Guida turistica dell’isola di Symi, Grecia

By | Marzo 10, 2022
Symi

Quando arrivi al porto di Symi rimarrai stupito dalla bellezza dell’isola, con le colorate dimore veneziane che abbelliscono la collina e le acque azzurre che lambiscono la riva. Man mano che inizi ad esplorare, scoprirai spiagge appartate, monasteri impressionanti, paesaggi mozzafiato e acque limpide che a volte ospitano persino le tartarughe! Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sulla pianificazione di un viaggio nella bellissima isola di Symi.

Leggi anche: Guida turistica di Skopelos

Dove si trova Symi?

Symi è una piccola isola greca nell’est del paese, incastonata tra la terraferma turca e le isole greche di Rodi, Tilos e Kos. Fa parte della catena di isole del Dodecaneso situata nel Mar Egeo meridionale. Grazie alla sua posizione a sud, Symi offre bel tempo durante la primavera, l’estate e l’autunno, rendendola una destinazione ideale per una vacanza in Europa.

Come arrivare a Symi

Poiché Symi è una delle isole greche più piccole, non ha un aeroporto. Pertanto, l’unico modo per raggiungere l’isola è il traghetto. Non temere, però, è relativamente facile in quanto puoi prendere un traghetto notturno direttamente da Atene o prendere un traghetto più corto dalle vicine isole di Rodi o Kos. Entrambe queste isole hanno aeroporti internazionali, il che le rende accessibili da tutta Europa e dal Regno Unito.

Il periodo migliore per visitare Symi

Il periodo migliore per visitare Symi è in primavera o in autunno, quando il clima è idilliaco e la città e le spiagge sono relativamente tranquille, ma poiché Symi è una delle isole meno battute, non è mai così affollata come la vicina Kos o Rodi durante l’estate. In estate ci sono temperature molto più calde rispetto alla primavera, il che è ovviamente una grande attrazione per chi ama nuotare nel lussureggiante Mar Egeo, anche se il periodo più tranquillo per godersi l’isola è maggio e settembre.

Cosa fare e vedere a Symi

Leggi anche: Cosa fare e vedere sull’isola di Alonissos

1. Le spiagge di Symi

Poiché Symi è un paesaggio montuoso abbastanza aspro, molte spiagge sono accessibili solo a piedi, in motorino o in taxi. Ciò significa che sono relativamente tranquille e incontaminate, il che è l’ideale per chi cerca una spiaggia greca classicamente bella.

La spiaggia di Gialos è raggiungibile camminando per circa 1 km a nord-ovest della città di Symi, Panormitis è la spiaggia più vicina al monastero principale dell’isola (accessibile in auto o in autobus) e Agia Marina è una tranquilla baia e taverna situata a breve distanza in taxi Pedi.

Se stai cercando una spiaggia facilmente accessibile con strutture tradizionali e taverne, non cercare oltre Nos, Emporios e Pedi. Nos è la spiaggia più vicina a Symi Town situata presso il Club Nautico a pochi passi dal centro.

2. Visita al monastery of Archangel Michael Panormitis

Uno dei siti più famosi di Symi è il monastero dell’Arcangelo Michele Panormitis situato sull’estremo sud-ovest dell’isola. Questo grande complesso è stato costruito nel 18° secolo e da allora ha sempre ospitato monaci.

I visitatori possono esplorare l’imponente chiesa e il campanile, scoprire i due piccoli musei (uno con icone e manufatti religiosi e l’altro con oggetti che espongono la cultura popolare) e persino acquistare prodotti da forno dal fourno (panetteria) in loco. Il monastero si trova proprio sul lungomare, un posto incantevole dove fare un tuffo.

Il monastero celebra la sua festa più grande l’8 novembre di ogni anno con molti pellegrini provenienti da tutta l’isola e da più lontano in onore dell’Arcangelo Michele.

3. Dai un’occhiata alle opere d’arte di Takis Leather

Situato nella città portuale principale, il negozio di pelletteria Takis è un negozio pieno di splendidi articoli in pelle, ma sotto la superficie di scarpe, cinture, portafogli e borse sbalorditive si trova una creazione ancora più artistica. L’opera d’arte in pelle di Takis trae ispirazione dall’isola e dalla Grecia in generale, con punti e tratti di saldatore bruciati sulla pelle per creare disegni intricati e dettagliati.

Takis si riferisce al suo lavoro come pixel di pelle, con milioni di minuscoli puntini che vengono bruciati nel tessuto per creare profondità e consistenza. I suoi modelli sono davvero unici e belli e vale la pena vederli da vicino.

4. Fai il giro del porto

Come accennato in precedenza, la città portuale di Symi è un vero spettacolo da vedere; le case color pastello che scendono a cascata lungo la collina intorno alla baia. La città principale è divisa in due parti, Gialos, la zona bassa intorno al porto stesso, con taverne, bar e pescherecci che galleggiano, e Chorio, le strade tortuose che salgono sulla collina. Il porto è un luogo tranquillo per osservare il mondo che passa, con i kafenion sparsi per il porto che servono caffè greco e snack.

 

5. Salite le scale (da Kali Strata a Chorio) l’antica capitale

Dopo aver finito di esplorare il porto, è il momento di sentire il bruciore alle gambe mentre sali le scale conosciute come Kali Strata verso la città vecchia di Chorio. Ci sono circa 400 gradini in totale su Kali Strata, ma per fortuna ogni volta che ti fermi per fare una pausa puoi goderti un’altra vista perfetta per le immagini di Symi Town.

Non solo questa scala per Chorio offre viste meravigliose, ma ci sono anche una collezione di ottimi caffè e taverne, nonché il museo archeologico e il Kastro in cima. Questo rende lo sforzo più che utile! Se non riesci a salire le scale per Chorio, non preoccuparti perché c’è anche un servizio di autobus che collega il porto a Chorio ogni ora.

6. Scopri il museo archeologico di Chorio

Quando hai raggiunto la cima di Kali Strata puoi iniziare ad esplorare Chorio. Uno dei siti principali è il Museo Archeologico di Symi, un piccolo museo situato in una tradizionale casa simia che ospita una collezione di manufatti di una serie di periodi della storia greca. Ciò include oggetti di epoca classica, ellenistica, romana e bizantina, nonché alcuni oggetti tradizionali più recenti come vestiti, strumenti e utensili da cucina.

7. Perditi nei vicoli di Chorio

Dopo aver fatto un salto indietro nel tempo nel Museo Archeologico, puoi girovagare per i vicoli di Chorio per vedere dove si svolge la vita tradizionale locale. Le strade qui sono semplicemente meravigliose e puoi perderti facilmente qui per un po’, allontanandoti dalle preoccupazioni del mondo.

Leggi anche: Cosa fare a Milos

8. Ammira la vista dal Kastro (castello) e dalla chiesa di Panagia

Un’altra cosa da vedere mentre si sale a Chorio è il Castello Veneziano costruito dai Cavalieri di San Giovanni nel XIV secolo. Questo Kastro è stato costruito sulle rovine di un antico castello bizantino, con un’incredibile posizione in cima a una collina. Affacciato sui tetti di terracotta della città e sul profondo turchese del Mar Egeo, questo è un posto meraviglioso per ammirare la bellezza dell’isola.

Situata all’interno del parco del castello, nel punto più alto, si trova la piccola e ben conservata chiesa di Panagia, dove puoi accendere una candela o dire una preghiera per una persona cara.

9. Fai una gita in barca verso spiagge appartate

Se stai trascorrendo un po’ di tempo a Symi e vuoi visitare alcune spiagge un po’ più lontane, allora ti consigliamo di prendere una barca per una delle baie più remote dell’isola. Questo può essere fatto prendendo un taxi acqueo condiviso dal porto principale o dal porto di Pedi, o noleggiando una propria barca per la giornata.

Naturalmente, noleggiando la tua barca avrai ancora più flessibilità e libertà di andare sull’isola al tuo ritmo e potrai cercare luoghi più appartati.

10. Prova i gamberetti di Symi

Ultimo ma non meno importante, una delle cose che devi fare mentre sei sull’isola di Symi è provare i deliziosi gamberi freschi di Symi che vengono serviti in quasi tutti i ristoranti della città. Questi piccoli ‘garadaki symiako ‘ sono il gusto dell’isola e sono un antipasto preferito sia dalla gente del posto che dai turisti. Il piatto di gamberi freschi dolci viene servito semplicemente con una spruzzata di limone e si mangia intero grazie ai loro gusci delicatamente morbidi.

Come muoversi a Symi

Ci sono un paio di opzioni diverse quando si tratta di girare l’isola, vale a dire noleggiare un’auto o un motorino o prendere l’autobus. Il servizio di autobus dell’isola parte dalla città ogni ora, passa per il monastero dell’Arcangelo Michele Panormitis, alla spiaggia di Pedi, a Chorio e alla spiaggia di Nos nel porto di Gialos. Ciò significa che anche se non hai un’auto puoi raggiungere tutti i principali luoghi d’interesse e spiagge.

In alternativa, se desideri maggiore flessibilità, puoi noleggiare un’auto o un motorino, ed avere cosi il ​​tempo e la libertà di scoprire altre destinazioni fuori dai sentieri battuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.