Acropoli di Atene

Le cose da vedere all’Acropoli di Atene sono così tante che potremmo non sapere cosa stiamo guardando. Tuttavia, con un po’ di pianificazione e di creatività, potete rendere la vostra visita indimenticabile. Quindi, cosa vedere all’Acropoli di Atene? Scopriamolo insieme! Visitare l’Acropoli Atene è una delle cose migliori da fare ad Atene. In effetti, è di gran lunga l’attrazione più visitata. L’Acropoli greca domina la città da un altopiano roccioso, dove si trovano il famoso Partenone e altre gemme dell’antichità. Tuttavia, è bene tenere presente che si tratta di un luogo molto popolare, quindi non fa male avere qualche informazione in più per godere di un’esperienza migliore. In questo post vi raccontiamo tutto quello che c’è da sapere per visitare l’acropolis di Atene e il Partenone: cosa vedere, come acquistare i biglietti, gli orari con meno folla e altri consigli.

Come visitare l’Acropoli di Atene

Durante il nostro viaggio in Grecia abbiamo trascorso 2 giorni ad Atene. Sebbene abbia molte attrazioni, la visita all’Acropoli di Atene è ovviamente la cosa più interessante da fare nella capitale greca. È un luogo unico al mondo, sia per il suo ruolo nell’origine delle culture occidentali sia per il suo valore architettonico e artistico. Preparare una visita all’Acropoli di Atene può dare adito a molti dubbi, quindi con questa guida pratica cercheremo di chiarire i concetti chiave: cos’è, come arrivarci, quanto costa, cosa vedere, ecc.

1. Cos’è l’Acropoli di Atene: breve storia

L’Acropoli di Atene è uno dei luoghi più importanti da visitare in Grecia. Dopo tutto, “acropoli” significa città alta. In effetti, ci sono ancora molte acropoli in tutto il Paese, come quella di Lindos a Rodi. Come suggerisce il nome, queste città fortificate o acropoli erano costruite sulla cima di una collina. Avevano fondamentalmente due funzioni: difensiva e religiosa, poiché al loro interno si trovavano i principali edifici di culto della città. L’Acropoli di Atene è la più famosa della Grecia. In questo caso, si tratta di 156 m sul livello del mare. Questa antica città greca è stata abitata fin dal IV millennio a.C. e molti dei suoi edifici sono ancora oggi visibili. La maggior parte di essi fu costruita sotto il governo di Pericle, nell’età d’oro di Atene (479-431 a.C.). Il Partenone è il principale monumento da vedere sull’Acropoli di Atene. Fu costruita nel V secolo a.C. ed è una delle icone d’Europa. Un tempo era il più grande tempio dell’epoca ed è considerato il più importante edificio superstite della Grecia classica. Ma ce ne sono molti altri!

2. Dove e come raggiungere l’Acropoli di Atene?

Visitare l’Acropoli di Atene non richiede molto impegno. Questo monumento si trova proprio nel cuore di Atene, quindi è facile raggiungerlo a piedi da qualsiasi punto della città. Ecco un itinerario per visitare Atene in un giorno, nel caso abbiate poco tempo a disposizione.

  1. Ci sono due voci. La cosa più importante da sapere è che ci sono due ingressi per visitare l’Acropoli di Atene. L’ingresso principale si trova in alto, all’estremità occidentale del monumento. È qui che si formano le code più lunghe, soprattutto a mezzogiorno. Fondamentalmente perché è il migliore. Da lì, basta camminare per pochi metri per trovare il Partenone. Questo ingresso è molto vicino al punto panoramico sulla collina dell’Aeropago, quindi è possibile visitarli insieme. Se vi recate all’apertura o all’ultimo minuto, non troverete la coda. Tuttavia, a sud-est dell’Acropoli, di fronte al Teatro di Dioniso, si trova un altro ingresso. Si tratta soprattutto di piccoli gruppi e di biglietti senza code. Di solito c’è meno coda, anche se il nostro consiglio è di entrare per primi o per ultimi per evitare la folla. Entrando da questo ingresso si potrà vedere innanzitutto il Teatro di Dioniso, il più antico e importante teatro d’Europa, che fa anche parte dell’Acropoli di Atene.
  2. Qual è la fermata della metropolitana più vicina per visitare l’Acropoli di Atene? Se volete entrare dall’ingresso principale, dovrete camminare per circa 10 minuti, anche se gli ingressi più comodi sono Monastiraki e Thissio. Se volete entrare dall’ingresso secondario, il più vicino è Akropoli.
  3. Informazioni per le persone disabili e in sedia a rotelle. Se avete o state viaggiando con una persona disabile o in sedia a rotelle, c’è un ascensore sul lato nord-ovest dell’Acropoli. Per visitare il monumento bisogna salire molte scale e il terreno è piuttosto accidentato, quindi si consiglia vivamente di utilizzare l’ascensore. Quando acquistate i biglietti, vi indicheranno la strada.

3. Cosa vedere sull’Acropoli di Atene

Sull’Acropoli di Atene ci sono molti edifici interessanti da vedere oltre al Partenone. Ma naturalmente questo è il più noto. Come già detto, la maggior parte di essi risale al V secolo a.C., durante il famoso secolo di Pericle, quando Atene era al suo apice. È molto importante che sappiate che ci sono due edifici che spesso passano inosservati: l’Odeon di Erode Attico e il Teatro di Dioniso. Perché? Perché si trovano sulla collina, non sull’Acropoli stessa, ma meritano una visita!

3.1. I Propilei, la magnifica porta d’ingresso

È la porta d’accesso all’Acropoli. Nell’architettura greca antica, il propylon è una porta d’ingresso monumentale. Se si entra dall’ingresso principale, è praticamente la prima cosa che si vede, e le sue colonne sono davvero impressionanti! In effetti, l’Acropoli di Atene vi stupisce fin dall’ingresso. Costruita tra il 437 a.C. e il 432 a.C., è senza dubbio una delle cose più impressionanti da vedere sull’Acropoli di Atene.

3.2. Porta Beulé, la Porta Romana

Questa porta risale al 280 a.C., in epoca romana. Si trova proprio sotto il lato ovest dei Propilei. Come curiosità, prende il nome dall’archeologo francese che lo scoprì nel XIX secolo. In origine era collegato ai Propilei da una grande scalinata di marmo, che però si è conservata solo in parte.

3.3. Monumento ad Agrippa

Superata la Porta Beulé, in direzione dei Propilei, si incontra il Monumento di Agrippa. Si tratta di un blocco di marmo rettangolare, anch’esso risalente all’epoca romana, in quanto costruito nel II secolo a.C.. Prende il nome da Marco Agrippa, genero dell’imperatore Augusto.

3.4. Il Partenone, il monumento più famoso da vedere sull’Acropoli di Atene

Questo edificio è la principale icona della Grecia. Si tratta di un tempio costruito tra il 447 e il 438 a.C., durante il periodo di massimo splendore di Atene e dedicato alla dea Atena. Tuttavia, nel corso della sua storia ha avuto molte funzioni diverse che hanno finito per distruggerlo parzialmente. Ad esempio, durante il periodo della dominazione ottomana è stato utilizzato come chiesa e persino come moschea. Infatti, durante questo periodo, i Turchi usarono questo tempio come deposito di polvere da sparo e, purtroppo, un colpo di cannone sparato dai Veneziani distrusse quasi tutto il tempio.

3.5. Il portico delle Cariatidi dell’Eretteo

L’Eretteo è un gruppo di santuari costruiti tra il 421 a.C. e il 395 a.C. Uno degli elementi più famosi dell’Eretteo è il Portico delle Cariatidi. Si tratta di sei colonne scolpite con figure femminili. Riteniamo che sia una delle cose migliori da vedere sull’Acropoli di Atene, anche se quelle che si trovano oggi sono repliche, poiché gli originali sono conservati nel Museo dell’Acropoli.

3.6. Antico Tempio di Atena Polias

A sud dei principali santuari dell’Eretteo si trova l’antico Tempio di Atena. Fu costruito all’inizio del VI secolo a.C. ed era il santuario di Atena Polias, patrona della città. Sebbene sia stato completamente distrutto dai Persiani nel 480 a.C., fu ricostruito nel XIX secolo quando gli archeologi scoprirono le fondamenta del tempio.

3.7. Tempio di Atena Niké

Questo piccolo tempio è dedicato alla dea Atena Nike, protettrice di Atene. Fu costruita dal prestigioso architetto greco Callicrate per commemorare la vittoria dei Greci sui Persiani. Èprobabilmente il tempio meglio conservato e restaurato dell’Acropoli di Atene. Fu costruito tra il 432 a.C. e il 421 a.C., subito dopo il Partenone.

3.8. Odeon di Erode Attico

Entrando dall’ingresso principale, si può seguire un percorso dal quale si ha una vista privilegiata sul teatro. Questo auditorium fu costruito nel 161 da Erode Attico in onore della moglie Regilla, morta l’anno precedente. Un tempo ospitava 5000 persone ed era coperto, ma fu distrutto dagli Heruli nel 267. Tuttavia, la sua ricostruzione ci permette di avere un’idea delle sue dimensioni e di continuare a goderci gli spettacoli. Ci sono ancora alcuni spettacoli musicali, soprattutto in estate. Non capita tutti i giorni di poter assistere a uno spettacolo in un teatro che ha più di 2000 anni – la storia vivente!

3.9. Teatro di Dioniso

Proprio all’ingresso secondario dell’Acropoli si trova il Teatro di Dioniso. Risalente al IV secolo a.C., era il teatro più antico e importante dell’Antica Grecia. Qui sono state rappresentate, tra le altre, le grandi tragedie greche di Sofocle ed Euripide.

3.10. Museo dell’Acropoli

Infine, anche se non si trova all’interno del complesso dell’Acropoli, pensiamo che non si possa perdere questo museo. È stato inaugurato nel 2009 per ospitare alcuni dei pezzi più preziosi rinvenuti sull’Acropoli che non è stato possibile conservare nel sito originale – ce ne sono più di 4000! Il gruppo più famoso è quello delle cinque cariatidi originali dell’Eretteo. Il sesto si trova al British Museum di Londra. Il biglietto d’ingresso non è incluso nel biglietto dell’Acropoli e costa 10 euro.

4. Orari e prezzi: quanto costa entrare all’Acropoli di Atene?

4.1. Orari di visita dell’Acropoli di Atene

Esistono due orari: uno per l’alta stagione, che coincide con i mesi estivi, e uno per i mesi invernali, con orari molto più limitati.

4.1.1. Orario estivo (dal 1° aprile al 31 ottobre)

Dalle 8:00 alle 20:00. L’ultimo ingresso è alle 19:30.

4.1.2. Inverno (dal 1° novembre al 31 marzo)

Dalle 8:00 alle 17:00.

4.2. In quali giorni l’Acropoli di Atene è chiusa?

È possibile visitare l’Acropoli di Atene tutti i giorni dell’anno tranne il 1° gennaio, il 25 marzo, il 1° maggio, la domenica di Pasqua, il 25 dicembre e il 26 dicembre.

4.3. Prezzi dei biglietti per visitare l’Acropoli di Atene

Esistono due tipi di biglietti per visitare l’Acropoli di Atene. Quindi avete due opzioni, a seconda delle vostre preferenze. È possibile acquistare un biglietto singolo che dà accesso solo all’Acropoli o un biglietto combinato che dà accesso all’Acropoli e ad altri sei siti archeologici.

4.3.1. Biglietti d’ingresso all’Acropoli

  • Estate – dal 1° aprile al 31 ottobre: 20 €.
  • Inverno – dal 1° novembre al 31 marzo: 10 €.

I bambini dell’UE di età inferiore ai 18 anni, gli studenti dell’UE, le persone con una disabilità superiore al 67% e i giornalisti sono ammessi gratuitamente dietro presentazione del relativo accreditamento. Se studiate in una qualsiasi università del mondo, pagherete la metà della tassa d’ingresso.

4.3.2. Biglietto combinato (Acropoli + Agorà antica, Agorà romana, Biblioteca di Adriano, Tempio di Zeus Olimpico, Kerameikos e Scuola di Aristotele).

Costa 30 euro per tutto l’anno: ne vale la pena? Noi pensiamo di sì. Se visitate l’Acropoli e due di questi monumenti, ne varrà la pena. E pensiamo che l’Antica Agorà, la Biblioteca di Adriano e il Tempio di Zeus Olimpico siano una tappa obbligata della città. Si ripaga da sola! Il pass è valido per 5 giorni.

4.3.3. È possibile entrare gratuitamente all’Acropoli?

Sì, l’ingresso all’Acropoli è gratuito il 6 marzo, il 18 aprile, il 18 maggio, l’ultimo fine settimana di settembre, il 28 ottobre e ogni domenica dal 1° novembre al 31 marzo. Se avete la fortuna di visitare l’Acropoli di Atene in queste date, non dovrete pagare l’ingresso. Anche se, come potete immaginare, non è consigliabile a causa della quantità di persone che si accumulano in questi giorni.

5. Dove acquistare i biglietti per l’Acropoli di Atene

Avete diverse opzioni per l’acquisto dei biglietti, presso le biglietterie dell’Acropoli, online o presso le biglietterie di uno qualsiasi dei monumenti inclusi nei biglietti combinati.

5.1. Presso le biglietterie

Questa è l’opzione più conveniente, a patto che ci si rechi al mattino presto o nel tardo pomeriggio, quando le code sono quasi inesistenti. Se volete visitare l’Acropoli di Atene a mezzogiorno, vi conviene optare per altre opzioni, perché le code sono infernali.

5.2. Sul sito web ufficiale

I biglietti possono essere acquistati in anticipo per un giorno e un orario specifico sul sito ufficiale. Si prega di notare, tuttavia, che non si accettano modifiche o rimborsi. Tuttavia, se viaggiate con bambini piccoli o con ingresso gratuito, dovrete convalidarli alla biglietteria prima di entrare. Quindi non risparmierete molto tempo.

5.3. Presso le biglietterie di altri monumenti inclusi nel pass combinato

Questa potrebbe essere l’opzione più intelligente per risparmiare tempo e code. Se acquistate il biglietto combinato per 5 giorni alla biglietteria dell’Agorà antica (come abbiamo fatto noi), o di qualsiasi altro monumento incluso nel biglietto combinato, non dovrete alzarvi presto per acquistare il biglietto perché difficilmente troverete code. In questo modo, il giorno dopo potrete recarvi all’Acropoli con il vostro biglietto in mano e andare direttamente all’Acropoli quando volete.

6. Qual è il momento migliore per visitare l’Acropoli di Atene?

In base alla nostra esperienza, crediamo che ci siano due momenti: alle 8:00 del mattino, appena aperti, e poco prima della chiusura. Personalmente, pensiamo che il momento migliore per visitare l’Acropoli di Atene sia un’ora o due prima della chiusura. Perché? La luce è bellissima e c’è meno folla. Se scegliete di entrare la mattina presto, tenete presente che verso le 9:00 c’è già molto movimento, soprattutto di gruppi di croceristi. In generale, la mattina c’è molta più gente rispetto al pomeriggio. Quello su cui siamo d’accordo è che dovreste cercare di evitare di visitare l’Acropoli di Atene tra le 10:00 e le 15:00. Soprattutto in alta stagione, in estate, perché queste sono le ore più calde e affollate.

7. È consigliabile prenotare una visita guidata dell’Acropoli di Atene?

Se capite l’inglese, non pensiamo sia necessario. Ci sono molti cartelli informativi che spiegano la storia di ogni sito in inglese. Tuttavia, come per ogni altra cosa, se desiderate un livello di informazione più dettagliato e un commento di benvenuto nella vostra lingua, potete prenotare questa visita guidata di Atene e dell’Acropoli in italiano.

8. Dove alloggiare quando si visita l’Acropoli di Atene

L’Acropoli si trova proprio nel cuore di Atene. Quindi, se dormite vicino a questo monumento, significa che sarete ben posizionati. In questo caso, dormire nei quartieri di Monastiraki o Plaka sarebbe un’ottima opzione.

9. I migliori punti di vista sull’Acropoli

Atene ha alcuni punti panoramici e terrazze molto belle, alcuni con una splendida vista sull’Acropoli. Il nostro preferito è quello sul Monte Licabetto, anche se ce ne sono molti altri.

10. Consigli per visitare l’Acropoli di Atene

Infine, per concludere questo post sull’Acropoli di Atene, vorremmo riassumere le idee in una serie di consigli per rendere più piacevole la vostra visita. Sebbene sia un sito spettacolare, se non si è informati, è uno dei tipici luoghi sovraffollati da cui si può uscire con un brutto ricordo.

10.1. Acquistare il biglietto combinato

Sia per risparmiare denaro che per risparmiare code. L’abbiamo comprata il giorno prima all’Antica Agorà e il giorno dopo abbiamo visitato l’Acropoli senza fare la coda.

10.2. Recarsi al mattino presto o prima dell’orario di chiusura

Per evitare la folla, è meglio entrare per primi o andare un’ora e mezza prima dell’orario di chiusura.

10.3. Indossare calzature adeguate

Visitare l’Acropoli di Atene non è impegnativo come scalare una montagna. Ma è bene sapere che le superfici sono irregolari, che bisogna salire delle scale e che è consigliabile indossare scarpe comode. Soprattutto se piove, perché il marmo può essere scivoloso.

10.4. Proteggersi dal sole

Atene tende a essere molto calda, soprattutto nei mesi estivi. Quando visitate l’Acropoli, sappiate che non c’è ombra. Si raccomanda quindi di indossare una protezione solare e di coprirsi la testa per evitare un’insolazione .

10.5. Idratarsi

Ad Atene camminerete per ore sotto il sole cocente, soprattutto in estate. Non ci sono ristoranti sull’Acropoli, quindi è meglio informarsi e comprare l’acqua prima di salire. L’idratazione è molto importante.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento