cosa vedere a peschici

Peschici è uno dei villaggi più affascinanti della penisola garganica, un borgo di case bianche arroccato su uno sperone roccioso a picco sul mare. Stretti vicoli di pietra si snodano intorno al villaggio, seguendo la forma della terra e i capricci del tempo. Peschici è una meta turistica piuttosto famosa, con uno dei tratti di spiaggia più belli d’Italia, un importante patrimonio storico e culturale, e gode di una posizione strategica per gli amanti dei percorsi naturalistici. Questo elenco di cosa vedere a Peschici vi aiuterà a organizzare il vostro itinerario in questa città dotata di chiese bellissime e straordinari monumenti. Questo elenco di cosa visitare a Peschici vi aiuterà a preparare il vostro viaggio e ad assicurarvi di non perdere nulla di importante in una delle città con le chiese più belle del mondo. Se siete alla ricerca di una fuga dal caos e dalla frenesia della vita quotidiana, allora dovete recarvi a Peschici.

Questa splendida città ospita alcuni dei paesaggi più belli d’Italia, vediamo cosa vedere a Peschici. È senza dubbio uno dei borghi più belli della Puglia. Peschici, come tutto il Gargano, appartiene amministrativamente alla provincia di Foggia e si trova quasi al centro della costa settentrionale della penisola garganica, a metà strada tra Rodi Garganico e Vieste. Fa parte del Parco Nazionale del Gargano. Come altre località pugliesi, Peschici è stata più volte premiata con la Bandiera Blu dalla Foundation for Environmental Education, grazie alla bellezza delle sue spiagge. Le origini di Peschici risalgono all’epoca in cui vi si insediò una piccola comunità slava, che nel corso degli anni si è fusa con la popolazione locale, creando una miscela perfetta. Nella seconda metà del XVI secolo furono erette numerose torri di guardia per difendere la costa dalle incursioni dei pirati.

Oggi è possibile vedere molte di queste torri, perfettamente conservate, che caratterizzano il panorama della costa garganica. Visitare Peschici è abbastanza facile, si può fare a piedi in un pomeriggio, considerando che il Castello e il suo Museo della Tortura sono piuttosto interessanti. L’aperitivo, il gelato o, meglio ancora, la cena sono una parte essenziale del viaggio. Consiglio i ristoranti con vista panoramica, ottimi per ammirare il tramonto.

Cosa vedere a Peschici?

Nella nostra sezione cosa fare a Peschici, parleremo dei principali monumenti, musei e gallerie della città, dei parchi dove rilassarsi, di tutto ciò che secondo noi sono luoghi da non perdere durante la vostra visita nella città. Questo elenco di cosa vedere a Peschici vi aiuterà a non perdere nulla di questa magica città che riunisce tutto ciò che un viaggiatore può sognare a livello naturale, oltre a un incredibile mix che combina un’infinita offerta di svago e visite culturali. In questa guida su cosa fare a Peschici condivideremo un itinerario dettagliato, che si concentra sui punti di riferimento più importanti e sulle attrazioni più importanti da non perdere. Ecco una lista di cose da fare a Peschici.

1. Il centro storico. Il centro storico di Peschici è piuttosto affascinante, con le sue strette vie acciottolate di pietre bianche, le vecchie case, le botteghe artigiane, le gelaterie, i ristoranti e i numerosi hotel in cui soggiornare. Potete iniziare il vostro tour da Corso Garibaldi (Piazza Sandro Pertini), dove troverete la porta di accesso al centro storico. Proseguendo lungo via Roma, si incontra la chiesa di Sant’Elia, patrono di Peschici. Seguendo via Roma, si incontra la Chiesa del Purgatorio, dopo la quale si può proseguire lungo via Castello. Fino a raggiungere il Castello Normano. Nel centro si possono prendere i vicoli e seguirli fino a un punto panoramico o a una strada senza uscita. È bello perdersi nelle strade che mescolano i percorsi turistici con i sentieri della gente locale. In alcune zone si può vedere il tramonto, mentre in altre l’alba, perché da Peschici si possono vedere entrambe, una vera poesia.

2. La Chiesa di Sant’Elia. Chiesa della Madonna di Loreto – Sulla strada per Vieste, a circa 2 km da Peschici, nel punto in cui la Madonna apparve ad alcuni pescatori, si trova una piccola chiesa: una cappella imbiancata. Fu costruito tra il XVI e il XVII secolo. Santa Maria di Kalena: situata nella piccola Piana di Peschici, un tempo tappa fondamentale per i pellegrini diretti a Monte Sant’Angelo, oggi tristemente dimenticata e quasi abbandonata. Appartenne prima ai Benedettini, poi ai Cistercensi, infine ai Lateranensi, oggi, purtroppo, nelle mani di nessuno. Nel complesso c’è una chiesa di valore incalcolabile. Si spera che questa Abbazia venga presto strappata all’indifferenza e al degrado dei responsabili.

3. Chiesa del Purgatorio. La Chiesa del Purgatorio, situata nel centro storico di Peschici, nota anche come Chiesa di Santa Maria del Suffragio, fu utilizzata dai monaci benedettini dell’Abbazia di Calena come ossario. Sul soffitto c’è un grande dipinto che rappresenta il Purgatorio, il Paradiso e l’Inferno, con la Morte e il suo carro, e ci sono due teschi: uno in pietra sull’architrave e uno in legno sulla porta, simbolo di tutte le chiese del Purgatorio e del culto dei morti. Il campanile è sormontato da una vela e ospita due piccole campane, oltre all’unico orologio del centro storico. All’interno, tra l’altro, si trova un organo unico nel suo genere, risalente al XVIII secolo.

4. Il castello normanno. Il castello di Peschici fu costruito nel 970 e si trova in posizione strategica su uno sperone roccioso nel centro storico. Nel 1239 i veneziani distrussero le fortezze e gli edifici, che furono poi restaurati da Federico II e parzialmente ridisegnati come la torre nota come fortezza imperiale. Oggi il castello è di proprietà privata, si possono visitare i sotterranei con le prigioni e i depositi di armi, dove si trova il Museo degli strumenti di tortura, che espone 60 pezzi (dal Medioevo al Rinascimento). È d’obbligo una sosta su una delle terrazze interne al castello, da cui si può ammirare una splendida vista sul mare.

5. Il Museo della Tortura (Castello). Nelle segrete del Castello di Peschici, al costo di 3 euro, è possibile visitare il Museo degli Strumenti di Tortura. È un piccolo museo, con circa 60 strumenti di tortura. Il tour segue una sequenza “logica” di torture, dagli “inizi” seguendo l’evoluzione storica, dal Medioevo al Rinascimento. Non è un museo per tutti, come invece accade in altre città italiane con musei simili, ad esempio San Gimignano, dove la sensibilità può essere toccata più volte.

6. Torri di difesa. Le torri difensive sono una delle più importanti testimonianze storiche di Peschici e della costa garganica. Sono particolarmente evidenti se si viaggia in auto o si fa un tour in traghetto lungo la costa garganica. Costruiti per contrastare le innumerevoli incursioni saracene, avevano anche una funzione offensiva. Tutti erano costruiti su alte scogliere a picco sul mare per dominare il paesaggio circostante e individuare così eventuali minacce nemiche. Le torri hanno una base quadrata a forma di piramide tronca. L’ingresso si trovava sul lato rivolto verso l’interno. Le feritoie, invece, che fungevano anche da finestre, erano aperte sulle pareti laterali.

7. I Trabucchi del Gargano. I trabucchi sono strutture da pesca tipiche del Gargano, antiche macchine da pesca costruite sulla riva come grandi palafitte con lunghe corde e bracci di legno. Un’architettura molto complessa, fatta di fili, carrucole e reti intrecciate con pali di legno, con un funzionamento meccanico azionato dai pescatori. Solo a Peschici ci sono sette trabucchi. La pesca con queste macchine è stata praticata per molto tempo e fino a non molto tempo fa. Oggi molti di essi sono in fase di restauro, altri sono adibiti a ristoranti, ideali per degustare la cucina tipica del Gargano. Vi consiglio di prenotare con largo anticipo, in alcuni casi è necessario lasciare un deposito a garanzia, che si perde se non ci si presenta. Sembra un po’ estremo, ma date le particolarità della

8. Le più belle spiagge di Peschici. Peschici ha alcune delle più belle spiagge della Puglia, uno dei migliori motivi per visitare questa città. La spiaggia della Marina è una delle più grandi di Peschici, situata nella parte occidentale della città. A est, nascosta da un grande sperone roccioso, si trova la spiaggia di Jalillo, poi La Cala, una piccola caletta riparata raggiungibile solo dal mare. La spiaggia di Procinisco, in località Tuppo delle Pile, più avanti si trova la spiaggia di San Nicola, in parte libera e in parte con lidi privati. La spiaggia di Manaccora, di sabbia fine, è facilmente accessibile grazie alla strada asfaltata, così come la spiaggia di Cala Lunga, anch’essa di sabbia finissima, circondata da diversi trabucchi. La bellissima Cala del Turco è completamente libera e sabbiosa, seguita da una piccolissima baia: Playa de la Cruz. La spiaggia di Gusmay e quella di Manacore sono prevalentemente private, con lidi e alberghi.

9. Il Parco Nazionale del Gargano. Peschici fa parte del Parco Nazionale e della Comunità Montana del Gargano. Ideale per gli amanti del trekking e della bicicletta, infatti da Peschici è possibile godere delle meraviglie naturalistiche della zona, seguendo i percorsi del promontorio, attraverso sentieri immersi tra la flora e la fauna tipiche della zona. Il Parco Nazionale del Gargano comprende un’ampia gamma di habitat diversi in cui vive una grande varietà di piante e animali. Le colline ricoperte di macchia mediterranea sono affiancate da estese foreste di tassi e pini d’Aleppo. Oltre alla famosa Foresta Umbra, si trovano i due laghi costieri più grandi d’Italia: il Lago di Lesina e il Lago di Varano. Il Gargano è anche una terra in cui è diffuso il fenomeno del carsismo, che dà origine a centinaia di grotte. Sono molte le attività che si possono svolgere nel Parco Nazionale del Gargano, da soli o con un’escursione privata.

Come arrivare a Peschici

Come arrivare a Peschici in autobus o in treno: è possibile raggiungere Peschici utilizzando gli autobus delle Ferrovie del Gargano, che collegano tutte le località del nord del Gargano, da Peschici a San Severo, tra cui Vieste, Rodi Garganico. Ci sono linee frequenti tra Peschici e Vieste. Con le Ferrovie del Gargano è possibile viaggiare in treno tra Peschici Calenella (la stazione è a circa 5 km dal centro, nella zona più bassa vicino all’inizio della spiaggia) e San Severo. Le linee ferroviarie di Trenitalia portano a Foggia o a San Severo, e da lì si prosegue con le linee ferroviarie del Gargano o con gli autobus. È possibile raggiungere Peschici in auto, seguendo le indicazioni per il Gargano. Le strade del Parco Nazionale del Gargano sono panoramiche, tortuose e in alcuni punti strette. In estate si può incontrare un po’ di traffico, quindi vi consiglio di scegliere con attenzione gli orari. L’aeroporto internazionale più vicino a Peschici è quello di Bari.

Conclusione

Se siete alla ricerca di cosa fare a Peschici, ci sono molte opzioni tra cui scegliere. Potreste visitare il castello più famoso della città il castello normanno, oppure i Trabucchi del Gargano uno dei posti preferiti dai locali e dai turisti. Oppure potete esplorare la ricca storia di Peschici visitando i suoi numerosi siti storici. Se vi sentite attivi, potreste anche fare una passeggiata o un giro in bicicletta per le bellissime strade della città. Qualunque cosa decidiate di fare, sicuramente passerete una bella giornata a Peschici!

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento