Manacor

Manacor si trova a 52 chilometri da Palma di Maiorca, ovvero 45 minuti in auto o 1 ora in treno. Tuttavia, il suo centro storico e il suo comune meritano un viaggio poiché questa zona orientale concentra paesaggi naturali unici, come le Grotte del Drach e il porto naturale di Porto Cristo, nonché l’innovativo museo dedicato al tennista Rafael Nadal, considerato il essere il principale cittadino onorario della città. Manacor è la città più grande di Maiorca dopo la sua capitale, Palma. La sua attrazione turistica la rende una delle città più visitate e apprezzate dell’isola. Spicca il cuore della città, con un’area pedonale dove è possibile visitare diversi monumenti, gustare la sua gastronomia e immergersi nelle sue tradizioni. Non riuscirete a visitare tutte le sue spiagge e calette, ma non preoccupatevi, vi consiglierò le migliori e naturalmente, tra le cose da vedere a Manacor, non possiamo dimenticare le sue grotte, luoghi magici e unici che vi lasceranno a bocca aperta. Smetto di dilungarmi e inizio il nostro percorso attraverso i luoghi più importanti da visitare a Manacor… pronti… pronti… iniziamo!

Leggi anche: Le tante attrazioni della bellissima Deià

Cosa fare e vedere a Manacor

1. Parròquia de la Mare de Déu dels Dolors de Manacor. Situata proprio nel centro della città, questa cattedrale è un vero gioiello e l’edificio più importante da vedere a Manacor. Risalente al XIX secolo, è in stile neogotico e la sua torre, con un orologio sulla facciata, domina il cielo di Manacor, essendo il campanile più alto delle isole. La navata principale ha dieci cappelle e nel presbiterio c’è una cappella per lato e un altare maggiore. L’edificio si distingue anche per le sue splendide vetrate e, tra le cappelle, da non perdere sono quella della Vergine dell’Immacolata Concezione e quella del Santo Cristo di Manacor. Se visitate il monumento il lunedì, potete visitare il mercato di strada che si tiene intorno alla cattedrale e nelle strade adiacenti. Orario Parrocchia del Mare dei Dolori di Manacor dalle 8:30 alle 12:45 e dalle 17:30 alle 20:00

2. Museu d’Història de Manacor. Dichiarato monumento, questo museo locale situato nella Torre dels Enagistes è uno dei luoghi essenziali da visitare a Manacor. Si tratta di un edificio di origine araba, che conserva ancora un pozzo con una ruota ad acqua in uso, e che nel XIV secolo fu trasformato in un palazzo. Situato in una splendida cornice, questo edificio contiene elementi archeologici, tra cui l’impressionante mosaico paleocristiano di Baleria. Nel centro sono presenti diverse attività pensate per il divertimento dei più piccoli, che lo rendono una delle mete ideali da visitare a Manacor con i bambini.

Orari di apertura Museu d’Història de Manacor Maiorca

  • Orario estivo (dal 1° giugno al 15 settembre). Dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 14:00. Giovedì, venerdì e sabato dalle 17:00 alle 20:30. Chiuso la domenica e il martedì.
  • Chiusura invernale (dal 16 settembre al 31 maggio)
  • Da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 14.00.
  • Giovedì, venerdì e sabato dalle 17:00 alle 20:30.
  • Domenica dalle 10:30 alle 13:00.
  • Il martedì è l’unico giorno di chiusura.
  • L’ingresso al Museu D’historia de Manacor è gratuito.

3. Rafa Nadal Museum. Se siete appassionati di sport in generale e di tennis in particolare, il Rafa Museum Xperience è senza dubbio uno dei luoghi da non perdere a Manacor. Il museo è composto da due piani, un piano superiore dove si può vivere una grande esperienza con simulatori e pannelli interattivi di Formula 1, tennis e altri sport che fanno la gioia di bambini e non, e un altro piano inferiore dove sono esposti alcuni dei più importanti trofei di Rafa Nadal e i vestiti di alcuni dei più famosi atleti spagnoli e stranieri di tutti i tempi come Pao Gasol, Severiano Ballesteros, Leo Messi, Marc Márquez, tra gli altri. È interessante anche passeggiare all’interno del parco, dove si trovano i campi da tennis e da paddle dove si allenano i giocatori, le piscine, il ristorante e l’hotel e la residenza dell’Accademia. Gli orari di apertura del Rafa Nadal Museum Xperience sono da lunedì a domenica dalle 10:00 alle 18:30. Il biglietto d’ingresso al Rafa Nadal Museum Xperience costa 18 euro per gli adulti, 10 euro per i bambini e 12 euro per gli ultrasessantacinquenni.

4. Bodega Miguel Gelabert. Si tratta di una piccola cantina a conduzione familiare che merita una visita, essendo uno dei luoghi più interessanti da visitare a Manacor. Qui vi racconteranno la storia, il lavoro, la passione e l’affetto che si celano dietro le loro oltre 20 referenze attuali e dove, che siate intenditori o meno di vini, avrete la possibilità di degustarne un gran numero, accompagnati da prodotti tipici della città come il formaggio o la sobrasada, un piacere per il palato. La visita dura circa un’ora e mezza e il biglietto d’ingresso è di 25 euro a persona.

