las palmas de gran canaria

Perdersi nelle strade di questa bellissima città con cosi tante cose da vedere e fare è stupendo. Le cose da vedere a Las Palmas sono tante, le sue bellissime spiagge, le strade dello shopping e i monumenti. Ci sono molte attrazioni e cose da fare a Las Palmas de Gran Canaria (Spagna). È una città vivace con una bella architettura, storia, specialità canarie, spiagge e shopping. Las Palmas è una delle due capitali delle Isole Canarie e fu fondata già nel 1478 da Juan Rejón. Tuttavia, dal punto di vista turistico, rimane spesso in secondo piano a favore delle famose città turistiche del sud di Gran Canaria. Vorrei non fosse cosi, perché ritengo che Las Palmas sia una città bellissima con molti monumenti interessanti e case antiche.

È un’ottima destinazione per un weekend in città, ma anche per una gita di un giorno se si viaggia a Gran Canaria per una vacanza al sole. C’è sempre qualcosa di divertente da fare a Las Palmas, sia che la si visiti di giorno che di sera. Ecco un elenco dei miei luoghi preferiti della città e delle 15 cose migliori da fare a Las Palmas come turista. Stai pensando di visitare Las Palmas Gran Canaria quest’estate? Questo elenco di cosa fare a Las Palmas ti aiuterà a pianificare la migliorie vacanza su questa magica isola piena di spiagge con acque turchesi e una vivacissima vita notturna.

Cosa vedere a Las Palmas de Gran Canaria

Sulla base della nostra esperienza delle moltissime estati trascorse quest’isola, abbiamo stilato un elenco di quelli che pensiamo siano i 15 luoghi da visitare a Las Palmas de Gran Canaria. Sono tornato a passeggiare per le piazze e le strade di Vegueta e Triana, ricordando odori, colori, momenti felici. La bancarella di José al mercato, dove ho assaggiato un delizioso tuno indiano. I palazzi con le loro facciate coloniali e i balconi in legno. La spiaggia di Las Canteras con la sua atmosfera da surfista. Ci sono così tanti luoghi da visitare a Las Palmas de Gran Canaria! Se avete intenzione di recarvi presto nella cosmopolita capitale dell’isola di Gran Canaria – la città più popolata dell’arcipelago – non perdetevi questa guida con tanti luoghi da visitare che vi piaceranno. Naturalmente, da bravo content creator, non posso stare fermo ed eccomi qui a condividere con te i miei consigli su cosa vedere a Las Palmas in una manciata di giorni.

1. Vegueta, il cuore storico della capitale di Gran Canaria

Una targa nella Plaza de San Antonio Abad ricorda quel 24 giugno della fine del XV secolo, quando il capitano della Corona di Castiglia Juan Rejón iniziò la conquista dell’isola di Gran Canaria fondando El Real de Las Palmas nell’attuale quartiere di Vegueta. La magnifica posizione dell’arcipelago tra tre continenti – Europa, Africa e America – ha creato nei secoli un crocevia di navi, persone e culture. Non è un segreto che gli inglesi e gli olandesi li abbiano guardati più volte, questi ultimi con fuoco e soldati nel porto di Las Palmas de Gran Canaria. Vegueta è ricca di edifici storici e musei che riflettono questo passato multiculturale e convulso.

2. Il Museo delle Canarie

Per capirlo, non c’è niente di meglio che iniziare la visita al centro storico con una visita al Museo delle Canarie. Una società scientifica e culturale con una raccolta e una compilazione di oggetti archeologici – tra cui mummie e teschi -. L’obiettivo? Per spiegare com’era la vita a Gran Canaria prima dell’arrivo dei conquistadores della penisola iberica.

3. La Casa di Colombo – Museo

Uno degli edifici più emblematici da visitare a Las Palmas de Gran Canaria è questo palazzo che comprende diverse abitazioni, tra cui l’antica Casa del Governatore, a cui l’ammiraglio si rivolse durante il suo primo viaggio in America per chiedere aiuto nella riparazione de La Pinta. Oggi le sue tredici sale espositive sono dedicate ai viaggi di Colombo, distribuite lungo due pittoreschi cortili con archi e colonne. Carte nautiche, mappe dell’epoca, dipinti, illustrazioni e persino una ricostruzione della camera dell’ammiraglio sono esposti in un viaggio educativo attraverso la storia. Da non perdere.

4. Cattedrale di Sant’Anna

A pochi passi dalla Casa-Museo di Colombo si trova il tempio religioso più importante dell’isola: la cattedrale di Las Palmas de Gran Canaria, la cui facciata in pietra vulcanica scura presidia la grande piazza omonima. Fiancheggiata da palme e”cani da guardia”, fu fatta costruire dai Re Cattolici dopo la conquista dell’isola alla fine del XV secolo. Il tranquillo chiostro – uno dei pochi esistenti con un soffitto a cassettoni in legno – e lo splendido interno della cattedrale meritano una visita. Qui si dispiegano esili colonne ramificate, come se le palme della piazza si fossero allungate e qui sono state trasformate in pietra per sostenere il tetto.

5. Il mercato di Vegueta

Non è il più grande della città – per quello dovremmo andare al Mercato Centrale di Las Palmas – ma è il più antico delle Canarie. Una passeggiata tra le corsie dell’affascinante mercato di Vegueta ci avvicina ai prodotti tradizionali a chilometro zero coltivati sull’isola: frutti subtropicali come papaya, mango e avocado. Le famose papas arrugadas (patate rugose) o la ricca banana delle Canarie, la migliore al mondo.

6. Il quartiere di Triana

L’accogliente Plaza de las Ranas è un ottimo punto di partenza per esplorare l’altro quartiere storico di Las Palmas Gran Canaria. Le strade pedonali, fiancheggiate da negozi e caffè, corrono parallele al mare nel quartiere più vivace della città. Il Gabinete Literario, il teatro Galdós, i palazzi e le dimore dalle facciate colorate dove in primavera fiorisce la jacaranda, una pianta subtropicale originaria del Sudamerica, rallegrano la vista in una passeggiata tra i continenti.

7. Casa – Museo di Benito Pérez Galdós

Uno dei più eminenti tra i suoi connazionali è senza dubbio il grande genio letterario Benito Pérez Galdós: nacque nel cuore del quartiere di Triana il 10 maggio 1843. La sua casa natale è oggi un museo che rende omaggio alla sua memoria e alla sua eredità, con mobili originali raccolti dalle diverse case in cui visse da adulto in varie parti della penisola. Oltre a poter contemplare lettere, manoscritti e ritratti dello scrittore, la casa merita una visita: è un esempio di come era la vita domestica in questa città all’inizio del XIX secolo.

8. Castillo de la Mata

Le antiche fortificazioni di Las Palmas de Gran Canaria sono ancora visibili nella parte alta di Triana. A differenza del Castillo de la Luz, la cui missione era proteggere il porto e i carichi provenienti dall’America, il Castillo de la Mata fu costruito per difendere la città dagli attacchi dei pirati. Utilizzato come caserma fino al XX secolo, le pietre dell’antico cubelo o torrione resistettero all’assedio degli olandesi per due giorni: un tempo sufficiente per evacuare gli abitanti della città nell’entroterra. Oggi è utilizzato come centro espositivo.

9. Parco San Telmo

L’antico muro scendeva dal castello di La Mata fino al mare, passando per quello che oggi è il parco di San Telmo. Un eremo marinaro – con barche appese al tetto – e due chioschi modernisti dove prendere un gelato o un caffè giustificano una sosta. Recuperate le forze per continuare a esplorare tutti questi luoghi da vedere a Las Palmas.

10. Hotel Santa Catalina

Anche se non vi soggiornate, vale la pena di visitare il bellissimo e storico Hotel Santa Catalina. Inaugurato alla fine del XIX secolo in architettura coloniale, è stato il primo hotel dell’isola. Alle sue spalle si trova il Parco Doramas, un frutteto con piante tipiche delle Canarie.

11. Parco di Santa Catalina

Ci lasciamo alle spalle la Marina, con le sue piccole barche a vela, e arriviamo al parco di Santa Catalina. Siamo nel porto di La Luz, dove attraccano le navi da crociera, dove si estende un’ampia spianata alberata. I due edifici storici sono tracce del passato commerciale dell’isola con l’Inghilterra: gli edifici Elder e Miller, oggi spazi museali dedicati alla cultura. Senza uscire dal parco, colpisce soprattutto la Casa del Turismo, simbolo della tipica architettura canaria, opera dell’artista locale Néstor Martín.

12. Il castello di luce

Se dovessimo tornare indietro nel tempo all’inizio del XVI secolo, vedremmo questa fortezza – laprima dell’isola -situata su una scogliera, di fronte alla costa, che protegge il porto dagli attacchi nemici. Davanti ad essa attraccavano le navi della marina spagnola cariche d’oro provenienti dall’America. Oggi, a più di 150 metri dalla riva del mare, il castello è stato restaurato e ospita la Fondazione Martín Chirino di Arte e Pensiero, che espone molte delle opere dello scultore canario. Martín Chirino, ossessionato dagli elementi della natura e dalla spirale, risveglia l’immaginazione proiettandosi nell’infinito. Opere che sono visibili anche all’aperto in via Triana o nella sua mitica Lady Harimaguada, a San Cristóbal.

13. Spiaggia di Las Canteras

Arriviamo a Las Canteras, la spiaggia urbana per eccellenza di Las Palmas. Un’ampia spiaggia di sabbia dorata con acque cristalline, lunga 3 chilometri, da La Puntilla a Plaza de la Música, dove potrete godervi il sole e il mare tutto l’anno. Tra surfisti, pallavolisti e amanti del sole, è una spiaggia piena di vita. Trascorrere almeno un pomeriggio a Las Canteras e guardare il tramonto con un drink rinfrescante su una delle sue terrazze è terapeutico e ricarica le energie.

14. Auditorium Alfredo Kraus

Inaugurato nel 1997, alla fine della lunga passeggiata di Las Canteras, questo moderno auditorium, a forma di faro e castello, si affaccia sull’oceano. Dedicato alla figura di questo grande tenore e maestro di musica delle Canarie – nacque in uno degli edifici che compongono la Casa Museo de Colón – il suo programma culturale è da non perdere. Ho avuto la fortuna di assistere al balletto classico “La bella addormentata” composto da Tchaikovsky e mi è piaciuto molto.

15. Paseo de los Miradores

All’altra estremità della spiaggia di Las Canteras, nella Plaza de la Puntilla, inizia un percorso di punti panoramici a picco sul mare dove si possono sentire il vento e le onde mentre ci si avvicina alla spiaggia di Confital. Un’insenatura selvaggia nel paesaggio vulcanico della penisola di Isleta.

16. Quartiere marinaro di San Cristóbal

I resti del bastione di San Pedro si ergono sulle rocce che proteggono questo quartiere marinaro a un’estremità di Las Palmas de Gran Canario. Tradizionale e pittoresca, con le sue case dipinte a colori vivaci e le sue barchette, l’atmosfera è di pura tranquillità. Ideale per mangiare pesce, fare un tuffo nelle piscine naturali di La Laja o sulla spiaggia di sabbia nera di La Laja sotto l’occhio vigile della statua di Tritone. Senza dubbio, una visita sorprendentemente fuori dal comune.

17. La caldera di Bandama.

Andiamo all’estremità del comune di Las Palmas Gran Canaria per scoprire uno dei paesaggi più impressionanti dell’isola: la caldera di Bandama è un cratere con un diametro di 1 chilometro e una profondità di 200 metri. L’impressionante impronta di una delle ultime eruzioni vulcaniche dell’isola di Gran Canaria, che si può ammirare in tutto il suo splendore da un punto panoramico. La sua immensità e desolazione la rendono, senza dubbio, uno dei luoghi più belli da vedere a Gran Canaria.

18. Il giardino delle Canarie

Per completare non può mancare una visita al giardino delle Canarie. Il suo nome ufficiale: Giardino Botanico Viera y Clavijo, situato molto vicino alla caldera di Bandama. Riproduce tutti gli ecosistemi presenti nelle Isole Canarie: le foreste di alloro, presenti da Gran Canaria alle isole occidentali; i mitici alberi del drago – sacri agli aborigeni per la loro linfa rossa. Campioni di tajinaste, cactus, pini delle Canarie resistenti al fuoco e ficus. Un paradiso naturale ed educativo. Gli orari di apertura possono essere consultati sul sito web del Giardino.

Mappa di cosa fare e vedere a Las Palmas de Gran Canaria

 

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento