spiagge più belle di Baunei

Baunei è un piccolo paese di montagna della provincia dell’Ogliastra, in Sardegna, Italia. Il paese si trova in alta montagna a 480 metri sul livello del mare ed è esposto a sud-ovest, con una posizione approssimativamente a nord di Cagliari e a circa 11 chilometri a nord di Tortolì. Sede della rinomata località balneare Santa Maria Navarrese, Baunei confina con i comuni di Dorgali, Lotzorai, Talana, Triei e Urzulei, mentre il paese stesso dispone di tutti i servizi necessari, tra cui negozi, ristoranti, banche e farmacie. Nelle vicinanze si trova anche Tortoli, dove si trova un centro commerciale molto più grande. Quando si attraversa il paese, assicurarsi di prestare attenzione al cartello Su Sterru – Il Golgo di Baunei, perché è la strada che porta in alto sulle montagne e permette di godere di panorami davvero straordinari. Sulle alture del Golgo ci sono molti posti dove mangiare i veri cibi tradizionali sardi. Altri luoghi interessanti sono le grotte di Su Meraculu, dove troverete informazioni sulle visite guidate disponibili in città. Le più antiche testimonianze della presenza umana in questo territorio risalgono al Neolitico e sono state rintracciate nella grotta Cala Elune.

Secondo le testimonianze, la prima volta che compare il nome di Baunei è documentata già nel 1313. Il nome sembra derivare da “Baun”, che era il nome del castello costruito dai Doria nel VI secolo. Più tardi, Baunei ricompare nel 1358. Questo documento registra un’economia debole in una realtà demografica modesta. La città crebbe con l’incorporazione dei territori dei villaggi di Osono ed Eltili. La contea passò ai marchesi nel 1603 (famiglia Centelles e poi Osorio). Nel 1806 fu incorporata nella provincia di Baunei Tortoli. Fu poi soppressa nel 1857 quando fu creato l’Ambiente Lanusei fino al 1927. In quell’anno fu istituita la provincia di Nuoro. Baunei fece parte fino all’istituzione della Provincia dell’Ogliastra. È stato operativo dal 2005. È stata poi abolita nel 2016 e accorpata nuovamente alla provincia di Nuoro. Tra le sue tradizioni culturali, Baunei annovera il pletare un rito che si svolge la notte prima di un matrimonio. In questo caso, il corteo va dalla casa dello sposo a quella della futura sposa portando un bastone e una candela accesa.

Le spiagge più belle di Baunei, in Sardegna

Leggi anche: Le spiagge più belle di Cannigione, in Sardegna

1. Cala di Pedra Longa. La Cala di Pedra Longa si trova a 4 chilometri a est del comune di Baunei e a 10 chilometri a sud di Cala Goloritze. La spiaggia ha un arenile roccioso, che la rende inadatta a una giornata di relax in spiaggia, ma perfettamente adatta a chi desidera fare escursioni, pesca subacquea, immersioni o snorkeling con le pinne per ammirare il mondo sottomarino. Pedra Longa, o “pietra alta”, deve il suo nome all’imponente piramide calcarea di calcare e dolomia che raggiunge i 130 metri di altezza sul livello del mare. L’area della spiaggia di Pedra Longa offre un parcheggio, un bar e un ristorante.

2. Cala dei Gabbiani. Cala dei Gabbiani è una meravigliosa cala situata nella Sardegna orientale, a circa 18 chilometri a sud-est di Cala Gonone e a 12 chilometri a nord-est di Baunei. Insieme a Cala Luna, Cala Sisine, Cala Goloritzè e Cala Fuili, è in cima alla lista delle spiagge paradisiache da non perdere nella Sardegna orientale. Molti turisti da tutto il mondo si recano ogni anno nella Sardegna orientale per esplorare queste vere e proprie opere d’arte. La spiaggia di Gabbiani ha una lunghezza di oltre 230 metri, e in prossimità del tratto settentrionale può raggiungere i 50 metri di larghezza. Rispetto alla maggior parte delle insenature della frastagliata costa ogliastrina, si tratta di un tratto di sabbia insolitamente ampio. La spiaggia è costituita per lo più da ciottoli di varie dimensioni, quindi portate con voi calzature adeguate se volete visitare questo luogo. Cala dei Gabbiani si affaccia a nord-est e offre una vista mozzafiato sul blu intenso del Mar Tirreno, che si estende per 350 chilometri fino alla costa occidentale dell’Italia. Il favoloso scenario è arricchito da Punta Ispuligi, uno sperone roccioso sul lato nord della spiaggia che separa la spiaggia da Cala Mariolu. Il retro della spiaggia è chiuso da imponenti scogliere calcaree. Quando il sole tramonta a ovest, queste gettano un’ombra rinfrescante sulla cala alla fine del pomeriggio. Le sue acque, di qualità caraibica, sono incredibilmente cristalline, di colore azzurro, e di solito tranquille. È un luogo ideale per fare snorkeling o semplicemente per rilassarsi sulla spiaggia. Anche i bambini saranno entusiasti! Troverete un buon punto per lo snorkeling sul lato sud della spiaggia (sulla destra, se guardate l’acqua), dove vedrete alcune rocce sottomarine. È probabile che vi si trovino alcuni pesci colorati. Purtroppo non è possibile raggiungere questa cala a piedi, a meno che non siate esperti escursionisti o scalatori con attrezzatura e resistenza adeguate. È meglio visitare la spiaggia in barca. È possibile organizzare gite in barca a Cala dei Gabbiani nelle località balneari di Cala Gonone, Santa Maria Navarrese e Arbatax. Per evitare la folla in alta stagione, visitate la cala prima delle 12:00 se volete prendere il sole, o dopo le 16:00 se preferite l’ombra. Portate con voi bevande e snack per affrontare la giornata; qui non troverete ristoranti o bar.

3. Cala Goloritze. Cala Goloritze, una piccola ma splendida spiaggia alla base di una profonda e piacevole gola, si trova poco più a sud di Cala Biriola, nella zona dell’Ogliastra, a 9 chilometri a nord di Baunei. La spiaggia di Cala Goloritze è una delle più fotogeniche del suo genere. È raggiungibile solo a piedi o in barca. Se avete intenzione di venire a piedi, l’escursione a Cala Goloritze dura più di un’ora e il ritorno probabilmente il doppio. Portate con voi gli occhiali da snorkeling, immergetevi in acqua e fate una nuotata, avvistate qualche pesce: l’acqua presenta incredibili sfumature di blu e verde. Cala Goloritze è solo un altro esempio di paradiso sardo, e poco è paragonabile all’unicità di questo luogo. Non deve stupire che Cala Goloritze sia stata eletta sito UNESCO nel 1995, ed è sicuramente una delle migliori spiagge per lo snorkeling della Sardegna.

Leggi anche: Le spiagge più belle di Santa Teresa di Gallura, in Sardegna

4. Cala Mariolu. Cala Mariolu è una delle spiagge sarde più preziose che la costa orientale della splendida isola di Sardegna possa offrire. Questo gioiello si trova poco a nord di Cala Goloritze ed è decorato da piccoli ciottoli resi rotondi e levigati dall’eterno movimento delle acque. La spiaggia di Cala Mariolu è molto adatta alle immersioni subacquee ed è una delle migliori spiagge per lo snorkeling della Sardegna. Grazie alla sua posizione, la spiaggia di Cala Mariolu riposa all’ombra delle rocce calcaree alla fine del pomeriggio. Purtroppo non ci sono hotel o altre strutture ricettive nelle immediate vicinanze di Cala Mariolu, ma ci sono molte strutture ricettive nelle città a nord e a sud della cala. A soli 14 chilometri a nord di Cala Mariolu si trovano diversi hotel, appartamenti e bed & breakfast sulla spiaggia a Cala Gonone. A circa 22 chilometri a sud di Cala Mariolu si trova un’ampia varietà di hotel e appartamenti a Santa Maria Navarrese. Tutti gli alloggi in entrambe le città sono a partire da 3 stelle e sono ottimi punti di partenza per gli appassionati di spiaggia, natura ed escursionismo e per i viaggiatori zaino in spalla che vengono in Sardegna per esplorare il Golfo di Orosei.

5. Cala Biriola. La spiaggia di Cala Biriola si trova a nord di Arbatax, a sud della spiaggia di Cala Sisine e di Cala Mariolu. È una delle spiagge più belle della costa orientale della Sardegna. Meravigliosamente caratterizzata da sabbia calcarea bianca e pura, da una roccia che emerge dall’acqua, da alcune rocce marmoree vaganti e da ginepri che portano coni simili a bacche, Cala Biriola è un luogo superbo per chi ama le immersioni e lo snorkeling, o per i più avventurosi che amano il trekking e l’alpinismo.

6. Cala Sisine. Cala Sisine è una splendida cala situata nella Sardegna orientale, a circa 17 chilometri a nord di Baunei e a 11 chilometri a sud del piccolo centro balneare di Cala Gonone. Insieme a Cala Luna, Cala Biriola, Cala Mariolu e Cala Goloritzé, è una delle spiagge da non perdere in Sardegna. Molti turisti da tutto il mondo si recano ogni anno sulla frastagliata costa calcarea del Golfo di Orosei per esplorare queste calette panoramiche. La spiaggia incontaminata, incastonata tra le spettacolari scogliere della Serra Ovra, ha una lunghezza di oltre 200 metri e, in prossimità di entrambi i bordi, può raggiungere i 100 metri di larghezza. Rispetto alla maggior parte delle calette della frastagliata costa di Orosei, si tratta di una lingua di sabbia insolitamente grande. Le sabbie e i fondali sono costituiti da una miscela di granelli bianchi e ciottoli di varie dimensioni. Cala Sisine è rivolta verso est e offre una vista mozzafiato sul blu intenso del Mar Tirreno, che si estende fino alle coste dell’Italia occidentale. Se si riuscisse a vedere la costa italiana, si potrebbe scorgere il Golfo di Napoli e il Vesuvio, un vulcano attivo che distrusse le città romane di Pompei ed Ercolano nel 79 d.C… Oltre al favoloso scenario, l’insenatura è circondata dalla Codula Sisine, una profonda valle attraversata da un fiume. Il fiume, che ha origine sull’altopiano del Golgo nella catena montuosa del Supramonte, scorre in secca in estate. Durante le piogge invernali, il torrente si ingrossa notevolmente. Dietro la spiaggia si trova un piccolo stagno d’acqua dolce, dove è possibile sciacquare la sabbia dai piedi. Dietro il laghetto si trova il ristorante Su Coile, dove è possibile mangiare e rifocillarsi ammirando la splendida vista sulla valle. I prezzi sono un po’ alti, anche per una bottiglia d’acqua, perché la merce del ristorante deve essere trasportata in barca dai villaggi vicini.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento