villaggio costiero di pescatori, la località di Lagonisi è uno dei gioielli del fiume Ateniese. Prende il nome di “Isola di Jack Rabbit” dalla grande penisola rocciosa che si protende nel mare e che è occupata da un hotel di lusso. Il lato meridionale della penisola ospita la spiaggia della città, una lunga striscia di sabbia chiara costeggiata da numerosi bar sulla spiaggia e dall’elegante Lagonisi Sailing Club.

11. Mavro Lithari Beach, Saronida. La città di Saronida è circondata da un gruppo di piccole spiagge nei dintorni di Atene, tutte prevalentemente di sabbia, con il consueto mare che degrada gradualmente lungo la maggior parte della Riviera ateniese. Le spiagge Saronida 1 e Saronida 2 sono entrambe abbastanza piacevoli, ma hanno poco da offrire in termini di ombra e strutture, quindi continuate a dirigervi verso sud per avere il meglio delle spiagge qui. Situata abbastanza lontano dall’autostrada principale, Mavro Lithari è tranquilla, con un paio di buoni bar sulla spiaggia e un ouzeri che serve frutti di mare e il famoso ouzo, il liquore greco. (Attenzione a non confondere la spiaggia pubblica con una privata poco più a sud, di proprietà di un hotel e chiamata anch’essa Mavro Lithari).

12. Agios Nikolaos, Anavyssos. La spiaggia di Agios Nikolaos è una delle più insolite della Riviera ateniese. Situata al di fuori della strada costiera principale nella località di Anavyssos, la spiaggia si trova su un banco di sabbia che conduce a una piccola isola rocciosa ricoperta di arbusti e pini mediterranei. I visitatori possono fare il bagno su entrambi i lati del banco di sabbia, anche se il lato occidentale è quello con la sabbia migliore, oltre a un bar sulla spiaggia chiamato Nuevo Loca con tutti i servizi abituali. Vale la pena di fare una breve escursione sull’isola per vedere la chiesa in pietra da cui l’isola prende il nome e alcune delle barche del club velico locale che ha sede qui.

Leggi anche: Guida turistica di Skopelos, Grecia

13. Anavyssos & Palaia Fokaia beaches, Anavyssos. A est dell’isola di Agios Nikolaos si trova un’ampia baia naturale che ospita due delle migliori località estive della Riviera: Anavyssos e Palaia Fokaia. Le sabbie fini che costeggiano la baia formano un vasto arco, punteggiato solo da un circolo velico e da un piccolo porto di pescatori all’estremità della spiaggia di Palaia Fokaia. Lungo il percorso si trovano diversi bar organizzati in cui noleggiare lettini e ombrelloni, oltre a una serie di caffè e un ristorante di pesce a conduzione familiare, Vasilis, situato proprio sulla spiaggia.

14. Thymari Beach, Thymari. Le spiagge piu belle di Atene di Anavyssos e Palaia Fokaia possono essere molto frequentate in piena estate. Per fortuna, se non ci sono posti dove mettere l’asciugamano, la vicina località di Thymari è a meno di tre chilometri di distanza e dispone di tre spiagge proprie. Chiamata così per il timo selvatico che un tempo cresceva abbondantemente qui, questa cittadina conserva un’atmosfera più tradizionale rispetto alle sue vicine del nord, e questo vale anche per le sue spiagge. Circondata da un misto di tipica macchia mediterranea, tra cui cespugli, ulivi e pini, la sabbia è fine, il mare caldo e poco profondo e la vista sul Golfo Saronico è magnifica. La più settentrionale delle tre spiagge ospita un piccolo bar sulla spiaggia chiamato The Island, che prende il nome da Arsida, un piccolo isolotto che si vede dall’altra parte della baia.

15. Cape Sounion Beach, Sounion. Man mano che la strada costiera si avvicina alla punta più meridionale della Riviera ateniese, le spiagge si fanno più piccole e più rocciose, man mano che si estende la penisola di Sounion. Ce ne sono molte tra cui scegliere, soprattutto se avete almeno tre giorni di permanenza ad Atene da esplorare, tutte con i loro meriti e con nomi diversi e spesso confusi tra loro. La migliore è la Paralia Souniou (Spiaggia di Sounion), ufficialmente riconosciuta. Circondata da un terreno più ricco di arbusti, presenta una buona striscia di sabbia e ospita un bar sulla spiaggia molto rilassato. La cosa migliore di tutte, però, è la vista sulla collina che porta al Tempio di Poseidone, uno dei templi più belli ed eleganti per cui la Grecia è conosciuta. È da questo promontorio che si dice che il re ateniese Egeo sia saltato verso la morte quando pensò che suo figlio Teseo fosse morto per mano del Minotauro cretese, una creatura mitica e pericolosa, metà uomo e metà toro. Si dice che sia stata la morte di Egeo a dare il nome al Mar Egeo e i tramonti sul tempio sono tra i più famosi della Grecia.

16. Schinias Beach, Marathon. Da Sounion, una serie di spiagge si dirige verso nord sul lato orientale della penisola ateniese, con quelle intorno a Porto Rafti e Nea Makri tutte degne di nota, anche se la maggior parte di esse sono piuttosto lontane per una gita di un giorno da Atene. Una che vale sicuramente lo sforzo è la bellissima spiaggia di Schinia, nell’omonimo parco nazionale, a circa 50 minuti di auto dal centro città. Una lunga distesa di sabbia fine di colore giallo pallido, circondata da pini mediterranei, la spiaggia sembra estendersi per chilometri e chilometri, facendola sentire incredibilmente remota al di fuori del periodo estivo. L’ambiente incontaminato (non c’è nulla di commerciale qui) è poco cambiato dai giorni del 490 a.C., quando le navi persiane si riunirono qui in vista della battaglia di Maratona. Per chi è interessato alla storia greca e alla famosa corsa di 26,2 miglia nata dai racconti di quella battaglia, il Marathon Run Museum è a breve distanza in auto (o di corsa).

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento