Vietri sul Mare, sole, mare e molto altro

By | Luglio 1, 2022
Vietri sul Mare

Situata sulle rive del Golfo di Salerno e a pochi chilometri da questa città, Vietri si erge come riflesso del fascino della Costiera Amalfitana, poiché le sue rinomate ceramiche sono un riflesso di tutta l’essenza e il colore di questa bellissima regione. Piccolo e grande allo stesso tempo, questo pittoresco paese di campagna nasce dall’unione tra la collina e il mare, offrendo al viaggiatore il privilegio di sentire e contemplare la spettacolare natura dei suoi dintorni. Un’enclave dove terra, aria, mare e fuoco si incontrano, si correlano e mutano, offrendo Vietri al mondo. Sorta sui resti dell’antica Marcinadurante la sovranità etrusca, la cittadina fu una delle più estese grazie ai traffici marittimi avvenuti durante il periodo delle repubbliche; facendone una zona periferica della città di Salerno.


Considerata la capitale della ceramica della Campania e rinomata per la policromia dei suoi pezzi, la tradizione artigianale di Vietri risale all’epoca romana, godendo del suo massimo splendore intorno al XV sec. XVI e XVII e facendo della corte di Napoli uno dei suoi principali committenti. La costruzione dei forni di cottura su tre livelli e il successivo sbarco di artisti internazionali nel primo dopoguerra, furono una boccata d’aria fresca per i loro progetti, dando impulso al settore. Insieme alla ceramica, la tradizione della pesca e il turismo sono l’asse economico di Vietri, oggi uno dei centri più radicati e tradizionali della regione.

Leggi anche: Le 13 spiagge più belle della Costiera Amalfitana

Cosa vedere a Vietri?

Situato in posizione strategica, questo splendido paese cullato dalle acque del mare, viene descritto come un passaggio verso il Cilento, diventando uno dei primi gioielli da scoprire della Costiera Amalfitana. La bellezza dei suoi paesaggi baciati dal sole e la nobiltà di origini fortemente legate al mare, raccontano la storicità e la ricchezza di un intero territorio, rendendosi presente in ciascuna delle rappresentazioni architettoniche che troviamo nel nostro percorso attraverso il centro storico.

Vietri ha molte cose da vedere, ma senza dubbio una delle più rappresentative è la visita alla Chiesa di San Giovanni Battista. La sua spettacolare cupola ricoperta di maioliche colorate è senza dubbio il massimo esponente della potenza artistica di questa piccola città. Tra le altre architetture liturgiche, possiamo vedere la Chiesa di Sant’Antonio e la sua cripta sotterranea.

Assolutamente da vedere è quella che ci porterà nel bellissimo borgo di Ratio, per conoscere Villa Guariglia. Sede del Museo Provinciale della Ceramica, insieme alla fabbrica di ceramiche Solimene, ci aiuteranno a conoscere il passato ceramico del paese attraverso ampie collezioni che ospitano pezzi del periodo artistico tedesco. Inoltre, la sua particolare posizione ci permetterà di contemplare alcuni dei panorami più affascinanti dell’intera Costiera Amalfitana.

Leggi anche: Cosa fare e vedere a Procida

Il modo migliore per vivere Vietri è visitare le sue botteghe di ceramica e scoprire come ognuna di esse realizza il proprio processo artigianale. Percorri le sue strade e lasciati trasportare dalla gioia dei colori che la inondano; assapora il cibo che il mare umilmente ti offre. In breve, è dare ali ai nostri sensi e lasciarli volare.

Le spiagge sono un altro dei grandi riferimenti del comune, in particolare quelle della Marina, dove giungono migliaia di turisti attratti dalla leggenda che precede il piccolo arcipelago di scogli che lo presiede e dove possiamo godere anche dei panorami offerti dalla sua torre, eretta come luogo di avvistamento al tempo dei corsari. Ma scoprire Vietri è senza dubbio lasciarsi trasportare dalla bellezza dei suoi dintorni e scoprire lo splendore della sua natura percorrendo uno dei sentieri che attraversano il Parco Nazionale del Circeo.

Cosa mangiare a Vietri sul mare?

Le ricche “granite” al limone o limoncello sono il preludio perfetto per la degustazione di un ricettario in cui i prodotti locali e le radici italiane sono i protagonisti. Le curiose pizze mortadella e pistacchio servite sotto la fragrante dolcezza dei limoni nel patio Al Limoneto; i piatti stellati del Re Mauri o la squisita crostata di ricotta e cioccolato de Il Cavaliere dei Conti sono alcune delle specialità che, insieme alle acciughe e agli altri pescati del giorno, sono da provare.


Leggi anche: Le 10 isole italiane più belle

Come arrivare a Vietri sul mare?

Arrivare a Vietri sul Mare è molto semplice, in quanto, a differenza di altri paesi come Amalfi, Furore o Positano, è l’unico ad avere una stazione ferroviaria, quindi è possibile visitarlo partendo da Napoli stessa o da Sorrento.

  • In macchina. Per accedere a Vietri in auto da Salerno bisogna imboccare via dei Principati in direzione della SS 18 Tirrena Inferiore. Proseguiremo poi lungo questa, fino a Corso Umberto I a Vietri sul MarePer accedere al centro del paese, prenderemo poi via Osvaldo Costabile verso via Cristoforo Colombo, fine del nostro viaggio. Si noti che questo percorso di soli quindici minuti può essere ampiamente esteso a causa della ripetuta congestione del traffico.
  • In treno. Come abbiamo già accennato, Vietri dispone di una propria stazione ferroviaria. Trenitalia offre diverse linee che partono dalla stazione centrale di Salerno e coprono la tratta. Con frequenze di viaggio ogni otto minuti e un prezzo del biglietto che oscilla tra 1 e 3 euro (per la prima classe).
  • Con il bus. Diverse sono le compagnie che coprono la tratta come Busitalia e SCAI Autolinee, ma senza dubbio il miglior servizio in termini di frequenze di viaggio è offerto da Sitabus. Gli autobus della linea 5120 (quelli che ci porteranno a Vietri) partono ogni quindici minuti da Piazza Vittorio Veneto e il prezzo a corsa è compreso tra 1 e 2 euro. Attualmente i biglietti possono essere acquistati in stazione o a bordo, oltre ad essere emessi presso tabaccherie, chioschi e alcuni bar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.