cose da fare sul Lago d'Iseo

Il Lago d’Iseo si trova in Lombardia, tra le province di Bergamo e Brescia, nell’Italia settentrionale. Il lago è circondato da montagne molto alte di origine glaciale, come il Monte Trentapassi, il Monte Guglielmo e il Monte Bronzone.

In alcuni tratti del lago, tra Riva di Solto e Castro, la montagna cade direttamente in acqua ed è possibile ammirare queste enormi lastre di roccia che cadono a picco sulla superficie del lago. Sono molto suggestivi, soprattutto da ammirare a bordo di una barca.

Il Lago d’Iseo è diviso in due sponde: quella bresciana e quella bergamasca. Dal 2018 la porzione settentrionale del lago fa parte della riserva della biosfera UNESCO della “Valle Camonica – Alto Sebino”.

Lungo le sponde del Lago d’Iseo si trovano suggestive cittadine dove è possibile passeggiare tranquillamente e rilassarsi, assaggiare qualche specialità, godersi il panorama e perdersi nei vicoli antichi.

1. Lovere

Tra le città da visitare, c’è sicuramente Lovere, in provincia di Bergamo. Lovere è stata annoverata tra i borghi più belli d’Italia per il suo inestimabile patrimonio architettonico e artistico, le sue strade medievali e lo splendido lungolago.

Merita una visita anche l’Accademia Tadini, ospitata in un bell’edificio in stile neoclassico, dove si possono ammirare opere d’arte di Antonio Canova.

L’antica città permette di perdersi in strade romantiche che fanno sognare. Allo stesso tempo, si possono visitare luoghi unici come la Basilica di Santa Maria in Valvendra, la Torre Civica e, naturalmente, da non perdere il Porto Turistico, che si presenta come uno dei più moderni e grandi d’Europa.

Infine, molto interessante è anche il Santuario dei Santi Loveresi.

2. Pisogne

In provincia di Brescia, esattamente di fronte a Lovere, ma sull’altra sponda del lago, si trova un altro dei paesi più caratteristici della zona. Si tratta di Pisogne, con il suo bel centro storico, il lungolago dove passeggiare e ammirare i tramonti, e una vivace piazza con tanti bar e tavolini all’aperto.

Da visitare assolutamente la Chiesa di Santa Maria della Neve, che custodisce preziosi affreschi del Romanino. La “Cappella Sistina dei Poveri”: così è stata ribattezzata questa piccola chiesa di incredibile bellezza, situata appena fuori dal centro storico di Pisogne e nota per i meravigliosi affreschi di Gerolamo Romanino, uno dei massimi esponenti della pittura bresciana del Rinascimento.

Caratterizzata esternamente da una facciata molto sobria, una volta entrati si rimane affascinati dal ciclo pittorico della Passione di Cristo, con le figure idealizzate del Rinascimento classico che abbracciano la realtà umile e popolare del cristianesimo. Il culmine dell’opera artistica del Romanino è la grande Crocifissione drammatica che occupa l’intera controfacciata.

3. Monte Isola

Monte Isola è da non perdere tra le cose da vedere sul Lago d’Iseo. Si presenta come una delle più grandi isole lacustri abitate d’Europa. Si trova sul Lago d’Iseo, e come suggerisce il nome, si configura proprio come una montagna che si erge su un’isola.

Lungo le pendici di Monte Isola, si trovano 11 centri abitati che, per l’ottimo stato di conservazione del patrimonio culturale dal sapore antico e per il loro aspetto pittoresco, sono stati nominati tra i borghi più belli d’Italia.

Sull’isola è inoltre possibile seguire un sentiero che conduce alla cima della montagna dove si trova il Santuario della Madonna della Ceriola. Da questa altezza, è possibile vedere tutto il Lago d’Iseo e scoprire la bellezza del paesaggio con una vista panoramica unica.

4. Santuario della Madonna della Ceriola

Il Santuario della Madonna della Ceriola, simbolo di Monte Isola e meta imperdibile per chi vuole trascorrere una giornata di relax sull’isola, è un piccolo gioiello che si staglia sul Lago d’Iseo, offrendo una vista mozzafiato.

Costruita su un nucleo originario degli inizi del 1400, la chiesa è il risultato di una serie di interventi di epoche diverse, dall’ampliamento del presbiterio agli inizi del 1600 alla costruzione del campanile nel 1750.

Il risultato è un luogo di culto in stile barocco che stupisce per la sua bellezza: straordinari gli affreschi della navata e del presbiterio dedicati alla Vergine e la scultura lignea posta sopra l’altare della Madonna in trono con il Bambino e ai lati i Santi Faustino e Giovita.

Sul fondo si trova un’ampia collezione di ex voto che i fedeli lasciano in segno di gratitudine e devozione. Una gita a Monte Isola è indispensabile quando si visita il Lago d’Iseo. È raggiungibile dalle sponde bresciane e bergamasche, anche se il percorso più veloce è quello da Sulzano.

5. Predore

Naturalmente il Lago d’Iseo è famoso per la bellezza delle sue città e dei suoi siti archeologici. Un sito da non perdere è sicuramente quello di Predore. In questa località, infatti, sono stati ritrovati, dopo 1500 anni, i resti di un antico complesso termale datato tra il II e il III secolo d.C..

La visita al complesso termale romano permette di vedere un pezzo di storia antica e di ammirare i mosaici e l’architettura del sito grazie all’attento restauro effettuato negli ultimi anni. Il complesso termale di Predore è visitabile solo il sabato e la domenica durante tutto l’anno.

6. Via Valeriana

Tra le cose da vedere sul Lago d’Iseo, troviamo anche l’antica Via Valeriana, che si trova tra la Valle Camonica e il lago. Questa antica strada, costruita dai Romani, era l’unico collegamento tra Val Camonica e Brescia fino al 1850. Questa strada acciottolata tra le colline che dominano il Lago d’Iseo permette di scoprire panorami unici.

Su questa strada è possibile scoprire il Santuario di Minerva, situato all’ingresso del Bren, e molto bello è anche l’Anfiteatro di Cividate Camuno. Questa zona è perfetta anche per il trekking.

7. Monte Guglielmo

Un’altra zona dove fare trekking e scoprire la bellezza degli itinerari sul Lago d’Iseo è il Monte Guglielmo. L’escursione al Monte Guglielmo è una delle più belle e panoramiche del Lago d’Iseo e una delle più impegnative.

Per raggiungere la sua cima ci vogliono circa due ore e mezza (solo andata) e il sentiero è interamente nel bosco. Si può raggiungere in tre modi: da Zone, dal rifugio Croce di Marone o da Passabocche. La vetta è alta 1.949 metri e la vista che si gode da lassù lascia senza fiato per la sua panoramicità.

In cima si trova il Rifugio Almici, ma è sempre meglio accertarsi che sia aperto e, in ogni caso, è consigliabile portare con sé acqua e snack. Questo percorso permette di raggiungere un punto panoramico che offre una vista sul lago, su Montisola e sul Monte Adamello.

Il Lago d’Iseo offre numerose passeggiate immerse nella natura, tra cui percorsi di trekking impegnativi e sentieri adatti a tutti.

8. Sarnico

Tra il Lago d’Iseo e la Val Calepio, in provincia di Bergamo, c’è anche una cittadina molto vivace e alla moda, con un lungo lungolago e tanti negozi: Sarnico. Qui è possibile ammirare un caratteristico centro storico detto “Contrada”, con diverse ville in stile liberty, la quattrocentesca Chiesa di San Paolo, e la Pinacoteca Gianni Bellini.

9. Iseo

Iseo è il principale centro turistico del lago e si trova in provincia di Brescia. Questa bella cittadina offre molte attività: dal classico lungolago, con ristoranti a pelo d’acqua, alla scoperta dei caffè più belli, alle piazze di interesse storico.

I traghetti partono da tutte le città, permettendovi di spostarvi da una zona all’altra del lago.

10. Passeggiata Ceratello-Bossico

La passeggiata Ceratello-Bossico è tra le più suggestive del Lago d’Iseo,  tra colline e campi coltivati. Parcheggiate l’auto nel paese di Ceratello e proseguite verso Bossico, un paese situato su un altopiano panoramico. Qui si possono ammirare una serie di ville storiche che portano i nomi dei 7 colli di Roma, costruite dall’alta borghesia della zona in onore della capitale.

11. Torbiere del Sebino

Meritano una visita anche le Torbiere del Sebino, un piccolo paradiso a sud del Lago d’Iseo. Sono un’area protetta di grande interesse naturalistico dove si trovano numerose specie di uccelli e piante, specchi d’acqua ricoperti di ninfee, sentieri immersi nella tipica flora palustre, lagune e campi coltivati.

Il tour completo è lungo circa 9 km ed è diviso tra il “percorso nord” e il “percorso sud”, che possono essere percorsi nel senso che si preferisce in bicicletta o a piedi.

12. Piramidi di Zona

Un altro luogo che merita una visita è la Riserva, un’attrazione da non perdere sul Lago d’Iseo: si trova in una riserva istituita nel 1984 e prende il nome dalla strana forma che il deposito morenico di sabbia, massi e ciottoli ha acquisito nel corso dei secoli, trasformandosi in strisce di roccia alte fino a 30 metri, con grandi massi adagiati sulla loro sommità, come se fossero cappelli, a protezione della roccia sottostante.

Il percorso è di media difficoltà e non è adatto a famiglie con bambini piccoli. Queste particolarissime conformazioni rocciose si trovano nel piccolo comune di Zone, che sorge sulle montagne appena sopra Marone, uno dei più importanti centri abitati del lago.

13. Val Palot

La Valle Palot si trova in provincia di Brescia, sopra Pisogne, ed è un’area boschiva molto verde attraversata da un incantevole torrente, attrezzata per pic-nic e camper, e ideale per una giornata nella natura di totale relax (si possono anche fare grigliate).

14. Progetto comunitario Big Bench

Da vedere anche le panchine giganti, le grandi panchine colorate frutto del Big Bench Community Project, creato dall’artista e designer Chris Bangle. Ne esistono 12 sul Lago d’Iseo e in Val Camonica.

15. Estate sul lago d’Iseo

Quando il caldo diventa insopportabile durante l’estate, il Lago d’Iseo è anche un’ottima meta per una nuotata. Oltre alle città e alle passeggiate in montagna, ci sono molte spiagge e lidi dove prendere il sole e fare il bagno. Per un’esperienza diversa dal solito, è possibile noleggiare una barca o un piccolo motoscafo o trascorrere un pomeriggio in barca a vela (con skipper).

Quando è il momento ideale per visitare il Lago d’Iseo?

Durante la primavera e l’estate, si può godere di uno scenario vivace e colorato, nuotare e fare escursioni in mezzo alla vegetazione lussureggiante. In autunno e in inverno l’atmosfera è più malinconica, ma i tramonti sono straordinari. Indipendentemente dalla stagione, il Lago d’Iseo ha molto da offrire in termini di approfondimenti ed esperienze, ognuna con un fascino unico.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento