Cagliari

Situata lungo la costa meridionale della Sardegna, Cagliari è il capoluogo, con un grande porto crocieristico e un aeroporto che la rendono accessibile dall’Italia continentale e da altri paesi sia via mare che via aerea. Sede di molte interessanti attrazioni che vanno da tesori archeologici e monumenti medievali a chiese e musei secolari che mettono in risalto il vasto patrimonio della zona, il vivace capoluogo della Sardegna è un luogo ideale per iniziare un tour dell’isola, soprattutto se stai cercando di fuggire dalla folla delle più grandi località italiane: la popolazione qui è di quasi 155.000 contro gli oltre 2,8 milioni di persone che vivono a Roma, per esempio. Ecco come sfruttare al meglio il tuo tempo in questa affascinante città italiana.

Leggi anche: Golfo di Orosei, le spiagge più belle

Pianificare il tuo viaggio a Cagliari

  • Periodo migliore per la visita: la primavera e l’autunno sono periodi più piacevoli per visitare Cagliari grazie alla minore affluenza e al clima più calmo. Le estati sono calde e secche, con notti rinfrescate dalla brezza marina; gli inverni possono essere freddi e da ottobre a febbraio piovosi.
  • Lingua: l’italiano è la lingua nazionale, anche se le persone nelle città più grandi probabilmente parlano un po’ di inglese. Detto questo, imparare alcune frasi italiane può fare la differenza per farti amare dalla gente del posto.
  • Valuta: l’euro è la valuta ufficiale dell’Italia. Visa e MasterCard sono ampiamente accettate, anche se a volte è più facile utilizzare i contanti, soprattutto nelle piccole città. Tieni presente che le carte American Express e Diners Club non sono così ampiamente accettate.
  • Muoversi: gli autobus locali si estendono alla costa e ai paesi di tutta la provincia, mentre gli autobus a lunga percorrenza collegano Cagliari ad altre parti dell’isola; le linee ferroviarie corrono anche a nord verso Sassari o Olbia.
  • Consiglio di viaggio: se il tempo a disposizione è la tua preoccupazione, noleggiare un’auto offrirà una maggiore flessibilità quando si tratta di visitare il resto dell’isola. Il trasporto pubblico può essere più economico, ma i tempi di percorrenza possono essere notevolmente più brevi rispetto ai viaggi in autobus e in treno.

Cose da fare a Cagliari

Gli appassionati di storia adoreranno Cagliari per la sua ricca cultura italiana e il vasto background storico. Per uno sguardo più da vicino al patrimonio romano della città, visita l’anfiteatro romano, costruito nel II secolo e ora luogo popolare per concerti all’aperto in estate. Il quartiere storico del castello (dentro e intorno al Castello di San Michele Cagliari ) è la parte più antica e più alta di Cagliari ed è un luogo ideale per passeggiare se hai un po’ di tempo da dedicare o semplicemente vuoi avere un’idea migliore dell’aspetto della città. Fermati sul tetto del Bastione di Saint Remy, una terrazza all’aperto da dove puoi ammirare il panorama di Cagliari e del mare o sorseggiare un drink in uno dei bar vicini: all’interno si trova un’area espositiva e un luogo dove a volte si tengono concerti.

Sempre nel Rione del Castello Storico, troverai la Cattedrale romanica di Santa Maria e il suo museo annesso, il Palazzo Arcivescovile e le imponenti Torri dell’Elefante e di San Pancrazio. Nelle vicinanze, il Museo Archeologico offre reperti che ripercorrono la storia della Sardegna dal Neolitico fino al periodo dei Fenici, dei Romani e dei Cristiani fino al Medioevo. Li troverai nella Cittadella dei Musei, un complesso museale situato all’interno dell’ex arsenale insieme al Museo Nazionale d’Arte e al Museo d’Arte Siamese.

Il quartiere della Marina, situato vicino al porto crocieristico di Cagliari, ospita numerose chiese, il municipio e una strada porticata ricca di caffè e negozi. Date un’occhiata agli scavi sotto la Chiesa di Sant’EulaliaVico del Collegio n.2, dove sono visibili una strada lastricata romana, i ruderi di diversi edifici, un edificio porticato con resti di pilastri e un thesaurus (un sorta di “tempio” sacro dove è stata rinvenuta una collezione di monete). Gli scavi qui offrono uno sguardo sulla continuità della vita dal III secolo aC fino al V secolo dC

L’Orto Botanico dell’Università di Cagliari è uno dei migliori spazi verdi d’Italia e si trova in Via Sant’Ignazio da Laconi. Vieni a vedere le grotte dove vengono coltivate le felci, trascorri del tempo tra una collezione di piante mediterranee e tropicali e dai un’occhiata alle rovine cartaginesi e romane.

Fai una gita di un giorno al vicino sito archeologico di Nora, situato a 40 minuti a sud della città in uno splendido scenario lungo il mare, che conserva rovine fenicie, puniche e romane, nonché un piccolo teatro romano utilizzato per spettacoli all’aperto nel estate. In alternativa, Su Nuraxi di Barumini, situato a circa 60 km a nord di Cagliari, è un sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e un luogo ideale per saperne di più sui nuraghe, antiche strutture trovate nei siti archeologici di tutta la Sardegna: il villaggio intorno a questo particolare sito è stato scavato quindi puoi vederlo anche tu.

Leggi anche: Isola del Giglio: la guida completa

Cosa mangiare e bere

Cibi freschi, naturali e semplici realizzati con ingredienti di provenienza locale. I frutti di mare, in particolare i crostacei, sono di gran lunga la voce nei menu più vista, in gran parte a causa della vicinanza della città al mare. Non partire senza aver assaggiato l’insalata di polpo o un piatto tipico di mare a base di fregula (pasta sarda di semola che mescola influenze della cucina nordafricana) e vongole veraci, cassola (una popolare zuppa di mare) o spaghetti alle vongole veraci o ai ricci di mare (e a volte uova di pesce).

Altrove in Sardegna, assicurati di provare altri piatti tradizionali come il porcheddu (maialino da latte), la zuppa gallurese (un piatto simile a lasagne della parte nord-occidentale dell’isola), l’agnello servito con i carciofi (questo è tipicamente popolare nel periodo pasquale) e un delizioso dessert chiamato seadas, una pasta simile a un ravioli ripiena di formaggio dolce condita con miele o zucchero. Altri piatti sardi preferiti includono diversi tipi di pasta, tra cui malloreddus, che ricorda gli gnocci italiani che troverai sulla terraferma, gnocchi di ricotta e menta chiamati culurgiones e un tipo tradizionale di focaccia chiamata pane frattau.

Il vino sardo è tra i migliori della Terra, grazie soprattutto al vitigno Monica; si trova prevalentemente nella parte meridionale dell’isola ed è responsabile di alcuni dei migliori vini rossi della zona: l’uva Nuragus, nel frattempo, è alla base dei famosi vini bianchi di Cagliari. Dopo il ritrovamento di residui d’uva organica in un torchio in pietra tra antiche rovine vicino Cagliari a Monte Zara, gli archeologi hanno stabilito che la pratica della vinificazione risale effettivamente al XV secolo a.C. durante la media età del bronzo in questa zona, e che alcuni dei più antichi i vini del mondo possono essere fatti risalire al sud della Sardegna.

Leggi anche: Cosa fare e vedere a Procida

Dove alloggiare

Come la maggior parte delle città europee, troverai la tua quota di bed and breakfast e ostelli oltre ai marchi alberghieri più noti (in questo caso, Holiday Inn, parte dell’InterContinental Hotels Group. Cagliari è anche sede di diversi top-rated alberghi indipendenti, come l’Hotel MiraMare, boutique 4 stelle in stile bohémien e artistico direttamente sull’acqua in Via Roma, o l’Hotel Regina Margherita, hotel 4 stelle nel centro della città con camere moderne, ristorante e un ottimo bar.

Coloro che desiderano soggiornare appena fuori città dovrebbero provare il T Hotel, un hotel di design a 4 stelle con servizi di lusso come una piscina e un centro benessere, mentre i visitatori che cercano una sistemazione vicino al vivace Marina District dovrebbero recarsi all’Hotel Italia, un vecchio hotel a 3 stelle con un wine bar chic che si trova a pochi passi dalla stazione dei treni e degli autobus. Se hai intenzione di trascorrere più tempo a prendere il sole alla Spiaggia del Poetto (Spiaggia del Poetto), La Peonia Boutique B&B è una scelta accogliente situata in un quartiere residenziale facilmente collegato con l’autobus alla spiaggia e al centro città.

Sia che tu preferisca alloggiare vicino al vivace quartiere di Marina, all’aeroporto, alla spiaggia, al quartiere storico del castello (vicino al Castello di San Michele Cagliari ) o altrove in tutta la regione, c’è un’opzione di alloggio per ogni stile e budget. Se vuoi davvero vivere Cagliari come un locale, prendi in considerazione l’idea di soggiornare in una casa vacanza Airbnb o VRBO per una fetta di vita all’interno di un quartiere locale.

Leggi anche: Cosa vedere a Napoli in un giorno

Come andare a Cagliari

L’aeroporto di Cagliari Elmas (CAG), situato appena fuori città, riceve voli da altre parti d’Italia e d’Europa: non ci sono voli diretti disponibili dagli Stati Uniti, quindi i viaggiatori americani dovranno volare attraverso un hub importante come Milano, Parigi, Vienna, Londra, Zurigo, Madrid, Amsterdam o Francoforte prima. Visita il sito Google Voli per rimanere aggiornato sui voli. L’unico altro modo per raggiungere Cagliari è in traghetto da Napoli o Civitavecchia (il porto più vicino a Roma ) nel Sud Italia o Palermo in Sicilia. Una volta arrivato, prendi l’autobus per 40 minuti o prendi un’auto o un taxi per circa 15 minuti per raggiungere il centro di Cagliari dall’aeroporto: sono 25 minuti di autobus o 10 minuti di auto o taxi dal porto delle crociere.

Consigli per una vacanza a Cagliari

  • Quando cerchi voli da altre parti d’Europa, prendi in considerazione compagnie aeree economiche come easyJet, Vueling, Wizz Air e Ryanair, che offrono biglietti scontati da una serie di città europee a seconda della stagione. Fai i conti per vedere se il prezzo è buono per te, poiché le compagnie aeree low cost tendono ad aggiungere costi aggiuntivi per i bagagli o per scegliere un posto.
  • Ricorda che la maggior parte delle spiagge dell’isola di Sardegna sono visitabili gratuitamente. Compra quello che ti serve per il picnic al Mercato di San Benedetto o in un altro mercato locale e dirigiti alla Spiaggia del Poetto, una distesa di sabbia lunga otto chilometri a circa un miglio di distanza che è una delle migliori spiagge della Sardegna.
  • Per una giornata interessante a soli 10 minuti da Cagliari, dirigiti al Parco Naturale Molentargius Saline (Palude di Molentargius) per vedere le numerose specie di uccelli migratori e acquatici, tra cui un’enorme colonia di fenicotteri, che sono ospitati nel parco naturale.

    Di Barbaro Antonietta

    Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

    Lascia un commento