Cosa vedere e fare a Naxos

cosa vedere a Naxos

Cosa vedere e fare a Naxos

Questo elenco di cosa vedere a Naxos vi aiuterà a organizzare il vostro itinerario in una città ricca di tesori, con spiagge di livello mondiale e gioielli architettonici. Nella nostra sezione cosa vedere a Naxos, parleremo dei principali monumenti, musei e gallerie della città, dei parchi dove rilassarsi, di tutto ciò che secondo noi sono luoghi da non perdere durante la vostra visita sull’isola. Le Cicladi sono il gruppo di isole più famoso della Grecia quando si parla di turismo. Famose e amate per le loro case a zollette di zucchero, le chiese con cupola blu, i panorami e i paesaggi meravigliosi, le spiagge cristalline e il vento che ti rinfresca dall’implacabile sole estivo greco. Ci sono diverse isole delle Cicladi, ma la più grande e la più varia è Naxos. Naxos è anche la più verde di tutte, combinando l’estetica delle Cicladi con l’ombra e il fascino tanto necessari degli alberi e delle chiome di piante striscianti come le bouganville.


È un vantaggio che Naxos sia ancora da scoprire rispetto ad altre isole delle Cicladi come Mykonos o Santorini (Thera). Ciò significa che anche quando visiti l’isola durante l’alta stagione, hai maggiori possibilità di goderti luoghi diversi senza grandi folle ovunque. Ci sono molte cose da fare e da vedere nella bellissima, diversificata e verdeggiante Naxos. Per goderti al meglio l’isola e ottenere il massimo dalla tua vacanza, ecco le cose che dovresti sapere e considerare di aggiungere al tuo programma. Se siete alla ricerca di una fuga dal caos e dalla frenesia della vita quotidiana, allora dovete recarvi a Naxos. Questa splendida isola ospita alcuni dei paesaggi più belli del pianeta, vediamo cosa vedere a Naxos.

Leggi anche: Grecia, dove andare al mare?

Perché visitare Naxos?

La più grande delle isole Cicladi, Naxos ha tutto: dalla storia antica alle spiagge epiche, dalle città vivaci alla scena gastronomica isolana. Raggiungibile con voli o traghetti da Santorini, Mykonos o Atene, è autentica e incontaminata: una fetta genuina della “vera Grecia”. Essendo centrale rispetto al suo gruppo di isole, è una base comoda per fare il giro delle isole. Paros, Koufonisia e Schinoussa sono tutte vicine, quindi prendete i biglietti del traghetto dal porto di Naxos e partite all’avventura.

Questo non vuol dire che non ci sia un’ampia possibilità di avventura per chi resta a casa. Cosa vedere a Naxos? Noleggiate un’auto per girare tra le stradine di campagna e gli antichi villaggi di montagna, oppure rendete ogni giorno diverso trascorrendolo su una spiaggia diversa. Tra queste, Agios Prokopios spicca per la sua sabbia color albicocca e la sua baia turchese, oppure dirigetevi verso Limanakia, così sabbiosa che i locali la chiamano Sahara. Oltre alla spiaggia, ci sono monumenti storici da scoprire (tra cui uno dei templi più antichi della Grecia), castelli veneziani, monasteri e torri medievali, oltre a sport acquatici estivi o escursioni a piedi e in bicicletta nei mesi più freddi. Ispirati? Lanostra pratica guida di viaggio contiene tutti i dettagli necessari per pianificare un soggiornoindimenticabile a Naxos.

Cose da fare a Naxos

Se siete alla ricerca di cosa fare a Naxos, ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Potreste visitare uno dei tanti monumenti famosi dell’isola, come il Monte Zas, la vetta più alta delle Cicladi o luoghi più riparati includono Agios Georgios e Plaka Beach. Oppure potete esplorare la ricca storia di Naxos visitando musei e gallerie. Se vi sentite attivi, potreste anche fare una passeggiata o un giro in bicicletta per le bellissime strade della città. Qualunque cosa decidiate di fare, sicuramente passerete una bella giornata a Naxos! Scoprite la nostra selezione di cosa visitare a Naxos e preparatevi ad innamorarvi dell’isola più eccitante d’Europa. A differenza di molte isole greche, Naxos ha una popolazione che vive tutto l’anno e un forte senso di comunità che esiste da circa 5.000 anni (come testimoniano gli uliveti che risalgono almeno a questo periodo). Di conseguenza, la storia non manca. Cercate l’antico Tempio di Demetra (costruito nel VI secolo a.C.), la chiesabizantina di Panagia Drossiani e l’imponente fortezza di Kastro; oppure esplorate il grazioso villaggio di Apiranthos (che ospita cinque musei), la neoclassica Halki e la vivace Chora (la città principale).

Gli angoli più tranquilli dell’isola di Naxos possono essere esplorati in bicicletta o a piedi. Il Monte Zas, la vetta più alta delle Cicladi, è ideale per fare un salto nella mitologia greca (si dice che Zeus, il dio dell’Olimpo, sia cresciuto qui); oppure provate la campagna intorno a Melanes, ricca di siti antichi. Per spostarsi, è possibile noleggiare un’auto o un quad se ci si sente avventurosi. In qualsiasi modo decidiate di muovervi, vorrete esplorare la costa. Il nord è più selvaggio e spesso spazzato dal vento, ma i luoghi più riparati includono Agios Georgios e Plaka Beach, che si estendono entrambi a perdita d’occhio. La maggior parte di esse dispone di bar e ristoranti sulla spiaggia (Peppermint sulla spiaggia di Maragas è il preferito) che offrono lettini, ombrelloni e pranzi a base di ceviche di branzino e rosé locale. Altre spiagge interessanti sono Mikri Vigla per il kite-surf e Hawaii Beach per chi vuole mettersi a nudo.

Cosa visitare a Naxos?

Avete l’imbarazzo della scelta? Vi piacerà spuntare dalla lista dei posti da vedere a Naxos. È la patria di uno dei mari più belli del mondo. Prima di elencarvi le cose da fare a Naxos, il modo migliore per spostarsi è noleggiare un’auto. Vediamo allora cosa vedere a Naxos?


1. Chora e il castello

Tra i posti da visitare a Naxos non possiamo non andare a Chora, la città principale di Naxos, ed è una bellissima città tentacolare che cresce all’esterno del castello (“Kastro” in greco). Ha la caratteristica architettura delle Cicladi con una miscela un po’ veneziana qua e là per ricordare il passato veneziano dell’isola. Vedrai le bellissime case di zollette di zucchero con porte e persiane colorate, passeggerai lungo sentieri tortuosi imbiancati a calce decorati con buganvillee e basilico e camminerai sotto gli archi. Mentre la visiti, troverai il Castello, il castello veneziano più ben conservato delle Cicladi. Ha due ingressi, il Cancello Principale (“Trani Porta”) e il Cancello Wicket (“Paraporti”). All’interno troverai alcuni degli edifici più antichi di Naxos e diversi luoghi storici come le scuole fondate dai monaci gesuiti, la cattedrale cattolica, la Kapela Kazaza, che era una cappella del duca di Naxos, e la Torre di Krispi o Glezos. In tutta la Chora e il castello troverai una vasta gamma di caffè, ristoranti, pub e club, poiché a Naxos c’è una vivace vita notturna e una buona cucina. Ci sono anche gallerie d’arte e musei degni di nota da visitare, quindi tienili d’occhio!

2. Tra le cose da vedere a Naxos non può mancare Portara

Appena entri nel porto di Naxos, vedrai il suo Castello regnante sulla destra e il monumento di Portara fare lo stesso sulla sinistra. Portara è un enorme, antico portale di marmo che non conduce da nessuna parte se non a creare ricordi meravigliosi. Ha una sensazione mistificante che ti fa pensare alla magia e al romanticismo. Si trova su un isolotto dell’isola e ha più di 2000 anni. In origine faceva parte di un grande tempio dedicato al dio Apollo. Fu costruito durante il periodo in cui Naxos era un grande centro culturale antico. Ora, rimane solo la porta, che offre splendide viste sul mare e sulla Chora, oltre a uno splendido tramonto da non perdere.

3. Chalki

Tra le cose da vedere a Naxos troviamo Chalki, un tempo capitale di Naxos ed è considerato il villaggio più pittoresco dell’isola. Pur rimanendo all’interno dell’estetica generale del villaggio delle Cicladi, è anche pieno di edifici neoclassici ristrutturati e stretti sentieri di pietra. Vivace di fiori e piante rampicanti, è come un dipinto romantico vivo e che respira. Chalki era il luogo in cui veniva prodotto il famoso liquore locale, Kitron, e puoi ancora visitare la tradizionale distilleria Valindras che l’ha fatta per conoscere il processo e assaggiare la bevanda. Visita la chiesa bizantina di San Giorgio Diasoritis, costruita nell’XI secolo, e cammina fino alla torre veneziana dei Barozzi per una vista mozzafiato prima di riposarti in uno dei caffè pittoreschi o negli abbondanti ristoranti.

4. Apeiranthos

Questo villaggio si trova a 28 km da Chora ed è un altro splendido e pittoresco villaggio di montagna ricco di influenze veneziane nella sua architettura. Vale la pena esplorarlo tutto attraverso le sue varie strade laterali e sentieri tortuosi. Apeiranthos ospita anche il Museo di Arte Popolare e il Museo Geologico, oltre a una bellissima chiesa dedicata alla Vergine Maria, Panagia Apeiranthitissa.

5. Moutsouna e la funivia dei trasporti

Tra le cose da fare a Naxos non possiamo non parlare del villaggio di Moutsouna è un insediamento balneare sul lato orientale dell’isola. È unico in quanto non solo ha un porto, ma anche un raro sistema di trasporto per lo smeriglio, una roccia granulare scura che è stata una delle principali esportazioni della Grecia fino alla seconda guerra mondiale. Lo smeriglio è una miscela di corindone e magnetite utilizzata per la molatura e la lucidatura. Ci sono diverse miniere di smeriglio sparse intorno a Naxos ed è stato trasportato dalla funivia aerea di trasporto di smerigli. Questo è stato costruito negli anni ’20 ed è stato un grande miglioramento rispetto all’arduo trasporto con animali da soma. È lungo 9 km e si estende da Stavrolagada a Moutsouna, dove si trovava la stazione di spedizione. Ora è stato designato come uno dei più importanti siti industriali della Grecia e puoi seguirne il percorso e portarlo con l’arte dei disegni industriali.

6. Gli antichi templi

Naxos ha diversi siti archeologici che meritano una visita, in particolare gli antichi templi. Il tempio di Dioniso a Iria risale al XIV secolo aC e fu il primo ad avere il marmo utilizzato come mattone. Rimase in funzione fino all’epoca romana ed era dedicata al dio del vino Dioniso nonché a una misteriosa e sconosciuta divinità femminile. Era un complesso di circa quattro edifici, di cui potrete ammirare il tempio parzialmente restaurato del 580 aC. Ce n’è un altro dedicato alla dea della primavera e del raccolto Demetra, situato nei pressi di Sangri. Questo è quasi completamente restaurato con oltre il 50% del suo materiale da costruzione originale in atto. Il tempio rimase in funzione fino al 3° secolo aC. Successivamente fu riadattato ad insediamento cristiano con l’aggiunta di una piccola cappella costruita proprio di fronte all’antico tempio.


7. Il Kouroi di Naxos

Le statue incompiute di un kouros e di un kore a Melanes si trovano nell’antica cava abbandonata di Florio. Si pensa che le statue vi siano state abbandonate nel 570 aC perché incidenti le rendevano inadatte all’uso: una delle gambe del kouros è rotta. Il kouros è alto 6,4 metri ed è un imponente esempio di scultura in marmo naxiano. Un esemplare altrettanto imponente è visibile nei pressi del villaggio di Apollonas, ancora più grande, alto circa 10 metri, lasciato ancora incompiuto dagli antichi scultori.

8. I mulini a vento di Vivlos

Il villaggio di Vivlos è anche conosciuto come Tripodes ed è uno dei più grandi villaggi di Naxos. È noto per i suoi famosi mulini a vento, costruiti nel 19° secolo. Sono per lo più in rovina in questo momento, ma puoi ancora goderti le loro forme imponenti e la vista meravigliosa. Vivlos ha anche molti altri luoghi pittoreschi da vedere, dalle strade tortuose agli splendidi panorami. Ci sono anche le rovine della torre Plaka e la bellissima chiesa di Panagia Tripodiotissa da vedere.

9. Le chiese e i monasteri

Ci sono molte chiese e monasteri incredibili da visitare risalenti a varie epoche di Naxos. Ognuno ha il suo stile e la sua unicità, quindi non dare per scontato di averli visti tutti se ne hai visitato solo uno. Il monastero dei Gesuiti a Kalamitsia era in realtà un palazzo dei Gesuiti nel XV secolo. Ora è in rovina, ma ne è ancora abbastanza in piedi perché tu ne possa prendere il puro splendore e l’opulenza che hanno caratterizzato questo complesso. Tanto che si diceva che i monaci gesuiti si fossero rifiutati di abitarvi poiché avevano prestato giuramento di povertà. La chiesa paleocristiana di Panagia Drosiani è una delle chiese più antiche dell’isola, edificata intorno al VI secolo. Vanta affreschi di quell’epoca e fino al 14° secolo, tra cui una famosa cupola che raffigura Gesù Cristo da giovane, ma anche una ricchezza di manufatti e antichi intagli.

10. Le torri

Queste torri sono per lo più di epoca veneziana dell’isola sono sparse ovunque. Alcuni sono stati ridotti a ruderi e non sono più realmente visibili mentre altri sono stati conservati o completamente restaurati. Alcune torri, invece, risalgono all’antichità e si pensa facciano parte di un complesso sistema difensivo nella stessa logica di quella dei veneziani molto più tardi. La torre Cheimarros è una torre dell’antichità (IV secolo aC) con l’ulteriore vantaggio di essere quasi completa e in fase di restauro. È alta 15 metri e offre uno straordinario esempio di quanto fossero formidabili le fortificazioni a quei tempi. La torre del castello di Bazeos presso il Monastero di Timios Stavros (la Santa Croce) fu originariamente costruita come fortificazione contro i pirati. Dal 19° secolo è di proprietà della famiglia Bazeos ed è stato utilizzato come quartiere estivo. Oggi è stato restaurato e presenta diverse sale e corti medievali dove si svolge ogni anno il Festival estivo di Naxos. La torre di Ayia si trova a nord dell’isola, alta e di fronte al mare per respingere eventuali aggressori. Fu costruito nel 17° secolo dalla nobile famiglia Kokkos ma fu distrutto da un incendio nel 1992. I suoi bastioni e le mura della torre sono ancora conservati.

11. Monte Zas e Grotta di Zas

Si dice che sia il luogo in cui il bambino Zeus vivrebbe e crescerebbe, è a 1003 metri dalla vetta! Vale la pena salire in cima solo per la vista a volo d’aquila dell’intera isola e la sensazione di camminare sugli stessi antichi sentieri degli antichi greci di Naxos. C’è anche la grotta di Zas, che offre le stesse splendide viste mozzafiato, un fresco riparo dal sole spietato e camere impressionanti con stalagmiti e stalattiti, nonché altre interessanti formazioni che corrono per 11 metri.

12. La street art ad Alyko

Vicino alla lussureggiante spiaggia sabbiosa di Alyko, c’è un hotel abbandonato degli anni ’60 che è stato riproposto come museo di street art. Lì vedrai diverse opere del famoso artista di strada WD (Wild Drawing) e quelle di altri artisti di strada in un’ode colorata all’arte all’aperto.


Leggi anche: Le 12 isole più belle della Grecia

Naxos le spiagge più belle

Una delle cose da fare a Naxos è visitare le spiagge più belle e rinomate delle Cicladi. Molte hanno sabbia bianca che contrasta perfettamente con il blu ceruleo del mare. Le tre migliori sono Agios Prokopios, considerata una delle migliori spiagge d’Europa. Ha il vantaggio di venti dolci e sabbia bianca dorata che si estende per più di 1 km. Vicino ad Agios Prokopios, troverai la lussureggiante spiaggia di Agia Anna. Questo è organizzato, quindi puoi godertelo dal tuo lettino mentre sorseggi un cocktail sotto gli ombrelloni forniti. Plaka è perfetto per gli sport marini come il windsurf e il kitesurf. Ha anche una bellissima sabbia e acque cristalline per il tuo divertimento! Naxos è fiancheggiata da spiagge quasi perfette, quindi non limitarti a queste tre. Scopri il tuo, o anche fare la crociera in catamarano per dare un’occhiata a tutti loro. Se fai la crociera in catamarano , avrai la possibilità di fare snorkeling e visitare la famosa Grotta della Rina, che è una splendida grotta marina con acque color smeraldo per il tuo divertimento.

Cosa mangiare a Naxos?

Un modo in cui una vacanza a Naxos si distingue dalle altre isole greche è il calibro del cibo e delle bevande locali. Si tratta di un’isola grande e fertile, dove viene coltivata un’enorme quantità di prodotti. Si dice che le patate di Naxos siano le migliori della Grecia, e se il vostro menu prevede insalate, formaggi, patatine, agnello o pesce, è molto probabile che gli ingredienti provengano proprio da qui. Praticamente ogni villaggio ha i suoi piatti speciali o i suoi prodotti artigianali, dalle grandi forme di formaggio Graviera ai gustosi pezzi di kefalotyri fatti alla maniera antica dai pastori locali. Anche le bevande alcoliche vengono prodotte qui: il kitro (un liquore agli agrumi) è endemico dell’isola (la distilleria di Halki è una delle più antiche ancora in attività in Grecia) e la bijou Saint Anna Winery merita una visita per sorseggiare i rossi, i bianchi e i rosati dell’isola. Per assaporare questa ricchezza, si può scegliere tra le taverne a tavola nei villaggi rustici (la Taverna Giorgis a Melanes è particolarmente rinomata) o i ristoranti che si trovano nel porto o nei vicoli della città di Naxos. Un posto da non perdere è Typografio, ospitato in un’ex stamperia, e non stupitevi se la maggior parte dei pasti si conclude con uno o due bicchieri di ouzo in omaggio.

Dove alloggiare a Naxos?

Il punto di partenza più ovvio è l’affascinante Chora (Naxos Town), comoda per l’aeroporto e i traghetti (oltre agli autobus per esplorare l’isola). Oltre a una vasta scelta di bar e ristoranti, anche qui c’è molto da vedere e da fare: visitate il castello, curiosate nel mercato e ammirate il tramonto dalle rovine di Portara. Scegliete un hotel sulla spiaggia ad Agios Georgios*, ideale per le famiglie , a pochi passi dalla vita notturna della città di Naxos. Un po’ più avanti lungo la costa si trova la spiaggia di Agios Prokopios, il cui aspetto sud-orientale la ripara dai venti dominanti. Sulla collina di Stelida si affaccia la Naxian Collection*, le cui ville e suite di lusso dispongono di piscine private e semi-private. Oltre il promontorio successivo si trova Plaka, la spiaggia più lunga dell’isola, più frequentata all’estremità settentrionale (Maragas). Un’ottima scelta è l’incantevole Naxian on the Beach*, un rifugio per soli adulti che punta sul lusso a piedi nudi. Proseguendo verso sud si trovano le località balneari di Mikri Vigla e Kastraki; oppure ci si può dirigere verso l’interno per soggiorni tranquilli in villaggi come Moni, dove l’ELaiolithos Luxury Retreat* delizia con le sue credenziali ecologiche e i suoi pasti a base di prodotti agricoli.

Come raggiungere Naxos

Puoi raggiungere Naxos in aereo o in traghetto. Se andate in aereo, ci sono voli per Naxos da Atene. Il volo dura circa un’ora in un piccolo aereo. Se vai in traghetto, ci sono traghetti da Rafina o dal porto del Pireo che effettuano servizio tutti i giorni. Se sei già nelle Cicladi, puoi raggiungere Naxos in traghetto da altre isole come Paros, Mykonos o Santorini (Thera).

Consigli per visitare l’isola

Per un senso di avventura, allontanatevi dai sentieri battuti per scoprire il lato orientale dell’isola, meno battuto. Raggiungibile in auto o con gite in barca dalla città, è un luogo di spiagge prive di folla, come la spiaggia di Panermos, perfetta per le immagini, fiancheggiata da un lato da palme e dall’altro da acque turchesi. Anche la grotta marina di Rina è un luogo ideale per nuotate memorabili. Durante il soggiorno, non dimenticate di fermarvi a Moutsouna, il cui porticciolo offre alcune opzioni meravigliose per concedersi un pranzo a base di pesce fresco.

Il vento Maltemi soffia sulle Cicladi in estate: un sollievo in alcune giornate calde, ma un fastidio per la sabbia in altre. Raggiungere le spiagge in autobus è semplice. Per una maggiore immersione culturale, programmate il vostro viaggio in modo che coincida con uno dei festival dell’isola, il più noto dei quali è Dionysia (che si tiene all’inizio di settembre), che presenta spettacoli e vino in abbondanza in onore del dio greco Dioniso. L’Axia International Festival di Halki (metà agosto) è un appuntamento imperdibile per gli appassionati di musica classica.

Conclusione

Se siete alla ricerca di cosa fare a Naxos, vi posso dire che c’è molto da fare. Per cominciare, potete esplorare i numerosi musei e gallerie d’arte dell’isola. Oppure, se siete persone attive, potete fare una passeggiata o visitare uno dei tanti siti storici. Se avete voglia di fare shopping, potete recarvi in una delle tante strade alla moda della città. E, naturalmente, potete sempre gustare un pasto delizioso o una bevanda rinfrescante in uno dei tanti caffè e ristoranti. Qualunque cosa decidiate di fare, vi divertirete sicuramente in questa meravigliosa isola.

Leggi anche: I migliori luoghi da visitare in Grecia

Lascia un commento