Le cale e le spiagge più belle di Manacor

Una delle principali attrazioni di Manacor sono le sue impressionanti insenature e le grandi spiagge disseminate lungo la costa, che vi faranno innamorare con le loro acque cristalline e la sabbia bianca. A Manacor ci sono in totale 16 calette e fino a 9 spiagge, tutte eccellenti. Ecco alcuni di quelli che considero essenziali.

  1. Spiaggia di Porto Cristo. La spiaggia di Porto Cristo è una delle più grandi e popolari da visitare a Manacor. Si trova a poco più di 10 km dalla città e qui si può godere di una grande atmosfera, di acque spettacolari e di sabbia bianca e fine, oltre che di un bellissimo lungomare con un gran numero di alberi.
  2. Cala Anguila. Si tratta di una caletta con acqua blu turchese, molto trasparente e sempre calma, una vera delizia! Vi si può accedere dal parcheggio situato praticamente sulla sabbia o da altri due punti scendendo alcune scale. Dispone di doccia, ristorante e lettini. Vi consiglio di alzarvi presto per non avere problemi di parcheggio e per riuscire a trovare un buon posto perché è molto piccolo, ma ideale per una perfetta giornata in spiaggia.
  3. Cala Manacor. Situata vicino al porto di Manacor, questa è una delle migliori calette da visitare a Manacor. Una spiaggia molto tranquilla dove è possibile staccare la spina dalla città. È una delle più vicine alle grotte di Drac, quindi è l’ideale se volete fare una nuotata per recuperare le forze dopo averle visitate.
  4. Cala Moreia. Cala Moreia è una delle calette più popolari e visitate in estate grazie alla sua sabbia bianca e fine e alle sue spettacolari acque cristalline. È una vera delizia e per me è una delle calette essenziali da visitare a Manacor. Tra l’altro, è conosciuta anche come Platja de s’Illot.
  5. Cala Morlanda. Situata molto vicina a Cala Moreia, ma totalmente diversa da essa in quanto si tratta di una cala rocciosa, poco affollata e davvero bella, il che la rende se possibile ancora più particolare.
  6. Cala Romantica. Cala Romántica è una delle preferite dai turisti, non a caso è una delle cale più belle di Maiorca. L’ambientazione tra scogliere e splendidi pini, insieme alle sue spettacolari acque turchesi e alla sabbia bianca, è all’altezza del suo nome.
  7. Cala Petita. Forse è una delle calette con l’accesso più complicato e difficile, per questo è una delle meno visitate. Tuttavia, ne vale la pena perché è una delle più belle e, a causa di questo piccolo svantaggio, è sempre poco affollata.
  8. Cala Varques. Cala Varques è una delle spiagge più incontaminate da vedere vicino a Manacor. Consiglio di fare la passeggiata da Cala Romántica perché il paesaggio è mozzafiato, con formazioni rocciose, vegetazione e scogliere impressionanti, anche se dovrete indossare calzature adatte perché il sentiero è un po’ impegnativo e lungo. C’è un altro sentiero, ma per arrivare alla cala bisogna aggirare l’ingresso di una proprietà privata e camminare per circa 25 minuti. Tuttavia, ne vale la pena perché la baia è un vero gioiello.

Grotte da visitare a Manacor

La visita alle grotte è una delle cose più importanti da fare a Manacor. L’erosione delle rocce nel corso dei secoli ha fatto sì che oggi si possa godere di questa meraviglia della natura e visitare innumerevoli grotte, tra cui vi parlerò di quelle essenziali.

  1. Drach Caves. Le grotte di Drac sono una delle grotte più popolari e visitate di Manacor. È molto difficile spiegare a parole un luogo così magico, con non più e non meno di 1200 metri di lunghezza e una profondità di 25 metri nel sottosuolo, dove è possibile vedere anche il Lago Martel, uno dei più grandi laghi sotterranei del mondo. Un tour in barca delle grotte è un’attività che non dimenticherete mai.
  2. Hams’ Caves. Uno dei luoghi più importanti da vedere a Maiorca sono le grotte di Hams, la cui visita richiede circa 45 minuti a piedi, dove sarete deliziati da un gioco di colori e luci che vi lascerà senza parole. È possibile scendere e visitare le due grotte: la Grotta Azzurra e la Grotta Principale. Vi saranno mostrati anche dei video che raccontano la sua storia.
  3. Coves des Pirata. Quando si entra in questo luogo, si passa attraverso una porta di ferro e pietra. Quello che scoprirete all’interno è qualcosa di straordinario. Una vera e propria cattedrale di figure e passaggi che vi lascerà a bocca aperta. Vi consiglio di indossare scarpe adatte perché il pavimento è scivoloso e di portare una torcia perché ci sono zone con poca luce naturale. È una lunga grotta con diversi sentieri, quello a destra porta direttamente a un lago interno che vi consiglio di visitare perché è incredibile. Naturalmente, dobbiamo essere consapevoli di dove ci troviamo e fa male vedere le stalagmiti calpestate e molte di esse strappate. Leggendo un po’ di queste grotte, si scopre che ci vogliono circa 4.000 anni perché si formino stalagmiti di 2 cm. Per questo dobbiamo tutti rispettare la Terra, rispettare Gaia.

Leggi anche: Le 10 spiagge più belle di Maiorca

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento