Posti da visitare in Puglia

La Puglia è la regione che occupa il “tacco” dell’Italia meridionale e ospita borghi storici (molti dei quali hanno storie che risalgono a migliaia di anni fa), paesaggi diversi, cibo eccellente e alcune delle migliori spiagge del sud Italia. I principali punti di ingresso per i visitatori internazionali sono Bari e Brindisi (entrambi hanno aeroporti e porti con collegamenti internazionali). Da qui, molte avventure attendono coloro che vogliono esplorare questa regione diversificata. Questi posti da visitare in Puglia possono essere inseriti in un comodo itinerario pugliese self-drive di 15 giorni oppure puoi scegliere di concentrarti solo su 1-2 aree in un lasso di tempo più breve.

Posti da visitare in Puglia

Leggi anche: Cosa vedere a Polignano a Mare

Bari

Bari, il capoluogo della Puglia, può far risalire le sue radici a più di 2000 anni fa, quando fu fondata dalla tribù Peucetii. Oggi Bari è uno dei centri economici più importanti dell’Italia meridionale e, grazie al suo aeroporto e porto internazionale, un’importante porta di accesso alla regione. La maggior parte dei visitatori arriva a Bari ma tende a saltare la città, scegliendo invece di spostarsi in un’altra parte della Puglia. Consiglio di trascorrere 1-2 notti a Bari per passeggiare nel suo centro storico e immergersi nell’atmosfera autentica. Cosa vedere e fare a Bari in un giorno

Valle d’Itria

La Puglia centrale ospita anche la Valle d’Itria o Valle d’Itria, una zona famosa per i suoi ‘trulli’ (case bianche con il tetto a cono), graziosi paesini e prodotti agricoli. Consiglio di trascorrere almeno 4-5 giorni in Valle d’Itria, a mio avviso uno dei posti da visitare in Puglia. Di tutte le città di questa zona, Alberobello (città patrimonio mondiale dell’UNESCO) è la più grande attrazione. Puoi scegliere di fare di Alberobello la tua base per esplorare il resto della valle oppure puoi scegliere uno degli altri paesi come Martina FrancaLocorotondo o Cisternino. Ho scelto Martina Franca per la sua posizione strategica su un incrocio delle principali strade regionali e ho scoperto una graziosa cittadina che rappresenta una base formidabile.

Alberobello

Alberobello è forse la città più famosa della Valle d’Itria per i suoi famosi trulli. I tetti conici accoppiati con affascinanti vicoli di ciottoli e case imbiancate a calce sono uno spettacolo semplicemente magico. Il centro storico, Patrimonio dell’UNESCO, è costituito da un dedalo di strade e scalinate costeggiate da trulli; abitazioni in pietra a secco costruite con tecniche preistoriche. Cosa vedere ad Alberobello

Martina Franca

Martina Franca è il comune più grande della Valle d’Itria e le sue radici risalgono al X secolo d.C. Trovandosi nel cuore della valle, Martina Franca è un’ottima base da cui partire per esplorare la zona, ma trascorre un po’ di tempo esplorando il suo centro storico che vanta una bellissima architettura barocca (come il Palazzo Ducale e l’imponente Basilica di San Martino ) e strade pittoresche.

Locorotondo

Locorotondo significa ‘luogo tondo’ ed è proprio così: un paese di forma circolare in cima a una collina. Il centro del paese è un labirinto di vicoli bianchi punteggiati da chiese o piazze. Le case hanno il tetto a falde dette ‘cummerse’, caratteristica tipica di Locorotondo. Passeggiare per il centro storico è come fare un salto indietro nel tempo. Non dimenticare di fermarti in un bar e sorseggiare un famoso vino bianco Locorotondo DOC! Cosa vedere e fare a Locorotondo in un giorno

Cisternino

Cisternino è spesso indicato come uno dei borghi più belli d’Italia. È discutibile, ma questa città, che risale al medioevo, ha sicuramente molto fascino da offrire. La Piazza Dell’orologio si trova nel centro del paese. Da qui, vicoli e strade si aprono a ventaglio in direzioni diverse. È un piacere passeggiare per i pittoreschi vicoli fiancheggiati da case imbiancate a calce e le loro scale esterne.

Ostuni

Percorrendo l’autostrada SS379 che costeggia la costa nei pressi di Fasano, la tua attenzione sarà attirata dall’aspetto bianco e scintillante di Ostuni, conosciuta anche come la ‘città bianca’. È uno spettacolo impressionante che funge da calamita per i viaggiatori. Con le sue antiche strade di ciottoli, le grandiose chiese e le pittoresche case bianche, Ostuni è davvero sbalorditiva. La città vanta una storia straordinaria che risale all’età della pietra! Particolarmente suggestivi sono il Duomo e il Palazzo Vescovile, ma si trovano molti altri gioielli architettonici, tra cui le antiche dimore dei nobili. Cosa vedere e cosa fare a Ostuni

Ceglie Messapica

Affascinante centro storico vicino a Ostuni, Ceglie Messapica è uno dei centri più antichi della Puglia, risalente almeno all’VIII secolo aC (!). La città possiede anche uno dei centri storici più grandi, straordinariamente ben conservato. Passeggia per i suoi vicoli e le piazze suggestive, visita il Castello Ducale, ammira le opere d’arte nelle chiese antiche (come la Chiesa di Sant’Anna ), siediti in Piazza Plebiscito (con la sua bellissima torre dell’orologio) e pranza uno dei tanti ottimi ristoranti (il paese è noto per la sua gastronomia). 

Altri posti da visitare in Puglia centrale

Putignano

Situata a una breve e panoramica strada a nord-ovest di Alberobello, Putignano è un’altra antica città famosa per le sue grotte e il Carnevale (iniziato nel 1394, è il carnevale più antico d’Italia). Nel centro del paese c’è un museo dedicato alla storia del Carnevale. Altri siti importanti sono la Chiesa di Santa Maria La Greca e il Museo Civico. Il paese ospita anche Angelo Sabatelli, un ristorante stellato Michelin famoso in tutta la Puglia. Appena fuori dal paese, troverai le meravigliose grotte della Grotta del Trullo.

Conversano

Tra Putignano e Polignano a Mare si trova Conversano, centro storico con un castello medievale. È una graziosa cittadina in cui passeggiare. Oltre al Castello, non perderti la Cattedrale romanica dell’XI secolo e il Monastero dei Benedettini del VI secolo.

Mesagne

Questa città medievale è ricca di vicoli antichi, piazze suggestive (come Piazza Orsini ) e monumenti storici. Le principali attrazioni di Mesagne includono l’ornata Chiesa di Sant’Anna, la Chiesa Matrice Parrocchia Tutti i Santi e il Museo Archeologico Ugo Granafei (con mosaici romani, ospitato in un castello dell’XI secolo).

La costa adriatica

La costa adriatica è caratterizzata da località rupestri, calette rocciose e spiagge sabbiose. Le città costiere che posso sicuramente consigliare per una visita o un breve soggiorno includono Polignano a Mare e Monopoli.

Polignano a Mare

Polignano a Mare può far risalire le sue radici al IV secolo aC quando i coloni greci fondarono l’insediamento di Neapolis. Oggi la cittadina è meta di turisti che vengono a visitare il suo centro storico, precariamente arroccato sulle scogliere a picco sul mare Adriatico, e a godersi le sue spiagge. Cosa vedere a Polignano a Mare

Monopoli

Monopoli ha un incantevole centro storico (da non perdere il Duomo di Monopoli in stile barocco ) con un bellissimo lungomare. Oltre al castello del XVI secolo e alle mura difensive, il lungomare offre anche una bella spiaggia sabbiosa, perfetta per un tuffo dopo una passeggiata per la città. Questo tratto di costa adriatica è piuttosto roccioso, con una spruzzata di spiagge sabbiose, calette e borghi come CozzeMola di BariTorre CanneSavelletri e Villanova.

La costa ionica

Il centro più grande della costa ionica della Puglia centrale è Taranto. La storia della città risale al 700 aC (!) e oggi è uno dei più grandi centri commerciali dell’Italia meridionale nonché un’importante base per la Marina Militare Italiana. Ci sono diverse attrazioni lungo il suo lungo lungomare come il Castello Aragonese del XV secolo. Puoi trascorrere qualche ora girovagando per l’antico centro storico (Città Vecchia), che ha sostanzialmente lo stesso impianto di quando fu costruita nel I secolo dai Bizantini, per goderti l’atmosfera del suo dedalo di strade e vicoli. Da vedere anche alcune rovine greche come le colonne doriche in Piazza Castello. Dirigersi nell’entroterra da Taranto verso il comune di Massafra. Questa città storica si trova a cavallo di entrambi i lati del burrone di San Marco e merita una sosta per il pranzo e una passeggiata. La città è famosa soprattutto per le sue abitazioni rupestri composte da case e chiese rupestri nel burrone. È inoltre possibile visitare l’imponente Castello di Massafra.

Salento, Puglia meridionale

La penisola a sud-est dell’asse Taranto-Brindisi, localmente conosciuta come Salento, è dominata dalla provincia di Lecce con il suo capoluogo omonimo. La sua lunga costa si estende dal Mar Adriatico intorno al “tacco d’Italia” fino al Mar Ionio e vanta borghi storici, alcuni dei migliori vigneti della Puglia, spiagge sabbiose e acque cristalline. La maggior parte dei visitatori sceglie di soggiornare in questa regione per le proprie vacanze al mare, e giustamente. Tuttavia, guarda oltre e scoprirai città affascinanti con molti tesori storici e artistici e uno stile di vita rilassato che crea dipendenza.

Lecce

La città di Lecce è spesso chiamata la ‘Firenze del Sud’ per l’abbondanza di architettura barocca nel suo centro storico. La città può far risalire la sua storia all’epoca romana: i resti di questa epoca includono l’anfiteatro romano. Le altre attrazioni di Lecce includono il Duomo, la Basilica di Santa Croce , Porta Napoli e la Chiesa di San Giovanni Battista. Puoi scegliere di soggiornare lungo la costa per goderti le meravigliose spiagge della provincia e visitare Lecce in una gita di un giorno, oppure puoi soggiornare a Lecce per 1-2 notti per apprezzare davvero le sue gemme storiche. Cosa vedere a Lecce

Casarano

A meno di 50 km da Lecce si trova il comune di Casarano. Fondata nel I secolo aC, Casarano comprende un labirinto di strade e vicoli suggestivi fiancheggiati da palazzi barocchi, con i loro cortili nascosti, e antiche chiese che ospitano bellissime opere d’arte religiosa. La Chiesa di Santa Maria della Croce, una delle più antiche della Puglia, custodisce stupendi mosaici e affreschi.

Nardò

A breve distanza in auto a sud-ovest di Lecce si trova Nardò, una cittadina assolutamente affascinante. Fu una città importante nell’impero bizantino fino al XV secolo. In questi giorni, è un posto tranquillo ma ricco di stupefacente architettura barocca! La cosa migliore da fare a Nardò è semplicemente passeggiare per le sue strade tranquille, scoprire i suoi gioielli barocchi e cenare in uno dei suoi ottimi ristoranti. Punto nevralgico della cittadina è la graziosa Piazza Salandra. Altri luoghi di interesse sono la Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Chiesa di San Domenico.

Gallipoli

Si ritiene che Gallipoli sia stata fondata dai Greci e nel corso dei secoli la città fu conquistata da un susseguirsi di potenze tra cui Bizantini e Normanni. Nel 18° secolo Gallipoli ospitava il più grande mercato dell’olio d’oliva del Mediterraneo. Dai suoi porti, navi cariche di olio d’oliva salpavano verso le principali città europee dove l’olio veniva utilizzato per l’illuminazione. Si dice che l’olio d’oliva di Gallipoli illuminasse le strade di Londra prima dell’avvento della lampadina elettrica. Il centro storico è situato su un isolotto ed è collegato alla terraferma da un ponte del XVI secolo. Questa parte della città presenta un imponente castello (costruito dai Bizantini nel XIII secolo) e altrettanto imponenti mura e torri di fortificazione. Dietro il castello si trova un labirinto di strade pittoresche piene di negozi caratteristici, caffetterie e ristoranti, oltre a chiese storiche, conventi e palazzi. Nonostante le sue piccole dimensioni, Gallipoli è ricca di tesori storici e culturali e ha una spiaggia di sabbia abbagliante proprio alle sue porte. Luoghi importanti includono la Cattedrale di Sant’Agata e la Chiesa di Santa Maria della Purità. Puoi facilmente trascorrere alcuni giorni qui mentre visiti la città e ti godi le spiagge vicine.

Otranto

Questa spettacolare città sulla scogliera si affaccia sulle meravigliose acque turchesi del Mar Adriatico. Esplora il lungomare storico e scopri la ricca storia della città che è stata plasmata da romani, greci e bizantini. Da non perdere la Cattedrale (con i suoi mosaici pavimentali, affreschi e cripta) e il Castello Aragonese.

Le spiagge

La Puglia meridionale ha alcune delle migliori spiagge del sud Italia. Qui troverai lunghe distese di sabbia fine, bianca o dorata, lambite da acque turchesi e cristalline. Alcune delle migliori spiagge si trovano a o vicino a Torre dell’Orso/Sant’AndreaOtrantoMaldive del Salento e Porto Cesareo. Le scogliere rocciose lungo la costa orientale presentano anche alcune belle formazioni rocciose naturali come Le Due Sorelle (le ‘Due Sorelle’), la grotta marina crollata della Grotta della Poesia, i faraglioni di Torre Sant’Andrea e le grotte marine vicino a Santa Maria di Leuca. A Marina Serra si trova una piscina naturale, dall’acqua cristallina, circondata da scogliere rocciose e sorvegliata dai ruderi della Torre PalaneLe 15 migliori spiagge della Puglia

Puglia settentrionale

La penisola del Gargano nel nord della Puglia si protende nel mare Adriatico ed è costituita da un massiccio montuoso, spiagge sabbiose, scogliere calcaree, boschi secolari e diverse isole periferiche. Gran parte della penisola è occupata dal Parco Nazionale del Gargano (il parco nazionale più esteso d’Italia), dove i visitatori possono fare escursioni attraverso gli splendidi boschi. La costa di 140 km, bagnata da acque cristalline, ha scogliere spettacolari inframmezzate da spiagge bianche e sabbiose e affascinanti cittadine di pescatori.

Consiglio di trascorrere qualche giorno sulla penisola per esplorare la flora e la fauna del parco nazionale, nonché per godervi le spiagge, i paesi incantevoli e due siti Patrimonio dell’UNESCO: Vico del Gargano e il Santuario di San Michele a Monte Sant’ Angelo. Le spiagge che ho visitato includono la Spiaggia di Vignanotica, una spiaggia di ciottoli con acqua cristallina incastonata in uno spettacolare sfondo di bianche scogliere; la vicina spiaggia di Mattinatella; e la Spiaggia di San Nicola, un arco di sabbia fine incastonato in una baia con trabucchi e stabilimenti balneari.

Mentre guidi lungo la costa settentrionale, fai attenzione ai trabucchi, strutture in legno utilizzate dai pescatori che ora sono monumenti storici protetti. Alcuni di loro sono stati trasformati in ristoranti, rendendolo un’esperienza indimenticabile per un pranzo al mare. Tra le località da non perdere Vieste (costruita su un promontorio roccioso e fiancheggiata da due spiagge sabbiose), Vico del Gargano (patrimonio dell’UNESCO ricco di fascino), Monte Sant’Angelo (elencato insieme al Santuario di Monte Sant’Angelo Patrimonio dell’UNESCO) e Peschici (paese arroccato su scogliere rocciose a strapiombo sul mare azzurro).

Posti da visitare in Puglia sulla via del Gargano

Se ti stai dirigendo verso il Gargano dalla Puglia centro-meridionale, considera una sosta allo storico Castel del Monte, un’imponente cittadella del XIII secolo, e una sosta per il pranzo a Trani, un pittoresco villaggio di pescatori con una vivace passeggiata.

Gravina in Puglia

Consiglio anche una sosta di 1-2 notti a Gravina in Puglia, vicino a Matera. Arroccato sul bordo di un burrone, questa antica città è famosa per il suo ponte romano (usato nelle scene del film di James Bond “No Time to Die”), le abitazioni rupestri, la rete sotterranea di tunnel e grotte e la sua bellissima cattedrale.

Altamura

Un’altra città che posso consigliare per una sosta (pranzo) è Altamura. Situata sulla strada principale per Matera, Altamura è una vivace città murata con un’imponente Cattedrale.

Matera, Basilicata

Matera si trova nell’adiacente Basilicata e se stai visitando la Puglia centrale, ti consiglio vivamente di trascorrere qualche giorno in questa straordinaria città. Incastrata tra il ‘tacco’ e il ‘piede’ dell’Italia meridionale, Matera è uno dei più antichi insediamenti umani ininterrottamente abitati al mondo, con una storia che risale (forse) a 7.000 anni! Il paesaggio urbano è in qualche modo “biblico” e passeggiare per le sue strade di ciottoli è come fare un passo indietro nel tempo. Nonostante la sua età, o forse proprio per questo, ci sono molte cose da fare e da vedere a Matera, che rendono ogni visita un’esperienza meravigliosa. Cosa vedere a Matera e dintorni

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento