Viaggio alle Azzorre: Guida turistica

By | Ottobre 12, 2023
viaggio alle azzorre

Un viaggio alle Azzorre rappresenta una magnifica opportunità per immergersi in paesaggi vulcanici unici, spiagge nascoste e una natura incontaminata che affascina ogni visitatore. Posizionato nel cuore dell’Oceano Atlantico, l’arcipelago delle Azzorre rappresenta una delle perle del Portogallo. Composto da nove isole vulcaniche, ciascuna con le sue particolarità, queste terre emergono come monumenti naturali, testimoni della potenza della natura. Tra queste, possiamo citare São Miguel, Terceira e Pico, solo per menzionare alcune. Con il loro paesaggio lussureggiante, montagnoso e ricco di vegetazione, le Azzorre sono come gioielli dispersi nell’Atlantico. Le Azzorre non sono solo famose per le loro bellezze paesaggistiche. Molti avranno sentito parlare dell’anticiclone delle Azzorre, un fenomeno meteorologico che influisce sul clima di gran parte dell’Europa. Immagina una terra dove le montagne incontrano l’oceano, dove il verde brillante delle colline è accentuato dalle macchie colorate di ortensie. Questa è la bellezza incontaminata che ti aspetta durante il tuo viaggio alle Azzorre.


Per gli entusiasti del trekking, ci sono innumerevoli percorsi che offrono viste panoramiche mozzafiato. Ma non è solo la terraferma che ha da offrire: visitare le Azzorre significa anche immergersi in un mondo marino affascinante. Delfini, tartarughe e balene abitano le acque circostanti, regalando momenti magici a chiunque decida di fare una gita in barca. Sebbene le Azzorre fossero un tempo un segreto ben custodito, negli ultimi anni sono diventate una destinazione ambita per molti viaggiatori in cerca di autenticità. Nonostante la crescente popolarità, l’arcipelago ha mantenuto il suo carattere selvaggio e incontaminato. São Miguel, ad esempio, è l’isola più visitata, grazie anche ai numerosi collegamenti aerei, rendendola la porta principale verso questo paradiso.

Viaggio alle Azzorre: Cosa vedere

L’arcipelago delle Azzorre, composto da nove distinte isole, rappresenta una fusione unica di paesaggi generati dall’attività vulcanica e di una calorosa ospitalità. Ciascuna di queste gemme nell’Oceano Atlantico offre qualcosa di speciale ai visitatori. Se stai pensando di trascorrere le tue vacanze alle Azzorre, ecco alcune tappe imprescindibili.

1. São Miguel: L’Isola Verde

Al centro di ogni viaggio nelle Azzorre si trova São Miguel. Nota come Ilha Verde per la sua vegetazione tropicale e rigogliosa, questa isola è la più vasta dell’arcipelago e una delle mete predilette per chi decide di visitare le Azzorre. Al suo interno si trovano laghi scintillanti, sorgenti termali nella suggestiva valle di Furnas e la città di Ponta Delgada, che funge da principale porta d’ingresso per l’intero gruppo insulare. Immagina di camminare tra i suoi villaggi storici, situati su ripide falesie, o di rilassarti in calette sabbiose sulla costa meridionale. E ricorda, raggiungere São Miguel è semplice: si trova a poco più di due ore di volo dalla capitale portoghese, Lisbona.

2. Santa Maria: La Quiete Tropicale

Santa Maria, pur essendo una delle isole più piccole, sorprende con la sua tranquillità e bellezze naturali. È spesso descritta come l’Isola Gialla a causa del suo paesaggio incantevole. Con baie protette e spiagge di sabbia bianca lambite da acque cristalline, Santa Maria è una destinazione ideale per chi cerca una vacanza alle Azzorre all’insegna del relax. Non dimenticare di visitare la sua capitale, Vila do Porto, e i villaggi pittoreschi sparsi sull’isola.

3. Terceira: Storia e Tradizioni

Terceira, una delle isole principali delle Azzorre, vanta una ricca storia che si riflette nella sua capitale, Angra do Heroísmo. Questa città, fondata nel 1534, è stata riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. E mentre cammini tra le sue strade, fatti affascinare dalle antiche fortificazioni e dall’architettura militare risalente al XVII secolo. Terceira offre un mix perfetto tra cultura e bellezze naturali, rendendola una tappa fondamentale.

4. Faial: Il fascino vulcanico

Quest’isola si distingue per la sua iconica Caldeira, un vulcano imponente abbracciato da ortensie di un azzurro profondo. Verso ovest, il paesaggio diventa quasi extraterrestre grazie al Capelinho, che ricorda un terreno lunare. All’est, invece, i dolci pendii colorano la vista. Per chi desidera un’autentica vacanza, la celebre baia di Port Pim, storico rifugio delle balene, promette momenti di relax e balneazione. Le grotte di Costa da Feteira e il belvedere di Monte da Guia rappresentano altre imperdibili attrattive. Horta, la capitale effervescente, ha conservato l’aura di un importante nodo commerciale tra Europa e America.

5. Pico: La cima del Portogallo

Pico, la seconda isola per dimensioni dell’arcipelago, è nota per ospitare il monte più alto del Portogallo: il Vulcano Pico. La sua cima offre panorami ineguagliabili sul gruppo centrale delle Azzorre. Chi decide di visitare le Azzorre non può rimanere indifferente di fronte ai suoi laghi scintillanti e alla sua vegetazione opulenta. Le viti, i fichi e gli altri frutteti impreziosiscono l’isola. Lajes, anticamente nota come Sao Luis, sorge in una baia incantevole, e l’isola stessa ha ispirato Herman Melville nella scrittura di Moby Dick.

6. São Jorge: Natura incontaminata

Visitare le Azzorre significa anche immersioni nella natura più pura, come quella di Sao Jorge. Quest’isola, raggiungibile in 3 ore di traghetto da Pico, si caratterizza per la sua solitudine e la sua bellezza selvaggia. I villaggi, adagiati alle falde di scogliere vertiginose, conservano una quiete d’altri tempi. Oltre alla ricchezza ambientale, Sao Jorge regala panorami mozzafiato delle altre isole dell’arcipelago.

7. Flores: Il regno del verde e dell’acqua

Flores, nome che evoca la ricchezza faunistica e floreale dell’isola, rappresenta un must per chiunque voglia visitare le Azzorre. Situata nella parte più occidentale dell’arcipelago, questa isola ha un clima particolarmente piovoso, ma ciò contribuisce alla sua lussureggiante vegetazione. Le sue coste drammatiche nascondono cascate spettacolari, e le Lagoas, sette laghi vulcanici, sono una gemma di rara bellezza.

8. Graciosa – L’Isola Bianca

Graciosa, affettuosamente ribattezzata come “L’Isola Bianca”, è una gemma nascosta nelle Azzorre, posizionata nella parte più settentrionale del gruppo centrale di queste magnifiche isole. Questa destinazione è perfetta per chi cerca un viaggio che evochi un’atmosfera di serenità e quiete. Sebbene sia la seconda isola più piccola dell’arcipelago, vanta un clima invidiabile, dovuto principalmente alla mancanza di grandi rilievi; infatti, la sua caldera si eleva solo fino a 402 metri sul livello del mare.

Il paesaggio di Graciosa è contrassegnato da vaste valli, morbidi pendii terrazzati e caratteristici mulini a vento, rendono la vostra vacanza alle Azzorre una visione pittoresca. Il suo clima secco ha permesso la nascita di villaggi non solo lungo la costa, ma anche all’interno dell’isola. Ad esempio, le case tradizionali di Santa Cruz, la capitale dell’isola, brillano per la loro lucentezza data dalla calce bianca. Un altro punto saliente è il grande cratere vulcanico situato a sudest di Graciosa, che al suo interno cela una maestosa grotta, il Furna do Enxofre, e un misterioso lago sotterraneo di origine vulcanica.


9. Corvo – L’Isola Nascosta

Corvo, un lussureggiante cono vulcanico, emerge maestosamente dalle profondità dell’Oceano Atlantico. L’unico insediamento dell’isola è Vila Nova do Corvo, una cittadina pittoresca popolata da poche centinaia di abitanti, i cui edifici si distinguono per le loro facciate di pietra scura, contrapponendosi al verde circostante.

L’isolamento e la pace che avvolgono Corvo la rendono una destinazione ideale per una vacanza alle Azzorre all’insegna della tranquillità. Come Graciosa, anche questa isola vanta dei piccoli e caratteristici mulini a vento, testimoni di un’epoca passata ma ancora ben conservati. Cosa vedere a Porto: le tappe essenziali per un tour completo

Quali isole visitare

Mentre si pianifica una vacanza alle Azzorre, è cruciale definire quante e quali isole scoprire. Data la vastità dell’arcipelago, con un periodo di due settimane, generalmente, è possibile esplorare da 4 a 5 isole. La maggior parte dei visitatori, specialmente coloro che pianificano il loro primo viaggio nelle Azzorre, tendono a includere Sao Miguel e Terceira, seguite da 2 o 3 tra Pico, Sao Jorge e Faial. La prossimità tra queste isole facilita gli spostamenti. Tuttavia, è fondamentale non sottovalutare gioielli come Flores o Graciosa. Ecco una breve guida per quanto tempo dedicare a ciascuna isola:


  • Sao Miguel: 4 giorni
  • Terceira: 3 giorni
  • Faial: 2 giorni
  • Pico: 2 giorni
  • Sao Jorge: 2 giorni
  • Flores: 2 giorni
  • Corvo: 1 giorno
  • Santa Maria: 2 giorni

Questi periodi sono indicativi e dovrebbero essere visti come giorni effettivi sull’isola, escludendo il tempo di viaggio. Una cosa da tenere a mente: i viaggi alle isole più remote, come Flores e Corvo, potrebbero presentare collegamenti meno frequenti.

Il mare e le spiagge delle Azzorre

Le Azzorre, immerse nell’Oceano Atlantico, non sono solo un luogo ideale per vacanze alle Azzorre ma sono anche un paradiso per gli amanti degli sport acquatici. Nonostante non siano famose per le loro spiagge, offrono condizioni invidiabili per surf, windsurf e kitesurf. Molti turisti vengono alle Azzorre per avvistare le balene; senza dubbio, è una delle esperienze più emozionanti e cosa vedere alle Azzorre che non dimenticherai facilmente.

La temperatura dell’acqua rimane piacevole durante tutto l’anno, grazie alla Corrente del Golfo. L’origine vulcanica delle isole ha dato vita a spiagge con sabbia di tonalità scura e formazioni rocciose.


Per chi è alla ricerca di spiagge idilliache, l’isola di Santa Maria vanta le spiagge più pittoresche dell’intero arcipelago. Visitare le Azzorre è un’esperienza incompleta senza esplorare Sao Lourenco, circondata da vigneti, o le piscine naturali vicino ad Anjos e Vila do Porto. Praia do Populo, con la sua sabbia nera, si trova a breve distanza da Sao Roque su Sao Miguel.

Per gli entusiasti degli sport d’acqua, le onde invernali rappresentano un’esperienza stimolante. Inoltre, l’affascinante Praia da Vitoria, situata a Terceira, è la sede dei campionati mondiali di windsurf e slalom. Cosa fare e vedere a Lisbona

Il Momento Ideale per Visitare le Azzorre

Le affascinanti isole Azzorre vantano un clima subtropicale oceanico. Il termometro qui oscilla dolcemente: durante i mesi invernali si stabilizza tra i 15 e i 17°C, mentre in estate si attestano su valori di 24-26°C. Sebbene raggiungere i 30°C sia un evento raro, le notti sono miti e raramente vedono temperature al di sotto dei 7-8°C. Se stai considerando una visita, il periodo ottimale si colloca tra giugno e settembre.

Trasporti: Raggiungere le Azzorre

Se viaggi dall’Italia, ricorda che non ci sono collegamenti diretti. L’opzione comune implica uno scalo in Portogallo. TAP, la compagnia di bandiera portoghese, offre voli che fanno tappa a Lisbona o Porto, per poi proseguire verso São Miguel o Terceira. Un’altra strategia può essere quella di prenotare due voli distinti: magari un volo economico verso Lisbona, seguito da un secondo volo che ti porti nell’arcipelago, utilizzando i frequenti collegamenti offerti da SATA, l’airline delle Azzorre. Ryanair e la stessa TAP assicurano servizi dal Portogallo alle Azzorre, ma non servono ogni isola. Se il tuo scopo principale è l’arcipelago, opta per la prima soluzione, risparmierai tempo. Altrimenti, se desideri esplorare Lisbona o Porto, la seconda opzione potrebbe fare al caso tuo. Per una panoramica completa sulle opzioni aeree, ti suggeriamo di esplorare la sezione Voli per le Azzorre.

Spostarsi tra le isole

Vuoi saltare da un’isola all’altra? L’aereo, con voli quotidiani offerti dalla SATA, è la scelta più rapida. Ogni isola è dotata di un aeroporto, e i prezzi per i voli interni variano tra 70 e 90 euro. Tuttavia, la popolarità di queste mete può rendere difficile trovare posti, in particolare durante i picchi turistici. Un’alternativa è il traghetto attraverso AtlanticoLine. Questo metodo è ideale per le isole centrali come Faial, Pico e Sao Jorge, date le tratte brevi e frequenti. Ma attenzione se hai il mal di mare o viaggi in inverno, quando molte rotte vengono ridotte.

Spostamenti sull’Isola

Per scoprire realmente le Azzorre, l’auto a noleggio è essenziale. Molti dei tesori nascosti delle isole sono difficili, se non impossibili, da raggiungere con i trasporti pubblici. L’auto ti offre libertà, flessibilità e un risparmio di tempo inestimabile. Se questa non è un’opzione, Sao Miguel e Terceira hanno alcune linee di autobus, ma le altre isole offrono scarse opzioni di trasporto pubblico. I taxi sono un’alternativa, ma preparati a costi più elevati rispetto al noleggio auto. Le migliori spiagge del Portogallo

FAQ sul Viaggio alle Azzorre

  1. Che cosa sono le Azzorre?
    • Le Azzorre sono un arcipelago portoghese situato nell’Atlantico del Nord, composto da nove isole vulcaniche principali. Sono conosciute per la loro bellezza naturale, le sorgenti termali e la ricca biodiversità.
  2. Qual è il periodo migliore per visitare le Azzorre?
    • Le Azzorre godono di un clima mite durante tutto l’anno. Tuttavia, la stagione ideale per visitarle va da maggio a settembre, quando le temperature sono più calde e le piogge meno frequenti.
  3. Come posso raggiungere le Azzorre?
    • L’aeroporto principale delle Azzorre è a Ponta Delgada sull’isola di São Miguel. Ci sono voli diretti da molte città europee e da alcune città nordamericane. Si possono anche raggiungere le isole con la nave.
  4. È necessario un visto per visitare le Azzorre?
    • Le Azzorre fanno parte del Portogallo, quindi le regole per l’ingresso sono le stesse di quelle per il Portogallo. I cittadini dell’UE e dell’EEA non necessitano di un visto. Per gli altri paesi, è meglio controllare le specifiche esigenze di visto per il Portogallo.
  5. Quali attività posso fare alle Azzorre?
    • Le Azzorre offrono una vasta gamma di attività: trekking, immersioni, whale watching, birdwatching, esplorazione di grotte vulcaniche, bagni termali e molto altro.
  6. Qual è la moneta utilizzata alle Azzorre?
    • Essendo le Azzorre parte del Portogallo, la moneta utilizzata è l’Euro (€).
  7. Le Azzorre sono adatte per un viaggio in famiglia?
    • Assolutamente sì! Oltre alle attività all’aperto, ci sono molte attrazioni adatte alle famiglie, come parchi, musei e spiagge. Tra le cose da vedere alle Azzorre, non bisogna dimenticare le spiagge nascoste, ideali per un momento di relax e per ammirare la bellezza incontaminata dell’arcipelago.
  8. Esistono pericoli naturali alle Azzorre a cui prestare attenzione?
    • Le Azzorre sono un’area vulcanica, quindi piccoli terremoti sono possibili, ma rari. Tuttavia, le infrastrutture sono costruite per resistere a tali eventi e il rischio per i visitatori è minimo.
  9. È necessario noleggiare un’auto alle Azzorre?
    • Dipende dall’isola e dal tipo di viaggio. A São Miguel, ad esempio, è consigliabile avere un’auto se si desidera esplorare l’isola in profondità. Tuttavia, alcune isole sono piccole e facilmente esplorabili a piedi o in bicicletta.
  10. Quali sono le lingue parlate alle Azzorre?
  • La lingua ufficiale è il portoghese, ma molte persone, specialmente nel settore turistico, parlano anche inglese e altre lingue europee.

Speriamo che questa FAQ ti sia stata utile nel pianificare il tuo viaggio alle Azzorre! Se hai altre domande, non esitare a contattarci. Buon viaggio! Cosa fare e vedere in Portogallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *