Le 18 migliori spiagge italiane

migliori spiagge italiane

Le 18 migliori spiagge italiane

Se siete alla ricerca di una fuga dal caos e dalla frenesia della vita quotidiana, allora dovete recarvi in Italia. Questo splendido paese ospita alcune delle spiagge più belle del pianeta, vediamo quali sono le migliori spiagge italiane! Dalle sabbie adatte alle famiglie alle calette color miele, l’Italia è ricca di spiagge bellissime. Ecco le le spiagge più belle d’Italia. Nonostante l’Italia si estenda per quasi 5.000 chilometri di costa, le spiagge italiane migliori sono poche e lontane tra loro. La maggior parte dei grandi nomi si rivelano file di sedie a sdraio troppo costose stipate su una striscia di sabbia grassa. Non queste. Queste sono le spiagge più belle d’Italia che i turisti trovano raramente: forse richiedono un po’ di fatica per essere raggiunte, ma una volta lì, la vostra ricompensa sarà un mare turchese e limpido, una costa selvaggia e una schiera di abitanti del luogo bruciati dal sole. Niente sedie a sdraio, niente musica a palla: potete fare un picnic, stendere il vostro asciugamano e rimanere li tutto il giorno. È qui che si trova la dolce vita: sulla spiaggia. Scoprite la nostra selezione delle migliori spiagge italiane e preparatevi ad innamorarvi del paese più eccitante d’Europa. Non è una classifica delle migliori spiagge italiane ma solo un elenco delle spiagge più belle d’Italia!


18 migliori spiagge italiane

1. Cala Junco, Panarea. La spiaggia più bella d’Italia per i tramonti sensazionali!

La vita più sensuale d’Italia si svolge sull’isola siciliana delle Eolie, Panarea: il luogo di villeggiatura dei politici di sinistra, della gente della TV e del cinema e delle classi ricche ma pensanti. Le auto sono vietate, quindi i golf cart fanno la spola tra i vicoli ricoperti di ibiscus. Ma la maggior parte delle persone cammina (spesso a piedi nudi), ed è così che si dovrebbe arrivare alla splendida cala nota come Cala Junco. Passeggiate lungo il sentiero della scogliera, tra cespugli di capperi dai fiori viola e ginestre gialle, dando un’occhiata ai resti pietrosi di un antico forte preromano sul promontorio, prima di scendere sulla spiaggia più bella d’italia, fatta di ciottoli e un mare bellissimo. I fondali color topazio rivaleggiano con quelli dei Caraibi e gli unici suoni sono quelli dei gabbiani e dello sciabordio delle onde. Le 10 isole siciliane più belle

2. Camogli, Riviera ligure. Le spiagge più belle d’Italia per le pagaiate in famiglia

Le graziose cittadine di baia della Riviera nord-occidentale italiana sono insuperabili per l’aspetto: colline ricoperte di macchia mediterranea che scendono fino a palazzi a quattro piani che si ergono su rocce a strapiombo sulle acque cristalline del Mar Ligure. Portofino è l’attrazione principale ed è affollata di turisti da giugno fino a quando la temperatura scende verso l’autunno. Ma appena risalendo la costa, il poco conosciuto villaggio di pescatori di Camogli ha l’aspetto senza le orde di turisti. Mettete in valigia un asciugamano spesso (è una spiaggia di ghiaia fine) e stendetevi all’estremità settentrionale della baia, dove un promontorio calma le correnti e permette di nuotare in modo rilassante. Le 15 spiagge più belle della Liguria

3. Lago d’Orta, Piemonte. Il meglio per le coppie

Per una vacanza romantica a due, il piccolo Lago d’Orta, sorella minore del Lago Maggiore, è quanto di più incantevole possa esistere: una distesa di acqua turchese scintillante orlata da una fitta foresta verde (Balzac lo definì una “perla grigia in uno scrigno verde”). La città principale, Orta San Giulio, è uscita direttamente da un set cinematografico: un magico groviglio medievale di vicoli acciottolati, archi fatiscenti e stradine strette fiancheggiate da affreschi sbiaditi e fili del bucato svolazzanti. A cinque minuti di barca dal molo si raggiunge la mistica Isola San Giulio, uno sperone avvolto nella leggenda, ideale per passeggiate romantiche e bagni appartati. “Ascoltate l’acqua, il vento, i vostri passi…” recita un cartello accanto alla passerella in pietra dell’isola. I 16 laghi più belli d’Italia

4. Bagni della Regina Giovanna, Napoli. Il meglio per stare da soli

A 30 minuti a piedi da Sorrento (seguite Via Capo fino al Capo di Sorrento, oppure prendete l’autobus SITA in direzione Massa Lubrense), i Bagni della Regina Giovanna prendono il nome da una regina bulgara che si dice abbia preso il sole qui, nuda, negli anni ’20 del secolo scorso. Nonostante la vicinanza a Sorrento, il luogo conserva un’atmosfera fuori mano. Le scogliere di tufo sono state scavate dal mare, creando piscine di roccia, lagune e grotte ombreggiate per i tuffi. La spiaggia più bella d’italia è di ciottoli, anche se i lettini gratis sono pronti per l’estate e l’inevitabile flusso di amanti del sole. Le spiagge più belle di Napoli

5. Cala Punta Carena, Capri. Il meglio per la dolce vita

Prenotate il vostro tavolo (e il lettino) al Lido del Faro quando prenotate il volo per non perdervi il segreto meglio custodito di Capri. Affacciato sulle acque calme e opalescenti dell’insenatura di Punta Carena, questo ristorante-piscina-spiaggia promette una giornata perfetta sull’isola più seducente e possiede una delle migliori spiagge italiane (e in generale più affollata) d’Europa. Per arrivarci è necessario percorrere il sentiero fiorito sulla scogliera che segue i forti napoleonici lungo la cresta sud-occidentale di Capri (se non vi sentite agili, potete prendere un taxi). Assicuratevi di aver messo in valigia il vostro pareo più sexy per poter stare in mezzo alle bellezze sui lettini che punteggiano le falesie in riva ad un mare bellissimo e costeggiano la piscina di acqua salata. Sono vostri per tutto il giorno, quindi indugiate e oziate fino a quando lo spettacolare tramonto di 50 sfumature di rosso non segnala l’ora di Campari al bar della spiaggia Malibù. Le 7 spiagge più belle di Capri

6. Ponza. Il meglio per uscire con gli italiani

Traghetti e aliscafi solcano il sereno Mar Tirreno, diretti all’isola vulcanica di Ponza, la più grande delle Isole Pontine, nelle acque tra Roma e Napoli. La cosa buffa è che queste imbarcazioni sono popolate solo da italiani, che si concedono una pausa dal surriscaldamento estivo: gli inglesi non hanno ancora capito che possono combinare una grande città con uno di questi rifugi scoscesi. Nel corso dei millenni, l’aria di mare ha contribuito a sminuzzare le scogliere di Ponza in baie tentacolari, molte delle quali accessibili solo via mare. Una volta sistemati, noleggiate una piccola barca fuoribordo da DivaLuna, nel porto principale di Ponza, e partite alla volta della Grotta di Pilato, una serie di piscine rupestri dal tetto bianco e dal fondo blu. Se vi sentite avventurosi, proseguite fino a Palmarola, l’isola più occidentale dell’arcipelago, e visitate le formazioni rocciose de La Cattedrale, che ricordano i costoloni di una cattedrale gotica. Mare in Italia, dove andare


7. Foce del Belice, Sicilia. Il meglio per i piaceri semplici

Verso l’estremità settentrionale dell’isola più grande del Mediterraneo, questa riserva naturale è sfuggita all’eccessivo sviluppo grazie alla reputazione della regione per la malaria. La malattia è stata da tempo debellata in Italia e ciò che rimane è una costa incontaminata. È un tratto selvaggio di dune, irto di agave e narcisi marini, e benedetto da spiagge di sabbia fine e polverosa. Stendete l’asciugamano sulla spiaggia più bella d’italia, Le Solette, a est della riserva, per una compagnia benestante; oppure a ovest per calette appartate come la Capparrina di Mare, dove pagaierete in compagnia delle tartarughe marine. Le 9 spiagge più belle della Sicilia

8. Scario, Cilento. Il meglio per il fascino rurale

La Costiera Amalfitana sembra un sogno. Ma in alta stagione, quando i pullman turistici stracarichi percorrono le stradine, può diventare un incubo. A sole due ore di macchina verso sud, troverete il più selvaggio Cilento. Può sembrare meno fiabesco, ma le sue insenature rocciose, i prati di fiori selvatici e i nodi di eucalipti sono infinitamente più romantici nel loro vuoto. In mezzo a tutto questo si trova Scario, un porto rosa e crema con una bella torre dell’orologio. Chiedete a un pescatore di condurvi tra le rocce a strapiombo fino alle calette inaccessibili da terra. Anche un taxi boat pattuglia questa rotta, ma i pescatori vi lasceranno una fermata vuota più avanti (prenotate il ritorno).

9. Spiaggia di Tordigliano, Campania. Il meglio per la vista sulla Costiera Amalfitana

La penisola sorrentina è sicuramente splendida, ma nessuno potrebbe definirla incontaminata, fino a quando non si arriva alla Spiaggia di Tordigliano, una perfetta distesa di ciottoli a ovest di Positano. Naturalmente, è incontaminata per un motivo: è difficile arrivarci. È necessaria una barca (chiedete un passaggio al porticciolo di Sorrento), oppure percorrete il chilometrico sentiero collinare che parte dal lato della serpentina della SS 163. In ogni caso, è sempre un’esperienza da non perdere. In ogni caso, vale sempre la pena di camminare e, al di fuori di agosto, sarete soli. Ci ringrazierete, ve lo promettiamo. Le 12 migliori spiagge della Costiera Amalfitana

10. Spiaggia di Sansone, Elba, Toscana. Ideale per lo snorkeling

I divertimenti delle vacanze erano probabilmente l’ultima cosa a cui pensava Napoleone quando fu esiliato all’Elba nel 1814, ma quest’isola, a 30 minuti di traghetto dalla terraferma toscana, ha alcune delle spiagge più belle d’Italia. Provate Capo Bianco per le sabbie bianche orlate da scogliere calcaree o Cala Seregola per gli arenili rosso fuoco del versante orientale. Ma per popolarità a tutto tondo, Sansone è in vantaggio, con spiagge incontaminate – un mix di sabbia e ciottoli bianchi levigati – che conducono ad acque basse e trasparenti. È la scelta più ovvia per le famiglie (pagaiare è sicuro e divertente) e lo snorkeling è super.

11. Spiaggia delle Due Sorelle, Marche. La migliore per i tramonti sensazionali

La Spiaggia delle Due Sorelle (dal nome delle due sorelle rocciose che emergono dall’acqua) offre i migliori tramonti della costa orientale, o almeno così dicono gli abitanti del luogo. È molto bella anche di giorno, ai margini del Parco del Conero, con le sue scogliere appuntite che scendono fino all’argenteo bordo dell’Adriatico. Prendete un’imbarcazione a Numana per fare il giro di questa spiaggia di ghiaia bianca: in piena estate ce ne sono solo quattro al giorno. Fuori stagione, non vedrete anima viva.

12. Spiaggia Marianelli, Sicilia. Ideale per la fauna selvatica

All’estremità settentrionale della riserva naturale di Vendicari, questo tranquillo tratto di spiaggia sabbiosa accoglie una miriade di osservatori, naturisti e amanti del sole. Si tratta di un’escursione, ma piacevole: 25 minuti da Eloro, attraverso boschetti di mandorli e limoni, con i profumi del timo selvatico e del rosmarino che si diffondono nella brezza. Se siete alla ricerca di fauna selvatica – tordo bottaccio, chiurlo, avocetta, garzetta, spatola e uomo nudo – Marianelli vanta la migliore selezione protetta della Sicilia. Qui si va piano.


13. San Fruttuoso, Liguria. Il meglio per la magia dopo l’orario di lavoro

Perché ve ne parliamo? Francamente, non ne siamo sicuri. È un piccolo angolo di paradiso che preferiamo tenere per noi. Situata a metà strada tra la glam Portofino e la città di Camogli, la minuscola insenatura di San Fruttuoso – accessibile solo a piedi o con il traghetto da Genova – diventa ancora più bella quando l’ultima barca è tornata a casa. A quel punto, potrete cenare sulla spiaggia, pernottare al Da Giovanni e godervi le atmosfere dell’abbazia medievale e lo sfondo nebbioso delle montagne. Semplicemente magico.

14. Baia dei Turchi, Puglia. Il miglior mare d’Italia

La Puglia è tutta una questione di spiagge, quando non si tratta di trulli o di olio d’oliva, e questa è la più bella del tacco d’Italia, in una riserva naturale protetta a nord di Otranto. Può essere affollata in agosto, ma nel resto dell’anno sarete in compagnia di nonnine che fanno il viaggio per bere il miglior espresso ghiacciato che si possa comprare in un bar sulla spiaggia a 1 euro. Parcheggiate dietro le pinete aromatiche, poi seguite il rumore dei pettegolezzi fino alla baia blu brillante, con i suoi 1,5 km di sabbia bianca e la bandiera blu, assegnata solo alle spiagge che soddisfano rigorosi criteri ambientali.

15. Sinis, Sardegna. Il meglio per un’escursione in spiaggia

Per una gita in una spiaggia segreta, la Sardegna regna sovrana. Ci sono posti meravigliosi in tutta l’isola delle vacanze, con i suoi 1.150 chilometri di costa e il mare bellissimo dei Caraibi. La penisola del Sinis, a ovest, è per lo più deserta: sarete gli unici sulle tavole rocciose di Sa Mesa Longa e sui ciottoli di quarzo rosa di Maimoni. A sud-ovest, prendete una barca nel porto di Teulada e salpate per Cala Zafferano, una cala di incredibile bellezza con un bar di sabbia bianca. A est, provate la Spiaggia Bidderosa, un mondo a parte rispetto alla sfarzosa Costa Smeralda, con un’escursione di 40 minuti attraverso le pinete fino alla riva.

16. Punta Aderci, Abruzzo. La migliore spiaggia d’Italia per la solitudine

Con spiagge sconosciute in una regione sconosciuta, la riserva naturale di Punta Aderci, sulla costa rocciosa e selvaggia dell’Abruzzo, è uno dei luoghi meno visitati d’Italia. E chissà perché. Punta Penna attira gli abitanti del luogo, ma pochi si spingono fino all’insenatura più piccola di Punta Aderci, intorno al promontorio, dove i ciottoli sono costellati di legni alla deriva, le acque sono limpide e si erge fiero l’ultimo trabocco – case di legno su palafitte un tempo utilizzate per la pesca – di questa costa.

17. Cala Bianca, Marettimo. La migliore per fare baldoria in barca

La minuscola isola di Marettimo, a un’ora di aliscafo da Trapani, sulla costa occidentale della Sicilia, conta appena 300 residenti, anche se il numero raddoppia in estate. Non si tratta quindi di una lotta per l’asciugamano sulla stretta striscia di sabbia di Cala Bianca, sulla punta nord-occidentale, ma per arrivarci è necessaria una barca. Chiedete in giro al porto, nel villaggio. A piedi? Raggiungete invece la spettacolare Cala Nera, nell’entroterra: ci vogliono due ore per raggiungere questo avamposto roccioso, costellato di grotte ideali per una nuotata all’ombra, ma prendete un taxi d’acqua per tornare indietro.

18. Baia delle Zagare, Puglia. Il meglio per gli amanti del rock ‘n’ roll

Questa esclusiva spiaggia nel Parco Nazionale del Gargano non sarà deserta, ma è glamour come poche. Accessibile attraverso l’hotel Baia delle Zagare, in un ascensore scavato nella roccia, o in barca da Mattinata, il tratto di sabbia di mezzo chilometro, riparato da ripide scogliere calcaree, consente solo 30 visitatori al giorno (è necessario un pass dal municipio). Con lo sguardo rivolto ai Faraglioni, due immensi scogli che si ergono drammaticamente dal mare Adriatico, è il sogno di ogni Instagrammer, a tutti i livelli.


Lascia un commento