Cosa vedere ai Musei Vaticani

cosa vedere ai musei vaticani

Cosa vedere ai Musei Vaticani

L’importanza dei Musei Vaticani nel mondo è assolutamente innegabile. Tanto che è nella top 10 dei migliori musei del mondo. Hanno attirato l’attenzione dei cattolici devoti e di coloro che apprezzano l’arte e l’architettura antiche. Con le sue bellissime sculture e le opere d’arte di diversi artisti, affascina gli occhi di tutti i suoi visitatori. Per la sua complessità architettonica, artistica, culturale e storica, è considerato il modo migliore per conoscere la storia del cattolicesimo. Ecco perché ogni anno migliaia di turisti si recano ai Musei Vaticani, ma la visita a questo luogo così importante comporta un lungo percorso, molte cose da vedere e altri tipi di dettagli che meritano la nostra attenzione. Ecco perché abbiamo creato questo interessante articolo su cosa vedere ai Musei Vaticani. Nelle righe che seguono troverete informazioni sulle visite al museo, sugli orari di apertura, sui prezzi e su come raggiungerlo.


Storia dei Musei Vaticani

L’origine di questi importanti musei risale all’epoca del cardinale Giuliano della Rovere che possedeva opere d’arte private. Quando questo cardinale fu scelto come papa, portò la sua enorme collezione nel cortile del Belvedere. Successivamente sono stati costruiti altri edifici con passaggi che collegavano le gallerie. Nel corso del tempo, questi sono stati ampliati e sviluppati in modo tale che i nuovi papi avessero accesso ai musei esistenti. Sono state aggiunte anche altre collezioni delle famiglie italiane che si sono avvicinate al papato. La costruzione dei Musei Vaticani è stata una fase molto complessa. La sua costruzione iniziò nel 1447, sotto il mandato di Papa Nicola V. L’architetto incaricato era Bernardo Rossellino insieme al pittore Fra Angelico. Con il passare del tempo furono aggiunte cappelle, piani superiori, nuove sale nei musei e colonne per dare un aspetto più suggestivo. Oggi è disponibile una visita guidata per i turisti che desiderano visitare i Musei Vaticani. E sempre più persone visitano questo sito iconico.

Leggi anche: Visitare la Galleria Borghese a Roma, orari e prezzi

Cosa vedere ai Musei Vaticani

I Musei Vaticani ospitano una delle più importanti collezioni di antichità e arte del mondo. D’altra parte, la Cappella Sistina è considerata uno dei siti più visitati. È così complesso che oggi viene chiamato Musei Vaticani, in quanto ha subito ampliamenti e aggiunte da parte dei papi nel corso degli anni. Fondamentalmente, questo luogo può essere suddiviso in cappelle, musei e sale visitabili. Nelle righe che seguono, potrete vedere i luoghi che troverete nella vostra visita ai Musei Vaticani e che non potete perdere.

1. Pinacoteca Vaticana. Si tratta di un museo di opere artistiche che comprende circa 400 opere e 18 sale. È ospitato in uno splendido palazzo del XX secolo. Alcune sale sono dedicate a dipinti di artisti italiani vissuti dal XII al XV secolo. Sono presenti anche opere di Leonardo da Vinci, Raffaello e Carabaggio. Se amate l’arte antica, non potete perdervi queste sale.

2. Collezione di arte religiosa contemporanea. Questo museo è un’interessante alternativa con 55 sale e 800 opere d’arte. In questo ambiente predomina l’arte classica. Tra le opere che si possono trovare ci sono quelle di Salvador Dalí, Marc Chagall, Francis Bacon, Wassily Kandinsky, Vincent van Gogh, Henri Matisse e Paul Gauguin.

3. Museo Pio-Clementino. Questo museo dispone di 12 sale interamente dedicate all’esposizione di diverse sculture romane e greche. Tra quelli che si possono vedere ci sono l’Apollo del Belvedere, il Laocoonte, l’Afrodite Cnidia e l’Apoxyómenos.

4. Museo Gregoriano Egizio. Il museo contiene collezioni assire, egizie e mesopotamiche. Fu creata e progettata da Gregorio XVI nel 1839 e la maggior parte delle sue opere provengono dalla famosa Villa Adriana di Tivoli. Tra le opere più importanti vi sono: le mummie della sala II, il Libro dei Morti e la statua della sala V.


5. Le stanze di Raffaello nei Musei Vaticani. Queste sale sono magnificamente decorate e contengono una varietà di affreschi di artisti classici. In particolare, questa sala presenta quattro ambienti con accoliti e affreschi di Raffaello.

6. La loggia di Raffaello. Questa camera è una delle più piccole, con una lunghezza di soli 65 metri. Ospita diversi affreschi di Raffaello. Questa sala è interamente dedicata all’Immacolata Concezione e mette in evidenza il grande lavoro di Podesti.

7. La Galleria delle Carte Geografiche nei Musei Vaticani. È considerata la più importante collezione cartografica del mondo e uno dei luoghi di particolare interesse dei Musei Vaticani.

8. La Cappella Sistina. Questo luogo è uno dei più importanti dei Musei Vaticani e rappresenta uno spazio attraente in senso spirituale e artistico. In qualsiasi periodo dell’anno è facile rendersi conto dell’affollamento. E avete solo poco tempo per vederlo. La visita permette di respirare la storia dei papi mentre il tempo scorre. Alcune opere di valore universale sono il Giudizio Universale e la Creazione di Adamo.

9. Musei Vaticani: la scala elicoidale di Momo. Questa famosa scalinata si trova appena fuori dai Musei Vaticani. Il suo design a effetto ottico è ciò che più attira l’attenzione dei turisti che vengono a fotografarlo. Il design della struttura fa pensare che sia molto più lunga di quanto non sia in realtà. È interessante sapere che la scala che i turisti possono visitare è quella progettata dall’architetto Momo. Ma nel caso della scala progettata da Bramante, che è l’originale, non è aperta al pubblico.

10. Il Cortile della Pigna ai Musei Vaticani. Non è solo l’interno dei Musei Vaticani ad avere un’atmosfera piacevole. Anche le aree all’aperto sono molto piacevoli. È il caso del Cortile della Pigna, che presenta una scultura di un ananas gigante e al centro una sfera metallica che rappresenta la terra.


Leggi anche: Cosa vedere alla Necropoli Vaticana e Tomba di San Pietro

Musei Vaticani orari di apertura

Gli orari di lavoro dei Musei Vaticani sono dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 16:00. Tuttavia, dall’1 al 6 gennaio, l’11 febbraio, il 19 marzo, il giorno di Pasqua, il 1° maggio, il 29 giugno, il 14 e 15 agosto, il 1° novembre, l’8 e il 25 e 26 dicembre, il sito è chiuso per festività nazionali. La domenica il locale è chiuso, a meno che non sia l’ultimo giorno del mese. In questo caso l’orario di apertura sarebbe dalle 9:00 alle 13:00.

Musei Vaticani biglietti

  • Biglietto d’ingresso Intero € 17,00 (senza prenotazione online)
  • Biglietto d’ingresso Intero “Salta la fila” € 17,00 + 4,00 (con prenotazione sul sito ufficiale dei Musei Vaticani)
  • Biglietto d’ingresso Ridotto € 8,00 (senza prenotazione online) – € 8,00 + 4,00 (con prenotazione “Salta la fila” sul sito ufficiale dei Musei Vaticani)
  • Biglietto ridotto Pellegrinaggi € 8,00 (senza prenotazione online) – € 12,00 (con prenotazione “Salta la fila” sul sito ufficiale dei Musei Vaticani)
  • Biglietto ridotto Scuole € 4,00 (senza prenotazione online) – € 4,00 + 2,00 (con prenotazione “Salta la fila” sul sito ufficiale dei Musei Vaticani)

Visita il sito web ufficiale dei Musei Vaticani per acquistare i biglietti e per altre informazioni.

Come raggiungere i Musei Vaticani

Per raggiungere i Musei Vaticani si possono prendere in considerazione i seguenti consigli:

  • Metro: in questo caso è necessario prendere la linea A alla stazione della metropolitana di Roma e scendere a Cipro o Ottaviano-San Pietro.
  • Autobus: prendere l’autobus numero 49 che parte proprio di fronte.

Leggi anche: Visita a Piazza San Pietro in Vaticano, una delle piazze più famose del mondo

Lascia un commento