Cristo Redentore

Il Cristo Redentore è una gigantesca statua di Gesù Cristo sulla cima del monte Corcovado, a Rio de Janeiro, nel sud-est del Brasile. Completata nel 1931, è alta 30 metri (due terzi dell’altezza della Statua della Libertà) e i suoi bracci estesi orizzontalmente misurano 28 metri. La statua, realizzata in cemento armato e decorata con un mosaico di migliaia di tessere triangolari di pietra, si trova su una base alta circa 8 metri sulla cima della montagna. Il Cristo Redentore è la più grande scultura Art Déco del mondo ed è uno dei simboli più riconoscibili di Rio de Janeiro. Questa figura non è solo la bandiera di Rio, ma è diventata anche un’icona culturale del Brasile. Ma ancora più importante è il suo effetto internazionale, in quanto è diventato un simbolo globale del cristianesimo che attira ogni anno milioni di credenti e non credenti sulla cima del Monte Corcovado. La statua del Cristo Redentore affascina esperti e storici da quasi cento anni. È la quarta statua di Gesù Cristo più grande al mondo ed è considerata una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Caratteristiche del Cristo Redentore

  • Tipo di monumento: Statua
  • Interesse: Religioso e turistico
  • Inaugurazione: 12/10/1931
  • Author: Paul Landowski
  • Posizione: Rio de Janeiro, Brasile
  • Visitatori annuali: 600 mila
  • Patrimonio dell’Umanità: Dal 1973 dall’UNESCO

Dove si trova?

Il Cristo Redentore si trova in cima al monte Corcovado a Rio de Janeiro, in Brasile.

Leggi anche: Il Faro di Alessandria, una delle 7 meraviglie del mondo antico

Quando è stato costruito il Cristo Redentore?

Negli anni Cinquanta del XIX secolo, il sacerdote Pedro Maria Boss propose di collocare un monumento cristiano sul Monte Corcovado in onore di Isabella, principessa reggente del Brasile e figlia dell’imperatore Pedro II. Il progetto non fu mai approvato a causa della dichiarazione della Repubblica nel 1889, quando la religione fu separata dal governo del Paese.

Dopo la prima guerra mondiale, nel 1921, l’arcidiocesi cattolica di Rio de Janeiro e parte della popolazione si preoccuparono della mancanza di fede e proposero di costruire una statua di Cristo sulla cima di 704 metri che, grazie alla sua imponente altezza, l’avrebbe resa visibile da qualsiasi punto di Rio. I cittadini presentarono una petizione all’allora presidente del Brasile, Epitácio Pessoa, per consentire la costruzione della statua del Cristo Redentore sul Monte Corcovado.

Il permesso fu concesso e Rio, l’allora capitale del Brasile, fu “recuperata al cristianesimo”. La prima pietra fu posata cerimonialmente il 4 aprile 1922 per commemorare il centenario dell’indipendenza del Brasile dal Portogallo, ma il progetto definitivo dell’impresa futura non era ancora stato definito. Nello stesso anno fu indetto un concorso per trovare un progettista e fu scelto l’ingegnere brasiliano Heitor da Silva Costa con progetti e disegni di una statua di Cristo che regge una croce nella mano destra e il globo terrestre nella sinistra.

Chi è l’autore di Cristo redentore?

Il monumento non può essere attribuito a un singolo progettista; per nove anni diversi progettisti hanno lavorato insieme al monumento. Silva Costa modificò in seguito i bozzetti in collaborazione con l’artista brasiliano Carlos Oswald, a cui si deve l’idea della figura eretta con le braccia aperte a forma di croce e in segno di benvenuto al popolo. Lo scultore franco-polacco Paul Landowski, che ha collaborato con Silva Costa al progetto finale, è stato accreditato come il principale progettista della testa e delle mani della figura. Ha trascorso diversi anni a progettare la statua in pezzi di argilla che sono stati poi spediti in Brasile e aggiunti al Cristo Redentore. Il volto, invece, è stato realizzato dal romano Gheorghe Leonida.

Leggi anche: Visita e lasciati affascinare dal Museo del Louvre a Parigi

Cristo Redentore

Come è stato costruito il Cristo Redentore?

Sotto la supervisione di Silva Costa, la costruzione iniziò nel 1926 e proseguì per cinque anni. In quel periodo i materiali e gli operai venivano portati al sito da un treno che in precedenza era stato utilizzato per scopi turistici, portando i turisti in cima per godere della vista panoramica che offre. Gli operai hanno utilizzato impalcature di legno durante la fase di costruzione, dovevano arrampicarsi per sistemare tutti i materiali, un compito sacrificale e pericoloso, ma una dimostrazione di fede.

Quanto è costato?

Il monumento costò 250.000 dollari, che in termini odierni sarebbero circa 3 milioni di dollari. Il finanziamento è stato privato, con donazioni provenienti principalmente dalla Chiesa e dalla comunità cattolica brasiliana.

Quando è stata completata la costruzione?

Una volta completato, il monumento fu inaugurato il 12 ottobre 1931. Nel corso degli anni è stata sottoposta a periodiche riparazioni e ristrutturazioni, tra cui un’accurata pulizia nel 1980 in vista della visita di Papa Giovanni Paolo II in Brasile. Nel 2010 la superficie è stata riparata e restaurata. Dal 2002 sono state aggiunte scale mobili e ascensori per facilitare l’accesso ai turisti. In precedenza, per raggiungere la statua bisognava salire più di 200 gradini. Nel 2006, per commemorare il 75° anniversario della statua, alla sua base è stata costruita una cappella in onore di Nostra Signora di Aparecida, patrona del Brasile.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento