cibi tipici della liguria

La regione Liguria, che ospita le Cinque Terre, Portofino e Genova, vanta alcuni dei migliori piatti d’Italia, tra cui il pesto genovese, olio d’oliva e la focaccia. Poiché la Liguria si trova sulla costa, i frutti di mare e il pesce sono una parte importante della dieta e molti dei cibi tipici della Liguria e delle ricette famose della regione sono stati inventati o mangiati sulle navi o dai pescatori. Non siete amanti dei frutti di mare? Non preoccupatevi! Grazie alla brezza marina e ai terreni ricchi di minerali, la regione è famosa anche per le sue erbe aromatiche (soprattutto basilico e rosmarino), il vino, i pinoli, i funghi porcini e altri cibi deliziosi. Volete godervi al meglio il cibo ligure durante un viaggio nelle Cinque Terre o in altre zone della Liguria? Ecco quali sono i piatti liguri da cercare nel menu!

Leggi anche: Cosa mangiare alle Cinque terre

8 cibi tipici della Liguria

1. Basilico Genovese DOP. Tutti gli altri tipi di basilico impallidiscono di fronte alla varietà verdeggiante e verde intenso coltivata a Genova. È così buono che ha una propria protezione DOP, che garantisce che solo il basilico proveniente dalla zona locale possa essere chiamato genovese. Il migliore si suppone provenga da Prà, un quartiere a ovest della città, ma assaggiate qualsiasi basilico fresco coltivato nella regione e lo troverete molto più dolce e saporito dei mazzetti confezionati del supermercato. È l’ingrediente chiave di un vero pesto.

2. Pasta. Alcune delle paste più particolari d’Italia provengono dalla Liguria, che vanta una tradizione più che all’altezza del cuore della pasta dell’Emilia-Romagna. Questa è la patria dei ravioli e dei pansotti triangolari, così come dei corzetti a forma di moneta, delle trenette appiattite (che si collocano a metà strada tra le linguine e le fettuccine) e dei rari e insoliti mandilli de saea – una sfoglia di pasta sottile come un velo, che prende il nome dal termine genovese per indicare un fazzoletto di seta. Di gran lunga le più diffuse sono le trofie, piccoli involtini di pasta arrotolati a mano e spalmati di pesto alla genovese.

3. Prescinsêua. Un po’ come la ricotta, ma con una consistenza più morbida (si pensi a uno yogurt denso), la prescinsêua viene mescolata alle salse, utilizzata per guarnire i crostini o, come più famoso, inserita tra due sottili fette di focaccia per creare la delizia locale della focaccia di Recco. È uno dei piatti tipici liguri più famosi e, per la sua natura fresca, può essere difficile da trovare al di fuori della regione.

4. Pane. La focaccia si trova in tutta Italia, ma la focaccia genovese è l’originale e ancora la migliore, almeno secondo i liguri! La focaccia che la maggior parte di noi è abituata a vedere – spessa, morbida e aromatizzata al rosmarino – è solo un tipo di focaccia (focaccia con il rosmarino); in realtà ne esistono decine, tutte con aromi diversi. La focaccia genovese è più sottile – circa due centimetri di spessore – e condita solo con sale e olio d’oliva, ma ci sono anche altre specialità regionali, tra cui la già citata focaccia di Recco (cotta con formaggio morbido in mezzo) e la sardenaira con sopra acciughe o sardine.

5. Olio d’oliva. È possibile trovare un fantastico olio d’oliva in tutta Italia, ma il delicato olio d’oliva prodotto in Liguria vanta una reputazione che supera di gran lunga la maggior parte dei suoi simili. La maggior parte delle olive della regione viene coltivata a Imperia, la provincia montuosa dell’estremo ovest che confina con la Francia. Qui gli ulivi crescono fitti lungo i ripidi terrazzamenti e vengono raccolti a metà novembre per essere spremuti in oro liquido. Le olive taggiasche sono chiamate Cailletier al di là del confine e spesso si trovano in una salade Niçoise. Contengono meno acidi liberi rispetto alla maggior parte delle olive, il che si traduce in un olio molto fresco e con un basso livello di amarezza – infatti, si dice che molti oli d’oliva liguri contengano note di marzapane dolce.

Leggi anche: Le 15 spiagge più belle della Liguria 

6. Carni. Le colline e le montagne della Liguria fanno sì che l’allevamento di carne su larga scala non sia così diffuso come in altre zone d’Italia, ma il bisogno di stufati sazianti e riscaldanti per mantenere gli abitanti dei villaggi di montagna felici durante i mesi invernali fa sì che la carne sia ancora presente nei menu. Il coniglio è particolarmente popolare, perché è abbondante e non richiede ettari di terreno agricolo per essere allevato, ma anche la carne di vitello si trova nella maggior parte dei menu dei ristoranti.

7. Frutti di mare. I piatti tipici della Liguria a base di frutti di mare sono presi molto sul serio: del resto, Genova è stata per centinaia di anni uno dei porti più importanti del Mediterraneo. Nei mercati si trovano tutti i prodotti abituali, ma i liguri amano particolarmente il branzino, le cozze e le seppie, piccole seppie che vengono cucinate in modo semplice e consumate come spuntino o come pasto principale.

8. Verdure. Il Nord Italia tende ad avere un clima alpino piuttosto freddo, ma il paesaggio unico della Liguria crea il clima perfetto per la crescita di verdure “meridionali” in abbondanza. La regione ospita abbondanti quantità di pomodori, olive, aglio, carciofi e altro ancora, tutti elementi che contribuiscono a una dieta fortemente incentrata su piatti vegetariani.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento