cosa vedere a siviglia

Con un grande e ricco patrimonio culturale, Siviglia ha storia, arte, gastronomia e architettura in cui perdersi per ore e tante altre cose da vedere. Le origini della città risalgono a diversi secoli prima di Cristo e ospita diverse culture in un unico luogo. La capitale della provincia dell’Andalusia si è sviluppata come centro multiculturale all’inizio dell’età moderna, per poi subire l’industrializzazione nel XIX secolo e un’ulteriore espansione. Cosa vedere a Siviglia? Qui potrete ammirare i siti patrimonio dell’umanità, le danze tradizionali e i siti che riflettono le influenze cattoliche, musulmane, plateresche e medievali. Scoprire i migliori luoghi da visitare a Siviglia è un vero e proprio viaggio culturale attraverso il passato, il presente e il futuro della città. In questo articolo passiamo in rassegna le attrazioni da non perdere. A seconda del numero di giorni di permanenza in questa destinazione, potete pianificare un itinerario che va da ciò che dovete visitare a Siviglia in un giorno a soggiorni più lunghi.

Leggi anche: 3 giorni a Barcellona: l’itinerario perfetto

Cosa vedere a Siviglia – L’itinerario sivigliano

Siviglia è costituita da una grande area metropolitana e, a sua volta, possiede il più grande centro storico della Spagna. La destinazione è unica anche perché il porto fluviale più importante del Paese si trova in una città dell’entroterra. Questo grazie alla sua fantastica posizione commerciale e alla foce del fiume Guadalquivir, che attraversa la città e sfocia nell’Oceano Atlantico. La capitale andalusa è suddivisa in diversi settori e presenta diversi itinerari turistici. Ma non c’è da preoccuparsi, molte delle cose da visitare a Siviglia sono accessibili con i mezzi pubblici come autobus, metropolitana o biciclette pubbliche. Tuttavia, molte aree sono costituite da percorsi pedonali che permettono a residenti e turisti di passeggiare. Questi ultimi sono più evidenti nel centro storico.

Un’altra attrazione di una passeggiata a Siviglia è quella di trovare i famosi bar di tapas, essenziali per assaggiare la gastronomia e vedere da vicino come vivono i sivigliani. Molti di questi si trovano agli angoli delle strade e dispongono di sedie e tavoli all’aperto per godersi il bel tempo di giorno e la brezza di notte. Quando si visita Siviglia non si possono perdere il gattuccio marinato, il montadito de pringá (che comprende uno stufato andaluso di vari tipi di carne), il gazpacho, i chicharrones (cotenne di maiale) e le crocchette. Naturalmente, non dimenticate il prosciutto, il serranito, le papas aliñás, l’aliñado sevillano de los callos e i piatti a base di ceci così tipici di questa magnifica città.

Cosa visitare a Siviglia in un giorno

Ora che sapete alcune cose sulla città, è il momento di scoprire le cose da vedere a Siviglia in poco tempo, partendo dal centro e coprendo le zone periferiche. Potete scegliere un itinerario che attraversa il centro della città e l’Avenida Constitución o iniziare la vostra visita dal Barrio Santa Cruz.

1. Municipio, Real Audiencia, Plaza Nueva e Plaza de San Francisco. Per avere una prima impressione di Siviglia dobbiamo visitare il suo centro storico, dove si trovano il Municipio e altri edifici amministrativi. La sua architettura è in stile rinascimentale e plateresco e la sua arte si manifesta nelle colonne d’Ercole e in vari dipinti religiosi. Inoltre, si può cogliere l’occasione per visitare il municipio. Intorno a questo luogo si possono ammirare diversi edifici di influenza rinascimentale e sivigliana, come la Real Audiencia. Questo edificio ospita una vasta collezione di opere artistiche. Dall’altra parte del Municipio si trova la Plaza Nueva con il monumento del re.

2. Plaza de España. Per continuare il percorso nel centro, si consiglia di fare una passeggiata nella bellissima Plaza de España, con il suo stile rinascimentale e barocco. Circondato da un edificio principale, il complesso ha una particolare forma semiellittica e presenta quattro ponti che attraversano una fontana centrale. Qui si possono ammirare medaglioni con il busto di illustri spagnoli, colonne e torri. Questa costruzione è anche il simbolo della Spagna come regno delle colonie americane. Mentre i ponti rappresentano i regni di León, Castiglia, Aragona e Navarra, la piazza ha 48 panchine che alludono alle province e agli arcipelaghi del Paese.

3. Parco di María Luisa. Proprio all’ingresso della piazza si può passeggiare nei giardini donati da María Luisa Fernanda de Borbón. Nel parco di María Luisa si trovano anche diversi sentieri, stagni e fontane. Una visita rilassante da non perdere.

4. Teatro Lope de Vega. Nelle vicinanze del parco e della piazza di Avenida de María Luisa si trova il teatro Lope de Vega, noto per il suo stile neobarocco. Lo spazio ha anche l’aspetto di un casinò e di una sala per feste. A seconda del periodo di visita, è possibile assistere a spettacoli di teatro, danza, opera, jazz e flamenco.

5. Museo de Bellas Artes. Non solo per la sua bellezza, ma anche per il patrimonio artistico esposto sulle sue pareti, il Museo di Belle Arti di Siviglia è uno dei più importanti della Spagna. Nei suoi spazi, la pittura barocca prende vita con opere di Zurbarán, Murillo, Valdés Leal e della pittura andalusa, tra gli altri.

6. Puerta de Jerez. Sebbene servisse come accesso a Siviglia attraverso le sue mura, oggi la Puerta de Jerez è una piazza. Qui si può vedere la fontana di Híspalis. Se vi recate in questa destinazione quando la squadra di calcio locale vince, potrete trovare diversi tifosi che festeggiano la vittoria. Nelle vicinanze è possibile fare una rapida passeggiata nei Jardines de Cristina e nel Palacio de Yanduri.

7. Quartiere di Santa Cruz. L’antico quartiere ebraico della città racchiude tra le sue strade angoli e fessure che raccontano la storia delle molte culture che sono confluite per rendere Siviglia ciò che è oggi. Tra i vari insediamenti romani, musulmani, cattolici ed ebraici, vi sono tre siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO: la Cattedrale di Siviglia, l’Archivio delle Indie e il Palazzo del Real Alcázar.

8. Plaza del Triunfo. È il punto di partenza dell’itinerario nel Barrio de Santa Cruz e il punto di incontro di diverse attrazioni turistiche da visitare a Siviglia. Il fulcro è un’edicola della Madonna del Patrocinio con un bambino. Fu costruito come ringraziamento per il fatto che il terremoto di Lisbona del 1755 non colpì la comunità mentre i parrocchiani celebravano la messa. Nella stessa piazza si trova anche un altro monumento dedicato alla Vergine Maria. Questa presenta statue di artisti famosi e di difensori del cattolicesimo. Nelle vicinanze si trova la Casa della Provincia, che vi aspetta per una visita.

9. Cattedrale di Siviglia. Con un maestoso stile gotico, la cattedrale di Santa María de la Sede è la più grande cattedrale gotica del mondo. Questo edificio conserva ancora intatto il suo campanile (Giralda) e il suo cortile. Questo è conosciuto come il Patio de los Naranjos (cortile degli aranci) ed è uno spazio aperto con una piantagione di aranci. La struttura religiosa è un’altra testimonianza del processo di nascita e crescita della città. In questo caso, si può apprendere come alcune ali abbiano servito gli scopi della religione musulmana e siano poi passate al servizio della Chiesa cattolica. Per questo motivo, la cosa migliore da fare è visitare la cattedrale con un tour turistico per cogliere tutti i dettagli della storia che si possono leggere nelle sue mura.

10. Archivo General de Indias. Su un lato della cattedrale si trova l’Archivo de Indias (Archivio delle Indie). Qui si trova un’ampia collezione di testi, mappe e disegni che raccolgono l’amministrazione spagnola dei territori colonizzati in America e nelle Filippine. Le sue scale, i soffitti a volta e il cortile sono un riflesso dello stile barocco sivigliano, insieme ad altri elementi considerati innovativi per l’architettura dell’epoca.

11. Real Alcázar. Un palazzo autentico con influenze islamiche, barocche e gotiche? Siviglia ce l’ha. Il Real Alcázar mostra la sua storia medievale nelle sue mura, nella sua struttura e nella sua arte. Questo palazzo ha grandi sale, uno stagno, diversi cortili interni ed esterni, soffitti a volta, camere sotterranee, una galleria di grottesche e diversi giardini con alti cancelli.

Leggi anche: Madrid, la capitale della Spagna ha molto da offrire ai visitatori

Cosa vedere a Siviglia in due giorni

Nella sezione precedente abbiamo menzionato i luoghi da visitare a Siviglia in un giorno (i luoghi imperdibili), ora passeremo in rassegna gli altri luoghi che potete includere nel vostro programma di viaggio a Siviglia se avete a disposizione un intero fine settimana. Gli itinerari verso il centro della città e l’Avenida Constitución e verso il Barrio Santa Cruz non devono essere necessariamente esclusivi, si possono integrare entrambe le parti della città nello stesso giorno o fare un tratto ogni giorno. Potete anche continuare a visitare altri luoghi, perché la città ha molto da offrire, è una di quelle città in cui non si finisce mai di fare qualcosa!

12. Plaza de la Encarnación. In Plaza de la Encarnación si trovano diverse attrazioni turistiche da visitare in breve tempo. L’elemento più appariscente di questo luogo è il Setas de Sevilla o Metropol Parasol, un’alta struttura in legno e cemento a forma di pergola che si può percorrere all’interno e al di sotto. All’interno si possono visitare un mercato, un punto panoramico e un museo archeologico.

13. Iglesia de la Anunciación y Panteón. Su un lato della piazza si trova la Chiesa dell’Annunciazione, di ispirazione latina, con colonne, croce e volte emisferiche. Nella sua cripta si trova il Pantheon dei Sivigliani Illustri, a cui si può accedere con una visita guidata per conoscere la vita di vari personaggi famosi.

14. Università di Siviglia. Nata come Fabbrica Reale di Tabacco, l’Università di Siviglia fa parte dei monumenti storici della Spagna. I suoi edifici combinano stili barocchi, neoclassici e industriali, oltre a una vasta collezione di opere d’arte e archivi storici.

15. Torre del Oro y Puente de San Telmo. Affacciato sul fiume Guadalquivir, nel quartiere Arenal. Alla periferia del centro di Siviglia si può assistere a uno spettacolo panoramico. Che sia dalla caratteristica Torre del Oro, usata per difendere la città, o dall’arco del Ponte San Telmo, una passeggiata a piedi sarà l’ideale per prendere un po’ d’aria fresca e scattare foto dai colori blu.

16. Teatro Maestranza y Plaza de toros. Sempre nel quartiere Arenal e vicino alla Torre del Oro si trova la Plaza de Toros, che si affaccia sul Paseo de Cristóbal Colón. La sua facciata è facilmente distinguibile per la porta del principe e i suoi colori oro, bianco e rosso. All’interno è possibile visitare i box. Accanto all’arena si trova il Teatro Maestranza, con una capacità di quasi 2.000 spettatori. Una volta entrati, si possono vedere diverse sale polifunzionali. Potrete anche assistere a spettacoli di danza e musica, come le famose opere e recital e le tradizionali flamenco e zarzuela.

Leggi anche: 10 migliori cose da fare a Vigo, Spagna

Siviglia cosa vedere in 3 giorni o più

Se avete la fortuna di poter trascorrere un soggiorno più lungo in città, ecco un elenco di cosa fare a Siviglia in 3 giorni o più.

17. Isla de la Cartuja. Al centro del fiume Guadalquivir si trova il complesso noto come Monastero della Cartuja. L’Isla de la Cartuja ha diversi accessi tramite passerelle e ponti. Qui si trovano spazi culturali come il Centro Andaluso di Arte Contemporanea (CAAC), il Padiglione della Navigazione e l’Auditorium Municipale Rocío Jurado, dove sono esposte opere d’arte e vengono proposti diversi tipi di spettacoli. Inoltre, nella zona è possibile vedere la Torretriana, un edificio circolare molto particolare.

18. Torre de Sevilla. Vicino all’isola sorge il primo grattacielo della capitale andalusa, la Torre de Sevilla. Oltre al suo particolare colore, l’edificio ospita un centro commerciale e un centro culturale, il CaixaForum.

19. Barrio de Triana. Sparsi per alcune strade piuttosto famose, l’arte e l’architettura barocca di Siviglia trovano espressione nel Barrio de Triana. Tra le sue attrazioni più famose ci sono il Ponte Isabel II e la Plaza del Altozano, che si possono esplorare a piedi.

20. Santiponce. Alla periferia di Siviglia si trovano le rovine della città romana di Italica. A Santiponce si possono ammirare un anfiteatro costruito nel Medioevo, diversi monasteri e strade pittoresche.

Se volete visitare Siviglia, assicuratevi di fermarvi per diversi giorni. In questo modo potrete godere ancora di più del patrimonio culturale che questa destinazione ha da offrire. Altrimenti, non cercate di vedere tutto! Vi consigliamo di selezionare ciò che vi interessa di più e di godervelo, avete sempre tempo per tornare.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento