cosa vedere a tropea

Questo elenco di cosa vedere a Tropea vi aiuterà a organizzare il vostro itinerario in questa città dotata di un mare bellissimo e di spiagge incantevoli. Questo elenco di cose da vedere a Tropea vi aiuterà a preparare il vostro viaggio e ad assicurarvi di non perdere nulla di importante in una delle città con il mare più bello del mondo. Se siete alla ricerca di una fuga dal caos e dalla frenesia della vita quotidiana, allora dovete recarvi a Tropea. Questa splendida città ospita alcuni dei paesaggi più belli d’Italia, vediamo cosa vedere a Tropea. Aggrappata a una linea di aspre scogliere di arenaria e avvolta dalle ipnotiche baie blu del Mar Tirreno, Tropea occupa una posizione suggestiva. Il cuore del centro storico è un labirinto compatto di vicoli tortuosi, dove gli edifici antichi si ergono sopra i camminamenti acciottolati, le cornici delle finestre color verde acqua fanno da sfondo alle facciate ocra e i panni stesi ai piani superiori danzano nella brezza. È un assaggio della quintessenza dell’Italia, con una location tanto drammatica quanto incantevole, e rappresenta una fantastica introduzione alla regione Calabria.

Come per molte altre città italiane, il modo migliore per visitare Tropea è a piedi, vagando lentamente e perdendosi in vicoli e scale a mosaico colorate alla ricerca di piazzette nascoste e trattorie intime. Noi l’abbiamo visitata in pieno inverno, quando la coda di una tempesta stava ancora sferzando la penisola lasciando il mare agitato e il cielo grigio, ma in estate è nota per le numerose e bellissime spiagge che costellano questo selvaggio tratto di costa. Soleggiata e piena di vita, è una località particolarmente apprezzata dagli italiani che fuggono dalle mete balneari più turistiche del nord. Quasi tutto quello che c’è in questa lista può essere comodamente inserito in un giorno, ma se avete intenzione di visitare le Isole Eolie o di passare un’intera giornata o due alla scoperta delle migliori spiagge della zona (fatelo sicuramente se siete qui nei mesi più caldi!), vi consiglio di aggiungere un paio di giorni in più alla vostra visita. Se volete visitare la Calabria in modo più ampio, Tropea è un ottimo punto di partenza per visitare la regione.

Cosa vedere a Tropea

Nella nostra sezione cosa vedere a Tropea, parleremo dei principali monumenti, musei e gallerie della città, dei parchi dove rilassarsi, di tutto ciò che secondo noi sono luoghi da non perdere durante la vostra visita nella città. Questo elenco di cosa visitare a Tropea vi aiuterà a non perdere nulla di questa magica città che riunisce tutto ciò che un viaggiatore può sognare a livello naturale, oltre a un incredibile mix che combina un’infinita offerta di svago e visite culturali. In questa guida su cosa fare a Tropea condivideremo un itinerario dettagliato, che si concentra sui punti di riferimento più importanti e sulle attrazioni più importanti da non perdere.

1. Esplorate il centro storico di Tropea, la città vecchia che si muove a tentoni

Tropea può essere a corto di attrazioni chiave, ma semplicemente passeggiare per le affascinanti strade del centro storico è il modo migliore per familiarizzare con la città. Percorrete le stradine tortuose, gustate un gelato al sole, salite le scale colorate di Largo Rota, ammirate la spettacolare vista sull’oceano, prendete un aperitivo o due in una piazza nascosta e godetevi ogni centimetro di questa bellissima cittadina italiana. Nel centro storico si trovano anche una manciata di chiese e cappelle, tra cui le più belle sono l’enorme Duomo di Tropea e la Chiesa del Gesù. La cosa più impressionante, tuttavia, è l’iconico Santuario di Santa Maria dell’Isola, che si erge orgoglioso su uno sperone roccioso che si protende nella baia. Da qui, sarete ricompensati con fantastiche viste sulla costa e sugli antichi edifici aggrappati disperatamente alle scogliere scoscese di Tropea. Assicuratevi di passeggiare anche alla base del promontorio, dove troverete una grande grotta che si riempie di onde con l’alta marea. Per le migliori viste sull’oceano, recatevi nei tre balconi perfettamente posizionati e sparsi ai margini del centro storico. Li troverete alla fine di Via Indipendenza, Corso Vitoria Emanuele e Largo Galluppi.

2. Degustazione della cipolla rossa di Tropea

Se trascorrete un po’ di tempo in Italia, vi renderete conto che ogni regione e la maggior parte delle città, per quanto minuscole, hanno una specialità locale, un ingrediente caratteristico o un piatto senza tempo nato dallo stile di vita ancestrale con ricette strettamente custodite e tramandate di generazione in generazione. A Tropea, quella cosa è una varietà di cipolla rossa dolce, che troverete drappeggiata sulle porte di quasi tutte le botteghe e servita generosamente come ingrediente principale di molti piatti in città. Non mancate di assaggiarla mentre siete qui o di comprarne un fascio da portare a casa.

3. Tramonto a Capo Vaticano

Una delle cose che abbiamo preferito fare a Tropea è stato catturare il tramonto dalle scogliere cesellate di Capo Vaticano, il punto più occidentale della penisola. Dal punto panoramico, seguite il ripido sentiero polveroso attraverso un mare di cactus in discesa verso l’acqua. A destra si trova un’impressionante grotta scavata nella parete rocciosa, oppure proseguite a sinistra dove troverete un filo di splendide baie turchesi che si estendono in lontananza. Potreste tranquillamente passare un intero pomeriggio a esplorare gli angoli e le falesie di questa costa selvaggia, o a distendervi sulle rive polverose, ma il momento più bello per visitarla è intorno al tramonto, quando la baia si illumina della vibrante luce pomeridiana.Portate con voi qualche stuzzichino e una bottiglia di vino e passeggiate fino all’estremità di Spiaggia Capo Vaticano o Spiaggia di Grotticelle per una perfetta conclusione della giornata. In inverno tutte le strutture turistiche erano chiuse, ma in estate sedie a sdraio e ombrelloni si estendono sulla sabbia e c’è un bar che serve cibo e bevande. Troverete un ampio parcheggio a Capo Vaticano e l’area è circondata da molte strade tranquille con ampi parcheggi, ma sospetto che in estate questa sia la spiaggia principale della regione, quindi non lasciate che arrivi troppo tardi. Se non avete voglia di camminare, potete anche arrivare in auto direttamente alla Spiaggia di Grotticelle, ma il parcheggio qui può essere piuttosto costoso.

4. Prendete il sole sulle magnifiche spiagge di Tropea

Con una linea costiera impressionante, un mare acquatico scintillante e innumerevoli baie appartate, questa suggestiva zona d’Italia si è certamente guadagnata il titolo di “Costa degli Dei”! Anche se il freddo invernale non ci ha permesso di fare un tuffo giornaliero, le spiagge di Tropea sono semplicemente splendide, con vaste spiagge dorate, acque incredibilmente azzurre e meno folla di quella che si trova nei luoghi turistici più affollati che esistono in altre parti d’Italia. Detto questo, è una destinazione balneare popolare per i locali che sfuggono alle tariffe estive gonfiate e alle folle immense che si riversano in altre parti del paese durante i mesi più caldi, quindi non aspettatevi di avere il posto tutto per voi. Incastonato sotto la scogliera che sostiene il centro storico di Tropea, il Mare Piccolo è una comoda scelta di spiaggia con un facile accesso attraverso una scalinata che si snoda a zig-zag tra Via Libertad e Via Lungomare, la strada che avvolge il lungomare. È anche un altro luogo eccellente per ammirare il tramonto con la sagoma dello Stromboli all’orizzonte. Per un’opzione più selvaggia e remota, dirigetevi verso le spiagge più belle di Tropea di Capo Vaticano, dove troverete una serie di graziose baie disseminate tra le scogliere, come già detto.

5. Tour delle Isole Eolie

Dalla sublime scogliera di Tropea, guardando oltre l’oceano, si notano le sagome delle Isole Eolie, una serie di cime lontane che emettono lenti viticci di fumo. Anche se a causa della mareggiata selvaggia non è stato possibile farlo durante il nostro viaggio, sembra una giornata divertente con numerose opzioni di tour disponibili. Questo tour di un giorno alle isole Eolie, altamente apprezzato, prevede soste a Vulcano, Lipari e Stromboli, dove avrete la possibilità di conoscere i colorati villaggi, fare il bagno nelle sorgenti termali e salire su alcuni fantastici punti panoramici che dominano le isole. Un’altra opzione molto apprezzata è lo Stromboli Night Tour, che vi porta direttamente all’incantevole villaggio di pescatori di Vincenzo, dove potrete godervi la spiaggia di sabbia nera e la cena ammirando il tramonto, prima di recarvi sul lato più tranquillo dell’isola per assistere alla “Sciara del Fuoco”, le frequenti eruzioni infuocate che si propagano da Stromboli e sono ben visibili di notte.

Dove mangiare a Tropea

Il nostro host Airbnb ci ha fornito una lunga lista con i migliori ristoranti di Tropea, sia che avessimo voglia di panini, pasta o frutti di mare, sia che volessimo un posto tranquillo e accogliente o qualcosa di più speciale. La difficoltà di visitare il periodo natalizio, tuttavia, ha fatto sì che molti di questi ristoranti fossero chiusi per le festività. Tuttavia, questo non ci ha impedito di provare alcuni piatti fantastici. Nascosto in una piccola stradina laterale, Le Volpi e l’Uva è diventato il nostro punto di riferimento quando eravamo a Tropea. Con un menu casalingo e autenticamente calabrese, prezzi ragionevoli e padroni di casa meravigliosamente cordiali, è stato facile tornare ancora e ancora. A Tropea e in Calabria ci sono anche alcune specialità da provare che non troverete in altre parti d’Italia. Le cipolle rosse sono ampiamente disponibili e non avrete problemi a trovarle evidenziate in quasi tutti i menu della città. Vale la pena provare anche la nduja, una pasta di maiale mescolata con peperoncino e spezie (fidatevi, è meglio di quanto sembri), e i frutti di mare, in particolare il pesce spada, ricercato ovunque lungo la costa.

Come arrivare a Tropea

Gli aeroporti più vicini a Tropea sono Lamezia Terme (a un’ora di distanza) e Reggio Calabria (a 1 ora e 40 minuti), entrambi serviti da molte delle principali compagnie aeree europee e da vettori low-cost. Per chi visita Tropea nell’ambito di un viaggio prolungato nel Sud Italia, anche Napoli e Bari sono collegate in modo eccellente e offrono l’opportunità di esplorare le splendide regioni della Campania, della Basilicata e della Puglia, nonché la Calabria settentrionale. Anche Catania e Palermo, in Sicilia, sono comode basi di partenza con traghetti giornalieri per auto che collegano Messina (Sicilia) a Reggio Calabria in soli 30 minuti.

Conclusione

Essendo un groviglio compatto di città, Tropea è facilmente esplorabile a piedi, ma con tante belle strade di campagna e incantevoli villaggi da esplorare nella regione circostante, il modo migliore per visitarla è con un’auto a noleggio che vi permetterà la libertà di viaggiare lentamente e di fermarvi ogni volta che lo desiderate. Per fortuna, le compagnie di autonoleggio sono disponibili in tutti i principali aeroporti e città della regione. Se desiderate evitare di mettervi al volante – le strade qui possono essere un po’ frenetiche, dopotutto – c’è anche una linea ferroviaria incredibilmente panoramica che abbraccia la costa della penisola calabrese e si ferma nel cuore di Tropea, a circa 1 km dal centro storico.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento