Mahón

Questo elenco dei migliori luoghi da vedere a Mahon vi aiuterà a preparare la vostra visita a questa città ricca di storia, che è anche la capitale dell’isola di Minorca. Situata nel sud-est dell’isola e bagnata dal Mar Mediterraneo, Maó (Mahon in spagnolo) si è distinta fin dai tempi dei Fenici, 3.000 anni fa, per il suo fantastico porto naturale, uno dei più grandi e belli del mondo, che è stato oggetto del desiderio di numerose civiltà come i Romani, i Bizantini e i Musulmani che lo utilizzavano per proteggersi dalle forti onde del mare e dai loro nemici.

Sebbene un giorno sia sufficiente per esplorare il suo centro storico, visitare le sue fortezze e visitare il suo porto, Maó è, insieme a Ciutadella, una città ideale per fare da base e visitare tutti i luoghi da vedere a Minorca in piccole escursioni giornaliere.

Il periodo migliore per visitare Maó è l’estate, quando si può godere delle migliori spiagge di Minorca, anche se è importante sapere che in questi mesi i prezzi degli alloggi e del noleggio auto salgono alle stelle, quindi è un’ottima opzione anche viaggiare a maggio e ottobre, quando c’è meno gente e l’acqua non è troppo fredda per approfittare delle spiagge.

Sulla base del tempo trascorso in questa città durante il nostro ultimo tour di Minorca in auto, abbiamo compilato questo elenco di quelli che secondo noi sono i 10 luoghi imperdibili da visitare a Mahon. Iniziamo!

1. Fortaleza de La Mola

Se arrivate in auto o in moto, una delle cose migliori da fare a Mahon è visitare la Fortezza di La Mola o Isabel II, situata a circa 8 chilometri dalla città. Situata sulla penisola di La Mola, all’ingresso del porto di Maó, questa fortezza fu costruita per ordine della regina Isabella II tra il 1848 e il 1875, dopo la demolizione della fortezza di San Felipe, situata proprio di fronte, per difendere il porto e tutta l’isola da possibili invasioni da parte degli inglesi.

Il suo buono stato di conservazione (poiché non entrò in combattimento) e le sue incredibili viste sulla costa minorchina e sul porto di Mahón ne fanno una tappa obbligata a Maó. È possibile visitarne l’interno, in gran parte sotterraneo, in circa due ore se si acquista il biglietto alla biglietteria, anche se si consiglia di effettuare una visita guidata per comprenderne meglio tutte le peculiarità. Orario di visita: da metà aprile a settembre da martedì a domenica dalle 10 alle 20; il resto dell’anno dalle 10 alle 14.

2. Il Porto, uno dei luoghi da vedere a Mahon (Minorca)

Tornando in città, potete lasciare l’auto in un parcheggio del porto e iniziare la vostra visita passeggiando lungo la riva di uno dei porti naturali più grandi del mondo, considerato un altro dei luoghi più belli da vedere a Mahon.

I suoi oltre 5 chilometri di costa permettono di fare lunghe passeggiate, dalla zona del molo occidentale fino a Cala Figuera, di osservare le imbarcazioni da pesca e da diporto e di mangiare alcuni dei fantastici piatti a base di riso del ristorante Arjau o le tapas accompagnate da un buon vermut del Can Vermut, due dei migliori ristoranti in cui mangiare a Mahón.

Da questo porto partono anche alcune delle escursioni più consigliate ai viaggiatori che visitano l’isola, come questa gita a bordo di una barca con piattaforma di osservazione sottomarina, una delle migliori escursioni in barca a Minorca.

3. Isla del Rey

L’Isola del Re, situata al centro del porto di Maó, è un isolotto di forma triangolare dove il re Alfonso III sbarcò nel 1287 per sottrarre Minorca ai musulmani. Per raggiungere l’isola si può prendere una delle compagnie che offrono questa escursione, come Yellow Catamarans, e una volta arrivati, visitare le rovine dell’antico ospedale militare, costruito dagli inglesi nel XVIII secolo, e i resti di una basilica paleocristiana del VI secolo.

4. Punto panoramico di Sa Plaça

Una volta terminata la visita all’Isla del Rey, di fronte alla banchina dove sbarcano i catamarani gialli, troverete l’ascensore del porto che vi permetterà di evitare l’importante salita al centro storico di Maó, situato su una scogliera.

Appena scesi dall’ascensore si può raggiungere il belvedere di Sa Plaça per bere un drink sulla sua terrazza e godere della migliore vista sulla città vecchia, dove spicca la Chiesa di Santa Maria, un altro dei luoghi imperdibili di Mahón.

Molto vicino a questo punto panoramico, attraversando il Mercato del Chiostro, si trova la Plaça La Miranda, un altro dei migliori punti panoramici di Mahón con eccellenti viste sul porto.

Per conoscere meglio la storia di Maó e non perdere nulla di importante, vi consigliamo di prenotare questo tour gratuito, considerato uno dei migliori tour gratuiti di Mahón, o questa visita guidata della città che include una gita in barca.

5. Chiesa di Nostra Senyora del Carme

Visitare la chiesa neoclassica di Nostra Senyora del Carme e il suo fantastico chiostro è un’altra delle cose migliori da fare a Mahón. Costruito tra il 1726 e il 1808 dall’Ordine Carmelitano durante l’occupazione britannica, dopo una disputa con i Francescani, questo tempio si distingue per la sua cupola e la sua lanterna, oltre a ospitare l’immagine della Vergine del Carmen, patrona dei marinai e molto amata dagli abitanti del luogo.

Il bellissimo chiostro dietro la chiesa, che un tempo ospitava una prigione e le corti di giustizia, si distingue per i suoi contrafforti e per essere pieno di bancarelle, perfette per acquistare prodotti tipici come i formaggi di Mahón-Menorca, la sobrasada, il botifarró, i flaons o la famosa ensaimada, simbolo delle Baleari.

6. Municipio, un altro luogo da visitare a Mahon

Uscendo dalla chiesa, in Plaza del Carmen si trova il negozio del Gin Xoriguer, un gin popolare che ha origini britanniche ed è considerato il più antico del Mediterraneo. Dopo aver acquistato una bottiglia da portare a casa come souvenir, si può andare al Mercat de Peix, situato in Plaza de España, che si caratterizza per la sua variegata offerta di pesce e frutti di mare freschi, oltre che per le sue vivaci bancarelle dove si possono assaggiare tapas e pinchos accompagnati da vini e birre locali.

L’itinerario dei luoghi da visitare a Mahón in un giorno prosegue con una passeggiata lungo la via s’Arravaleta che vi condurrà alla bella scultura “Mediterrània” e poi lungo il commerciale Carrer Nou fino al Municipio, un edificio in stile barocco che si distingue per il suo orologio, importato dall’Inghilterra nel 1731.

7. Iglesia de Santa María

Un’altra delle chiese da visitare a Maó è la chiesa di Santa María, situata tra Plaça de la Constitució e Plaça de la Conquesta, a pochi metri dal Municipio.
Questo tempio religioso, costruito tra il 1748 e il 1771 sul sito di un’altra chiesa gotica del XIV secolo, si distingue per il suo interno neogotico presieduto da un imponente organo monumentale del 1809, alto 15 metri.

Dopo aver visitato l’interno, si può proseguire lungo Carrer d’Alfons III, che porta al belvedere di Pont De’s Castell, con un’eccellente vista sulla chiesa di El Carme e sul porto.

8. Portal de Sant Roc

Risalendo la Calle de Sant Roc dalla chiesa di Santa María si raggiunge in pochi minuti il Portal de Sant Roc, l’unica vestigia rimasta delle antiche mura medievali che circondavano la città e un altro dei luoghi più interessanti da vedere a Mahon.

Costruita nel 1359, questa porta in stile medievale fiancheggiata da due torri aveva la funzione di collegare la città con il resto del paese.

9. Visitare il Museo de Menorca, un’altra delle cose da fare a Mahon

Per concludere l’itinerario nel centro storico si può passeggiare lungo carrer d’Isabel II fino a raggiungere il Museo di Minorca, situato nell’antico convento francescano di Jesús e considerato il più importante dell’isola.

Durante la visita all’interno si ripercorre la storia di Minorca attraverso più di 200.000 oggetti che vanno dalla preistoria ai giorni nostri.
Gli orari di apertura sono consultabili su questa pagina.

10. Castillo de San Felipe

Per concludere questo elenco di luoghi da vedere a Maó, non c’è niente di meglio che recarsi a ciò che resta del Castello di San Felipe, situato sulla riva meridionale dell’imboccatura del porto. Costruito a metà del XVI secolo, fu ampliato dagli inglesi quando era sotto la loro sovranità, ma la sua difesa richiedeva troppi uomini e i francesi lo presero d’assalto nel 1756, conquistando tutta Minorca. Successivamente tornò agli inglesi fino a quando fu conquistata dagli spagnoli e demolita per ordine di Carlo IV nel 1805.

Oggi ne rimangono pochi resti in superficie, anche se vale la pena visitarlo per il suo vasto labirinto di gallerie sotterranee. Potete prenotare il vostro biglietto su questo sito ufficiale.
Vicino a questo castello si trova anche il Forte di Marlborough, costruito dagli inglesi tra il 1720 e il 1726, sorprendentemente imponente per le sue dimensioni.

Come arrivare a Mahón (Minorca)

Per arrivare a Mahón la soluzione migliore è prendere un volo diretto per l’aeroporto di Minorca, che si trova a circa 5 chilometri di distanza, e una volta arrivati prendere l’autobus numero 10, che vi porterà al centro della città in 15 minuti. Un’altra buona alternativa è prendere un taxi per circa 15 euro o questo trasferimento privato, in cui un autista vi porterà direttamente alla porta del vostro hotel.

Se avete intenzione di trascorrere diversi giorni a Minorca, non c’è niente di meglio che noleggiare un’auto o una moto all’aeroporto per raggiungere le altre meraviglie dell’isola nel modo più semplice e veloce.

Se volete prendere la vostra auto o moto, l’alternativa migliore è prendere uno dei traghetti che partono ogni giorno da Barcellona, Valencia o dalla vicina Maiorca e che vi lasceranno al porto di Mahón. Non muoviamoci dall’isola di Minorca e visitamo un’altro importante luogo turistico: Cala Galdana, la spiaggia più importante di Minorca!

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento