Cervino

Con la sua iconica forma piramidale, il Cervino è una delle vette più riconoscibili al mondo. A 14.692 piedi (4.478 metri) di altezza, è la dodicesima montagna più alta delle Alpi e una delle circa 80 alte più di 4.000 metri. La montagna appuntita ha quattro lati distinti, o facce, che la distinguono chiaramente dalle altre vette vicine. Sebbene il Cervino sia più strettamente associato alla Svizzera (basta dare un’occhiata al logo del cioccolato Toblerone), la montagna è condivisa sia dalla Svizzera che dall’Italia: si trova a cavallo del confine, sebbene solo la parete sud sia effettivamente all’interno dell’Italia. I turisti che visitano il Cervino in genere lo fanno dalla Svizzera, anche se è possibile vedere la vetta anche dall’Italia. Usa questa guida completa al Cervino per pianificare il tuo viaggio, scegliere la base per esplorare e scoprire cosa fare in tutte le stagioni sul Cervino.

Cosa fare e vedere sul Cervino

Leggi anche: 9 cose da fare a St Moritz

Come raggiungere il Cervino dalla Svizzera

Zermatt, nel cantone svizzero del Vallese (Wallis), è il paese più vicino al Cervino ed è ampiamente considerato il punto di partenza per esplorare la montagna e il territorio circostante. Zermatt è un villaggio senza auto: in città circolano solo piccoli autobus elettrici. Il parcheggio più vicino si trova a Tasch, a circa 6 chilometri di distanza, dove residenti e visitatori devono lasciare le loro auto e prendere un treno di 12 minuti per Zermatt. Più frequentemente, i viaggiatori prendono il treno a Visp, che è a un’ora di viaggio da Zermatt.Lo scenario lungo il percorso è sbalorditivo tutto l’anno e il viaggio in treno è il momento clou di una visita a Zermatt. 

I treni regionali da Visp passano ogni 40 minuti, oppure puoi prendere il Glacier Express, un viaggio in treno epico e panoramico che collega St. Moritz a Zermatt e attraversa alcuni dei paesaggi più spettacolari delle Alpi. L’intero viaggio dura circa 8 ore, ma puoi anche salire sul treno a diverse fermate lungo il percorso. Una volta a Zermatt, sei ancora a diversi chilometri dal Cervino, ma in una giornata limpida, ci sono viste della vetta dal centro del paese. Un sistema di ferrovie inclinate, funivie e cabinovie parte da Zermatt e porta i ciclisti su piattaforme panoramiche ad alta quota, molte delle quali offrono aree ricreative con ristoranti e bar, nonché sentieri per escursioni in montagna o per tornare in Zermatt.

Come raggiungere il Cervino dall’Italia

Sul versante italiano del Cervino (conosciuto come Monte Cervino in Italia), il paese più vicino alla montagna è Breuil-Cervinia in Valle d’Aosta. È una località di villeggiatura invernale ed estiva sviluppata appositamente per il turismo alpino, ed è raggiungibile da un’unica strada, la SR46, che la collega al resto della regione settentrionale di Aosta. Il sistema di impianti di risalita e cabinovie sopra la città è noto come Cervino Ski Paradise e in realtà si collega al sistema del Cervino sul versante svizzero, quindi in inverno è possibile sciare tra l’Italia e la Svizzera e in estate è possibile fare escursioni oltre il confine in alta quota.

Dovresti vedere il Cervino dall’Italia o dalla Svizzera?

La nostra interpretazione delle parti svizzere e italiane del Cervino? C’è molto altro da vedere e da fare quando ti avvicini al Cervino da Zermatt, soprattutto se non sei uno sciatore o un appassionato di escursionismo. Zermatt è un villaggio più storico con edifici tradizionali e, poiché è chiuso al traffico, ha un’affascinante atmosfera alpina. Ma Zermatt è più esclusiva e cara di Breuil-Cervinia e la Svizzera, in generale, è più cara dell’Italia. Quindi, mentre i viaggiatori con un budget limitato potrebbero risparmiare vedendo il Cervino da sud, per le classiche viste sul Cervino e l’esperienza alpina, Zermatt è la scelta migliore.

Leggi anche: 9 migliori posti per sciare in Italia

Cosa fare sul Cervino

Quello che fai quando visiti il ​​Cervino dipende dalla tua forma fisica, dai tuoi interessi e dalla stagione.

Inverno

Questa è l’alta stagione in tutto il Cervino, quando una “arena” sciistica, una rete di piste e impianti di risalita, brulica di sciatori e snowboarder. I tre comprensori sciistici principali sono Klein Matterhorn-Schwarzsee, Gornergrat-Stockhorn e Sunnegga-Rothorn, l’ultimo dei quali è più adatto ai principianti. Ci sono anche un numero limitato di sentieri per escursioni e racchette da neve che vengono mantenuti in inverno, nonché snowpark per tubing e slittino. Sebbene sia possibile sciare tutto l’anno su alcune delle piste più alte del comprensorio sciistico, la stagione sciistica invernale va da novembre ad aprile, a seconda delle temperature e delle nevicate. L’apres-ski di Zermatt è forte, con bar e ristoranti sia in città che sui pendii delle montagne che scendono dalle piste.

Primavera

La primavera intorno al Cervino potrebbe sembrare molto simile all’inverno, con piste da sci aperte e possibili nevicate in qualsiasi momento. Ma le giornate più soleggiate e più lunghe prendono piede e ci sono più sentieri aperti per l’escursionismo e la mountain bike. Questo è un buon momento per visitare Zermatt per i non sciatori, poiché la folla è meno densa dopo marzo e le camere d’albergo sono più facili da trovare. Prendi in considerazione una visita al Museo del Cervino a Zermatt per conoscere la storia dell’alpinismo nella zona. Ricorda che dovrai comunque portare un sacco di panni caldi, soprattutto per eventuali escursioni in montagna.

Leggi anche: Le Dolomiti: la guida completa

Estate

La stagione estiva intorno al Cervino è breve e brillante, con temperature piacevoli a quote più basse, giornate soleggiate e grandi opportunità per escursioni a piedi, in bicicletta e altre attività all’aperto. Le stesse cabinovie e impianti di risalita che trasportano gli sciatori invernali operano anche in estate, per portare escursionisti e turisti fino a ottimi trailheads e punti di osservazione del Cervino. Un giro sulla ferrovia a cremagliera panoramica del Gornergrat è fantastico in questo periodo dell’anno, soprattutto se combinato con un’escursione al Riffelsee, un lago d’alta quota con vista impareggiabile sul Cervino e uno dei nostri laghi preferiti in Svizzera. Le temperature diurne potrebbero raggiungere i 30 gradi in luglio e agosto, ma possono comunque scendere di molti gradi la notte, quindi preparatevi di conseguenza.

Autunno

Essendo la stagione delle spalle nelle Alpi, l’autunno è un buon periodo per visitare se vuoi evitare la folla o non vuoi un programma completo di sci, poiché la maggior parte delle piste e molte funivie chiudono per alcune settimane in autunno. I sentieri escursionistici rimangono aperti, così come la maggior parte delle attrazioni della città e le ferrovie panoramiche del Cervino. Prendi in considerazione una visita alla Gorner Gorge, una bellissima caverna fluviale a pochi passi da Zermatt, oppure sali in cima alla funicolare di Sunnegga e torna indietro a Zermatt, fermandoti a pranzo in uno degli accoglienti rifugi di montagna a Findeln (prova il tradizionale Rösti svizzeri al Findlerhof).

Leggi anche: 12 laghi svizzeri più belli e balneabili

Il periodo migliore per visitare il Cervino

L’inverno e l’estate sono i periodi più belli per visitare il Cervino per due motivi: il tempo e le attività all’aperto. Ma sono anche i periodi più affollati e costosi. Se vuoi sciare, ma allo stesso tempo risparmiare un po’ di soldi e avere un po’ più di spazio sulle piste, la primavera è il periodo migliore. Per gli sport non sulla neve e le visite turistiche senza folla, l’inizio dell’autunno è il momento migliore.

Dove alloggiare intorno al Cervino

Zermatt, e Breuil-Cervinia in Italia, sono semplicemente piene di hotel, B&B, case vacanze e semplici pensioni. Intorno a Zermatt ci sono diversi hotel a 5 stelle storici, tra cui il Grand Hotel Zermatterhof, proprio nel centro della città, o il Riffelalp Resort, raggiungibile tramite la ferrovia del Gornergat. L’Hotel Bellerive è un’accogliente sistemazione a 3 stelle nel centro della città. A Breuil-Cervinia, il Saint Hubertus Resort è un 4 stelle di lusso con splendide viste sul Cervino, mentre l’Hotel Marmore a 3 stelle è una scelta affidabile proprio nel centro della città.

Suggerimenti per la tua visita

  • Non devi essere un viaggiatore attivo per pianificare un viaggio. Molti turisti visitano il Cervino semplicemente per guardarlo e non mettono mai piede su una pista da sci o su un sentiero escursionistico. Detto questo, se riesci a salire su una funivia o una ferrovia panoramica e salire a quote più elevate, avrai una vista migliore della famosa montagna e delle vette circostanti.
  • Le temperature e le condizioni in montagna possono cambiare in un attimo e può scoppiare un temporale improvviso. Anche in estate, è consigliabile portare uno o due strati extra di protezione e nei mesi più freddi, indossare strati impermeabili e isolanti. Nelle giornate di sole sono indispensabili crema solare, burro cacao e occhiali da sole, soprattutto in inverno. Se hai intenzione di fare passeggiate o escursioni, ti consigliamo di portare con te un set di bastoncini da trekking: ti aiuteranno a mantenere il passo su terreni ripidi, irregolari o scivolosi.
  • Sarebbe una grande delusione andare al Cervino e non vedere effettivamente l’iconica vetta. Ma succede: i giorni di pioggia o l’alta copertura nuvolosa possono oscurare la vetta, anche se spesso avrai più fortuna prendendo i mezzi di trasporto in montagna per un sito di osservazione del Cervino, dove potresti ammirare alcune viste paradisiache della montagna più famosa d’Europa.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento