cosa fare a benidorm

Oltre alle sue spiagge, Benidorm offre grandi attrazioni turistiche da non perdere. Benidorm è una delle destinazioni più popolari durante tutto l’anno, e ancora di più in date particolari come i weekend lunghi, la Pasqua e l’estate, quindi abbiamo compilato un elenco dei 12 migliori luoghi da visitare a Benidorm, che vi aiuterà a organizzare la vostra visita a questa città turistica della Costa Blanca, sfruttando al meglio il vostro tempo. Questa città, che fino agli anni ’60 era un piccolo villaggio di pescatori, è stata trasformata da imponenti grattacieli per diventare una delle destinazioni turistiche più rinomate d’Europa, grazie al suo sole, alle sue splendide spiagge e al suo intrattenimento 24 ore su 24. Cosa fare a Benidorm?

Benidorm gode di un clima favorevole per la maggior parte dell’anno e di spiagge ampie e pulite, il che consente di visitarla fuori dall’alta stagione e di scoprire le sue principali attrazioni con maggiore tranquillità rispetto ai mesi più affollati. La città offre anche un’ampia gamma di attrazioni per le famiglie, con grandi complessi e attività rivolte ai bambini e diversi parchi a tema come Terra Mítica, Aqualandia e Terra Natura. Benidorm non è adatta a chi cerca una vacanza rilassante durante i mesi estivi, soprattutto a causa dell’arrivo di giovani da tutta la Spagna e dall’Europa, che invadono la città in cerca di feste nelle sue numerose discoteche e locali notturni. Diamo quindi un’occhiata a cosa fare a Benidorm.

1. Centro storico di Benidorm

Passeggiare per le strette vie del centro storico, situato sulla Punta Canfali, sede dell’antico villaggio di pescatori, è una delle sensazioni più autentiche che la città può offrire. Il modo migliore per iniziare questo percorso è procurarsi una mappa presso l’ufficio turistico di Plaza Canalejas e iniziare con una visita alla Chiesa di San Jaime e Santa Ana. Fu costruita tra il 1740 e il 1780 e ospita l’immagine richiesta della Virgen del Sufragio, patrona della città.

È un tempio in stile neoclassico, con pianta a croce latina, navata centrale e piccole cappelle laterali. All’interno della chiesa si svolgono le più importanti feste religiose di Benidorm, come le Fiestas Mayores Patronales, la Settimana di Pasqua, o la Festa di San Jaime e Santa Ana, da cui la chiesa prende il nome.

Uscendo dalla chiesa, si può camminare fino al belvedere di Sant Jaume, che si affaccia sulla spiaggia di Levante, e fino alla Plaza Castelar, con una grande ancora e una vista sulla spiaggia di Poniente.

Si sale poi alla Plaza de Santa Ana, fiancheggiata da quattro cannoni di ferro che appartenevano all’antico castello, e alla Plaza del Castillo che conduce al Balcón del Mediterráneo. Lì si potranno contemplare le antiche rovine del Castell.

Scendendo, si può andare in Plaza de la Señoría, dove si trova il Monumento ai Marinai morti in mare, e perdersi nelle strette vie del quartiere antico, come la Costera del Barco. Se si prosegue in discesa si incontra la via Alameda, pedonale, perfetta per rilassarsi e bere un drink in uno dei suoi numerosi bar.

2. Balcón del Mediterráneo, un luogo essenziale da visitare a Benidorm.

Chiamato anche Mirador del Castillo, si trova nel quartiere vecchio di Benidorm. Dal belvedere del castello si può contemplare la vista più emblematica della spiaggia Poniente di Benidorm, con il suo popolare lungomare a forma di mezzaluna, lo skyline di Benidorm con i suoi grattacieli e il parco naturale della Sierra Helada, che fa da cornice a questo splendido panorama.

Per scendere al Mirador si prende una rampa di scale dalla piazza. Una volta arrivati, potrete ammirare una vista spettacolare sul geyser e sulla spiaggia. Altre scale, sempre dalla piazza, danno accesso al porto e alla spiaggia di Mal Pas. La Plaza del Castillo è anche un ritrovo abituale di artisti, che vendono i loro dipinti, caricature, oggetti di artigianato, trecce, ecc. Durante i secoli XIV, XV e XVI la fortezza serviva come difesa dagli attacchi dei pirati. Oggi rimangono solo un arco di accesso e i resti delle mura del castello.

3. Punto panoramico di La Cruz

In cima al Parco Naturale della Serra Gelada, a 217 metri di altitudine, si trova questo monumento rappresentativo di Benidorm. Fu costruito negli anni Sessanta con funzione evangelizzatrice: fu portato a spalla dagli abitanti di Benidorm dalla chiesa di San Jaime fino alla cima della montagna.

Oggi è diventato un monumento turistico della città grazie alla vista che offre su Benidorm e sulle spiagge di Poniente e Levante, offrendo i più bei tramonti e albe della città. Essendo illuminato, può essere visto di notte dalla città.

Il parco naturale di Sierra Helada offre diversi percorsi escursionistici. Uno di questi è quello che sale al Mirador de la Cruz a piedi dalla zona del Rincón de Loix in circa 40 minuti. È possibile salire dal Rincón de Loix anche in auto o prenotando il treno turistico che percorre i luoghi più turistici della città.

4. Parco Elche e Parco L’Aigüera

Il Paseo de Colón, una delle zone pedonali più frequentate di Benidorm, conduce al Parco Elche. Si trova a pochi metri dallo Yacht Club di Benidorm, all’inizio della spiaggia di Poniente. Alla fine del parco si trova la nuova passeggiata di Poniente.

Potete passeggiare nel Parco Elche godendovi la vista della spiaggia. È dotato di un parco giochi per bambini e di attrezzature cardiovascolari per la ginnastica all’aperto, di panchine, di una moltitudine di palme e di una vegetazione lussureggiante che rendono il parco sempre all’ombra.

Il Parco L’Aigüera è un’ampia area ricreativa con molte zone verdi, aree per bambini e un auditorium dedicato al cantante Julio Iglesias. L’artista ha iniziato la sua carriera di cantante a Benidorm dopo aver vinto il famoso festival canoro della città che si è tenuto proprio nell’auditorium di questo parco. È vicino al nuovo municipio e all’arena, altri luoghi da visitare a Benidorm. L’auditorium è un anfiteatro all’aperto dove si tengono concerti estivi, spettacoli teatrali e attività varie durante tutto l’anno.

5. Gran Hotel Bali e altri grattacieli, luoghi da non perdere a Benidorm

Benidorm è al secondo posto per numero di grattacieli in Europa, con 27 edifici alti più di 100 metri. Il più alto, In Tempo, è alto 200 metri ed è il secondo edificio residenziale più alto d’Europa, seguito dall’hotel più alto d’Europa, il Gran Hotel Bali, alto 186 metri. Seguono Torre Lúgano (158 m), Kronos (150 m), Neguri Gane (145 m) e Torre Mediterráneo (135 m).

Il Gran Hotel Bali, situato vicino alla spiaggia di Poniente, è un complesso alberghiero di oltre 60.000 m2 con infiniti servizi e considerato l’hotel più sicuro della Spagna. Il suo belvedere vi offrirà una vista mozzafiato a 360 gradi su tutta la città e i suoi dintorni. Il costo per salire al belvedere tramite un ascensore panoramico è di 6 €, ma se alloggiate nell’hotel dovrete pagare solo 2 €.

6. Isola di Benidorm

L’isola di Benidorm è un bellissimo luogo naturale a 2 miglia nautiche dal porto di Benidorm. Guardandola dalla collina di Canfail, separa la spiaggia di Levante da quella di Poniente. Si estende su una superficie di 6,57 ettari, a 73 metri sul livello del mare. La sua silhouette ricorda quella di un triangolo ed è una delle attrazioni più rappresentative del comune. Può essere visitata in barca, che effettua la traversata in circa 15 minuti, e alcune di esse hanno anche viste marine sul pavimento, permettendo di contemplare le specie sottomarine.

L’isola ha un fondale marino molto apprezzato dai subacquei, poiché a 300 metri a sud dell’isola si trova la secca di La Llosa, rifugio di numerose specie. È molto ricca di specie di alghe infralitorali, che raggiungono una profondità compresa tra i 6 e i 30 metri. Qui si trova un ristorante specializzato in cucina mediterranea, piatti a base di riso e paelle di ogni tipo.

7. Parchi a tema, luoghi da vedere a Benidorm con i bambini

Altri luoghi da visitare a Benidorm, ideali per una giornata divertente con i bambini, sono i parchi tematici. I più visitati sono:

  • Aqualandia: il parco acquatico più grande d’Europa. Dispone di 15 grandi attrazioni acquatiche adatte a qualsiasi età e intensità. Lo scivolo più alto d’Europa e lo scivolo a capsula più alto del mondo si trovano ad Aqualandia. Potete prenotare il vostro biglietto qui.
  • Terra Mítica: parco tematico ambientato nelle culture di Egitto, Roma e Grecia, in questo parco potrete scaricare l’adrenalina sulle sue montagne russe e assistere a diversi spettacoli. Potete prenotare il vostro biglietto qui.
  • Terra Natura y Aqua Natura: parco tematico e zoo, ideale per le famiglie amanti degli animali che desiderano trascorrere un’estate rinfrescante e divertente e stringere amicizie speciali in mezzo alla natura. Potete prenotare il vostro biglietto qui.

E se ancora non lo sapete, l’acquisto dei biglietti presso le stazioni del TRAM d’Alacant include il trasporto gratuito ai parchi di Benidorm in treno e l’accesso al parco in autobus. Maggiori informazioni qui.

8. Mercatini di Benidorm

A Benidorm, uno dei luoghi da visitare sono i suoi tipici mercati di strada il mercoledì e la domenica, mentre il giovedì, il sabato e la domenica è possibile fare acquisti tra le bancarelle del suo frequentatissimo mercato delle pulci.

  • El Mercadillo de Foietes, si tiene il mercoledì. Si trova vicino allo stadio comunale di Foietes e presenta due aree diverse: prodotti alimentari e tessili, pelletteria, articoli per la casa e accessori. Dispone di bar dove ci si può rinfrescare e rilassare mentre si fanno acquisti.
  • El Mercadillo del Pueblo, si tiene il mercoledì e la domenica. Si trova vicino all’Hotel Servigroup Pueblo Benidorm, nei pressi del Rincón de Loix e offre prodotti alimentari, tessili, articoli in pelle e accessori. Dispone di un’area bar.
  • El rastro de Benidorm, “Cisne”, si tiene ogni giovedì, sabato e domenica. Si trova all’uscita di Benidorm, accanto all’eremo di Sanz. Dispone anche di un negozio di antiquariato e di un bar.

9. Biblioteca sulla spiaggia

Per gli habitué delle biblioteche o per chi non si fa mancare un po’ di lettura al giorno e vuole prendere due piccioni con una fava leggendo e godendosi la spiaggia allo stesso tempo, a Benidorm esiste un servizio di biblioteca in spiaggia (Biblioteca Municipale di Benidorm: 965 85 50 98), con orari di apertura dalle 11 alle 16.

È uno dei luoghi da visitare a Benidorm che non può mancare se si è in spiaggia. Non solo offre un’area di lettura, ma è anche possibile giocare a scacchi con altri appassionati. Ci sono sette tavoli per esercitarsi con gli scacchi.

Ha un grande tendone e sedie che invitano a leggere all’ombra e dispone di una vasta gamma di titoli in molte lingue. Si trova sulla spiaggia di Levante e sulle spiagge di Poniente e Finestrat. Una curiosità: la biblioteca de Levante è stata pioniera in Spagna, poco più di vent’anni fa. L’unica biblioteca che rimane aperta tutto l’anno è quella di Levante, che chiude solo a febbraio. Quelle di Poniente e Finestrat sono attive solo in estate.

10. Le taverne basche del centro

La Zona de los Vascos, nel centro storico, è la prova che anche a Benidorm si può uscire a mangiare tapas, pintxos e vini come se si fosse nel nord della Spagna. In questa zona si trovano numerose taverne e bar con un’eccellente offerta gastronomica dove è possibile pranzare, cenare o prendere un aperitivo a prezzi molto convenienti. È anche la zona preferita dagli abitanti di Benidorm e dai turisti per la sua incredibile atmosfera a qualsiasi ora del giorno.

I bar sono aperti alla strada e, insieme alle loro terrazze, creano un’atmosfera familiare e amichevole. Infatti, per chi trascorre il Natale a Benidorm, è d’obbligo trovarsi nella Zona de los Vascos dal 24 al 31 dicembre, dove tutti festeggiano a partire da mezzogiorno.

Anche se tutti i bar delle strade vi delizieranno con il loro menu, i nostri consigli sono, sia per la qualità delle tapas che per la loro storia, la Cava Aragonesa, la sidreria Aurrera, Tragantúa, La Txapela e El Gazteluxo.

11. Tossal de la Cala e Museo della Boca del Calvari

Oltre alle attività di svago, divertimento e ristorazione, Benidorm offre anche visite culturali e storiche. Una delle più consigliate e di maggior valore patrimoniale è il Tossal de la Cala, un sito archeologico con resti risalenti al II e I secolo a.C., noto come “castellum” e situato a 100 metri sul livello del mare, nella Cala de Benidorm. Le visite guidate sono gratuite. È inoltre possibile visitare le varie mostre offerte dal Museu Boca del Calvari, nel centro della città.

12. Attività acquatiche sulle spiagge di Benidorm in estate

Per i più accaldati e per chi è restio a uscire dall’acqua, in estate c’è un’ampia offerta di servizi acquatici che intrattengono le lunghe soste in spiaggia e generano l’adrenalina che piace a tanti. I più popolari tra i bagnanti sono le piattaforme acquatiche, installate sia sulla spiaggia di Levante che su quella di Poniente (quest’anno c’è anche una piattaforma a pagamento a Levante), le moto d’acqua, le banana boat, il parasailing, la pesca a mosca o lo snorkeling sull’isola di Benidorm, tra gli altri. Andiamo a pochi chilometri di distanza da Benidrom, Denia: 10 posti da vedere a Denia!

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento