Mausoleo di Alicarnasso

Il Mausoleo di Alicarnasso (nell’attuale Bodrum, in Turchia) era una grande tomba realizzata per Mausolo, sovrano della Caria nel 350 a.C… Il tempio era così importante che ha dato origine a una parola, a un nuovo concetto: mausoleo. Da allora, la parola mausoleo ha assunto un significato proprio, avendo origine dall’imperatore Mausolo, e oggi dà significato a qualsiasi edificio funerario onorario. Le dimensioni di questo grande edificio in marmo e le sculture decorative al suo interno lo resero così spettacolare da diventare una delle 7 meraviglie del mondo antico. Il tempio non esiste più per due motivi e oggi ne rimangono solo le rovine con qualche colonna e i resti di quello che un tempo era un grande monumento. In primo luogo, gran parte del materiale è stato utilizzato per costruire il castello di Bodrum. In secondo luogo, ciò che era rimasto in piedi fu distrutto da un terremoto nel XV secolo d.C… L’unico patrimonio che rimane oggi sono alcune delle sculture presenti all’interno, oggi esposte al British Museum di Londra.

Leggi anche: Le migliori spiagge della Turchia

Caratteristiche del Mausoleo di Alicarnasso

  • Tipo di monumento: Mausoleo.
  • Interesse: Religioso
  • Inaugurazione: 351 A.C.
  • Autore: Satiro di Paros e Piteo
  • Posizione: Alicarnasso, Caria (attuale Turchia)
  • Misura: 45 metri

Dove si trovava il Mausoleo di Alicarnasso?

Il Mausoleo di Alicarnasso rendeva omaggio a Mausolo, un sovrano persiano che regnava sul territorio di Caira, nel sud-ovest dell’odierna Turchia. La città di Alicarnasso aveva una lunga storia ed era nota per la sua prosperità, motivo per cui fu scelta come capitale di quest’area nel 370 a.C… Con la costruzione di un nuovo porto, Mausolo riuscì a sviluppare la città dal punto di vista commerciale, facendola diventare il centro degli affari della zona. Grazie a queste iniziative strategiche, l’area della Caria moltiplicò la sua presenza commerciale nel Mediterraneo, soprattutto grazie alle rotte commerciali con Rodi. Oltre allo sviluppo navale, Mausolus ha investito nella realizzazione di un nuovo sistema stradale che collega la capitale con le altre città della regione. Il mausoleo era situato all’interno di un grande recinto nel centro della città di Alicarnasso ed era collegato all’agorà da una grande scalinata monumentale. Oggi è la città di Tepecik, nella zona di Bodrum, in Turchia.

Perché fu costruito il Mausoleo di Alicarnasso?

Mausolo decise di investire gran parte della ricchezza della Caria nella costruzione di lussuosi monumenti personali, il più importante dei quali è il mausoleo. Nel 353 a.C. Mausolo morì e fu sepolto nella tomba che aveva progettato per sé e per le generazioni future, dedicando soprattutto alla sorella e moglie Artemide, morta poco prima.

Leggi anche: Camp Nou, il tempio blaugrana

Com’era il Mausoleo di Alicarnasso?

Questo maestoso monumento fonde influenze architettoniche e decorative greche, egiziane e mediorientali. Realizzata interamente in marmo, era costituita da un insieme di colonne ioniche su una base rettangolare. Sul tetto si trovava una gigantesca statua di Mausolo su un carro, che ricordava il dio Ercole, realizzata da Piteo. Gli studi archeologici moderni hanno rivelato le dimensioni reali del mausoleo, che si discostano un po’ da quelle precedentemente conosciute attraverso le testimonianze documentali (la descrizione di Plinio). Il basamento misurava 38×32 metri e il mausoleo aveva 36 colonne ioniche. L’edificio era circondato da un muro di due metri e mezzo che misurava 32×2 metri. I resti della statua sul tetto indicano che l’altezza totale era di circa 6 metri.

Tra i resti del mausoleo rinvenuto, sono state identificate ossa di animali, il che indica che all’interno del tempio venivano compiuti sacrifici, probabilmente per onorare Mausolo e ringraziarlo come fondatore della città. Il Mausoleo di Alicarnasso era pieno di statue e sculture di varie dimensioni, presumibilmente dipinte con colori diversi. Alcuni di questi si trovavano tra le colonne, altri sui gradini. Sono stati identificati i resti di 66 statue diverse e si stima che in totale ci fossero circa 100 sculture. Uno di essi è ancora conservato in condizioni relativamente buone al British Museum di Londra ed è alto circa 3 metri.

Una fascia centrale di marmo con rilievi e dettagli in metallo ornamentale correva lungo la parte superiore delle pareti. Questo fregio, appena sotto il colonnato, era alto quasi un metro e raffigurava greci che combattevano contro le amazzoni e carri, anche se forse questi ultimi facevano parte del fregio che correva intorno alla camera della tomba. Il fregio intorno alla base del carro del tetto era decorato con centauri, mentre immagini di leoni decoravano la base della piramide. L’immagine seguente mostra una replica del monumento:

Mausoleo di Alicarnasso

Chi ha costruito il mausoleo?

Il mausoleo fu commissionato allo scultore greco Satiro di Paros e all’architetto Piteo. Il primo era praticamente sconosciuto fino al suo coinvolgimento in questo grande monumento. C’è una certa confusione sul fatto che sia stato coinvolto nello spostamento di un obelisco lungo il Nilo in Egitto. Successivamente, lavorò a due sculture di Idrie e Ada di Caria inviate a Delfi; queste opere sono scomparse. Il secondo, Piteo, fu uno dei più rinomati architetti dell’antica Grecia. Vale la pena di notare il coinvolgimento di Pieteus nella costruzione del tempio di Atena. Anche il famoso scultore Leocares (365-325 a.C.) lavorò ad alcune delle sculture decorative del mausoleo. Sono state trovate testimonianze di altri tre scultori: Timotheus, Briaxis e Scopas. Oltre a progettare le sculture interne ed esterne che decoravano il mausoleo, sembra che abbiano lavorato tutti insieme alla progettazione della grande statua di Mausolo.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento