Deià

Oltre alle bellissime spiagge e calette, o alla famosissima cattedrale che è l’immagine di molte cartoline, Maiorca offre altri luoghi di interesse che si possono visitare se si viaggia in quest’isola delle Baleari. Ad esempio, piccoli villaggi incantevoli, come Deià. Si trova nella catena montuosa di Tramontana e, data la sua bellezza, è stato scelto da molti artisti per ispirare le loro opere. È senza dubbio uno di quegli angoli imperdibili dell’isola.

Si trova, come abbiamo detto, in montagna. In particolare, a circa 30 chilometri dalla capitale. E i panorami che si godono da lassù sono meravigliosi. Anche le sue strade acciottolate sono meravigliose: trasportano in un’altra epoca e trasmettono un senso di pace. Circondata dalla natura, la città di Deià è ricca di tesori architettonici. Tuttavia, negli ultimi anni sono arrivati così tanti artisti (scrittori, pittori, ecc.) e visitatori che è cresciuta anche la sua offerta culturale.

Quindi, se decidete di includere Deià tra i luoghi da visitare durante il vostro viaggio a Maiorca, tenete presente che potete far coincidere le date con alcuni degli eventi che vi si tengono. Ad esempio, il Festival Internazionale di Musica di Cáma, che si tiene ogni estate da più di quarant’anni.

D’altra parte, dovete sapere che Deià ha pochi abitanti, circa un migliaio, ma i turisti che la visitano sono così tanti che non vi mancheranno i posti per mangiare o dormire. Infatti, dovreste prendere nota della strada Arciduca Luis Salvador e di quelle circostanti, perché lì troverete una vasta gamma di opzioni gastronomiche in cui fermarvi quando lo stomaco inizia a brontolare.

Ma, come abbiamo già detto, la vera magia di questa città risiede nelle sue strade acciottolate. Nelle casette marroni, spesso decorate con fiori o viti. Nel suono dell’acqua che scorre nel torrente Racó. Nel verde che avvolge il comune. Nelle viste dall’alto da qualsiasi punto di osservazione. O nell’aria pulita che riempie i polmoni.

Un’aria pura di cui, sappiatelo, avrete bisogno. Oltre a quanto detto finora, Deià ha molte strade, alcune delle quali piuttosto ripide. Tuttavia, il piccolo sforzo ne varrà senza dubbio la pena.

Cosa vedere a Deià, Mallorca

Prima di raggiungere il villaggio, se si proviene da Valldemossa, è consigliabile fare una sosta in un punto della strada, dove è possibile fare una pausa e rilassarsi in un bar-chill out con vista su Na Foradada (una roccia con un caratteristico foro a cui deve il nome) che non si può perdere. Lo troverete all’insegna di Son Marroig e del ristorante Mirador Na Foradada. In entrambi è possibile mangiare contemplando la bellezza del mare e delle scogliere.

Una volta giunti nel villaggio, vale la pena di passeggiare per le sue graziose strade, scoprendo il paesaggio offerto dai dintorni insieme alle sue antiche case e alle sue strade in pietra.

Il cimitero è un luogo molto curioso, piccolo e affascinante, situato in una zona elevata. Da qui si può godere di una bella vista sul villaggio. Nel cimitero si trova la tomba di Robert Graves. La sua antica casa nel villaggio, Can Alluny, è oggi un museo.

L’hotel Bellmond la Residencia è un buon posto per prendere un caffè e fermarsi ad ammirare le viste spettacolari che questa zona ha da offrire. È disponibile un parcheggio privato. La Principessa Diana e Robbie Williams hanno soggiornato in questo splendido hotel.

Son Marroig è un palazzo appartenuto e abitato dall’arciduca Lluis Salvador e oggi museo. Il Museo Archeologico di Deià contiene informazioni molto interessanti sul periodo preistorico delle Isole Baleari. Si trova all’interno di un antico mulino ristrutturato.

Spiagge e calette di Deià

Cala Deià è raggiungibile in auto, poiché dista circa 20 minuti dal villaggio. Non mancate di visitarla e di assaggiare i piatti a base di pesce nei ristoranti che si trovano qui. Un’altra spiaggia vicina è quella di Llucalcari, interamente costituita da rocce.

Playa de Llucalcari

Playa de Llucalcari si trova nel comune di Deià, nel nord di Maiorca. Si tratta di una piccola spiaggia molto rocciosa, raggiungibile a piedi attraverso sentieri difficili e non segnalati, da cui deriva il suo basso livello di occupazione. È lunga circa 50 metri e larga 22, con un litorale ghiaioso e roccioso, ed essendo incastrata tra due rocce e protetta dal vento è la spiaggia più intima di Maiorca.

Come arrivare

Cala Llucalcari si trova tra le spiagge di Cala Deyá e Cala Tuent e, come le altre, dispone di un piccolo parcheggio. Per raggiungere la cala in auto bisogna percorrere una strada stretta con alcune curve fino a raggiungere un parcheggio dove inizia il sentiero che porta alla cala. Il sentiero che conduce alla spiaggia è breve, ma piuttosto ripido, stretto e circondato dalla vegetazione, che lo rende di difficile accesso. È possibile raggiungerla anche a piedi da Cala Deià, oppure percorrendo 1000 m dall’hotel Costa d’Or a Llucalcari (un piccolo villaggio a circa 2 km da Deià, dove è molto difficile parcheggiare).

Il vostro angolo di tranquillità

L’acqua del mare è molto limpida e calma e se siete fortunati potrete vedere i cetacei che frequentano queste acque. È un luogo ideale per gli amanti della pace e della tranquillità. Trattandosi di una cala isolata, non ci sono servizi. E naturalmente qui è consentito il nudismo. Le sue acque cristalline sono ideali per lo snorkeling o le immersioni, anche se non sono adatte ai bambini a causa della presenza di rocce sul fondale.

Per i curiosi e gli amanti della letteratura, vale la pena ricordare che il libro “Mallorca Mágica” di Carlos Garrido descrive l’esperienza di alcuni escursionisti che nel 1978 hanno assistito al sorvolo e all’emersione dall’acqua di oggetti che sembravano UFO, proprio da questa spiaggia.

Cala Deià

È una spiaggia molto bella di ghiaia e rocce, ma con poco spazio per sdraiarsi. Quando si lascia Deià in direzione di Sóller, dopo circa 1000 metri c’è un cartello da seguire verso il ristorante La Caleta, Cas Patró March. Questo è l’itinerario da seguire. Alla fine c’è un parcheggio a pagamento. Sulla spiaggia gli unici servizi che troverete sono 2 ristoranti, molto apprezzati per i loro piatti di pesce fresco.

Cosa fare a Deià, Mallorca

Escursioni

Esistono diversi percorsi ben segnalati, come quello che porta al Monastero di Miramar e a Sa Foradada. Dalla strada che collega Deià e Valldemossa si accede a entrambi.

Festival Internazionale di Musica di Deià

Si tiene da maggio a settembre, con artisti internazionali, ed è un evento sempre più conosciuto.

Dove mangiare

Deià ha diversi ristoranti, bar e caffetterie dove mangiare o bere qualcosa. Da non perdere il Ristorante Es Racó d’Es Teix, premiato con una stella Michelin, o il Café Sa Fonda, un bar molto frequentato dalla gente del posto, che spesso propone musica dal vivo. Quest’ultimo si trova vicino alla farmacia, su una piccola scala di pietra.

Dove dormire

Il villaggio di Deià è piccolo, ma c’è comunque la possibilità di scegliere tra ostelli, hotel a 5 stelle, hotel con piscina o hotel con spa.

I dintorni

Vicino a Deià si trova Valldemossa, un villaggio con un fascino particolare dato dalle sue case in pietra e dalle sue strade, ornate di fiori. Se avete tempo a sufficienza, vi consigliamo di visitare questi due villaggi nello stesso giorno. Sóller e Port de Sóller, con il suo tram e i suoi paesaggi di mare e di montagna, sono altri due luoghi da non perdere.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento