Roma è una delle destinazioni di viaggio più esaltanti e romantiche del mondo

By | Dicembre 18, 2020
Guida turistica Roma

Soprannominata la Città Eterna da poeti e artisti, Roma è una delle destinazioni di viaggio più esaltanti e romantiche del mondo. È una città che ispira la mente, fa appello ai sensi e cattura il cuore.

I visitatori di Roma scoprono presto che i residui culturali di epoche diverse sono spesso intrecciati: un mausoleo pagano è anche una fortezza papale, una chiesa medievale ha una facciata barocca e un palazzo rinascimentale si affaccia su un moderno nodo stradale. Non importa se sei venuto a Roma per la grandiosità degli antichi resti, i venerati luoghi di pellegrinaggio della Chiesa cattolica o le opere ispirate di Michelangelo, Raffaello e Bernini – finirai per vedere un glorioso miscuglio.

Città eterna

Roma è stata a lungo chiamata la Città Eterna. È difficile dire se il nome si riferisca alla città come sede dell’Impero Romano, come cuore della Chiesa cattolica, come capitale d’Italia, o come importante meta di pellegrini. Lo strato su strato della storia ha certamente un sentimento eterno, ma è il dramma in continua evoluzione della città che è la sua più grande attrazione.

Passeggiando per il Centro Storico, si rimane colpiti dalla vastità e dalla maestosità degli edifici stipati nelle strade strette e tortuose. I romani in qualche modo riescono a vivere nella loro storia con un sorprendente grado di indifferenza mentre si precipitano nella loro vita quotidiana, e questo è qualcosa del fascino della città.

Panoplia dei tesori

La progettazione urbana e la storia architettonica di Roma possono essere studiate attentamente in ogni fase dello sviluppo. Per cominciare, ci sono i suoi grandi resti antichi: il maestoso Pantheon, l’imponente Colosseo, le toccanti rovine del Foro Romano. Poi c’è la fresca bellezza delle basiliche paleocristiane e il patrimonio della Roma medievale, con splendidi mosaici e chiostri tranquilli. Il Rinascimento si riflette in eleganti chiese, graziosi palazzi e il genio degli artisti Raffaello e Michelangelo. Infine, l’era barocca offre un’architettura dinamica, piazze teatrali e fontane sgargianti.

Lavori pubblici

Nel periodo che precede l’anno giubilare 2000, le autorità hanno speso una fortuna in un programma di lavori pubblici volti a migliorare lo status della città e ripristinare monumenti, siti archeologici e chiese. I musei furono rinnovati e le loro ore prolungate. Le facciate delle chiese sono state rinnovate.

La stazione ferroviaria principale, la Stazione Termini, è stata rivitalizzata e anche i trasporti pubblici migliorati, con una flotta in continua espansione di autobus per lo più nuovi, per disabili (e sempre più ecologici o elettrici). La maggior parte del traffico è stato bandito da vaste aree del centro storico durante il giorno.

Da allora Roma ha visto una nuova ondata di costruzioni – una città dove per decenni sembrava che l’architettura moderna non avesse posto – attirando alcuni dei più grandi nomi del settore. Ex caserme nel quartiere Flaminio nord di Roma sono state convertite dal vincitore del premio Pritzker Zaha Hadid nel MAXXI, un centro nazionale di arti contemporanee; un polo museale per ospitare l’Ara Pacis (altare della pace) del 9 aC è stato progettato da Richard Meier; e il bellissimo complesso musicale e artistico di Renzo Piano, l’Auditorium, ha riscosso molto successo.

Quando a Roma

Roma ha un suo particolare “programma”, un ritmo che sembra sfidare ogni definizione di gestione del tempo e praticità. Questo atteggiamento laissez-faire dà spesso l’impressione che i romani si preoccupino poco delle esigenze o dei limiti di tempo del visitatore. L’impressione non potrebbe essere più lontana dalla verità.

Gratta sotto la superficie della facciata apparentemente indifferente di qualsiasi italiano e troverai un amico per la vita. La chiave di ciò sta nella frase immortale, “quando stai a Roma fai come i romani”. Ci si aspetta semplicemente che turisti e residenti facciano ciò che fanno tutti gli altri. Insistere sul fatto che il modo locale non è efficace è generalmente accolto con freddezza. Se chiedi ai romani il perché, ti diranno “e cosi”, è così.

Roma in numeri

Popolazione di Roma: 2,7 milioni

Densità di popolazione: 2.105,5 per kmq (5.443,5 per miglio quadrato)

Fondato: 21 aprile 753 a.C.

Visitatori in Vaticano: media di 15.000 al giorno

Altitudine: 20m (65,6ft)

Spazi verdi: il 3 per cento della superficie del comune di Roma è costituito da parchi e giardini

Numero Colli: 7 (Capitolino, Palatino, Aventino, Quirinale, Viminale, Esquilino, Celio)

Numero di palazzi nel centro della città: più di 200

Santi Patroni: San Pietro e San Paolo

Guida turistica di Roma

I posti migliori da visitare a Roma

Incoronando sette colli lungo le rive tortuose del fiume Tevere, Roma fu fondata, secondo la leggenda, dai gemelli Romolo e Remo. Ha numerose sfaccettature al suo carattere: l’antica Roma di rovine imperiali; Roma cattolica della Città del Vaticano e innumerevoli chiese; la città rinascimentale di Michelangelo e Raffaello; i fasti barocchi del Bernini e del Borromini.

Ma è anche una metropoli moderna di interminabili ingorghi, boutique alla moda, caffè affollati e ristoranti eleganti, oltre a uffici, fabbriche e sobborghi del dopoguerra senza carattere. Il segreto della magia della Città Eterna è che vive e assapora tutte le sue epoche. Le chiese sono costruite sulle rovine di terme romane o templi pagani, e la folla di caffè si gusta un caffè in Piazza Navona traggono ispirazione dalle grandiose fontane del XVII secolo del Bernini.

Per la maggior parte, il modo migliore per spostarsi è a piedi. Gran parte del centro storico è stato chiuso al traffico e il parcheggio è generalmente impossibile. Il trasporto pubblico di Roma è stato migliorato e, sebbene affollato nelle ore di punta, di solito ti porterà abbastanza vicino alla tua destinazione.

Antica Roma

Il nucleo della Roma classica si trova al Foro, con il Colosseo appena oltre a est, il Campidoglio a ovest e il Palatino e le Terme di Caracalla a sud. Le reliquie monumentali a volte sono difficili da decifrare, ma gran parte del loro fascino risiede nel mistero stesso.

Le migliori zone di Roma

Un tempo cuore di un impero, Roma ha attratto poeti, artisti, scrittori e viaggiatori per migliaia di anni. Con i suoi morbidi palazzi color ocra, i classici colonnati, le piazze suggestive, le fontane, le colline, le rovine e gli splendidi capolavori, come il Colosseo e il Pantheon, è una città che ispira la mente, fa appello ai sensi e cattura il cuore.

Muoversi a Roma

La Città Eterna rimane caotica ma compatta, sconcertante ma percorribile, ammaliante ma estenuante. Purtroppo il sistema di trasporto pubblico – da una metropolitana che serve poco del centro storico, agli autobus sovraffollati con orari imprevedibili – è tristemente inadeguato. I lavori su una nuova linea della metropolitana, che corre da nord-ovest a sud-est, taglieranno audacemente il cuore della città imperiale.

Nel frattempo, la gente del posto continuerà a fumare negli ingorghi, a spostarsi sui ciclomotori o a sballottare in autobus ad alta velocità. Per i visitatori, la buona notizia è che, con stoicismo, scarpe robuste e un numero sufficiente di fermate di caffè alimentate da caffeina, Roma è ancora una città paradisiaca a piedi. Poiché le strade si snodano in ogni direzione e i loro nomi cambiano in un batter d’occhio, il metodo migliore per orientarsi è fare come fanno i romani: orientarsi dalla piazza più vicina. Ognuno ha la propria identità, e anche se un locale non sa quale bar o negozio cerchi, è probabile che lui o lei possa indirizzarti in piazza.

Cosa visitare a Roma

Il Campidoglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *