Cosa fare alle Seychelles

Questo idilliaco arcipelago nell’Oceano Indiano offre un mix perfetto di spiagge appartate e vibrante multiculturalismo. Adagiato nell’Oceano Indiano, a est del Kenya e a nord del Madagascar, si trova un arcipelago di 115 isole così bello che i primi esploratori britannici pensavano di essersi imbattuti nel giardino dell’Eden. Sebbene le isole Seychelles siano state avvistate per la prima volta dall’esploratore portoghese Vasco da Gama nel 1502, prima di allora se ne sapeva poco o nulla.

Pur essendo remote, le isole attraggono visitatori in cerca di una fuga romantica per eccellenza: l’attuale Principe e la Principessa del Galles hanno trascorso qui la loro luna di miele. Dopotutto, ci sono pochi posti più isolati di questo paradisiaco gruppo di isole.

Naturalmente, le Seychelles non sono solo spiagge incontaminate e acque così limpide da non perdere mai di vista i propri piedi. Oltre all’abbondanza di bellezze naturali e di fauna selvatica, l’isola principale di Mahé, che ospita la capitale Victoria, vanta una splendida architettura francese e britannica del XVIII e XIX secolo. Per non parlare degli incredibili frutti di mare e dei resort.

Mentre vi preparate a prenotare un volo di un giorno per raggiungere questa isola paradisiaca, date un’occhiata alla nostra guida definitiva su cosa fare e vedere alle Seychelles.

Prima di partire

Il turismo ha avuto un boom da quando l’aeroporto internazionale delle Seychelles è stato aperto nel 1972 ed è ora il settore principale. I possessori di passaporto statunitense non hanno bisogno di un visto per visite fino a 90 giorni e possono ottenere un permesso di visita all’arrivo, ma è necessario mostrare la prova del trasporto di andata e ritorno, informazioni sull’alloggio e fondi sufficienti per la durata del viaggio.

Cosa mettere in valigia

Le isole Seychelles hanno un clima da foresta pluviale tropicale, con una notevole umidità mitigata dalle fresche brezze oceaniche. Mettete in valigia molti costumi da bagno, abiti larghi e scarpe aperte, perché la maggior parte del vostro tempo qui sarà trascorso in spiaggia. Anche l’escursionismo è un’attività molto diffusa, quindi prendete in considerazione l’idea di portare con voi degli stivali robusti. Tenete presente che la stagione delle piogge va da dicembre a febbraio.

Cosa vedere e fare alle Seychelles

Le spiagge sono l’attrazione principale di questa nazione insulare e, poiché le isole Seychelles sono così lontane, molte di esse sono praticamente incontaminate e raramente affollate. La spiaggia di Anse Lazio, sull’isola di Praslin, è particolarmente famosa per le sue acque limpide e blu e per gli alberi nativi di takamaka.

Nell’entroterra di Praslin si trova la Riserva Naturale Vallée de Mai, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Questa fitta giungla ospita specie animali e vegetali primitive che sono rimaste isolate fin dalla formazione delle isole. Durante la visita, cercate di scorgere il pappagallo nero delle Seychelles, che non si trova in nessun altro luogo del pianeta.

Nelle vicinanze, l’isola di La Digue è nota per la sua incantevole spiaggia di Anse Source d’Argent, dove troverete un litorale incorniciato da pittoreschi massi di granito. Se avete bisogno di una pausa dalla spiaggia, la città di Victoria a Mahé ospita un’architettura incredibile, mercati all’aperto, musei e una vivace vita notturna.

Dove alloggiare

Sebbene le Seychelles offrano alloggi economici, i resort degni di nota sono altrettanto numerosi. Tra i luoghi migliori in cui soggiornare ci sono il Six Senses Zil Pasyon sull’isola privata di Félicité – tutte le sue 30 ville si affacciano sull’oceano e dispongono di piscine private – e il Four Seasons Resort Seychelles a Petite Anse. La sua spa all’aperto e le sue viste mozzafiato sono un motivo sufficiente per fare un viaggio. Questa isola privata alle Seychelles ha l’acqua più limpida che abbiate mai visto

Cosa sapere

Si sa che le isole Seychelles non sono state abitate fino a quando i francesi non hanno iniziato a colonizzare l’area intorno al 1770. Nel corso degli anni, il controllo delle Seychelles è passato tra gli inglesi e i francesi, fino a quando la nazione ha ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1976.

Oggi il Paese rimane incredibilmente multiculturale: la maggior parte dei seicellesi affonda le proprie radici nei primi coloni francesi e negli africani orientali giunti successivamente sulle isole. Vi è anche una notevole influenza dell’India del Sud e della Cina sulla composizione culturale delle isole, che si manifesta nella cucina delle isole, ricca di frutti di mare. Le specialità includono il chutney di squalo – purè di squalo condito con succo di bilimbi – e il ladob, piantaggine cotta nel latte di cocco e servita come piatto dolce o salato.

Come arrivare

Le isole Seychelles si trovano a circa 1.100 miglia dalla costa dell’Africa continentale, quindi il modo migliore per raggiungerle è l’aereo. La maggior parte dei voli di collegamento parte da Doha, Dubai o Nairobi. Gli spostamenti tra le isole avvengono in genere con piccoli aerei o elicotteri.

Cosa vedere alle Seychelles

1. Mahé Island: Tutto sotto il sole

Mahé è la più grande delle isole Seychelles e vanta una serie di baie sabbiose, tra cui la famosa Baie Beau Vallon. Questa potrebbe essere considerata una delle migliori spiagge dell’Africa, con il suo litorale che si estende per chilometri, la possibilità di nuotare, le fantastiche immersioni e lo snorkeling e l’abbondanza di ristoranti tra cui scegliere.

Ci sono molti luoghi di interesse a Mahé che vorrete visitare, quindi vi consigliamo di noleggiare un’auto, partire ed esplorare! Passate in auto tra piantagioni di tè e vaniglia, su strade strette che si snodano tra colline coperte di foreste, e scendete a Victoria, una delle capitali più piccole del mondo. A Victoria si può tranquillamente trascorrere una mattinata passeggiando lungo gli ampi viali e visitando i mercati locali con i loro frutti esotici e le spezie, senza dimenticare di acquistare parei e gioielli fatti a mano.

2. Praslin: Grandi spiagge e fresche foreste

Sebbene sia tra le isole più visitate delle Seychelles, Praslin è un po’ più tranquilla di Mahé e la sua costa di calette appartate rende facile trovare una spiaggia libera dalla folla su cui posare l’asciugamano. E quando vi stancherete della sabbia tra le dita dei piedi, visitate le antiche foreste della Vallée de Mai, un sito Patrimonio dell’Umanità famoso per le sue palme gigantesche, i rari pappagalli neri e i semi di Coco-de-Mer dalla forma erotica (soprannominati “noci dell’amore”).

Il principale centro turistico è Anse Volbert (nota anche come Côte d’Or), dove un insieme di hotel, ristoranti, negozi e bar conferisce a questa sicura spiaggia balneabile un’atmosfera vivace, almeno per gli standard delle Seychelles! Per questo motivo, Praslin è una scelta meravigliosa per chi cerca un mix perfetto di tranquillità e attrazioni.

3. La Digue: Spiagge da cartolina

Se vi siete mai chiesti dove sono state scattate quelle foto impossibilmente perfette delle Seychelles, è probabile che sia stata la splendida isola di La Digue. Il tradizionale stile di vita seicellese continua come sempre su questa piccola isola rilassata e il modo migliore per esplorarla è quello di viaggiare come fa la maggior parte della gente del posto: in bicicletta.

Raggiungete in bicicletta le coste orlate di palme, come la famosa La Digue Beach, incastonata tra imponenti massi, nuotate in acque limpide e calde e prendete il sole ad Anse Source d’Argent, considerata non solo una delle migliori spiagge dell’Africa, ma anche una delle più belle spiagge del mondo.

4. Isole private: La vacanza al mare per eccellenza

Per chi ha il giusto budget, le isole private sono il posto giusto alle Seychelles per un lusso fuori dal mondo e un isolamento totale. Le spaziose ville si aprono su spiagge di sabbia bianca, le piscine private si affacciano sull’oceano e i maggiordomi personali offrono un servizio impeccabile: cena a lume di candela sul ponte privato o sulla spiaggia? A voi la scelta!

Le nostre scelte migliori per una fuga su un’isola privata sono Cousine Island o Denis Island, dove alloggi di lusso come il Denis Private Island Lodge potrebbero essere completamente vostri. Ma se volete davvero sentirvi come dei reali, la scelta non può che cadere su North Island, il rifugio per la luna di miele dei principi William e Kate. Ogni isola ad uso esclusivo è riservata agli ospiti che vi soggiornano, quindi se vi siete mai chiesti come ci si sente ad avere un’isola tropicale tutta vostra, ecco l’occasione per scoprirlo.

5. Isole private esterne: Immersioni e snorkeling fenomenali

L’arcipelago esterno delle Seychelles è composto da diversi gruppi di isole coralline. Poche di queste isole lontane sono abitate, alcune non sono molto più grandi di uno sputo di sabbia e la maggior parte sono circondate dalla macchia blu profonda di barriere coralline incontaminate, il che le rende un vero paradiso remoto.

Le immersioni qui sono semplicemente fenomenali: ci sono colonne e grotte da esplorare e una vita marina sbalorditiva, che va da piccoli pesci di barriera a tartarughe, mante e squali martello, da scoprire. E soprattutto, non c’è praticamente nessun altro in giro. Solo un paio di isole esterne sono dotate di alloggi, e noi vi consigliamo il Four Seasons Desroches Island, a circa 230 km da Mahé. Oltre a essere un’ottima opzione per una vacanza remota e del tutto privata, la località è anche ampiamente considerata una delle migliori destinazioni africane per la luna di miele.

Se state leggendo questo articolo è perché (forse) la vostra scelta è il mare, vi posso consigliare di leggere questo articolo Isole Baleari quale scegliere tra Minorca, Maiorca, Ibiza e Formentera.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento