Cosa fare e vedere sull’isola di Alonissos, Grecia

Alonissos

Alonissos è un’isola greca che si trova fuori dai sentieri turistici più battuti rispetto a quelli di Santorini, Mykonos e Cefalonia. Un’aspra isola verde con alberi di pino e spiagge per lo più di ciottoli, è circondata da isolotti disabitati ed è in realtà parte di un Parco Marino Nazionale che ospita la più grande popolazione di foche monache mediterranee al mondo.

Alonissos è il luogo ideale per rilassarsi lontano dal frenetico mondo moderno, che tu sia un amante della natura che ama fare escursioni all’aria aperta o fare immersioni, un amante della cultura che cerca di esplorare l’architettura e la storia (quest’isola è abitata fin dal Neolitico!), o un amante della spiaggia che cerca semplicemente di rilassarsi su una spiaggia diversa ogni giorno con un buon libro e una gustosa cena da non perdere la sera!

Continua a leggere per scoprire tutte le informazioni pratiche di questa isola greca meno conosciuta, come raggiungerla, il periodo migliore per visitarla e le cose da fare e vedere sull’isola di Alonissos.

Dove si trova Alonissos?

Quest’isola greca fa parte delle Sporadi settentrionali, un arcipelago di 24 isole (di cui solo 4 abitate stabilmente) situate lungo la costa orientale della Grecia continentale, appena sopra l’Eubea. Alonissos è la terza isola del gruppo e la più settentrionale, situata a 3 km a est di Skopelos.

Il periodo migliore per visitare Alonissos

Da maggio a settembre è il periodo migliore per visitare Alonissos, ma si consiglia di evitare il culmine dell’estate (agosto) poiché questo è il periodo più affollato e il più caldo con temperature che raggiungono i 27°C. Nelle stagioni intermedie (maggio e settembre) il caldo è meno intenso con massime che vanno da 20°C a 24°C con precipitazioni scarse o assenti durante questi mesi.

Leggi anche: Cosa fare e vedere a Zante

Cosa fare e vedere sull’isola di Alonissos

1. Marine Park Boat Trip

Fai una gita in barca nel Parco Nazionale Marino di Alonissos e nelle Sporadi settentrionali ammirando non solo la vita marina (composta da 170 specie di pesci, 70 specie di anfipodi e 40 specie di spugne, ma anche centinaia di specie vegetali e animali insieme a un patrimonio di reperti archeologici costituito da relitti di navi, chiese, fari e monasteri. A seconda del viaggio che scegli potrai nuotare e fare immersioni, escursioni e visite turistiche al parco marino, l’area protetta più grande d’Europa composta per il 94% da mare e per il 6% da terra e contiene la più grande popolazione di Foche Monache del Mediterraneo in via di estinzione nel mondo.

L’isola più settentrionale del Parco Marino è l’isola vulcanica di Psathoura con il suo grande faro, mentre sull’isola di Gioura troverai una rara specie di capra e l’iconica grotta del Ciclope dove vivono anche le foche monache. Skantzoura con le sue scogliere di marmo bianco è l’ultima isola del parco marino: cerca i falchi di Eleonora tra i gabbiani.

2. Visita Chora (Villaggio Vecchio)

Conosciuto anche come Vecchia Alonissos, il vecchio villaggio (Chora) è un luogo magico da esplorare con il suo labirinto di vicoli lastricati e ripidi gradini fiancheggiati da case bianche con persiane colorate, taverne e negozi turistici. Ci sono viste mozzafiato sui tetti in terracotta dell’Egeo grazie alla sua posizione in cima alla collina, ma non è tutto: c’è anche un castello medievale parzialmente restaurato da esplorare con i resti delle mura bizantine che furono restaurate dai veneziani.

3. Scopri le spiagge di Alonissos

Le spiagge migliori e più famose di Alonissos includono Votsi Beach, Chrissi Milia Beach, Kokkinovrachos Beach e la spiaggia per famiglie di Rousoum Gialos, la remota spiaggia di Vythisma, e Milia Beach, che è circondata da alberi di pino, da non perdere neanche – e questo è solo per cominciare!

4. Visita il Museo di Alonissos

Il Museo storico e folcloristico è il più grande museo privato dell’Egeo. Delinea la vita tradizionale dal 16° secolo, quando i pirati vagavano per l’Egeo fino a tempi più recenti, vedi armi, oggetti recuperati da navi da guerra e navi pirata, abiti tradizionali, attrezzi agricoli, oggetti per la casa, opere d’arte e altro ancora.

5. Immersioni e snorkeling

Situato nel mezzo del National Marine Park, non sorprende che la costa sia piena di splendidi siti di immersione e punti per lo snorkeling, sia per principianti che per i più esperti. La barriera corallina di Gorgonia scende a 60 metri, il muro dei due fratelli ti permette di nuotare attraverso un canyon, poi c’è il sito di immersione della Grotta Azzurra e i numerosi relitti di navi da esplorare. Per lo snorkeling, dirigiti a Tsoukalia e vedrai pezzi di ceramica rotti incastonati tra le rocce che hanno almeno 2000 anni.

Leggi anche: Cosa fare e vedere a Lefkada

6. Immergiti nel primo museo sottomarino della Grecia

Esplora il naufragio del V secolo al largo dell’isola di Peristera. Scoperto solo negli anni ’90, il relitto si trova a 30 metri più in basso ed è conosciuto come il ‘Partenone dei naufragi’. Contenente 3.000 anfore ancora intatte, sarai guidato in questo “museo sottomarino” da un subacqueo esperto. Devi essere un subacqueo esperto in acque libere per poter effettuare questa visita. In alternativa, puoi visitare il museo virtuale di Chorio.

7. Noleggia una barca ed esplora la costa nascosta

Esci dal percorso turistico noleggiando una barca (con o senza autista) ed esplora le spiagge nascoste e le grotte di questa splendida costa con tutto il tempo di nuoto o immersione che desideri, potresti persino avventurarti nell’isola di Peristera situata a 5 punti nautici miglia da Patitiri.

8. Acquista prodotti tradizionali

Invece di acquistare souvenir pacchiani arrivati ​​dalla Cina, fai acquisti presso l’Associazione delle donne di Alonissos situata a Patitiri, dove troverai una vasta gamma di prelibatezze tradizionali fatte in casa tra cui marmellate, erbe aromatiche, torte, olive e persino tonno sottaceto (famoso ad Alonissos ), tutto questo realizzato dalle donne di Alonissos.

9. Assaggia le specialità locali

Quante prelibatezze locali puoi spuntare dalla tua lista “da gustare”! La torta Trahonopita alias Frugmenty è unica in quanto è ripiena di pasta mentre Bourekia sono torte di carne di capra. Per soddisfare i più golosi, provate la torta di zucca piccante, la Fouskakia che è un tipo di ciambella, i marzapane di Amygdalota o il ‘dessert della gioia’ alias Hamalia; Le caramelle alle noci dolci sono tradizionalmente distribuite in occasione di matrimoni e fidanzamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.