Manarola

La graziosa Manarola è il secondo più piccolo dei cinque paesi delle Cinque Terre (dopo Corniglia) e il secondo paese (dopo Riomaggiore ) che incontrerete salendo la costa da sud. Le case colorate di Manarola sembrano precipitare fino al suo porticciolo sul mare azzurro brillante del Mar Ligure, rendendolo uno dei borghi pittoreschi più fotografati delle Cinque Terre. Fondata probabilmente dai romani, Manarola fu costruita lungo un torrente d’acqua dolce: il suo nome si pensa si riferisca a un’antica, grande ruota idraulica ( magna rota in latino), la cui riproduzione si trova nel paese. L’attuale città risale al 1300, il che la rende probabilmente la più antica delle Cinque Terre. Un tempo parte della potente Repubblica di Genova, Manarola era un tempo sede di un castello e di una torre di avvistamento costruita per proteggersi dai predoni. Storicamente e oggi Manarola è nota per lo Sciacchetrà, un vino da dessert dolce e molto ambito.

Leggi anche: Monterosso al Mare: la guida completa

Cosa fare e vedere a Manarola

I visitatori fuori stagione a Manarola troveranno un villaggio assonnato dipendente dalla pesca e dal vino. In primavera e in estate, troveranno qui il piccolo paese (350 abitanti) pieno di turisti per fare escursioni sui sentieri delle Cinque Terre e fotografare le sue famose città e paesaggi. Mentre la maggior parte delle persone viene nella regione per fare escursioni, puoi anche prenderti del tempo per goderti il ​​paesaggio mozzafiato e la bellissima vita del villaggio. Ecco alcune cose da non perdere durante la visita a Manarola.

  • Tour della città: Nella parte alta del paese, troverai la piazza principale, Piazza Papa Innocenzo IV, il XV secolo Oratorio dei Disciplinati e la Chiesa di San Lorenzo del XIII secolo. Da qui in discesa, verso il mare, alla scoperta dell’antica ruota idraulica, del porticciolo, delle stradine e dei vicoli del paese, stretti, fioriti e lastricati. Al molo, puoi nuotare, fare snorkeling, noleggiare un gommone (una barca dello zodiaco) o prendere il traghetto stagionale per le altre città delle Cinque Terre. Da non perdere il belvedere panoramico di Manarola, a pochi minuti a nord del porto, per quella classica foto della città e del lungomare.
  • Goditi un pasto o un drink al mare: la vita si muove a un ritmo più lento alle Cinque Terre, quindi assicurati di rallentare abbastanza a lungo per apprezzarlo. Un pasto piacevole, a pranzo o a cena, sulla terrazza all’aperto di un ristorante con vista sul mare, sarà quello che assaporerete per tutta la vita.
  • Percorri parte della Via Dell’Amore (La Via dell’Amore): Via dell’Amore è un sentiero che inizia (o finisce) a Manarola e conduce a Riomaggiore. Tagliando lungo le scogliere sopra la magnifica costa, il sentiero è il più breve di tutti i sentieri delle Cinque Terre (un viaggio facile da 15 a 30 minuti) ed è decorato con “lucchetti dell’amore”: lucchetti lasciati dalle coppie come gesto di eterno amore.
  • Natale a Manarola: se ti capita di visitare a dicembre o gennaio, l’enorme presepe illuminato di Manarola è distribuito su una collina sopra la città. Realizzato con materiali riciclati, afferma di essere il presepe più grande del mondo. Ci sono diversi punti panoramici per vedere la scena, oltre a un sentiero che sale sulla collina e si ferma davanti a molte delle vignette.

Leggi anche: Vernazza: la guida completa

Cosa mangiare e bere a Manarola

Come nel resto delle Cinque Terre, i menu dei ristoranti sono ricchi di pesce e frutti di mare freschi, in gran parte pescati la mattina, e ingredienti della generosa campagna ligure. Mangiare può essere costoso – spesso pagherai un sovrapprezzo per quel tavolo sul mare – o un pasto informale in una semplice trattoria. Oppure puoi andare in un negozio di alimentari e acquistare gli ingredienti per un picnic, per divertirti lungo uno dei sentieri escursionistici o in riva al mare. Comunque tu scelga di goderti il ​​tuo pasto, ecco alcuni prodotti che vorrai provare a Manarola.

  • Le acciughe in Liguria vengono servite marinate, leggermente fritte o come ingrediente per la pasta e sono molto di più del pesce salato che potresti evitare sulla pizza. Sono nei menu ovunque e sono vendute come cibo da strada sotto forma di fritti misti, gustosi coni di carta ripieni di frutti di mare.
  • Il pesto, quel condimento piccante e verde brillante, è fatto con basilico, che cresce come un matto nelle Cinque Terre, pinoli e olio d’oliva locali, Parmigiano-Reggiano e Pecorino. Con questi ingredienti freschi e di prima qualità, è come nessun pesto che tu abbia mai assaggiato altrove.
  • La focaccia si trova in tutta Italia, ma si suppone sia stata inventata a Genova. La focaccia simile a una pizza viene servita semplice con rosmarino e olio d’oliva o al forno con pomodori freschi, olive e altri ingredienti. È lo spuntino perfetto per darti energia durante un’escursione impegnativa.
  • Lo Sciacchetrá è un vino dolce e liquoroso ottenuto dai vigneti che crescono intorno a Manarola. Assicurati di ordinarne un po’ a fine pasto.

Leggi anche: Cosa vedere a Bolzano

Dove dormire a Manarola

Le sistemazioni a Manarola sono un mix di semplici hotel e B&B, nonché affitti di tipo Airbnb, spesso indicati come Affitacamere (stanze in affitto). Non ci sono vere proprietà di lusso in città, anche se molti hotel e affitti sono sorprendentemente moderni. Non aspettarti servizi come piscine o centri fitness; la maggior parte degli hotel non offre molto di più di un ristorante o bar e forse una vista fantastica. Se hai intenzione di soggiornare in una casa o appartamento in affitto per le vacanze, fai la tua due diligence guardando tutte le foto online e assicurandoti delle politiche di cancellazione. Se visiti in estate e vuoi stare al fresco, conferma che c’è l’aria condizionata.

Come arrivare a Manarola

  • Con il treno. Manarola dispone di una propria stazione ferroviaria ed è raggiungibile sia da La Spezia che da Levanto. Da La Spezia prendere il treno regionale in direzione Sestri Levante e scendere alla prima fermata. Da Levanto prendere il treno regionale in direzione La Spezia Centrale. Se hai intenzione di fare un’escursione in treno durante il tuo soggiorno alle Cinque Terre, acquista la Cinque Terre Card Train (Treno), che include l’uso degli autobus del parco ecologico, l’accesso a tutti i percorsi di trekking e la connessione Wi-Fi, più viaggi illimitati in treno sulla linea Levanto—Cinque Terre—La Spezia (solo treni regionali di seconda classe).
  • In macchina. Manarola, come tutti i paesi delle Cinque Terre, è chiusa al traffico. Se hai intenzione di guidare, troverai alcuni piccoli parcheggi fuori città, ma questi si riempiranno rapidamente in alta stagione. Consigliamo di lasciare l’auto a La Spezia o Levanto e prendere il treno per i paesi o meglio ancora, partendo da Riomaggiore o Monterosso al Mare e facendo un’escursione verso gli altri paesi, tra cui Manarola.
  • In barca. Durante l’alta stagione estiva, il Consorzio Marittimo Turistico gestisce battelli da La Spezia a quattro dei cinque paesi delle Cinque Terre, tra cui Manarola.
  • In aereo. Gli aeroporti più vicini sono il Cristoforo Colombo di Genova (GOA), il Galileo Galilei di Pisa (PSA) e l’Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze (FLR). L’aeroporto internazionale più vicino e più grande è Malpensa International (MXP) situato a Milano.

    Di Barbaro Antonietta

    Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

    Lascia un commento