attrazioni turistiche di Roma

In questo articolo trovi un elenco delle 25 attrazioni turistiche più belle di Roma. Ah, Roma. La città dove la speranza sgorga eterna. È una città orgogliosa della sua antica gloriosa eredità, una città che un tempo espanse il suo impero in Europa, Africa e Asia. Roma è una città intrisa di storia e di cristianesimo. I visitatori per la prima volta potrebbero essere facilmente sopraffatti da tutto ciò che questa magnifica città ha da offrire. Dopotutto, si possono trovare storia e arte a quasi ogni angolo di strada. Ecco perché ai visitatori potrebbe servire un elenco delle 25 attrazioni turistiche più belle di Roma.

Le più belle attrazioni turistiche di Roma

Roma è suddivisa in diversi rioni con il suo centro, il quartiere Colosseo, contenente le più antiche attrazioni turistiche come il Colosseo, il Campidoglio e il Foro Romano. Alla periferia del centro si trova la Vecchia Roma, con il Pantheon, splendide cattedrali, piazze e architettura rinascimentale.

Purtroppo non è possibile vedere tutte le principali attrazioni turistiche di Roma in pochi giorni o addirittura in una settimana. Un visitatore non principiante non tenterà nemmeno di vedere tutto in un unico viaggio. Per assicurarsi di tornare a Roma, lanceranno una moneta nella Fontana di Trevi. La leggenda narra che coloro che lo fanno torneranno di nuovo a Roma, questo è l’unico modo per visitare tutte le attrazioni turistiche di Roma.

25. Terme di Caracalla

Le Terme di Caracalla, le seconde terme pubbliche più grandi di Roma, furono costruite dall’imperatore Caracalla nel III secolo per scopi di propaganda politica: l’imperatore voleva semplicemente che piacesse alla gente. Le terme sono state funzionanti per oltre trecento anni. Negligenza, saccheggio e un terremoto hanno trasformato il complesso in rovine, ma le loro dimensioni e ingegno continuano a stupire i visitatori.

24. Villa Farnesina

I visitatori che vogliono dare un’occhiata a come vivevano i ricchi durante il Rinascimento possono visitare Villa Farnesina, una villa situata nel rione Trastevere. La Villa Farnesina è nota per gli affreschi raffiguranti i miti di Amore e Psiche che furono dipinti da Raffaello. Opere di vari altri artisti furono commissionate da un banchiere, che fu anche tesoriere pontificio, e che fece costruire la villa nel 1506.

23. Via Appia

La Via Appia Antica è la più famosa strada antica di Roma, che collega la città con Brindisi nell’Italia sud-orientale. Prende il nome da Appius Claudius Caecus, un censore romano, in origine era una strada militare. Molti monumenti storici possono essere trovati lungo i primi 8 km (5 miglia) della strada di pietra di 560 km (350 miglia) oggi. Questa vecchia autostrada all’inizio è molto trafficata, ma è sicura per i pedoni dopo un paio di miglia.

22. Museo Nazionale Romano

Se vuoi immergerti il ​​più possibile nella storia, nel patrimonio e nella cultura di Roma, non perderti il ​​Museo Nazionale Romano o il Museo Nazionale Romano.

Questo museo romano non ospita l’intera collezione in un unico luogo. Invece, le mostre si trovano in più destinazioni in tutta la città. Trova ambra, manufatti romani e gioielli all’interno dell’incredibile Palazzo Massimo alle Terme, ammira l’uso mozzafiato del marmo e le meravigliose sculture all’interno di Palazzo Altemps e osserva da vicino le terme romane nel sito storico restaurato delle Terme di Diocleziano.

21. Monumento a Vittorio Emanuele II

Costruito in onore di Vittorio Emanuele, il primo re dell’Italia unita, questo monumentale monumento può sembrare un solido marmo bianco ma in realtà contiene molte stanze all’interno. Fu progettata da Giuseppe Sacconi nel 1885 e completata nel 1925.

Ci sono due musei permanenti, uno sulla riunificazione italiana e uno sull’emigrazione dall’Italia, oltre ad altri spazi che ospitano mostre a rotazione. Il Monumento a Vittorio Emanuele non è esattamente conosciuto come una delle strutture più belle di Roma, ma vale comunque la pena visitarlo, anche solo per le splendide viste dall’alto.

20. Piazza del Popolo

La Piazza del Popolo è una grande piazza ovale nel nord di Roma che esiste dai tempi dell’Impero Romano. Un tempo era l’inizio della strada più importante verso nord. Tre chiese delimitano la piazza, ma l’attrazione principale è un obelisco dell’antico Egitto. Sul lato nord la piazza è dominata dalla Porta del Popolo, che immette sulla Via Flaminia, strada che collega Roma con la costa adriatica.

19. Santa Maria in Trastevere

Santa Maria in Trastevere è una delle chiese più antiche di Roma, e la maggior parte degli storici ritiene che sia stata costruita per la prima volta nel IV secolo. La chiesa conserva imponenti mosaici del XII e XIII secolo; è stata ampliata e restaurata nel corso degli anni. Situata nel popolare quartiere di Trastevere, la sua suggestiva piazza è impreziosita dai mosaici sulla facciata, soprattutto di notte quando la chiesa e il suo campanile sono illuminati.

18. Ostia Antica

Ostia Antica è un importante sito archeologico che un tempo era il porto marittimo di Roma. Si trova a meno di 20 miglia da Roma alla foce del fiume Tevere. Il sito presenta edifici antichi ben conservati, alcuni dei quali risalgono al IV secolo aC. Ostia Antica è nota per gli straordinari affreschi e mosaici su questi antichi edifici, nonché per gli antichi bagni pubblici che trasformavano i bagni in un ambiente sociale.

17. Basilica di San Clemente

Situata a pochi isolati dal Colosseo, la Basilica di San Clemente del XII secolo è costruita sopra una chiesa del IV secolo e un antico tempio romano. La chiesa attuale è nota per i suoi favolosi affreschi e mosaici. A pagamento è possibile esplorare gli scavi dei due livelli inferiori, un affascinante viaggio nella storia di Roma.

16. Musei Capitolini

I romani potrebbero aver impiegato 400 anni per costruire i Musei Capitolini, dopo che furono progettati nel 1536 da Michelangelo, ma ne è valsa la pena. Questa straordinaria collezione di musei d’arte e archeologici, iniziata con una donazione papale nel XV secolo, si trova in Piazza del Campidoglio in cima al Campidoglio. Le collezioni comprendono arte medievale e rinascimentale, antiche statue romane e gioielli.

15. Colle Palatino

Il Palatino, uno dei Sette Colli di Roma, ha legami con la mitologia romana, poiché qui un lupo avrebbe trovato i gemelli Romolo e Remo e si è preso cura di loro fino a quando un pastore non li ha salvati. Anche se questa leggenda non è vera, il Palatino è ancora il luogo dove fu fondata Roma. Oggi rimangono solo ruderi ma in epoca imperiale il colle fu completamente edificato con grandi palazzi.

14. San Giovanni in Laterano

San Giovanni in Laterano (San Giovanni in Laterano) è una delle quattro basiliche maggiori di Roma. Dedicata a Giovanni Battista ea Giovanni Evangelista, è la cattedrale domestica sia dell’arcivescovo di Roma che del papa. Si ritiene che sia la prima chiesa cattolica costruita a Roma. Il suo esterno non sembra ornato come le altre chiese, ma all’interno è ben decorato, con ornamenti murali, colonne, mosaici e dipinti.

13. Galleria Borghese

La Galleria Borghese è una pinacoteca che fu costruita come casa delle feste dal cardinale Scipione Borghese nel XVII secolo. Nipote di papa Paolo V, il cardinale fu anche mecenate delle arti. La galleria oggi ospita molti pezzi di dipinti, sculture e altre antichità della sua collezione. Qui si possono ammirare dipinti di Tiziano, sculture del Bernini e il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali.

12. Basilica di Santa Maria Maggiore

Fondata nel IV secolo, la Basilica di Santa Maria Maggiore è considerata una delle chiese cattoliche più importanti di Roma. Il suo esterno del 18° secolo nasconde uno degli interni bizantini meglio conservati della città. I viaggiatori che si trovano a Roma il 5 agosto potrebbero voler partecipare alla celebrazione del Miracolo della neve quando migliaia di petali bianchi cadono dal soffitto.

11. Piazza San Pietro

Situata nella Città del Vaticano, Piazza San Pietro è la piazza più famosa di Roma. Centinaia di migliaia di persone si riuniscono qui per ascoltare i messaggi del papa. Creata nel XVII secolo dal Bernini, la piazza ha forma ellittica, circondata su due lati da colonnati davanti alla Basilica di San Pietro. Le statue siedono in cima ai colonnati. Al centro dell’ellisse si erge un obelisco egizio che fu trasportato dall’Egitto a Roma durante il regno dell’imperatore Augusto.

10. Campo de’ Fiori

Campo de’ Fiori è una piazza rettangolare a sud di Piazza Navona utilizzata come mercato durante il giorno e centro di feste per studenti universitari e turisti di notte. Il nome significa “campo di fiori” e fu dato per la prima volta durante il medioevo quando la zona era in realtà un prato.

Oggi il mercato è un luogo vivace, soprattutto quando qui si tiene il mercato ortofrutticolo giornaliero (tutte le mattine tranne la domenica). I visitatori possono acquistare prodotti freschi al mercato, oltre a pesce, carne, fiori e spezie. La piazza è circondata da caffè e ristoranti, il che la rende un buon posto dove mangiare dopo lo shopping o semplicemente passare il pomeriggio.

9. Piazza Navona

Una delle più famose delle tante piazze di Roma, Piazza Navona fu fondata verso la fine del 1400, e conserva la forma dello Stadio di Domiziano che qui sorgeva. Costruito dall’imperatore Domiziano nell’86 d.C., lo stadio, che aveva un’arena più grande del Colosseo, era utilizzato principalmente per feste ed eventi sportivi. Gli edifici che circondano la piazza sorgono dove un tempo sedevano gli spettatori.

Oggi, la piazza presenta non meno di tre magnifiche fontane ed è un luogo immensamente popolare per sorseggiare un cappuccino, fare shopping e guardare gli artisti di strada.

8. Castel Sant’Angelo

Castel Sant’Angelo fu costruito come mausoleo per l’imperatore Adriano e la sua famiglia. Costruita nel 123 aC, fu poi trasformata in fortezza e castello dai papi. Un tempo era l’edificio più alto di Roma. Le ceneri di altri imperatori vi furono sepolte, ma disperse quando i Visigoti invasero nel 410. Fungeva anche da prigione, ma oggi il castello è un museo. Tra i luoghi più conosciuti di Roma, gli appassionati di cinema lo riconosceranno come ambientazione di “Angeli e Demoni”.

7. Foro Romano

Situato nella piccola valle tra il Palatino e il Campidoglio, il Foro Romano (o Forum Romanum in latino) è stato per secoli il cuore pulsante dell’antica Roma: sede di cortei ed elezioni trionfali, luogo di discorsi pubblici e nucleo di affari commerciali . Il Foro di oggi è un rudere tentacolare di frammenti architettonici e comprende gli Archi di Settimio Severo e Tito, il Tempio di Antonino Pio e Faustina e il Tempio di Saturno.

6. Piazza di Spagna

Veramente monumentale scalinata di 135 gradini, Piazza di Spagna fu realizzata con fondi francesi tra il 1721-1725 per collegare l’ambasciata borbonica spagnola alla Santa Sede con la chiesa francese Trinità dei Monti. I gradini sono generalmente molto affollati attirando turisti e gente del posto che lo usano come luogo di ritrovo. Ogni anno a maggio i gradini sono decorati con azalee rosa. Ai piedi di Piazza di Spagna si trova Piazza di Spagna e la Fontana della Barcaccia, una sobria fontana progettata da Gian Lorenzo Bernini.

5. Fontana di Trevi

Completata nel 1762 su progetto di Nicola Salvi, questa fontana barocca di fama mondiale presenta una composizione scultorea mitologica di Nettuno, dio del mare, affiancata da due Tritoni.

La posizione della fontana di Trevi segna il capolinea dell’antico acquedotto dell’Aqua Virgo ed è così chiamata per la sua posizione all’incrocio di tre strade (tre vie). La fontana ha fatto da cornice a una scena iconica del film Dolce Vita di Fellini con Anita Ekberg e Marcello Mastroianni. Da allora, è diventata una delle attrazioni turistiche più popolari di Roma. La leggenda dice che chi lancia una moneta nella fontana un giorno tornerà a Roma.

4. Musei Vaticani

I Musei Vaticani ebbero inizio nel XVI secolo con una collezione di sculture di papa Giulio II. Oggi racchiudono diversi musei all’interno della Città del Vaticano e includono alcune delle reliquie più importanti del mondo. Le attrazioni dei musei includono la scala a chiocciola, le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina, finemente decorata. Michelangelo dipinse il soffitto della cappella tra il 1508 e il 1512.

Oggi si ritiene che il soffitto, e in particolare il Giudizio universale, siano il coronamento dei successi pittorici di Michelangelo. Per tenere sotto controllo la grande folla, i musei hanno 4 percorsi che vanno da un’ora e mezza a più di 5 ore. Tutti gli itinerari terminano nella Cappella Sistina.

3. Panteon

Uno degli edifici romani meglio conservati, il Pantheon fu costruito nel 126 d.C. come tempio per tutte le divinità romane. Il tempio funge da chiesa cattolica romana dal VII secolo. Otto graziose colonne corinzie in granito si estendono sulla parte anteriore di questo edificio circolare, con colonne minori sul retro.

Sebbene abbia 2.000 anni, la famosa cupola del Pantheon rimane la più grande cupola in cemento armato non armato del mondo. Si ritiene che Marco Agrippa abbia costruito il Pantheon come suo tempio privato. L’attuale edificio fu ricostruito dall’imperatore Adriano nel II sec.

2. Basilica di San Pietro

Centro del mondo cattolico e grande attrazione turistica, la Basilica di San Pietro è un’enorme chiesa: con un’altezza interna di 120 metri (400 piedi), lo space shuttle, insieme ai suoi razzi booster, potrebbe trovarsi al suo interno, poiché potrebbe la Statua della Libertà.

La basilica sorge sul luogo tradizionale in cui Pietro, l’apostolo considerato il primo papa, fu crocifisso e sepolto. La costruzione dell’attuale edificio iniziò nel 1506 e fu completata nel 1615. Molti artisti famosi lavorarono al complesso e ai suoi dintorni: Michelangelo progettò la cupola mentre Bernini progettò la grande Piazza San Pietro.

1. Colosseo

Il Colosseo è un’altra delle maggiori attrazioni turistiche di Roma. La sua costruzione fu iniziata dall’imperatore Vespasiano della dinastia dei Flavi nel 72 d.C. e fu terminata da suo figlio Tito nell’80 d.C.

L’anfiteatro ellittico poteva contenere fino a 50.000 persone che si presentavano per vedere i gladiatori combattere, le persone venivano giustiziate pubblicamente e godersi altre forme di intrattenimento. Questa struttura in pietra e cemento, costruita nel I secolo, era il più grande anfiteatro dell’Impero Romano. È considerata una delle più grandi imprese architettoniche e ingegneristiche dei romani.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento