visitare il Vesuvio

Nessun viaggio a Napoli o in Campania è completo senza visitare il Vesuvio, la cima che sovrasta il Golfo di Napoli. Questo picco è in realtà un vulcano, noto per la violenta eruzione del 79 d.C. che distrusse diverse città vicine, tra cui Pompei ed Ercolano.

Oggi il Vesuvio è ancora classificato come vulcano attivo. Nonostante questa classificazione, il vulcano e l’area immediatamente circostante sono anche un parco nazionale che ospita un epico sentiero escursionistico che conduce alla vetta. L’escursione al Vesuvio è semplicemente un must quando si è a Napoli!

Se vi state chiedendo se vale la pena visitare il Vesuvio, sono qui per dirvi che sì, ne vale decisamente la pena e che dovrebbe essere una delle cose più importanti da fare durante la vostra visita nella zona.

La buona notizia è che il Vesuvio si trova a breve distanza da Napoli, quindi è una facile gita di un giorno. Non solo potrete vantarvi di aver scalato uno dei vulcani più famosi al mondo, ma potrete anche conoscere la storia del vulcano e vedere da vicino le altre attrazioni del parco.

Siete curiosi di saperne di più? Continuate a leggere e vi dirò tutto quello che c’è da sapere per partire per un’escursione sul Vesuvio.

Cosa c’è da sapere sulle escursioni sul Vesuvio

Le escursioni sul Vesuvio sono sicure?

Ora che sapete che il Vesuvio è un vulcano attivo che potrebbe eruttare in qualsiasi momento, è comprensibile che vi stiate chiedendo se sia sicuro percorrere il sentiero che porta alla sua cima.

La risposta è sì! È molto sicuro percorrere questo sentiero perché il vulcano è costantemente monitorato dai geologi locali dell’Osservatorio Vesuviano. In caso di imminente eruzione vulcanica, ci sarà un preavviso sufficiente per sgomberare il sentiero e le comunità vicine. Non si tratta di un evento improvviso.

Per quanto riguarda il sentiero in sé, è ben segnalato, ben mantenuto e ci sono scale nelle parti più ripide e recinzioni lungo le aree in cui è troppo pericoloso avventurarsi troppo vicino al bordo.

Escursione al Vesuvio: sentiero principale

Il sentiero che porta alla cima del Vesuvio è di circa 4 chilometri e in media ci vogliono da una a due ore per percorrerlo (andata e ritorno). Tuttavia, se si effettuano soste lungo il percorso per riposare o scattare foto, il tempo potrebbe essere un po’ più lungo.

Il sentiero è abbastanza facile per la maggior parte delle persone in buona forma fisica, anche se ci sono alcune salite ripide.

L’escursione inizia dal parcheggio, che si trova a un’altitudine di 3.200 piedi (poco più di 975 metri) sul livello del mare, e sale fino a un’altitudine di 3.750 piedi (1.143 metri) sul bordo del cratere. Lungo il percorso, potrete ammirare incredibili panorami dell’intero parco nazionale, del Golfo di Napoli, della città di Napoli, di Sorrento e di altre aree circostanti.

All’inizio del sentiero c’è un piccolo negozio di souvenir e una caffetteria per rifocillarsi prima di iniziare l’escursione. In cima troverete un altro negozietto che vende souvenir, acqua, caffè e snack.

Percorsi alternativi

Sebbene questo sentiero per la vetta del Vesuvio sia l’unico sentiero ufficiale, esistono numerosi altri sentieri nel parco nazionale. Il sentiero ufficiale è ben segnalato e facile da percorrere, mentre gli altri sentieri sono un po’ più accidentati.

Alcuni di essi sono anche piuttosto lunghi, come quello della Valle dell’Inferno attraverso la Strada Matrone, di 15 chilometri.

Il Sentiero del Grande Cono è un percorso di 9,5 chilometri che passa accanto ai resti lavici dell’eruzione del 1944. Il Monte Somma è un sentiero moderato di 12,7 km; l’Osservatorio Vesuviano è un sentiero breve e facile che passa davanti all’Osservatorio Vesuviano e il Sentiero 4 è un sentiero panoramico di 8,5 km.

Orari di apertura del Parco Nazionale del Vesuvio

Il Parco Nazionale del Vesuvio è aperto tutto l’anno e apre tutti i giorni alle 9:00 del mattino. L’orario di chiusura dipende dalla stagione.

  • Nei mesi di gennaio, febbraio, novembre e dicembre il parco chiude alle 15:00.
  • Nei mesi di marzo e dicembre, la chiusura avviene alle 16:00.
  • Nei mesi di aprile, maggio, giugno e settembre, la chiusura è prevista alle 17:00, mentre nei mesi di luglio e agosto la chiusura è prevista alle 18:00.

Il parco e il sentiero rimangono aperti anche durante i giorni festivi, ma a volte chiudono in caso di maltempo.

Biglietti per il Parco Nazionale del Vesuvio

Se avete intenzione di visitare il Vesuvio con una visita guidata, i biglietti sono solitamente inclusi nel costo del tour. Se invece vi recate autonomamente, dovrete procurarvi i biglietti in anticipo.

Il biglietto d’ingresso al parco costa 10 euro e non è previsto alcun costo aggiuntivo per l’escursione. I biglietti devono essere prenotati in anticipo perché è consentito l’ingresso solo a un certo numero di persone ogni dieci minuti e non c’è una biglietteria una volta arrivati.

All’arrivo, tutto ciò che si deve fare è presentare il biglietto ai cancelli automatici in modo che possa essere timbrato o scannerizzato (ma tenete presente che non c’è un forte segnale di rete mobile, quindi sarà meglio per voi stamparlo).

È importante arrivare all’orario prescelto perché, se si arriva in ritardo, l’ingresso potrebbe essere negato senza alcun rimborso.

Sebbene sia possibile assumere una guida che vi accompagni lungo questo percorso, non è certo necessario, poiché il percorso è piuttosto semplice e ciò che vedrete si spiega da sé. Il biglietto d’ingresso include una breve introduzione con una guida locale quando si raggiunge il cratere. Questa dura solo una decina di minuti e queste brevi introduzioni hanno luogo ogni pochi minuti, man mano che arrivano altre persone.

Per acquistare i biglietti per il Parco Nazionale del Vesuvio, cliccate qui.

Come raggiungere il Vesuvio

Con i mezzi pubblici

Per prima cosa, dovrete raggiungere la vicina Ercolano da Napoli o da Sorrento, a seconda di dove alloggiate, e prendere una navetta da lì. Ci sono due treni che viaggiano da Napoli o Sorrento a Ercolano-Scavi a Ercolano.

Il primo, più economico, è il treno dei pendolari della Circumvesuviana, che parte da Napoli due volte ogni ora, dal mattino presto alla sera tardi.

I biglietti si possono acquistare allo sportello della stazione o dall’app Unico Campania e il biglietto di sola andata costa 2,20 euro. Con questo treno si arriva a Ercolano in circa 20 minuti.

L’altro treno che viaggia da Napoli a Ercolano è il Campania Express. Questo treno parte da Napoli solo poche volte al giorno ed è più costoso (15 euro a tratta), ma impiega solo dieci minuti per arrivare a Ercolano.

Una volta arrivati alla stazione di Ercolano, dovrete prendere il Vesuvio Express Bus per il Vesuvio. Questo autobus parte ogni 40 minuti a partire dalle 9:30 e costa 10 euro. Ci vogliono circa 20 minuti per raggiungere i cancelli del Parco Nazionale del Vesuvio.

Potete acquistare i biglietti del Vesuvio Express qui.

In auto

Se scegliete di raggiungere il Vesuvio con la vostra auto a noleggio, la strada migliore è l’autostrada A3 Napoli-Salerno. Percorretela fino all’uscita Torre del Greco o all’uscita Ercolano e seguite le indicazioni per il Vesuvio.

Tenete presente che non potrete parcheggiare in cima, vicino ai cancelli del parco nazionale, perché quella è solo un’area di raccolta e consegna per le visite guidate. È possibile parcheggiare vicino all’inizio del sentiero, a circa 2 km dalla strada.

Il parcheggio deve essere prenotato in anticipo su questo sito web e costa 5 euro. Per effettuare la prenotazione tramite l’app, dovrete creare un account e vi verrà chiesto di inserire la targa della vostra auto, cosa più facile a dirsi che a farsi se ne noleggiate una e cercate di farlo mentre siete a casa. Programmate di farlo nel momento in cui ritirate l’auto a noleggio! Potreste scoprire che, una volta arrivati al posto prenotato, questo è già occupato, ma potete utilizzare qualsiasi altro posto disponibile nella zona, purché sia stato prenotato.

Una volta parcheggiata l’auto, potete camminare fino all’ingresso del Parco Nazionale o prendere un bus navetta per la cima. Il costo dell’andata e del ritorno è di pochi euro.

Con una visita guidata

Un altro ottimo modo per visitare il Vesuvio e il parco nazionale circostante è una visita guidata da Napoli.

Ce ne sono diverse che partono ogni giorno dalla città. Alcuni sono tour di un’intera giornata con altre attrazioni incluse, come Pompei ed Ercolano, mentre altri sono più brevi e comprendono solo l’escursione e il pranzo.

La cosa migliore di questi tour è che tutto è incluso, tutto è fatto per voi e tutto quello che dovete fare è rilassarvi e godervi le attrazioni!

Come raggiungere il Vesuvio da Pompei

Se avete intenzione di visitare prima Pompei e da lì volete raggiungere il Vesuvio, ci sono tre modi per arrivarci.

Il primo è quello di prendere l’autobus che parte dalla stazione della Circumvesuviana di Pompei Scavi o dalla fermata di Piazza Anfiteatro, appena fuori dalle rovine di Pompei. Il viaggio verso il Vesuvio dura circa 50 minuti e passa una volta ogni ora. Un biglietto di sola andata costa 2,70 euro e non è necessario un biglietto anticipato, poiché si paga semplicemente quando si sale sull’autobus.

L’altro modo per raggiungerlo è il Vesuvio Express via Ercolano. Infine, è possibile optare per una visita guidata.

Quanto tempo ci vuole per visitare il Vesuvio?

Una volta varcato il cancello del Parco Nazionale, la visita del Vesuvio dura da un’ora a un’ora e mezza e comprende la salita al cratere, il giro intorno al cratere, le foto e il ritorno a piedi.

Se la visita avviene nell’ambito di un tour guidato, di solito è limitata a un’ora e il Vesuvio è di solito l’ultima tappa di un tour più lungo che di solito include anche Pompei o Ercolano, ma è sufficiente per farsi un’idea del vulcano e della vista che si gode da lassù.

Se si viaggia in modo indipendente, si può decidere di fermarsi più a lungo sul cratere, e si dovrebbero mettere in conto tra le 3 e le 5 ore per l’intera visita da Napoli, compreso il tempo di viaggio.

Cosa indossare e portare con sé durante le escursioni sul Vesuvio

La cosa più importante da prendere in considerazione prima di fare un’escursione sul Vesuvio è l’abbigliamento. In particolare, è importante essere molto attenti a ciò che si indossa ai piedi, perché si cammina in salita su un terreno che a volte può essere irregolare.

Assicuratevi di indossare scarpe da ginnastica o scarpe da trekking molto comode.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, sappiate che può fare molto freddo durante i mesi invernali e all’inizio della primavera e che potrebbe anche esserci la neve: ho fatto un’escursione sul Vesuvio a marzo e c’era la neve lungo il sentiero, e faceva molto freddo! In estate, tende a essere molto caldo e umido.

Bisogna semplicemente vestirsi in base alla stagione. Vestitevi pesante nei mesi più freddi, ma indossate strati nei mesi più caldi, perché le temperature possono cambiare a diverse altitudini. Potrebbe essere caldo nel parcheggio, ma più fresco e ventoso sulla cima del vulcano.

È importante applicare una buona protezione solare tutto l’anno, ma è particolarmente importante in estate. Assicuratevi di mettere in valigia un cappello, degli occhiali da sole e della crema solare.

Assicuratevi anche di prendere un piccolo zaino per portare con voi altri oggetti come acqua, snack, documenti di identità, biglietti, contanti e qualsiasi altra cosa riteniate necessaria durante l’escursione. Potrete acquistare bevande e snack prima di entrare nel Parco Nazionale e una volta arrivati in cima.

Servizi sul Vesuvio

Non c’è molto in termini di strutture sul Vesuvio. Troverete un bar, un negozio di souvenir e servizi igienici prima dei cancelli del Parco Nazionale, nella stessa area in cui la maggior parte delle visite guidate lascia i passeggeri.

Una volta entrati, troverete solo un piccolo negozio di souvenir e un bar con tavoli da picnic una volta arrivati al cratere, ma senza servizi igienici.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento