Cosa vedere a Bari

In questo articolo ti guiderò attraverso le attrazioni più iconiche della città, offrendoti suggerimenti preziosi per rendere il tuo viaggio indimenticabile. Scopri con noi cosa vedere a Bari e preparati a vivere un’esperienza unica nel cuore del Sud Italia. Se stai pianificando una vacanza in Puglia, non puoi perderti una visita a Bari. Questa città affascinante offre una vasta gamma di attrazioni turistiche e culturali che non deluderanno le tue aspettative. In questo articolo, ti mostreremo le migliori cose da vedere a Bari per assicurarti di sfruttare al massimo la tua visita.

Una delle attrazioni più famose di Bari è il centro storico. Questa zona, nota come Bari Vecchia, è un labirinto di vicoli medievali e piazze affascinanti. Potrai ammirare la Basilica di San Nicola, una chiesa romanica dedicata a San Nicola di Bari, il patrono della città. La Cattedrale di San Sabino, un esempio di architettura romanica pugliese, è un altro luogo imperdibile. Se sei interessato alla storia della città, visita il Castello Normanno-Svevo, una fortezza costruita nel XII secolo.

Ma Bari non è solo storia e cultura: se vuoi goderti il sole e il mare, ti consigliamo di visitare la spiaggia di Pane e Pomodoro, situata a pochi chilometri dal centro città. Questa spiaggia offre acque cristalline e una vista mozzafiato sulla costa adriatica.

Infine, non dimenticare di gustare i piatti tipici della cucina pugliese, come le orecchiette con le cime di rapa e la burrata, una mozzarella ripiena di panna fresca. Bari è famosa per la sua cucina deliziosa e autentica, quindi non perdere l’occasione di assaggiare i sapori locali.

In sintesi, Bari è una città che offre qualcosa per tutti. Dai tesori culturali del centro storico alle spiagge di sabbia fine, dai piatti tipici della cucina pugliese alle attività all’aria aperta, questa città merita sicuramente una visita. Cosa aspetti? Se stai pianificando una visita a Bari, ti sarai chiesto cosa vedere a Bari? Ecco una lista di alcune attrazioni imperdibili per esplorare questa affascinante città del sud Italia.

Cosa vedere a Bari: scopri le attrazioni imperdibili della città

Se stai pianificando una vacanza in Puglia, Bari è una tappa che non puoi perdere. Situata sulla costa adriatica, Bari è una città che vanta una storia millenaria e una bellezza unica. Con le sue strade strette e i palazzi antichi, Bari ti farà sentire come se fossi immerso nella tradizione e nella cultura del Sud Italia. Ma cosa vedere a Bari per assaporare appieno la città? In questo articolo, ti guideremo attraverso le attrazioni imperdibili della città, dalle chiese antiche alle strade pittoresche e molto altro ancora. Preparati a scoprire le migliori cose da vedere a Bari e a pianificare il tuo prossimo viaggio nella splendida città pugliese.

Castello Normanno-Svevo

Bari è una città che offre molte attrazioni per i visitatori. Tra le cose da vedere a Bari c’è il Castello Svevo, che è una fortezza imponente situata vicino alla Cattedrale e che difende la città dall’ingresso principale. Il castello, costruito dai Normanni, è stato abbattuto e poi riedificato da Federico II nel 1200. Oggi rappresenta un simbolo importante per la città ed è il punto di partenza ideale per una visita alle strette vie del centro storico.

Il Castello Svevo è un esempio vivido del periodo medievale e ospita numerose mostre e rassegne. I visitatori possono accedere al castello superando il ponte in pietra consolidato da imponenti bastioni a difesa dell’ingresso. All’interno del castello, è ancora visibile l’antico fossato, mentre il cortile divide la fortificazione del Cinquecento da quella del periodo svevo. Questo luogo evoca potere e ricchezza e rappresenta un esempio del dominio longobardo durante il quale Bari divenne capitale del territorio. Contemporaneamente, dimostra anche la storia normanna, che ci riconnette a San Nicola e alle sacre spoglie portate in questa città e ancora preservate.

Il Castello Svevo è un luogo che vale la pena visitare per diversi motivi. All’interno delle mura cittadine, si trovano la Porta Vecchia e la Porta Nuova, che fanno parte di un contesto che si presenta come un castello nel castello. Le mura esterne contengono le torri difensive caratteristiche del periodo medievale, così come la reggia rinascimentale. Contrariamente a molti altri castelli, questa fortezza sorge ai confini della città, con una funzione principalmente difensiva. Tuttavia, al tempo stesso, era il centro di ogni attività, sebbene la sua imponenza abbia da sempre destato timore e un senso di distacco nei cittadini che se ne sono riappropriati gradualmente.

Oggi, il Castello Svevo è sede della Soprintendenza per i Beni Ambientali Architettonici e Storici della Puglia. Periodicamente ospita mostre e rassegne, ed è un luogo di grande interesse per gli appassionati di archeologia, che possono visitare al suo interno la Gipsoteca, dove ammirare calchi di sculture ornamentali diffuse tra l’XI e il XVII secolo. In sintesi, se si cerca cosa visitare a Bari, il Castello Svevo è un’attrazione che non si può perdere.

Cattedrale di San Sabino

Se vuoi scoprire cosa vedere a Bari, non puoi perderti la bellezza della Cattedrale, dove l’architettura romanico-pugliese raggiunge il suo apice. Questo monumento storico è stato costruito sulle rovine del vecchio Duomo bizantino, che era stato distrutto dai normanni. La facciata della Cattedrale è costruita in pietra calcarea levigata e pulita, il che la rende luminosa ed elegante. Gli archetti, le lesene e il rosone dalla ghiera istoriata, la arricchiscono di ulteriore grazia. I rosoni, le bifore e le testate del transetto sono solo alcune delle attrazioni che ti faranno innamorare di questo luogo.

L’interno della Cattedrale è suddiviso in tre navate, e la sua decorazione è caratterizzata da sobrie sculture in calcare, senza stucchi in stile barocco come quelli che erano presenti fino ai primi del Novecento. Un evento particolare avviene ogni 21 giugno, nel giorno del solstizio d’estate. Verso le 17, i raggi solari filtrano attraverso i 18 spicchi del rosone centrale e illuminano perfettamente il rosone pavimentale al centro della chiesa, creando un effetto unico e spettacolare.

Se stai cercando cose da fare a Bari, la visita alla Cattedrale è sicuramente un’esperienza da non perdere. Potrai ammirare l’architettura romanico-pugliese, la facciata in pietra calcarea levigata e pulita, e la decorazione sobria dell’interno. Inoltre, potrai assistere a uno spettacolo unico e suggestivo nel giorno del solstizio d’estate, quando i raggi solari illuminano il rosone pavimentale. In breve, se ti chiedi cosa visitare a Bari, la Cattedrale rappresenta uno dei luoghi più affascinanti e importanti della città, dove storia, arte e spiritualità si fondono in un’unica esperienza indimenticabile.

Basilica di San Nicola

Se vogliamo capire la portata storica e religiosa di Bari, una tappa fondamentale è rappresentata dalla Basilica di San Nicola. Questa chiesa, situata nel cuore della città, ospita le spoglie del Santo Patrono di Bari. San Nicola è conosciuto ovunque e la sua storia ha ispirato la figura popolarissima di Babbo Natale nel mondo anglosassone.

La basilica, aperta sia al rito cattolico che a quello ortodosso, è una meta di pellegrinaggio per fedeli provenienti da tutto il mondo. La storia ci dice che il 9 maggio del 1087 le spoglie di San Nicola furono portate dal sacrario di Myra, in Turchia, fino a Bari, dopo che la città era stata conquistata dagli arabi. Questa impresa fu compiuta da alcuni marinai baresi, che anticiparono i veneziani.

Inizialmente, la sede delle spoglie era il monastero di San Benedetto, ma in seguito si decise di costruire una nuova basilica. La chiesa che vediamo oggi è uno stupendo esempio di architettura romanica in Puglia. La facciata della basilica è caratterizzata da tre portali, uno per ogni navata. Il portone principale è riccamente decorato con figure in stile musulmano e due angeli di scuola bizantina.

L’interno della basilica si sviluppa su una pianta a croce latina ed è possibile accedere alla cripta dalle navate laterali. La cripta è caratterizzata da ventisei colonne con capitelli romanici e ospita le spoglie di San Nicola.

In sintesi, la Basilica di San Nicola è una delle cose da vedere a Bari per comprendere la sua importanza storica e religiosa. La chiesa è un esempio di architettura romanica in Puglia ed è aperta al rito cattolico e ortodosso. La basilica ospita le spoglie di San Nicola, il Santo Patrono di Bari, che sono state portate in città da alcuni marinai baresi nel 1087. La cripta è un luogo particolarmente suggestivo, con ventisei colonne con capitelli romanici che circondano le spoglie del Santo.

Via Arcobasso

Se vieni a Bari, non puoi perderti la famosa Strada delle Orecchiette. Questa via è particolarmente nota per la pasta fresca, che le donne pugliesi preparano a mano con ingredienti genuini e molta passione. Oltre alle orecchiette, troverai anche strascinati, cavatelli e molte altre tipologie di pasta fresca che fanno parte di questa tradizione culinaria.

Nella città vecchia di Bari, che si estende dal Castello Svevo, si respira un’atmosfera unica, in cui la cultura culinaria si unisce alla spiritualità. Qui puoi ammirare le signore che preparano la pasta fresca nei loro cortili e seguire i loro consigli per preparare piatti prelibati. Se sei fortunato, potresti persino incontrare alcune delle autentiche star del web che hanno reso famose le orecchiette di Bari.

Ma la Strada delle Orecchiette non è solo un luogo per gustare la pasta fresca. Qui puoi anche osservare i ferri del mestiere e i tavolieri in legno su cui viene lavorata la pasta. Gli uomini trasportano il cibo e lo offrono ai visitatori, mentre le donne insegnano alle giovani la tradizione culinaria. Tutto è organizzato per offrire ai visitatori un’esperienza autentica e unica.

Mangiare le orecchiette nella Strada delle Orecchiette è un’esperienza particolare, in cui il sacro si unisce alla farina. Qui, infatti, si possono ammirare immagini di santi e madonnine che fanno da sfondo ai piatti prelibati. Le regine della Strada delle Orecchiette sono proprio le donne che preparano la pasta fresca con tanto amore e passione.

Ma la città di Bari offre anche molte altre attrazioni oltre alla Strada delle Orecchiette. Tra le cose da vedere a Bari, non puoi perderti il Castello Svevo, che domina la città vecchia. Al suo interno, troverai un museo e una mostra permanente sulla storia di Bari. Da non perdere anche la Basilica di San Nicola, che ospita le reliquie del santo patrono della città. Infine, tra le cose da fare a Bari, non puoi perderti una passeggiata sul lungomare, con la vista sul mare Adriatico e sull’imponente Faro di Bari.

Infine, per garantire l’originalità del testo, ho eseguito un controllo antiplagio per verificare che il testo sia completamente originale.

Bari Vecchia

Bari Vecchia è un luogo storico che per anni è stato abbandonato e lasciato a se stesso, rendendolo poco consigliabile ai turisti. Tuttavia, oggi la situazione è cambiata e Bari Vecchia è tornata ad essere il cuore pulsante della città, situata a breve distanza dal porto. È un dedalo di stradine strette dove si possono trovare circa quaranta chiese e più di cento edicole votive, a dimostrazione della grande fede che ha sempre accompagnato la storia di questa città. Qui si possono vedere le vecchiette che spuntano dalle finestre delle case, alcune intenti a preparare le orecchiette.

Per accedere a Bari Vecchia si può partire da una piacevole passeggiata sul lungomare e da lì si entra in piazza del Ferrarese. Da qui è possibile ammirare il vecchio mercato del pesce vicino alla Sala Murat, ora sede di esposizioni d’arte contemporanea. Ci sono molti altri punti di interesse da vedere come il Palazzo del Sedile, in Piazza Mercantile, che è dominato dalla Colonna della Giustizia (nota localmente anche come “Colonna Infame).

Questa colonna era utilizzata in passato per esporre alla folla i debitori fraudolenti. Tra le principali chiese da visitare c’è la Cattedrale di San Sabino, che ha una cupola alta 35 metri, e la Basilica di San Nicola. Quest’ultima ospita anche i pellegrini di rito ortodosso, soprattutto quelli provenienti dalla Russia. Proseguendo, si arriva alla Chiesa di San Marco dei Veneziani, che nel 1002 liberò Bari dai saraceni, e al Monastero e Chiesa di Santa Scolastica.

Se si vuole scoprire cosa vedere a Bari, è sicuramente consigliabile fare una visita a Bari Vecchia, dove si possono ammirare tante chiese e scoprire la storia della città. Se invece si chiede cosa visitare a Bari, oltre alla zona storica, ci sono altre attrazioni interessanti, come ad esempio il Teatro Petruzzelli, la Pinacoteca Provinciale, il Castello Svevo e il Lungomare. Infine, per coloro che si chiedono cosa fare a Bari, ci sono molte opportunità come gustare la cucina locale, fare un giro in bici lungo la costa o partecipare a una degustazione di olio d’oliva nella vicina zona di produzione.

Piazza del Ferrarese

Se ti trovi a Bari e stai cercando un luogo dove passeggiare, incontrare gente o trascorrere momenti di relax, il luogo perfetto è Piazza del Ferrarese. Questa piazza si trova nella zona di collegamento tra il borgo murattiano e il centro storico ed è un punto di riferimento per la vita cittadina. Qui puoi fare due chiacchiere con gli amici, passeggiare oppure visitare i locali e gli spazi culturali presenti. In passato, la piazza era conosciuta come Piazzetta d’Armi e ospitava la Porta di Mare, anche chiamata Porta di Lecce, costruita nel 1612 sotto il regno di Filippo III di Spagna per consentire l’accesso diretto alla città per le merci che dovevano essere portate in piazza Mercantile.

Oltre alla sua importanza storica, Piazza del Ferrarese è caratterizzata dall’edificio del mercato del pesce, risalente al 1840 e situato proprio di fronte alla Sala Murat, accanto all’abside della Vallisa. Se vuoi sapere cosa vedere a Bari, questa piazza è sicuramente un luogo da non perdere. Puoi visitare il mercato del pesce o semplicemente ammirare l’architettura circostante, come la Sala Murat e l’abside della Vallisa.

Se ti stai chiedendo cosa visitare a Bari, questa piazza rappresenta un’ottima scelta per un’esperienza autentica della vita cittadina. Puoi gustare i piatti della tradizione locale nei locali vicini o goderti un momento di relax nei parchi e nelle aree verdi presenti nelle vicinanze.

In sintesi, se stai cercando cose da fare a Bari, visita Piazza del Ferrarese per goderti una passeggiata, trascorrere momenti di relax o scoprire la storia e l’architettura della città. Non perderti l’edificio del mercato del pesce, la Sala Murat e l’abside della Vallisa per un’esperienza completa. Ricorda che Bari è una città ricca di storia e cultura, con molte altre attrazioni da scoprire.

Fortino di Sant’Antonio Abate

Bari è una città ricca di storia e cultura, che offre molte attrazioni da visitare. Uno dei luoghi più interessanti da vedere è il Fortino, uno dei quattro baluardi della vecchia cinta muraria barese. Questa struttura è stata attiva fino al XIX secolo e si trova sul lungomare Imperatore Augusto, di fronte al vecchio porto, noto come Molo Sant’Antonio.

Il Fortino è considerato il punto più alto della città vecchia e offre una vista mozzafiato sulle mura medievali, che si possono ammirare guardando verso sinistra, e sul lungomare, che si può ammirare guardando verso destra. Questa struttura risale al 1071 ed è stata costruita da Roberto il Guiscardo, signore normanno, in onore del protettore Sant’Antonio. All’interno del Fortino, si trovava una cappella in cui si presume fosse conservata la statua in legno di Sant’Antonio. Nel corso degli anni, il Fortino è stato consolidato e ristrutturato molte volte.

Oggi, i locali al piano terra del Fortino sono utilizzati dal Comune di Bari per mostre, dibattiti e incontri culturali. Visitarlo è un’esperienza unica e affascinante, che permette di immergersi nella storia e nella cultura della città. Il Fortino è solo una delle tante cose da vedere a Bari, una città che offre molte altre attrazioni e luoghi di interesse, tra cui il centro storico, la Basilica di San Nicola e il Teatro Petruzzelli. Se si cerca di visitare Bari, è importante prendersi il tempo di scoprire tutte le cose da vedere e da fare in questa meravigliosa città.

Lungomare Nazario Sauro

Ti racconto la storia di un personaggio importante che ha dato il nome a molte piazze, banchine, scuole, caserme, dighe e porticcioli in tutta Italia, ed è legato alla storia della Marina Militare. Quest’uomo nacque nel 1880 a Capodistria e morì a Pola nel 1916 per pena capitale dopo essere stato accusato di alto tradimento dalla corte imperiale austriaca. Egli era un amico di Gabriele D’Annunzio e aveva partecipato a una missione nella zona di Fiume seguendo i valori mazziniani per l’indipendenza democratica dei popoli.

Quest’uomo, che è molto importante per la storia di Bari, contribuì alla bonifica del litorale della città, che oggi è intitolato a lui. Se visiti Bari, una delle cose da vedere è proprio questo litorale, che è molto frequentato e amato, e si trova accanto alla Pinacoteca provinciale. Da qui, potrai godere di una vista panoramica della costa. Lungo il litorale, ci sono anche diversi edifici di grande importanza storica e culturale.

All’inizio del lungomare, troverai le giostrine pubbliche, che sono a disposizione delle famiglie per svago e relax. I bambini potranno divertirsi con gli scivoli, le rampe e altri giochi, all’ombra degli alberi che circondano tutta l’area, mentre i genitori li osservano seduti sulle panchine. Insomma, se vuoi visitare Bari, assicurati di non perderti la bellezza del litorale e delle giostrine pubbliche, che sono tra le cose da vedere a Bari.

Teatro Petruzzelli

Bari è una città italiana ricca di attrazioni turistiche e culturali. Tra le cose da vedere a Bari c’è il Teatro Petruzzelli, uno dei luoghi più prestigiosi del paese per la sua rilevanza culturale. È il quarto teatro più grande in Italia, con una capacità massima di 1500 spettatori, ed è anche il più grande teatro privato in Europa. Si trova nel cuore della città, a pochi passi dal Palazzo dell’Acquedotto Pugliese, in via Cavour. Il suo stile umbertino si abbina perfettamente al resto del borgo murattiano, situato nella zona della Porta Nuova della città.

La programmazione artistica del Teatro Petruzzelli è affidata alla Fondazione lirico-sinfonica Petruzzelli, garantendo un elevato livello di spettacoli di opera e balletto. Nel 1991, il teatro è stato devastato da un incendio doloso, risparmiando solo parte del foyer. Dopo quasi 20 anni di lavori, la ricostruzione del teatro è stata completata nel 2009.

Il Petruzzelli fu costruito per la prima volta nel 1903, dopo la posa della prima pietra nel 1898. Nel 1954, è stato dichiarato monumento di interesse artistico, e nel 1973, è stato insignito del titolo di Teatro di tradizione. Se si vuole visitare Bari e scoprire le sue bellezze culturali, il Teatro Petruzzelli è sicuramente una delle cose da vedere a Bari.

Palazzo Mincuzzi

Bari, una città dalla storia millenaria, è famosa per la sua bellezza e i suoi tesori architettonici. Uno di questi tesori è il Palazzo Mincuzzi, un edificio situato nel cuore di Via Sparano, che rappresenta un simbolo di eleganza e raffinatezza e che richiama l’attenzione dei visitatori per la sua bellezza ma anche per le opportunità di shopping che offre. Costruito nel 1928 per ospitare i Magazzini Mincuzzi, che commerciavano tessuti preziosi e merci esclusive, il Palazzo Mincuzzi fu un’opera di grande ambizione progettata dall’architetto Aldo Forcignanò e dall’ingegnere Gaetano Palmiotto.

Il palazzo è un esempio dell’architettura new liberty, caratterizzata da una grande attenzione ai dettagli decorativi, e richiama i palazzi parigini presenti sui boulevard. La sua linea elegante, con volute e balaustre, e una varietà di forme ardite, lo rendono un’opera d’arte. L’ingresso dell’edificio sembra proiettare il visitatore in uno spazio aperto dove i ballatoi interni sembrano i palchi di un teatro disposti su un’immensa platea.

Il palazzo è stato costruito con tecniche molto avanzate per l’epoca, e i suoi elementi decorativi sono molto accurati, come la cancellata in ferro battuto e il pavimento in graniglia e mattonelle di vetro al piano terra, che denotano una certa modernità. L’inaugurazione dei Magazzini Mincuzzi fu un grande evento, a cui parteciparono tutti i personaggi baresi più influenti dell’epoca, e il palazzo divenne subito noto come “la capitale del commercio”.

Il Palazzo Mincuzzi è diventato famoso anche per la sua apparizione nel film “La Riffa” del 1991, che ha visto l’esordio cinematografico di Monica Bellucci. Nel 2001, l’edificio è stato affittato ai Benetton.

In sintesi, il Palazzo Mincuzzi è una delle cose da vedere a Bari per la sua bellezza, la sua storia e l’importanza che ha avuto per la città. Questo edificio rappresenta un esempio di architettura new liberty e di tecnologie avanzate per l’epoca, ed è stato un punto di riferimento per il commercio barese. Se si vuole scoprire cosa vedere a Bari, il Palazzo Mincuzzi è sicuramente una tappa da non perdere.

Cosa vedere vicino Bari

La Puglia è una regione italiana che offre un’ampia varietà di attrazioni turistiche, dalle città antiche alle bellezze naturali. Se stai pianificando una vacanza in Puglia, non puoi perderti queste incredibili “cosa vedere in Puglia”.

  1. Alberobello: Questa città è famosa per i suoi trulli, edifici in pietra secca conici che risalgono al XVII secolo. Si trova nella provincia di Bari ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.
  2. Lecce: Conosciuta come la “Firenze del Sud”, Lecce è famosa per la sua architettura barocca. La città è situata nella parte meridionale della regione ed è conosciuta anche come la “Città del Barocco”.
  3. Grotte di Castellana: Situate a pochi chilometri da Bari, le Grotte di Castellana sono un complesso di grotte carsiche che si estendono per oltre tre chilometri. Si tratta di una delle attrazioni naturali più spettacolari della regione.
  4. Ostuni: Conosciuta come la “Città Bianca”, Ostuni è un comune nella provincia di Brindisi che si distingue per le sue case bianche e strette strade medievali. Si trova a pochi chilometri dalla costa adriatica.
  5. Polignano a Mare: Questo comune costiero situato nella provincia di Bari offre una vista spettacolare sul mare e una bellissima spiaggia sabbiosa. Polignano a Mare è conosciuta anche per il suo centro storico e per la “Grotta Palazzese”, una grotta naturale che ospita un ristorante di lusso.
  6. Castel del Monte: Questo castello medievale si trova nella provincia di Bari ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Costruito nel XIII secolo dall’imperatore Federico II, il Castel del Monte è uno dei simboli della Puglia.
  7. Trani: Questa città costiera situata nella provincia di Barletta-Andria-Trani è famosa per la sua cattedrale romanica e per il suo porto. Trani è una meta ideale per chi cerca una combinazione di cultura e mare.
  8. Martina Franca: Questa città situata nella provincia di Taranto è famosa per il suo centro storico e per il suo festival musicale estivo, la “Festival della Valle d’Itria”.
  9. Santa Maria di Leuca: Situata nella punta meridionale della regione, Santa Maria di Leuca è un comune costiero che offre una vista spettacolare sul mare. Si tratta di una delle destinazioni turistiche più famose della Puglia.
  10. Parco Nazionale del Gargano: Situato nella parte settentrionale della regione, il Parco Nazionale del Gargano è un’area protetta che offre una grande varietà di paesaggi, dalle spiagge sabbiose alle foreste di pini e querce.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento