Cosa fare a Lanzarote, 21 posti da vedere

Cosa fare a Lanzarote

Cosa fare a Lanzarote, 21 posti da vedere

Questo elenco di cosa fare a Lanzarote vi aiuterà a organizzare il vostro itinerario in un’isola ricca di panorami mozzafiato, spiagge bellissime di livello mondiale e gioielli architettonici naturali. Se siete alla ricerca di una fuga dal caos e dalla frenesia della vita quotidiana, allora dovete recarvi a Lanzarote. Questa splendida isola ospita alcuni dei paesaggi più belli del pianeta, vediamo cosa vedere a Lanzarote. Quarta isola delle Canarie per grandezza (due volte più grande dell’Isola di Wight), Lanzarote attira un numero sproporzionato di visitatori grazie al suo clima benevolo e al suo aspetto unico. I suoi paesaggi vulcanici hanno il colore della pelle di elefante, con villaggi che sembrano vernice bianca versata e che si annidano nelle pieghe di questa pelle pachidermica. Eppure, in mezzo a tutta questa cupa aridità, cresce della roba, creando contrasti netti di verde fresco sul nero, in quella che è una delle principali riserve della biosfera dell’Unesco. Ma ci sono anche altri motivi più turistici per venire. Le spiagge sono abbondanti, i resort sono allegri e i prezzi sono competitivi. Le strutture sportive, in particolare per i ciclisti e gli amanti degli sport acquatici, sono eccellenti. Questo elenco di cose da fare a Lanzarote vi aiuterà a non perdere nulla di questa magica isola che riunisce tutto ciò che un viaggiatore può sognare a livello naturale, oltre a un incredibile mix che combina un’infinita offerta di svago e visite culturali. In questa guida su cosa vedere a Lanzarote condivideremo un itinerario dettagliato, che si concentra sui punti di riferimento più importanti e sulle attrazioni più importanti da non perdere. Vediamo cosa fare a Lanzarote!


Leggi anche: Le spiagge più belle di Lanzarote

21 cose da vedere a Lanzarote

Se siete alla ricerca di cosa fare a Lanzarote, ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Potreste visitare il Parco Nazionale di Timanfaya, come il Puerto del Carmen o Lanzarote stessa. Se vi sentite attivi, potreste anche fare una passeggiata o un giro in bicicletta per le bellissime strade dell’isola. Qualunque cosa decidiate di fare, sicuramente passerete una bella giornata a Lanzarote! Scoprite la nostra selezione di cosa fare a Lanzarote e preparatevi ad innamorarvi dell’isola più eccitante d’Europa.

1. Visitare il Parco Nazionale di Timanfaya

Sebbene l’ultima eruzione vera e propria risalga al 1824, c’è ancora molto calore sotto il mare di lava frastagliata di Lanzarote. Il cuore dell’azione si trova nel Parco Nazionale di Timanfaya, un paesaggio ferocemente ostile che copre un quarto dell’isola. I visitatori del Centro Montañas del Fuego (Montagne del Fuoco) di Timanfaya vengono guidati in un circuito appositamente progettato per ottenere il massimo della drammaticità, mentre alla base i ranger dimostrano il calore che si trova sotto la superficie lasciando cadere paglia o secchi d’acqua in buchi: la paglia si trasforma in fiamme, l’acqua in sibilanti colonne di vapore. Anche il ristorante, El Diablo, griglia utilizzando il calore vulcanico.

2. Visitare Puerto del Carmen

Un’altra cosa a Lanzarote da visitare è Puerto del Carmen, la località principale di Lanzarote. Nonostante le carenze architettoniche, è un luogo allegro e vivace, con un lungo lungomare piastrellato che collega i quattro chilometri abbondanti di spiagge e baie che originariamente attiravano l’industria delle vacanze. È l’ideale per una famiglia con adolescenti in cerca di un po’ di azione, o per chi desidera fare shopping e vita notturna. Passeggiate o cavalcate sul lungomare e ammirate le installazioni di attrezzature ginniche all’aperto posizionate a intervalli per attirare i visitatori lontano dalle tentazioni del buffet all-inclusive.

3. Visitare il mercato domenicale

Tra le cose da vedere a Lanzarote non possiamo non andare a Teguise, è un luogo sonnolento fatto di conventi, chiese e vicoli acciottolati che si trovava deliberatamente nell’entroterra, lontano dagli opportunisti delle incursioni marittime. Oggi la sua nuova cugina, l’elegante località costiera Costa Teguise, si occupa di coloro che hanno bisogno di stare vicino al mare, ma la domenica sia i locali che i turisti si riversano nell’entroterra per le bancarelle e i ristoranti che costeggiano le strade e le piazze. Gioielli, abiti firmati, articoli in pelle e artigianato sono i protagonisti, con una merce che vi farà capire quanto siete vicini al Marocco. E non mancano insolite prelibatezze, dagli hamburger di cactus ai pasticcini della Transilvania.

4. Esplorare le Badlands

Non c’è niente di meglio della sensazione di addentrarsi a piedi nelle malpais, o badlands, di Lanzarote, un paesaggio così tormentato dal calore che a distanza di secoli è ancora arrabbiato e crudo. Crateri, coni e tubi di lava scavati, dove la lava si è raffreddata e solidificata esternamente ma continua a scorrere internamente, sono comuni qui. Per dare un senso a tutto questo e per accedere ad alcuni di questi enormi tunnel sotterranei, partecipate a una passeggiata guidata. Attenzione: la roccia lavica è frastagliata e tagliente; se andate fuori pista, vi butterete via le scarpe.

5. Percorrere il sentiero Manrique

Gran parte dell’aspetto caratteristico di Lanzarote – case cuboidi imbiancate a calce con porte e persiane verdi o blu – è dovuto a un uomo, l’artista locale César Manrique. Nato ad Arrecife, capitale dell’isola, la sua carriera lo ha portato a Madrid e a New York, ma il suo impatto maggiore lo ha avuto in patria, dove è tornato a vivere, creando attrazioni uniche da caverne naturali e tubi in fuoriuscite piroclastiche fossili. La sua alta scultura realizzata con cisterne d’acqua in disuso si trova all’incrocio di San Bartolomé, un punto di riferimento centrale in tutti i tour di Manrique sull’isola.


6. Degustare i vini di La Geria

La produzione di vino è una sorta di miracolo ecologico a Lanzarote, con le sue precipitazioni minime. La zona dei vigneti, La Geria, si trova sulla strada che risale il centro dell’isola da Yaiza a San Bartolomé. Qui il paesaggio è costellato di depressioni coniche poco profonde di picon, o cenere vulcanica. Ciascuna depressione è sagomata in modo da catturare la rugiada notturna, che poi scende per nutrire la vite al suo centro. Una manciata di bodegas lungo la strada offrono degustazioni e vendite, e il vino è piuttosto buono, anche se un po’ costoso.

7. Mettete alla prova il vostro fisico

Un clima favorevole e un cabildo (municipio) intraprendente hanno creato l’immagine di Lanzarote come luogo di allenamento per atleti di ogni tipo, soprattutto durante i lunghi mesi invernali europei. L’isola è frequentata da diverse squadre nazionali di numerosi sport, in particolare dal Club La Santa, che dispone di due piscine olimpioniche, una pista da corsa, una laguna per il kayak e il windsurf e molto altro ancora. Tra il club e l’isola nel suo complesso c’è un fitto calendario di Ironman, campi di nuoto e gare di mountain bike.

8. Cueva de los Verdes

Uno dei luoghi da visitare a Lanzarote è Jameos del Agua, una caverna il cui tetto è stato spazzato via quando l’acqua del mare si è riversata in una fessura di lava fusa, lasciando dietro di sé una gigantesca piscina luminosa popolata da granchi ciechi e circondata da terrazzamenti. Il tutto è stato trasformato dall’artista César Manrique in un’attrazione turistica ultraterrena e in un luogo per concerti. La vicina Cueva de los Verdes è un tunnel formato da gas esplosivi pressati dalla lava per trovare una via di fuga. È stato illuminato in modo fantasioso per far risaltare gli strani colori e le eccentriche formazioni rocciose.

9. Giro rurale intorno a Tinajo

Tra le cose da vedere a Lanzarote non puù mancare l’area intorno al piccolo insediamento di Tinajo, con le sue vecchie carrarecce, i pastori di capre e i cani che dormono, è un residuo della Lanzarote tradizionale, ideale da esplorare su due ruote. Qui i campi dei contadini – le verdure crescono sorprendentemente bene nella cenere vulcanica – sono un lavoro d’amore. I macchinari agricoli si deteriorano rapidamente sulla lava tagliente, quindi a volte gli asini si occupano ancora dell’aratura. Noleggiate una bicicletta e aspettatevi di fermarvi spesso per scattare fotografie.

10. Playa Blanca la spiaggia per famiglie

A Lanzarote cosa vedere? Ma non possono non mancare le spiagge. La migliore selezione di spiagge per famiglie si trova a Playa Blanca, sulla punta meridionale dell’isola, un’estesa e nuova località per famiglie, situata in una zona a sé stante, lontana dal resto dell’isola. Qui gli hotel di grandi marche e i villaggi di ville coprono grandi superfici e hanno creato una successione di spiagge urbane intime, con tutti i servizi a portata di mano. Se ci si dirige verso est, invece, si incontrano le spiagge incontaminate, più naturali e remote, di Playa Mujeres e Playa del Pozo, e poi l’ultima mezzaluna di sabbia perfettamente riparata che è Playa del Papagayo.

11. Andare sul cammello

Data la relativa vicinanza con l’Africa, non dovrebbe sorprendere vedere un treno di cammelli infilare il suo lento movimento di beige attraverso la giacca crepuscolare di Lanzarote. Gli storici raccontano che i cammelli furono introdotti per la prima volta nel XV secolo e che le loro larghe zampe erano ideali per le superfici ghiaiose. Oggi non lavorano più nelle fattorie, ma trasportano i turisti lungo i fianchi del Timanfaya partendo dall’Echadero de los Camellos, appena fuori dalla strada principale da Yaiza. La loro andatura sgraziata rende il viaggio scomodo, ma l’opportunità di scattare foto è un’altra cosa.


12. La vita notturna di Puerto del Carmen

Tra le cose da fare a Lanzarote non possiamo non parlare di Puerto del Carmen, un nido di stradine sopra il suo piccolo e bizzarro porto di pesca. Prendete una piña colada al bar Skyy o una Guinness al Paddy’s Paradise e guardate il mondo che passa. Poi proseguite, passando davanti alla boutique di moda tedesca e al negozio di elettronica indiano (tutti aperti fino a tardi), alla ricerca di un taco messicano, di un curry tailandese, di un Salad Dodger’s special o di una cena a base di pesce dal Cod Father. In realtà, potreste essere in qualsiasi parte del mondo, ma siete sicuramente in vacanza!

13. La spiaggia di Famara

Il villaggio e la spiaggia di Famara, sulla costa nord-orientale meno popolare di Lanzarote, è una zona sognante e bohémien, dove i giovani e i boho-chic siedono nei caffè della piazza del paese, mentre i kitesurfisti fanno le sopracciglia nel cielo. I venti prevalenti fanno sì che l’ampia spiaggia sia ideale per tutti i tipi di sport acquatici, e si possono noleggiare tavole e prendere lezioni in diversi punti della città. Inoltre, c’è anche una certa dose di soul surfing, con yoga e massaggi anche qui.

14. Viaggio in auto verso nord

Mentre la maggior parte delle strutture ricettive dell’isola si trova a sud, la parte più settentrionale di Lanzarote merita un po’ di sforzo in più. Per cominciare, ci sono alberi – palme – intorno all’insediamento tradizionale di Haria, dove si trova la casa dell’artista Manrique, oggi museo. Oltre a questo, c’è la breve escursione al bordo del cratere della Corona, il vulcano più accessibile dell’isola. Concludete la vostra gita con un tè al Mirador del Rio, uno spettacolare punto panoramico progettato da Manrique e incastonato nella cima di una scogliera che si affaccia sull’isola di La Graciosa.

15. In barca fino a La Graciosa

Chi vuole farsi un’idea di come erano le Canarie prima del turismo, deve recarsi sulla cruda ma bellissima isola di La Graciosa. È uno degli ultimi luoghi in Europa senza strade asfaltate e con un solo centro abitato, Caleta de Sebo. Quest’ultimo è il porto dove arriva la barca da Orzola, un piccolo villaggio di pescatori sulla punta settentrionale di Lanzarote. I punti di forza di Graciosa sono una spiaggia vuota e incontaminata a Playa de las Conchas, migliore di qualsiasi altra a Lanzarote, e una serie drammatica di grotte vulcaniche dove l’oceano incontra la lava. E naturalmente il silenzio, tanto silenzio.

16. Al Rancho Texas

Una delle cose da fare a Lanzarote è visitare Rancho Texas, un parco a tema Wild West vicino all’aeroporto, caratterizzato da spettacoli di animali ben coreografati con pappagalli, rapaci e coccodrilli. Se non avete mai accarezzato un leone marino o visto un cacatua andare in bicicletta, questa è la vostra occasione. Il Rancho ha anche una collezione di zoo – dai boa costrittori ai pony Shetland – particolarmente apprezzata dai bambini, oltre a teepee, scivoli d’acqua e un lago per la canoa.

17. Tramonto a El Golfo

Due sono le attrazioni visive che meritano una gita al tramonto sulla groppa occidentale di Lanzarote, a breve distanza da Playa Blanca. La prima è l’impressionante tassellatura delle saline di Salinas de Janubio, con i cumuli bianchi di sale che si stagliano sulla roccia scura. Poi la laguna verde smeraldo del lago craterico di Charco de los Clicos, che si nasconde dietro la sua spiaggia di sabbia nera. Infine, il villaggio di El Golfo, appena oltre, ha una serie di ristorantini lungo il suo fronte occidentale. Accomodatevi su una terrazza sull’acqua, guardate il tramonto e bevete un bicchiere di Grifo, uno dei migliori vini di Lanzarote.


18. Al Museo d’Arte Contemporanea Internazionale

La moderna capitale dell’isola, Arrecife, è un luogo inoffensivo di uffici amministrativi e sistemi a senso unico. Dirigetevi verso il suo porto, per osservare lo strano mix di navi – eleganti navi da crociera e vecchie ruggini malconce che si riparano dall’Atlantico in tempesta – dallo spettacolare ristorante con pareti di vetro alla base della fortezza settecentesca del Castillo de San José. Questo edificio ospita il Museo d’Arte Contemporanea Internazionale, con una ricca collezione di opere prevalentemente astratte, tra cui alcune dell’eroe isolano César Manrique.

19. Fare un tour completo dell’isola

Le dimensioni compatte di Lanzarote fanno sì che un buon campione delle sue attrazioni principali sia gestibile in una sola (lunga) giornata con un tour guidato. Tutti gli operatori includono inevitabilmente il Parco Nazionale di Timanfaya, con l’opzione di un giro in cammello. La maggior parte si dirige a ovest verso El Golfo, visitando le rocce del litorale e le trombe d’acqua di Los Hervidores e la laguna di smeraldo di Charco. È probabile che la degustazione di vini nella regione di Geria sia un’opzione da non perdere, così come l’escursione a nord per ammirare i Jameos del Agua di Manrique e le palme della valle di Haria.

20. Visitare il museo subacqueo

Le immersioni subacquee a Lanzarote sono più una questione di luoghi affascinanti che di moltitudini di vita marina. Puerto del Carmen ha un Blue Hole attraversabile a nuoto, e una mezza dozzina di relitti di tonniere stanno ora fornendo i propri ecosistemi marini. Il luogo più importante, tuttavia, è al largo di Playa Blanca, dove l’artista Jason De Carnes Taylor ha creato il Museo Atlántico, l’unico museo sottomarino in Europa. Si tratta di un surreale parco di sculture, a 10 metri di profondità, popolato da statue sommerse.

21. Andare a Fuerteventura

Uno dei posti da vedere vicino Lanzarote è Fuerteventura che in realtà è molto più grande, anche se la sua miscela di vulcani aridi e sabbie sahariane ne ha reso storicamente difficile l’insediamento. Oggi i turisti hanno sostituito i pastori nomadi di capre, grazie alle migliori spiagge delle Canarie, alle migliori immersioni e al miglior windsurf. Il traghetto arriva a Corralejo, il principale centro abitato, da dove la spiaggia di Flag Beach è una meta fondamentale per le escursioni giornaliere di chiunque sia interessato agli sport acquatici.

Leggi anche: Cosa fare a Ibiza, 21 cose imperdibili

Lascia un commento