Marocco

Il Marocco è un paese sorprendente e magico che non manca mai di stupire i visitatori. È il paese africano più vicino all’Europa e punto d’incontro del Mediterraneo e dell’Atlantico, con un paesaggio vario che cambia radicalmente dalle montagne dell’Atlante al deserto del Sahara. Questo post è una prima introduzione a cosa vedere in Marocco, così puoi iniziare a prepararti per il tuo prossimo viaggio. Il Marocco è un regno millenario e le sue importanti città hanno lasciato un’impronta storica significativa. Quattro sono conosciute come le città imperiali e sono state le capitali del paese in diversi momenti della sua storia. Un tour in una di queste città significa approfondire la storia di questo regno negli ultimi secoli. E, naturalmente, sono anche le città più belle del Marocco.

Leggi anche: Cose da fare e da vedere a Palermo

1. Marrakech, la città più vivace

Marrakech è una tappa fondamentale in ogni viaggio in Marocco. Fondata nel 1062 dagli Almoravidi, fu capitale tra il 1071 e il 1244, e di nuovo tra il 1511 e il 1554, durante le dinastie Almoravidi, Almohadi e Saadi. Marrakech, la Città Rossa, è la più meridionale di tutte le grandi città marocchine. Lontana dall’Europa, nell’entroterra e vicino al Sahara, è un luogo imponente, visitato dai nomadi berberi e prima di diventare la capitale era un accampamento militare. Oggi Marrakech è famosa soprattutto per la sua Medina. Cuore della città e Patrimonio dell’Umanità, le sue strade infinite, animate e labirintiche sono piene di commercianti, artigiani, moschee, palazzi e antiche mura. Perdersi tra le sue stradine è il modo migliore per esplorare questo luogo magnifico. Marrakech ha molte altre attrazioni, come il Palazzo Bahia, la Moschea Koutoubia e il Menara Gardens. Dopo aver visitato Marrakech, capirai perché molti la considerano la città più bella del Marocco.

2. Fez, la capitale culturale

Fez si trova nel cuore del Marocco, sulla strada che collega Rabat e Algeri, ed è conosciuta come la capitale culturale del paese. Fez è stata la capitale del governo del Marocco in diverse occasioni, tra il IX e il X secolo, tra il 1244 e il 1554, in diversi momenti nel XVII secolo e tra il 1727 e il 1912, quando Rabat prese il potere. Avrai bisogno di due o tre giorni per visitare Fez perché è un patrimonio mondiale dell’UNESCO e ha una meravigliosa eredità da scoprire. L’attrazione principale è la medina di Fes El Bali, un enorme quartiere medievale del IX secolo che ha una rete di 9.000 strade dove i visitatori spesso si perdono. È la più grande area pedonale del mondo. Fez ha innumerevoli altri luoghi da vedere: la Moschea di al-Qarawiyyin, la Madrasa di Al-Attarine, il Palazzo Reale, i vari suk, le porte della città, le fontane… Fez è anche il posto migliore per partire per una gita nel deserto di Merzouga dove puoi passare la notte in tenda.

3. Meknes, la bellezza sconosciuta

Meknes si trova a 60 km a ovest di Fez sulla strada per Rabat. Fu capitale tra il 1672 e il 1727, e questo periodo ha lasciato un’eredità architettonica e urbanistica che merita facilmente lo status di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCOMoulay Ismail fu responsabile del periodo di splendore della città; stabilì la capitale a Meknes e ordinò che fosse progettata a suo piacimento, con 40 km di mura, palazzi e porte, ecc. Qui si trova anche il mausoleo contenente la tomba di Ismail. Meknes è anche più pacifica delle altre città imperiali. La sua medina è molto più facile da navigare per i visitatori rispetto a quelle di Marrakech e Fez. Un’attrazione che ha sempre un grande impatto è Bab El Mansour Gate, costruita nel 1732 ed è considerata una delle più belle del mondo. Meknes ti sorprenderà!

4. Rabat: la capitale del Marocco

Rabat è la capitale del Marocco dal 1912, quando iniziò il protettorato francese del Marocco. Anche se è ancora la capitale della nazione e si trova sull’Oceano Atlantico, Rabat è meno turistica delle altre città imperiali. Rabat unisce antichità e modernità; il suo monumento principale è la Torre Hassan, un minareto del XII secolo che fu costruito per essere la torre più alta. Accanto si trova il Mausoleo di Mohammed V, un pantheon reale in marmo bianco che custodisce le spoglie di Mohammed V e Hassan II, padre dell’attuale re. Anche la Kasbah degli Udayas e la medina con le sue famose mura sono di particolare interesse per i visitatori della capitale marocchina.

5. Moschea Hassan II a Casablanca

Questa è senza dubbio la moschea più maestosa del Marocco. La Moschea di Hassan II a Casablanca  fa una grande impressione grazie alle sue dimensioni: è la seconda più grande al mondo dopo la moschea della Mecca. Il suo minareto è alto 200 m ed ha un raggio laser che punta verso la città santa. L’interno ha una sala che può ospitare 20.000 fedeli e un tetto scorrevole con vista sul cielo. La Moschea Casablanca (1993) è l’unica in Marocco che consente l’ingresso a persone non musulmane, rendendola una magnifica opportunità per scoprire uno spazio così importante per l’Islam. Ha anche una posizione impressionante, proprio sul mare.

Leggi anche: Cosa vedere a Lampedusa oltre al mare

6. Tangeri nello Stretto di Gibilterra

Tangeri è la città più settentrionale del Marocco e quindi la più vicina all’Europa. Situata proprio sullo Stretto di Gibilterra, Tangeri è stata molto ambita nel corso della storia, passando per le mani di vari imperi e paesi europei. La sua vicinanza alla Spagna e al porto, all’aeroporto internazionale e alla lunga costa, hanno reso Tangeri una città popolare tra i turisti e ha un’atmosfera multiculturale, grazie al suo passato europeo. Luoghi essenziali da visitare includono la Grande Moschea, la medina, Place 9 du Avril, Cape Spartel e le Grotte di Eracle.

7. Ksar di Ait Ben Haddou

Lo ksar di Ait Ben Haddou è uno dei luoghi più magici del Marocco Uno ksar è un tipo di città fortificata tipica del sud del paese. L’interno di Ait Ben Haddou nasconde strade labirintiche ed edifici realizzati con materiali tradizionali come mattoni, legno e paglia. La città è anche un’icona dello schermo perché qui sono state girate scene di innumerevoli film e serie, tra cui Lawrence d’Arabia, Il Gladiatore e Il Trono di Spade. Passare accanto allo ksar di Ait Ben Haddou è fantastico anche se desideri seguire alcuni dei percorsi più famosi del paese, come il La strada delle mille kasbah, che ti porta a vedere i tradizionali edifici di mattoni marocchini che si trovano comunemente in quest’area.

8. Deserti di Zagora e Merzouga

Fare un viaggio nel deserto e pernottare lì sono due attività che tutti i visitatori del Marocco dovrebbero aggiungere alla loro lista dei desideri. Non devi viaggiare nel lontano Sahara: ci sono due opzioni molto semplici che ti permettono di vivere le sabbie direttamente da Marrakech: i deserti di Zagora e Merzouga. Il deserto di Zagora si trova a circa 360 km da Marrakech ed è una zona più rocciosa. A sua volta, il deserto di Merzouga si trova a 560 km da Marrakech e presenta grandi dune, alcune delle quali alte più di 150 m. Dato che è più lontano, Merzouga è un viaggio di tre giorni una volta che si tiene conto del tempo di viaggio e si passa la notte lì. Oltre a dormire nel deserto, entrambe le località ti offrono la possibilità di fare un giro in cammello o andare in quad.

9. Chefchaouen, la perla blu del Marocco

Situata nella parte settentrionale del Marocco, ai piedi delle montagne del Rif, le strade della piccola città di Chefchaouen hanno ancora il loro impianto medievale. Questa città apparteneva al protettorato spagnolo del Marocco e alcuni dei suoi abitanti parlano spagnolo. Chefchaouen si è guadagnata il soprannome di ‘la perla blu’ del Marocco, grazie alle sue case blu e all’incantevole medina, che rendono la città estremamente pittoresca.

10. Essaouira, una mecca del surf

Essaouira è uno storico porto atlantico famoso oggi per essere una mecca del windsurf grazie alle sue maestose spiagge. La città conserva anche la sua eredità storica e il suo affascinante porto, con una bella medina molto più rilassata di quelle che troverai nelle grandi città.

11. Cascate di Ouzoud

Un luogo magico vi aspetta vicino a Marrakech: una serie di spettacolari cascate che scendono per oltre 100 m animano questa zona dell’Alto Atlante. Le cascate di Ouzoud sono le più alte del Nord Africa e sono uno spettacolo di acqua e suoni che affascina i visitatori che vengono qui. Puoi anche fare il bagno nel fiume, un grande sollievo nei caldi mesi estivi.

Leggi anche: Guida turistica di Skopelos, Grecia

12. L’antica città romana di Volubilis

L’eredità storica del Marocco è così vasta che è persino possibile vedere importanti resti romani. Il sito più famoso è Volubilis, un’antica città romana che si trova a 20 km a nord di Meknes; è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997. Nonostante metà del sito debba ancora essere scavato, tra le rovine di Volubilis sono stati portati alla luce i resti del foro, le terme, il Tempio di Giove, lo spettacolare Arco di Caracalla e gli imponenti mosaici, gioiello di questo città antica.

13. Gole del Todra e del Dades

Altri due luoghi magici che possono essere visitati da Marrakech sono le gole del Todra e del Dades. Entrambe si trovano tra i paesaggi più spettacolari del Marocco e sono costituiti da brecce che dividono l’Alto Atlante, creando due valli impressionanti con pareti verticali alte decine di metri. Inoltre, la gola del Dades ha una di quelle strade vertiginose con curve tortuose amate dagli appassionati della guida.

Di Barbaro Antonietta

Amo tanto viaggiare, per questo ho deciso di parlare delle mie esperienze e di condividerle qui con voi. Amo tanto, ma proprio tanto il sole, il mare e i cani. Se vi piacciono i miei articoli me lo lasciate un messaggino?

Lascia un commento