Museo dell'Acropoli di Atene

È impossibile rimanere indifferenti quando si visita l’imponente Museo dell’Acropoli di Atene! È una delle tappe obbligate di ogni viaggio ad Atene ed è anche il museo più visitato della Grecia. Si trova ai piedi dell’Acropoli e mostra splendidamente i tesori che custodisce. Cosa si può vedere al Museo dell’Acropoli di Atene? L’Acropoli, che si erge orgogliosa sulle alture di Atene, fu creata nel V secolo a.C. e aveva una funzione difensiva, prima di evolversi in un ruolo religioso. Distrutta e ricostruita più volte, l’Acropoli di Atene è oggi una tappa obbligata di Atene e una testimonianza dello splendore dell’Antica Grecia. Per preservare tutti i resti dell’Acropoli, il governo greco decise di costruire un museo. In questo articolo vi illustrerò la storia di questo museo, che è diventato uno dei più popolari al mondo, e le collezioni e le opere che ospita. Inoltre, qui troverete molte informazioni pratiche per la vostra visita al Museo dell’Acropoli (prezzi dei biglietti, orari di apertura, accesso, ecc.).

Leggi anche: 13 monumenti greci assolutamente da visitare

Il Museo dell’Acropoli, un ambiente moderno per tesori antichi

Il nuovo Museo dell’Acropoli di Atene è stato inaugurato il 20 giugno 2009. Questo edificio ultramoderno costruito in acciaio, vetro e cemento grigio è relativamente neutro se visto dall’esterno, in modo che il contenitore venga cancellato a favore del contenuto. Qui si trovano 4.000 oggetti, di cui almeno 300 sono veri e propri capolavori. Tutto ciò che è esposto proviene esclusivamente dalla collina dell’Acropoli. In questo museo non troverete oggetti provenienti da altre parti della Grecia e nemmeno da altre parti di Atene. Nella piazza esterna al museo, scoprite le antichità rinvenute durante gli scavi sotto i vostri piedi. Prima di accedere all’interno, una civetta (simbolo di Atena) risalente al V secolo a.C., posta su un pilastro d’acciaio, accoglie i visitatori.

Il piano terra dell’Acropoli Museum

Una volta superati i controlli di sicurezza, acquistato il biglietto e lasciate le valigie nel guardaroba, si è pronti per iniziare la visita del museo. Iniziate con la Galleria degli indizi dell’Acropoli, situata al piano terra. Le vetrine su entrambi i lati ospitano reperti provenienti dai santuari fondati sulle pendici dell’Acropoli, oltre a oggetti utilizzati dagli ateniesi nella vita quotidiana di tutti i periodi storici. Assicuratevi di guardare in basso, il pavimento di vetro trasparente offre una vista sugli scavi archeologici. L’inclinazione verso l’alto di questo pavimento di vetro simboleggia l’ascesa alla collina dell’Acropoli.

Il primo piano, una spettacolare foresta di statue

Al primo piano del Museo Acropoli Atene sono esposti oggetti risalenti al periodo arcaico (900-480 a.C.), un periodo caratterizzato da statue sorridenti. Ammirate le eleganti statue di marmo, la delicatezza degli intagli e dei drappeggi. Fermatevi davanti all’enigmatica sfinge sorridente, al vitello (una delle poche statue maschili) e alle eleganti kore (vergini). Alcune statue presentano ancora tracce di vernice. La scenografia della galleria arcaica è particolarmente riuscita. Ci piace la presentazione ariosa, l’evidenziazione degli oggetti con la luce naturale e soprattutto il fatto di potersi muovere liberamente tra le statue. Non sono allineati in fila. Al contrario, sono disposti in modo da essere visibili da tutti e quattro i lati. Dopo aver attraversato questa prima sala, prendetevi il tempo per ammirare le cinque cariatidi, queste statue di donne che sostenevano l’Erechtaion, un santuario costruito nella parte più sacra dell’Acropoli. Qui sono esposte le statue vere e proprie (quelle che si vedono oggi sull’Acropoli sono riproduzioni). La sesta cariatide si trova al British Museum di Londra. Il Museo dell’Acropoli spera di recuperarli nuovamente; uno spazio vuoto è stato riservato per loro. Anche in questo caso, le statue sono disposte in modo che il visitatore possa camminare intorno ad esse. Ed è un tesoro perché le cariatidi sono belle sia davanti che dietro, con i loro capelli molto diversi.

L’ultimo piano, il gioiello del Museo dell’Acropoli

Il terzo e ultimo piano del museo è separato dagli altri due per affacciarsi sull’Acropoli. Attraverso le grandi finestre, offre una vista mozzafiato sul Partenone. Ma soprattutto, questo piano ospita l’imponente galleria del Partenone. Una stanza spettacolare. 50 colonne in acciaio delle stesse dimensioni di quelle del famoso santuario. E 160 metri di fregi (originali o fusi) che riproducono in modo identico le proporzioni del Partenone. Un mix spettacolare e riuscitissimo di antico e ultramoderno! Gli affreschi rappresentano l’apice dell’arte antica. Notate la delicatezza, gli intagli e le espressioni dei personaggi. Dell’intero fregio rimasto oggi, solo 50 metri si trovano nel Museo dell’Acropoli. 80 metri sono esposti al British Museum di Londra, un blocco al Louvre, mentre altri frammenti sono sparsi in vari musei. Ancora oggi c’è una controversia sui “marmi del Partenone”. Infatti, tra il 1801 e il 1804, Lord Elgin, mentre era ambasciatore britannico a Costantinopoli, fece rimuovere le sculture dal Partenone, con l’autorizzazione del sultano. Li riportò in patria prima di venderli nel 1816 al British Museum per un prezzo irrisorio. Mentre era ministro della Cultura, l’attrice e cantante Melina Mercouri chiese senza successo la restituzione dei fregi.

Visita al Museo dell’Acropoli di Antene

Per apprezzare appieno il Museo dell’Acropoli e i suoi tesori, consigliamo vivamente una visita guidata: cambia tutto! Visita guidata dell’Acropoli con una guida privata: potete optare per un tour, con una guida turistica solo per voi. Prezzo: da 31 € / persona.

Dove acquistare i biglietti?

Se desiderate visitare il Museo Acropoli di Atene da soli, potete acquistare i biglietti direttamente alle casse del museo.

Orari

Dal 1° aprile al 31 ottobre: Lunedì: dalle 8.00 alle 16.00. Da martedì a domenica: dalle 8.00 alle 20.00 (venerdì fino alle 22.00).
Dal 1° novembre al 31 marzo: Dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 17.00. Venerdì: dalle 9.00 alle 22.00. Sabato e domenica: dalle 9.00 alle 20.00.

Come arrivare

L’indirizzo esatto del Museo dell Acropoli è: via Dionysiou Areopagitou 15, Atene 11742. Il Museo dell’Acropoli si trova ai piedi dell’Acropoli e, come il Museo dell’Acropoli, è situato nel cuore del centro della città. Di conseguenza, è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, o anche a piedi, dalla maggior parte delle zone centrali di Atene.

  • Se volete andare in metropolitana, scendete alla stazione “Acropoli”, che si trova proprio accanto al museo (linea M2).
  • In autobus c’è l’imbarazzo della scelta! Scendere alla fermata “Makriyianni” servita da numerose linee (24, 40, 57, 103, 106 o 108, nonché 111, 126, 134, 135, 136, 137, 155 e 206, senza dimenticare le linee 208, 227, 230, 237, 790, 856, Α2, Α3, Α4, Β2, Β3, Β4, Ε2 e Ε22).
  • In filobus, prendere le linee 2, 5 o 15 e scendere alla fermata “Makriyianni”.
  • Infine, in tram, potete prendere la linea T5 e scendere alla fermata “Leoforos Vouliagmenis”.

Tutte queste fermate e stazioni si trovano a 5 minuti a piedi dal museo.

Leggi anche: Visitiamo il sito archeologico di Olimpia, Grecia

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento