Cosa fare a Milano: Guida turistica

By | Ottobre 12, 2023
cosa fare a Milano

Milano e Roma, le due perle d’Italia. Per lungo tempo, Milano è stata vista come la capitale dell’industria e della finanza, mentre Roma come il cuore della cultura e della politica. Questa percezione, tuttavia, è solo una semplificazione. Non dimentichiamoci, per esempio, del primato milanese nell’editoria. Ma con l’arrivo di Expo 2015, Milano ha visto una vera rinascita turistica, superando persino Firenze e Venezia in termini di visitatori annuali. Nonostante le sue trasformazioni, Milano ha sempre mantenuto la sua essenza, brillando nei campi della moda, del design, della gastronomia e dell’industria dell’intrattenimento. Se ti stai chiedendo cosa fare a Milano, ecco alcune delle principali attrazioni.


1. Il Duomo: Cuore Spirituale e Artistico

Se ti stai chiedendo cosa fare a Milano durante una breve vacanza, non puoi perderti la vista mozzafiato dal Duomo, uno dei monumenti più iconici della città. Questa maestosa cattedrale, situata nel cuore della città, è un perfetto esempio dell’ingegno e della devozione di Milano. Iniziata nel 1386, la costruzione del Duomo si è estesa per oltre cinque secoli, riflettendo le varie fasi artistiche e storiche della città.

Caratteristiche Principali:

  • Architettura Gotica-Lombarda: Il Duomo è una testimonianza rara di questo stile, con le sue imponenti guglie e intricate sculture.
  • Oltre 3000 Statue: Tra queste, si possono trovare figure laiche come Dante Alighieri e Arturo Toscanini, che siedono accanto a profeti e martiri biblici.
  • Reliquia del Sacro Chiodo: Conservata nella cattedrale, questa reliquia è ritenuta uno dei chiodi utilizzati per crocifiggere Gesù.
  • Vista Panoramica: Salendo sul tetto, i visitatori possono godere di una vista spettacolare della città. Un’esperienza che rende la visita al Duomo un’attività imperdibile.

Per una comprensione più profonda della storia del Duomo e per programmare la tua visita, è consigliabile consultare il sito ufficiale.

2. Museo del Novecento: Un Tuffo nell’Arte Moderna

Se si è appassionati d’arte moderna, in particolare del Futurismo, movimento che ha marcato profondamente il panorama culturale e politico del ‘900, allora il Palazzo dell’Argentario è sicuramente uno dei posti da visitare a Milano. Ubicato a pochi metri dal Duomo e dalla Galleria Vittorio Emanuele II, questo edificio ha aperto le sue porte nel 2009 e presenta una collezione invidiabile di capolavori dell’arte italiana e internazionale. Mentre nomi come Boccioni, Marinetti e Balla dominano la sezione dedicata al Futurismo, è impossibile non citare artisti di calibro mondiale come Picasso, Kandinskij, De Chirico e Pellizza da Volpedo, autore dell’emblematica opera “Quarto Stato”. Per approfondire su mostre e visite guidate, si può consultare il sito: museodelnovecento.org.

3. Galleria Vittorio Emanuele II: Shopping e Cultura nel Cuore di Milano

Molto più che un semplice luogo di transito, la Galleria Vittorio Emanuele II è stata definita da alcuni come una stazione senza treni: un continuo viavai di persone, tra cultura e shopping. Questa storica costruzione, nata nel 1865 dalla mente dell’architetto Mengoni, rappresenta un punto di riferimento sia per chi è alla ricerca delle ultime tendenze, con le sue boutique di lusso e caffè storici, sia per chi vuole immergersi nell’atmosfera milanese. Durante le festività natalizie, la Galleria si veste di luci e decorazioni, diventando il luogo più affascinante della città.

4. Quadrilatero della Moda: L’Altare dello Shopping di Lusso

Dove andare a Milano se si è amanti della moda? Impossibile non citare il Quadrilatero della moda, delimitato dalle strade via Montenapoleone, via della Spiga, via Manzoni e via Sant’Andrea. Qui, le vetrine scintillanti di marchi come Ferragamo, Prada, Gucci e Versace attraggono visitatori da tutto il mondo, creando un’atmosfera unica, difficilmente riscontrabile altrove, nemmeno a New York. Anche se non tutti possono permettersi di fare acquisti in questa zona, il Quadrilatero rimane un luogo fondamentale per capire le tendenze emergenti e gli stili futuri.

5. Castello Sforzesco: Storia e Bellezza in un’unica struttura

Milano, città dal fascino ineguagliabile, offre un’ampia scelta di luoghi imperdibili per i turisti. Tra questi spicca il Castello Sforzesco, simbolo di potere e grandezza. Situato a breve distanza dal celebre Duomo, fu commissionato da Gian Galeazzo Sforza e perfezionato successivamente da Ludovico Maria Sforza, noto come “il Moro”. Quest’ultimo valorizzò ulteriormente il castello, accogliendo artisti di spicco come Leonardo da Vinci e Donato Bramante.

Il Castello Sforzesco e il suo affascinante percorso storico tra Visconti e Sforza, dominazioni straniere e rinascimenti, è una scelta obbligata. Oggi, due elementi lo rendono un’attrazione principale:

  • Parco Sempione: alle spalle del castello, è una vera oasi nel cuore milanese, ideale per chi desidera una pausa dal frenetico ritmo cittadino.
  • Musei interni: la struttura ospita diverse collezioni, tra cui il Museo d’Arte Antica e la Pietà Rondanini di Michelangelo.

Per scoprire di più, consulta: milanocastello.it

6. Torre Branca: Una vista panoramica sulla città

All’interno del Parco Sempione, la Torre Branca emerge come un emblema della Milano moderna. Progettata da Gio Ponti e restaurata dalla famiglia Branca, questa struttura in metallo offre ai visitatori un’esperienza unica: salire a 108 metri d’altezza e godere di un panorama mozzafiato sulla città. Una visita alla Torre Branca è sicuramente consigliata, soprattutto nelle serate di giovedì, venerdì e sabato. Ma attenzione alle condizioni meteo, perché in caso di maltempo, la torre rimane chiusa. Per maggiori dettagli, visita: www.museobranca.it

7. Pinacoteca di Brera: Un viaggio nell’arte

Il palazzo di Brera è un vero gioiello per chi ama l’arte. Dalla maestosa statua di Napoleone Bonaparte, realizzata da Antonio Canova, all’interno si trova la Pinacoteca di Brera, un tesoro di opere d’arte che spaziano dal Medioevo alla modernità. Quando si pensa a cosa vedere a Milano, la Pinacoteca di Brera è inevitabile. Al suo interno, capolavori di artisti come Giovanni Bellini, Andrea Mantegna, Raffaello e Caravaggio affascinano i visitatori, offrendo uno sguardo sull’arte rinascimentale e oltre. Per saperne di più, consulta: pinacotecabrera.org


8. Cenacolo Vinciano: Scoperta Fondamentale nel Cuore del Rinascimento

Il Cenacolo Vinciano rappresenta un gioiello incomparabile. Se la Gioconda custodita a Parigi è un’icona universale, l’Ultima Cena di Leonardo è un simbolo del genio artistico italiano. Collocato nel refettorio del Monastero domenicano di Santa Maria delle Grazie, questo affresco testimonia la maestria con cui Leonardo ha interpretato il drammatico annuncio del tradimento a Gesù. Esempio: è come osservare un quadro in movimento, dove ogni volto riflette emozioni profonde e contrastanti.

Nonostante i danni del tempo, tra il 1977 e il 1999, è stata condotta un’opera di restauro meticolosa, restituendoci parte della magnificenza originale. Per apprezzare questa meraviglia, la prenotazione è obbligatoria. Prenotazioni possono essere effettuate telefonicamente o online.

9. Basilica di Sant’Ambrogio: Il Cuore Spirituale e Architettonico di Milano

La Basilica di Sant’Ambrogio incarna l’essenza religiosa e culturale della città. L’influenza di questa chiesa non si limita alla sfera spirituale: rappresenta la connessione tra la fede e la vita quotidiana milanese. Esempio: immagina una sinfonia in cui ogni nota risuona in perfetta armonia, così è il rapporto tra Milano e la Basilica. Questo monumento è anche un esempio straordinario di architettura romanica-lombarda, ed è come un libro aperto sulla storia architettonica della regione. Punti salienti includono il Sacello di San Vittore e l’Altare d’Oro. Informazioni dettagliate sono disponibili sul sito ufficiale.


10. I Navigli: Il Fascino Acquatico di Milano

Esplora I Navigli. Questa zona, a pochi passi dal Duomo, combina il fascino storico con un’atmosfera vivace e contemporanea. Camminando lungo questi canali, si potrebbe immaginare di trovarsi in una delle capitali europee come Amsterdam. Analogia: è come scoprire un’oasi nascosta in una metropoli frenetica. La storia dei Navigli è affascinante: nati per compensare la mancanza di grandi fiumi, questi canali furono essenziali per il trasporto dei materiali per costruire monumenti come il Duomo.

Con l’evoluzione dei tempi, la zona dei Navigli ha subito trasformazioni, diventando un punto nevralgico per la cultura e l’intrattenimento. E non è solo vita notturna: lungo questi canali si estendono piste ciclabili che offrono una prospettiva unica di Milano, inclusi luoghi meno noti ma altrettanto affascinanti.

11. Cimitero Monumentale: Un Museo all’Aperto

Tra le icone indimenticabili della città di Milano, oltre al celebre Duomo e alla storica Basilica di Sant’Ambrogio, emerge con rinnovato splendore il Cimitero Monumentale. Questo luogo non è solamente l’ultima dimora di eminenti figure che hanno plasmato la storia italiana, tra cui Alessandro Manzoni e Arturo Toscanini, ma è anche un’opera d’arte in sé. Con una superficie di oltre 250.000 mq, il Cimitero presenta una varietà impressionante di stili architettonici: dal gotico al liberty, abbracciando anche il romanico, il bizantino e il neoclassico. È un luogo in cui la storia e l’arte convivono in armonia, rappresentando un esempio di eclettismo architettonico. Per ulteriori dettagli, si può fare riferimento alla pagina ufficiale del comune di Milano.


12. Stadio San Siro: La Scala del Calcio

Se stai cercando cose da vedere a Milano legate allo sport, il Stadio San Siro è un must. Questo storico edificio non è semplicemente uno stadio: è un simbolo di passione, tradizione e orgoglio milanese. Spesso definito la “Scala del calcio”, in risonanza con l’illustre Teatro alla Scala, San Siro è il cuore pulsante del calcio milanese, ospitando le partite delle due squadre di punta della città, l’Inter e il Milan. Ma la sua magia non si limita solo alle partite: grazie al Museo&Tour, i visitatori possono immergersi nell’affascinante backstage dello stadio, dalla zona mista ai tunnel, passando per gli spogliatoi e le tribune, vivendo l’esperienza di un vero calciatore. Se desideri visitare Milano sotto un’ottica sportiva, una tappa a San Siro è obbligatoria. Per dettagli sul tour e prenotazioni, visita il sito ufficiale: www.sansiro.net.

Altre cose da vedere a Milano

Milano, un incrocio di tradizione e avanguardia, è una città che riserva sorprese ad ogni angolo. Se ti stai chiedendo ancora cosa fare a Milano, qui abbiamo selezionato alcune delle attrazioni più affascinanti che la metropoli meneghina ha da offrire.

1. Palazzo Lombardia: L’Essenza Moderna di Milano

Mentre ti avvicini alla stazione centrale, è difficile non notare il maestoso grattacielo Pirelli. Tuttavia, poco distante, troverai un altro gioiello architettonico: il Palazzo Lombardia. Questa struttura in vetro con occhio attento all’architettura, è imperdibile. L’edificio si sviluppa in una torre centrale affiancata da strutture più basse dal design sinuoso, che racchiudono al loro interno verdi oasi e spazi aperti. Pensalo come un museo d’arte moderna all’aperto, una tappa fondamentale per chi visita Milano.

2. Bosco Verticale: Un Inno all’Ecosostenibilità

Per gli estimatori di design innovativo, il Bosco Verticale, celebrato come uno dei grattacieli più rivoluzionari al mondo, è formato da due torri che ospitano giardini verticali sulle loro terrazze. Queste piante vanno oltre il mero aspetto estetico: contribuiscono a filtrare le polveri sottili, a migliorare la qualità dell’aria, e a mitigare l’inquinamento sonoro e termico. È come se Milano avesse trovato un modo di portare un pezzo di campagna in verticale, nel cuore della città.

3. Piazza Gae Aulenti e Unicredit Tower: Un Tuffo nel Futuro

Continuando il tuo percorso, non puoi perderti Piazza Gae Aulenti. Situata nella vibrante zona di Porta Nuova, questa piazza circolare è circondata da imponenti edifici in vetro, tra cui la dominante Unicredit Tower. Questa torre, con le sue pareti ondulate e il distintivo pinnacolo, è uno degli emblemi della Milano contemporanea. Al centro della piazza, vasche e fontane offrono un momento di pausa, mentre attorno si dispiegano una serie di negozi, caffè e spazi pedonali: un’oasi di modernità e tranquillità.

4. Eataly Milano Smeraldo: Una Celebrazione della Gastronomia Italiana

Concludi la tua giornata nella città meneghina dirigendoti verso Porta Garibaldi. Qui, a due passi dal centro storico, ti attende Eataly Milano Smeraldo. Non solo un luogo dove fare spesa, ma un vero e proprio tempio della gastronomia italiana. Al pian terreno, un vivace mercato ti invita a scoprire e degustare le eccellenze del territorio, mentre i piani superiori sono dedicati a ristoranti e negozi specializzati. È come fare un viaggio attraverso i sapori d’Italia senza lasciare Milano.

Linee guida per visitare Milano

1. Prudenza contro i borseggiatori: A Milano, come in molte altre metropoli globali, è importante rimanere attenti e cauti. Ecco alcuni suggerimenti consolidati:

  • Evitare di esibire gioielli costosi come anelli opulenti o catenine vistose.
  • Mantieni la borsa chiusa e al sicuro; non lasciarla mai incustodita.
  • Evita di posizionare il portafoglio nella tasca posteriore dei pantaloni. Potrebbe essere una preda facile.
  • Limita l’importo di denaro contante che porti con te.

Se stai pianificando una giornata di shopping nelle boutiques di Milano, potresti considerare l’uso di carte di credito o soluzioni di pagamento elettronico.

2. Esplora la città a piedi o con i mezzi pubblici: Dovresti sapere che il centro storico è meglio se visitato a piedi. I posti da visitare a Milano nel cuore della città sono spesso situati in zone pedonali o aree a traffico limitato (ZTL). Pertanto:

  • Evita di utilizzare la tua auto personale.
  • Beneficia del servizio di trasporto pubblico, noto per la sua efficienza e frequenza.
  • Contribuisci attivamente a ridurre l’inquinamento atmosferico, un tema su cui l’amministrazione milanese sta lavorando intensamente.

Pensare di guidare in centro a Milano è come cercare di nuotare controcorrente in un fiume. Puoi farlo, ma ci sono modi migliori e più semplici di spostarsi.

3. Vestiti adeguatamente quando visiti luoghi di interesse: Tieni presente che luoghi come il Duomo o il museo di Sant’Ambrogio richiedono un certo livello di rispetto e decoro nel vestire. Per assicurarti di avere sempre un’esperienza piacevole:

  • Evita abiti troppo scollati o indumenti troppo corti come bermuda e ciabatte.
  • Rispetta i codici di abbigliamento nei luoghi sacri e nei musei.
  • Sii consapevole delle restrizioni relative alla fotografia, specialmente durante eventi religiosi.

Se visitassi una galleria d’arte prestigiosa, ti aspetteresti una certa etichetta. Lo stesso vale per i luoghi simbolo di Milano. I 10 migliori musei di Milano

Arrivare e parcheggiare a Milano

Il metodo preminente per accedere alla vibrante città di Milano è certamente il viaggio in treno, beneficiando dei collegamenti efficienti e veloci offerti sia da servizi ordinari che da quelli ad alta velocità con le altre città dello Stivale. La stazione ferroviaria si colloca a una distanza ragionevole dal cuore della città, offrendovi l’opzione di immergervi in una piacevole passeggiata seguendo l’itinerario che vi delineeremo più avanti, oppure di sfruttare la rete metropolitana ben organizzata della città.

Per coloro che risiedono in località più remote, prendere in considerazione un volo commerciale o economico verso uno dei tre aeroporti milanesi – Linate, Malpensa o Orio al Serio (Bergamo) – potrebbe risultare una scelta sagace. Dalle aree aeroportuali, sono a disposizione servizi di navetta e collegamenti ferroviari diretti alle stazioni centrali della città, punto da cui potrete esplorare a piedi o usufruire dei mezzi pubblici.

Tuttavia, raggiungere Milano in auto può rivelarsi meno confortevole a causa dell’intenso flusso traffico e delle limitate opportunità di parcheggio. La città è servita da cinque autostrade, le quali si intersecano con un sistema di tangenziali che cingono l’area urbana. Nel centro storico è implementata l’Area C, una ZTL attiva nei giorni feriali con un sistema di accesso a pagamento. Trovare una sistemazione per la vostra auto a Milano può diventare una sfida ardua.

Nelle vicinanze delle stazioni ferroviarie e metro, alcune strade offrono possibilità di parcheggio gratuito, ma occorre una dose di fortuna per individuare uno spazio disponibile. Di conseguenza, spesso si è indirizzati verso soluzioni di parcheggio a pagamento.

Nel caso in cui la vostra sosta a Milano si protragga per un solo giorno, è consigliabile cercare un’area per lasciare l’auto non eccessivamente lontana dal centro. Un suggerimento utile potrebbe essere quello di optare per uno dei numerosi parcheggi di interscambio disponibili, ideati per facilitare l’utilizzo dei mezzi pubblici. Queste aree permettono di lasciare la vostra auto vicino a una stazione della metro e proseguire verso il centro della città. Le tariffe di parcheggio tendono a variare, generalmente calcolate su base oraria.

Come visitare Milano

Raggiungendo Milano via aereo o treno, dalla stazione centrale avrete la libertà di esplorare il centro storico a piedi o combinare piacevoli passeggiate con tratti percorsi sui mezzi pubblici. Milano vanta una rete efficace di tram, filobus, bus e metro, sebbene la metropolitana rappresenti il mezzo più vantaggioso per spostarsi tra le attrazioni principali. Il costo del biglietto per una singola corsa ammonta a 1,50 euro, con una validità di 90 minuti su tutti i mezzi; per chi desidera una soluzione più estesa, sono disponibili abbonamenti di 24 ore al prezzo di 4,50 euro.

Mentre esplorate le ricchezze di Milano, non perdete l’opportunità di scoprire le meraviglie che la città ha da offrire. Rimanere incantati dalla magnificenza del Duomo, dall’eleganza di Brera o dalla modernità espressa dal quartiere Porta Nuova. Una passeggiata lungo i Navigli al tramonto o una visita al famoso Teatro alla Scala. Cosa vedere a Berlino: Guida turistica

FAQ: Cosa Fare a Milano

Milano è una città ricca di storia, cultura, e opportunità di svago. Se stai pianificando una visita o hai appena fatto le valigie per trasferirti qui, questa FAQ ti fornirà le risposte alle tue domande più comuni su cosa fare a Milano.

1. Quali sono le principali attrazioni turistiche di Milano?

  • Duomo di Milano. Scopri la ricca storia artistica e culturale visitando il maestoso Duomo di Milano, un’attività imperdibile tra le cose da fare a Milano, che incanta con la sua architettura gotica e vista panoramica dalla terrazza.
  • Galleria Vittorio Emanuele II: Un’iconica galleria commerciale con architettura e negozi di lusso.
  • Il Cenacolo (Ultima Cena) di Leonardo da Vinci. Tra le cose da fare a Milano, non perdere l’opportunità unica di ammirare l’ultima cena di Leonardo da Vinci, un capolavoro rinascimentale che attira visitatori da tutto il mondo.
  • Castello Sforzesco: Un castello storico che ospita musei e parchi.

2. Quali sono le migliori opzioni per lo shopping a Milano?

  • Via Montenapoleone: La via dello shopping di lusso con boutique di moda di alta classe.
  • Brera: Un quartiere con negozi di design, antiquari, e gallerie d’arte.
  • Mercato di Porta Genova: Un mercato all’aperto con abbigliamento vintage e oggetti d’artigianato.

3. Cosa fare in una giornata di pioggia a Milano?

  • Musei: Visita il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia o il Museo del Novecento.
  • Teatri: Goditi uno spettacolo al Teatro alla Scala o al Piccolo Teatro.
  • Shopping al coperto: Esplora i centri commerciali come il Galleria d’Arte Moderna o Eataly.

4. Dove posso gustare la migliore cucina milanese?

  • Risotto alla milanese: Provalo in un ristorante tradizionale come “Ratanà”.
  • Cotoletta alla milanese: Vai da “Trattoria Milanese” per questo piatto classico.
  • Panettone: Assaggialo presso le pasticcerie locali durante le festività.

5. Cosa fare la sera a Milano?

  • Aperitivo: Sorseggia un cocktail e gustati stuzzichini in uno dei numerosi bar dell’aperitivo.
  • Vita notturna: Esplora i quartieri di Navigli e Brera per i migliori locali notturni.
  • Eventi culturali: Verifica gli spettacoli teatrali, concerti, o mostre in corso in città.

6. Quali sono le opzioni di trasporto pubblico a Milano?

  • Metropolitana: La metropolitana è rapida ed efficiente, con quattro linee principali.
  • Tram e autobus: Una rete di tram e autobus copre la città.
  • BikeMi: Il servizio di biciclette pubbliche è ideale per esplorare Milano in modo ecologico.

7. Quali sono le attrazioni meno conosciute di Milano?

  • Basilica di Sant’Ambrogio: Una chiesa antica e affascinante.
  • Fondazione Prada: Un complesso artistico moderno e innovativo.
  • Casa degli Atellani: La casa che ospitò Leonardo da Vinci mentre dipingeva l’Ultima Cena.

8. Cosa fare durante la Fashion Week di Milano?

  • Assistere alle sfilate: Se sei un appassionato di moda, cerca di ottenere un invito a una sfilata.
  • Eventi correlati: Partecipa a eventi e feste legate alla moda in città.
  • Shopping di lusso: Approfitta delle vendite speciali nelle boutique di alta moda.

9. Quali sono le opzioni per una gita fuori Milano?

  • Lago di Como: Prendi un treno per Como e goditi la bellezza dei laghi lombardi.
  • Bergamo: Una città medievale con una vista panoramica dalla Città Alta.
  • Verona: Visita la città di Romeo e Giulietta in treno.

10. Quali sono i migliori consigli per risparmiare durante una visita a Milano? – Milano Card: Acquista una Milano Card per sconti su musei, trasporto pubblico, e ristoranti. – Pranzo al menu fisso: Opta per pranzi a prezzo fisso per risparmiare sui pasti. – Free walking tours: Partecipa a visite guidate gratuite per conoscere la città senza spendere troppo.

Ora che hai tutte queste informazioni, puoi pianificare una visita indimenticabile a Milano! La città ha qualcosa da offrire a tutti, dai cultori dell’arte e della moda agli amanti del cibo e della cultura. I 15 migliori ristoranti di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *